Polvere di stelle

A leggere di economia mi viene l’angoscia, a leggere di politica mi viene la nausea, a leggere le ultime notizie mi aumenta l’influenza. Così mi rifugio in un sano, velenosissimo gossip nazionale e internazionale in cui ritrovo le stelle che ormai non ci sono più, sostituite in genere da mezze calzette che durano spesso lo spazio di un mattino. Galeotto è il sito Dagospia, l’unica vera enciclopedia della nostra epoca. Almeno è divertente.

Gianni Boncompagni: “La televisione è morente, forse è già morta. La Cabello, Geppi Cucciari e la Dandini non fanno ridere. Facchinetti non ha talento e Bonolis meriterebbe Guantanamo. Grandefratello è da denuncia”.

Ornella Vanoni: “Strehler era un sex addicted, amava le orge. Io l’ho tradito con Renato Salvatori, infilatomi nel letto da Luchino Visconti che amava fidanzare i suoi uomini. Gino Paoli è stato un grande amore”.

Dyan Cannon: “Mio marito Cary Grant era un’anima tormentata, soffriva di crisi depressive e si rifugiava negli allucinogeni. Ha rischiato di finire in manicomio come la madre. Ma non era omosessuale, questo lo escludo”.

Advertisements

96 thoughts on “Polvere di stelle

  1. Gabbià co’ sto tilolo “Polvere di stelle” m’èvenuto ‘n mente …

    Oggi la nostra grande Ceciarelli ha compiuto 80 anni tanti Auguri sei sempre una grande.

  2. Ho letto “polvere di Stelle” e miei più cari e sentiti auguri vanno alla nostra attrice Monica Vitti che compie 80 anni:
    Auguri Monica con tutto il cuore

  3. Che faccia tosta che ha sto Boncompagni. Come se il Suo stupido e ignobile “Non è la Rai” l’ ha fatto un UFO.
    Che vada a seppellirsi sotto i suoi stupidi format. Pitocco di frontiera che non è altro!

  4. in effetti il titolo è un pò fuorviante, credevo anche io che fosse un omaggio alla seconda più grande attrice italiana!
    Grande Bonconpagni!!!
    Mi riprendo un momentino dallo shock per la dichiarazione della Vanoni!
    Uhm mi viene in mente un certo personaggio interpretato da Greg…..

    • mi hai fatto ricordare l’articolo de la stampa, sul libro scritto dalla Vanoni.
      Una frase mi è rimasta impressa “dopo questo libro, magari non ci sarà un terzo concerto insieme a Gino Paoli”!!!

  5. No, scusa Giorgius. Fino a prova contraria decido io se mandare in diretta Santoro o chiunque altro. Questo è un piccolo blog ma non necessariamente deve promuovere un evento di già promozionatissimo (e che dieci euro per dieci euro ha già raggiunto due milioni di euro). Non ha certo bisogno di noi. Del resto, sta dappertutto: chi vuol vederlo non ha proprio difficoltà. Preferiamo distinguerci.

    • Non era un Link per guardare “il solito” Santoro con “i soliti” personaggi, quasi fissi, della stampa e dell’imprenditoria italica, ma per segnalare le vignette e la gag iniziale di VAURO. ;-)

  6. Sono perfettamente cosciente di darmi la zappa sui piedi, poichè starete tutti a vederlo. Ma è proprio quest’omologazione che rifiuto. Il Fatto è coinvolto ed è giusto, ma pensate che Repubblica e soprattutto Corriere lo trasmettano per spirito democratico? No, semplicemente perchè porta accessi ai siti. Buon per loro.

  7. Vedi Walter a me dispiace anche per essere stato brusco con Giorgius: lui non c’entra niente, ma ho un’antipatia congenita per i profeti. Ho dato una sbirciata un attimo su Corriere.it: c’era Vauro che urlava come un ossesso e Michelissimo che lo guardava con due occhi sognanti da vero predicatore. E le facce del pubblico, il sorriso prestampato sulla faccia, convinti di stare, che so, a Lourdes. Abbiamo in passato discusso a lungo sul personaggio. Ne discuteremo ancora, naturalmente, ma non voglio assolutamente compartecipare a un’avventura che non mi appartiene. Sant’Oro, appunto.

