La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

McLuhan aveva ragione

3coleman4

Allora la colpa non è dei social se a una bufala antica ed evidente ci cascano pure testate come il “Corriere della Sera” e Tg5 (parlo del topolino francese che secondo i buontemponi s’ingrasserebbe a Fiumicino, con evidente danno per l’immagine dello scalo e più in generale dell’Italia ).  Significa che ormai anche loro sono caduti nel precipizio e che, lo dico da giornalista, i giornalisti hanno abdicato alla prima regola del mestiere: la verifica delle fonti. Non è possibile costruire metà giornale (o telegiornale) su quello che offre la Rete e l’altra metà sulle agenzie: altro che omologazione, siamo molto oltre. Non si tratta di errori, è cambiato proprio il sistema.

Nel libro “Giornalismo, ritorno al futuro” (editore Giubilei Regnani) invito, anche piuttosto banalmente, a riscattarsi riappropriandosi delle regole base della professione. Ma invece di recuperare terreno, qui si va sempre peggio. Lo dico con dolore, ma