    Irisilvi, sono d’accordo. La sostanza poi è quella: non mi interessa (il distinguersi era una battuta per dire che non andiamo al ricasco di nessuno). Non parliamo poi di soldi che c’è da infuriarsi: magari l’obolo è arrivato anche da poveri disoccupati che pensano al Messia.

    Insomma ne abbiamo già parlato troppo.

  8. Io credo che non basta dire verità. Bisogna anche dirla fuori da pregiudizi e da guerre personali. Che verità è passabile da uno che ha dichiarato guerra a chi lo defenestra e silura mediaticamente, ( a torto o ragione) ogni stagione televisiva che sant’ antenna manda in terra? Nessuna.

    • Non ho capito cosa sia successo con Giorgius, devo essermi perso qualche post; so solo di lui, che non ha mai contestato nessuno con i suoi punti di vista, almeno da quando sono qui dentro.
      Ma il responsabile sei tu, ed avrai le tue ragioni per avergli tolto un post.

      • Non mi sono permesso di toccare nessun commento. Gli ho tolto il link alla trasmissione, semplicemente..

  9. Sinceramente non ho nessuna voglia di ricominciare con una tiritera sul vitello d’oro.Nemmeno lo escludo.Ora non mi interessa,cosa potrebbe dire di piu’ di qualche altra sua collega,ad esempio,meno schierata e piu’ giovane? A proposito di gerontocrati e dinosauri come si collochera’ il san?Saranno mica solo i politici no?Opinione personale naturellement !

  10. E anche il pensiero iniziale (facile e strumentale) a Biagi e Montanelli. Altra statura, due colossi.
    Che verità passa da uno che prima è andato a prendere soldi proprio da Berlusconi e poi si è rifugiato, pagatissimo, all’europarlamento? E’ già stato detto: un professionista dell’antipolitica, parafrasando Sciascia.Con una vaga vocazione da martire.

    • La democrazia reale è di rispettare anche la libertà altrui. E ho tutto il diritto, da gestore del blog, di far rispettare la mia libertà che è quella di non pubblicizzare una trasmissione che non condivido.
      Altrimenti faccio come fanno tutti i siti del mondo, grandi e piccoli: mettono la moderazione. Grillo e Il Fatto compresi, tanto per fare due esempi: loro che parlano ogni giorno di libertà e democrazia.

  11. Praticamente un Dittatore della Televisione. Ci si può aspettare la marcia su Saxa Rubra, se si vuole fantasticare. Quando le cose non funzionano, il primo che grida allo scandalo, tutti gli si aggrappano dietro, come l’ unica alternativa a ciò che non va.
    Facile fare giornalismo in questo modo. Ma senza la politica, o quello che resta, di quello che un tempo la rappresentava, mister Duemilioni e la sua antipolitica non sono niente e nessuno.

    Riferito a Santoro e il suo codazzo di vignettisti e giornalai.

  12. Non ha chiuso con La7 mica per soldi, ma perchè non voleva controlli, di nessun tipo. Ah, che sogno:tutti vorrebbero non avere padroni. Ma ci riescono solo i ricchi, tanto ricchi da diventare praticamente loro stessi padroni del vapore.

  13. Ah sapete che pure Alba Parietti ha la cellulite? Ho appena letto la tragica notizia tra la richiesta di danni della Carlucci a Mediaset e la diretta di Servizio Pubblico.

  14. Io condivido la libertà di autogestione a casa propria.
    Non condivido gli attacchi a qualcuno che ha tutto il diritto di sentirsi esiliato dalla televisione pubblica, gradito o no che sia a una percentuale di persone, “in fase” di democrazia. (ma anch’io chiudo qua, non ho nè voglia nè soprattutto le energie…per una discussione).

  15. Se lui ha tutto il diritto di urlare la sua indignazione, non capisco perchè chi non la pensa come lui non ha altrettanto diritto di dirlo. La libertà o vale sempre, per tutti, o non vale mai, per nessuno.

  16. Infatti lo fanno. Certo che è un diritto che spetta a tutti, mica è ad personam. A proposito pare che arrivi Ferrara?

  17. Scaccia, se le vengono tutti questi malanni, meglio non leggere; Dagospia mi rilassa, certo che rilassa, assomiglia al Minias; il dagopensiero, pungente, frustate in tutte le direzioni; con un principio editoriale che tira; le notizie; la satira; gossip nazionale;

    • E in effetti ogni tanto ci vuole un bel bagno di gossip, è rigenerante anche se poi finisce come al solito male…

  18. @Sissi. Santoro o chiunque, non può parlare male di nessuno se c’ è uno solo che ascolta. Manco a casa propria. Tappa porte e finestre e solo poi diffama chi vuole.
    E la RAI non era casa sua, lui era solo un inquilino pagato profumatamente, anche troppo per fargli fare la sua guerra personale.

  19. @ Walter. Con “casa sua” intendevo il blog di Pino: cioè Pino ha la libertà di autogestione in casa propria, quindi anche di rifiutare un collegamento se non gli interessa. Sono sempre a favore della libertà personale.
    Su Santoro credo che si limiti a riportare i fatti… non che ne manchino negli ultimi tempi per aver bisogno di affidarsi all’immaginazione…che supera la realtà, che a sua volta supera la fantasia…
    …evviva il gossip.

  20. Pensare che avevo fatto questo post per cazzeggiare un pò fra tanti discorsi troppo seri…. Evidentemente è impossibile: ognuno ha il suo destino ;)))

  21. E quanto vale un fatto raccontato da chi è prevenuto? E’ giornalismo quello? Imbastire studi e ore di trasmissione per i dispetti di chi non sa perdere è veramente assurdo. Ma fa audience, ecco spiegata la sua presenza. Alla gente piace sentire uno che parla male di un altro che lo ha umiliato.
    Berlusconi è quello che è, ma Santoro senza di lui non è nessuno.
    Nemmeno le cronache rosa di Poggibonsionline gli darebbero! Non scherziamo dai.

  22. Uff ……che faticata leggere tutto. Sono rientrata giusto ora. . Di chi stavate parlando del provocatore/istigatore di folla.?
    Non capisco però perchè le persone lottano tanto per riavere il santo e magari sono pure disolccupati..
    “No, per piacere Pina, nonn ricominciare… “

  23. Aspetta Walter.Ora non è che lui è da solo che se la canta e se la suona.Ha un parterre di prim’ordine da Stella a Bechis etc etc …è che manca solo il b.perchè non ci sono le linee telefoniche collegate uaoooooo(ora non mi sparate per favore)

  24. @Walter. No il fatto è che secondo me fa panoramiche a 360 gradi della situazione italiana! tutta quella parte che certo non fanno vedere altrove. Poi sono d’accordo che sono tutte parole parole parole..che mi hanno sfinito, tanto il punto è che andiamo sempre più giù.

    • sono anni di parole, parole, parole e per di più alla fine manc o dormi perchè già sei incavolato per conto tuo + aggiungici il carico da 11 suo. … sempre per spettacolizzare. …

      • Pina, io non lo so se è per spettacolarizzare – tanto ormai è tutto…una spettacolarizzazione e in certi casi pure morbosa (vedi le file per i casi di cronaca nera ecc). Pure il mio ex diceva che Santoro è… aspetta come diceva…un ‘fomentatore’ , ecco, ogni volta era una lotta per vederlo perchè io invece chiedevo soltanto di capire….. tutto qua!
        Non sto a far politica, voglio solo ascoltare e poter leggere le opinioni di tutti, TUTTI, proprio per poi rielaborarle con la mia testa. – se ancora è possibile farlo. Chi non ne ha voglia si affittasse un film di Vanzina, ma perchè deve rompere i coglioni a chi cerca di capire la situazione italiana o quant’altro ma scusa è. “Pensala come ti pare e goditela”, ricordi?
        (non ce l’ho con te eh, ed è un discorso proprio generale…oltretutto, proprio come principio di vita, valido per qualsiasi pensiero o fazione che sia, purchè avvenga nel rispetto degli altri).

        • ma e’ un problema tuo se vuoi sentirlo, sentitelo pure, gli altri fanno quello che vogliono e magari qualcosa di meglio che vedere un film dei vanzina

        • Sopra ho parlato di istigatore/provocatore. Ma “fomentatore” è proprio il termine coniato per lui. Ebbravo l’ex:)
          L’altro attore francese, è Jean Paul Belmondo. mi sono ricordata proprio ora. e tanto così per non lasciarti col dubbio ;)

          • Giàà! mi piace Belmondo!!
            (eh Pina.. per certi versi sì… “ebbravo l’ex”:)) più con i piedi per terra insomma, che sdrammatizza un sacco di cose…come tutti gli uomini poi, rispetto a noi donne – insomma mi sa che hai centrato certi aspetti con me..ma non so come spiegarli, ti ‘sento’..più che altro ;)))

  25. Macchè tradita ,lo sto dicendo da almeno tre commenti! E’ così che funziona il logorio cerebrale! Tu insinui e ribadisci,tanto che alla fine ti droghi! Se poi puoi metterci solo l’audio il gioco è fatto…potere dell’insinuazione….Ah c’è pure la Luisella Senzalavoro.

        • Una sbirciatina l’ho data, sono fuggito inorridito. Non ho più pazienza e mi accontento delle notizie. I bla bla non mi interessano, le notizie sì ma basta leggere i giornali (o i siti dei giornali) per essere aggiornati. Vedrai ci daranno una sintesi ampissima di tutto.

  26. Quanto era bello Cary !!!!. non ne ho perso uno di film con lui.
    Da adolescente lo adoravo. anzi mi ero proprio innamorata…… OK non vi frega okok basta.

  27. Sì sì sì, ti prego continua a parlare di Cary, soffermati su Cary, dilungati su Cary ;))) e mo sappiamo che non era neanche gay

  28. All’epoca non si sapeva proprio della omosessualità. Era un macho vero. Ma se lo dice lei …..
    Il viso perfetto, lo sguardo, gli occhi:” l’attaccatura dei capelli ” con quella riga così perfetta.e poi il fisico da adone e lo charme: Lo charme mi faceva incantare e non ero la sola tutte le mie amiche lo adoravano.
    Quando parlo dell’ attaccatura dei capelli, tutti si mettono a ridere….ahahah
    Beh si era stupendo ripreso da trequarti.e io faccio molto caso ai capelli. va bene?
    Però pure Richard….

    • però uno come Strehler, con un’età, esperto..con conoscenza di tutto, fascino, e che ti avvia a tutte le esperienze… è più intrigante ;)))

        • …Pina il fatto è che a me già da adolescente..mi piaceva Helmut Berger! hai presente? l’avevo visto in quel filmetto con la Giorgi e Pozzetto “mia moglie è una strega”…perchè ero piccola, ed ero rimasta folgorata! lui interpretava la parte del diavolo…mi ricordo che durante tutto il film non mi capacitavo di come la Giorgi facesse di tutto per stare con Pozzetto mentre lui era così affascinante e carismatico! con quello sguardo serio e profondo..ma non solare….un fascino un po’ ‘perverso’, alla fine del film: mammaa.. chi è quello che interpretava il diavolo??:))) – a lei mai piaciuto per lo stesso identico motivo per cui invece piaceva a me, e invece mia madre da giovane era per Cary Grant e Paul Newman….noooo!!
          quelle facce pulite e bellocce da maritini dei filmettini americani anni’60, mentre Helmut Berger diventerà il preferito di Luchino Visconti ;)))

          Dai proseguiamo col gossip: ora non venirmi a dire che ti piacciono Garko e Brad Pitt….? please please please?? :)))

          • Qualche anno di differenza d’età vuol dire, sai…. (certo non conosco la tua età. e stai certa, manco te la chiedo)
            ma lui era bello bello bello…..ah un altro la cui foto tenevo nel comodino con il 45 giri era Try si quello di “Scandalo al Sole”. Ecco questo è l’unico bambolotto che mi è piaciuto.
            Per il resto non mi sono mai piaciuti i bambolotti e quindi capirai che Garko e Brad non fanno per me. Pensa che tra Alain e l’altro quello, sempre francese, ora mi viene il nome ‘nnaggia , beh insomma mi piaceva lui. e tutti a dirmi se ero pazza !!! No non ero pazza !!!! Poi non parliamo di quando si è presentato Richard di tre quarti con quell’attaccatura di capelli , e così mezzo brizzolato è ancora più affascinante. Si affascinante, perchè bello proprio non è. Ma il fascino, il fascino non si compra … è la cosa che mi piace di più negli uomini e nelle donne: una a caso Audrey. …

          • Il fascino, brava. Può essere la testa…o una grande simpatia… o saper giocare in modo paragnostico ma brillante…. o lo charme della superiorità…nella sensibilità d’animo. Insomma il fascino… sì. ;)))

  29. Il notizione: da non dormirci la notte!

    Milly Carlucci chiede due milioni di euro di danni a Mediaset per Baila!
    Milly Carlucci porterà fino in fondo la sua battaglia contro Baila!, la trasmissione Mediaset palesemente plagiata dal programma in onda sulla Rai Ballando sotto le stelle condotto appunto dalla bionda presentatrice. La quale ha deciso, dopo aver vinto la causa (per plagio appunto) e il ricorso, di chiedere i danni proprio alla rete del biscione: due milioni di euro che la showgirl vuole da Mediaset, colpevole quest’ultima di averne danneggiato l’immagine.

    tratto da (guarda che coincidenza): Nanopress

  30. rassegna-ti stampa da dagospia

    1- È LA CORNICE CHE FA IL QUADRO: “QUELLO CHE FUNZIONAVA, IN “ANNOZERO”, NON ERA QUELLO CHE SANTORO DICEVA, MA IL FATTO CHE LO DICESSE SULLA RAI. ERA LA PROVOCAZIONE: IL FATTO DI FARE UNA TV PARTIGIANA SULLE RETI DI TUTTI” (SANTADECHÉ) – 2- AGGIUNGERE CHE UN PROGRAMMA SENZA CONTRADDITTORIO È UN D’ALEMA SENZA BAFFI, UN BERLUSCONI SENZA BUNGA BUNGA, UNA BELEN SENZA SEX-TAPE, CON UN MICHELONE SEMPRE PIÙ PARACULOIDE SUFFRAGATO DA POTERI PARANORMALI: “CARO ENZO BIAGI, CARO INDRO MONTANELLI, SO CHE SIETE MOLTO IN APPRENSIONE PER ME, SO CHE SIAMO MOLTO DIVERSI, MA SO CHE CI STATE SEGUENDO IN QUESTO MOMENTO” – 3- SI È TRATTATO DI UNA RIVOLUZIONE COL CERTIFICATO DI GARANZIA DELLO SCARPARO TOD’S, ORMAI “PERVESTITO” E IMBRACCIALETTATO COME IL PORTOS DEI TRE MOSCHETTIERI – 4- ECCO, SE VI SIETE PERSI LA PRIMA PUNTATA NON VI SIETE PERSI NIENTE: PERCHÉ SEMBRAVA UNA CODA DI ‘ANNOZERO’, OPPURE ‘ANNOZERO’ ERA UN PROLOGO DI ‘SERVIZIO PUBBLICO’ – (SANTORO HA DIMOSTRATO PERÒ CHE SI PUÒ FARE TV AL DI FUORI DEI GRANDI NETWORK)

  31. “Io non sono né un guru, né un profeta, né un martire, come dicono i giornali. Voglio solo fare il mio lavoro senza padroni. Noi qua facciamo la nostra rivoluzione civile, democratica, pacifica”. Così l’esordio di Michele Santoro, in apertura di servizio pubblico.

    Ora se sentissi altrettanti commenti su Fede e Ferrara potrei anche sentirmi acquietata da una parvenza di buonafede, soprattutto correlata di quell’altra strana cosa fuori mercato chiamata obiettività.

    N.B. Da non confondersi con la ‘partigianeria’, per favore, perchè io non sono un tipo ‘politico’. Apprezzo e stimo il blog di Pino proprio per questo spirito di obiettività senza ‘numi’, ideologie, divinità da ossequiare: mi piace chi fa ‘centro’ nelle valutazioni e nei giudizi, il più possibile oggettivi e fondati sulla realtà, anzichè su schemi precostituiti e tifoserie da derby (l’ho detto migliaia di volte).
    Ed è solo in nome di questo, della democrazia e della libertà, che ritenevo scelte democratiche accettare un santoro come un ferrara, una dandini vs. emilio fede, un minzolini vs.enrico mentana…. e così via (sulle reti di tutti).

  32. Sgarbi e i suoi “capra”, Ferrara e le sue argomentazioni sulle “mutande”: a me vanno non bene ma benissimo!
    Se potessi discutere con Sgarbi mi prendo cento volte i suoi “capra” se, OBIETTIVAMENTE, riconosco che in quel determinato contesto ha ragione nel definirmi così. Ferrara e le sue accese diatribe ben vengano…. purchè abbia qualcosa da dire. Insomma sono a favore degli scontri tra le parti e dei contraddittori dotati di buonafede e OGGETTIVITA’, oltre che di intelligenza….possibilmente nei contenuti, che non travalicano in violenza tra gente civile.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s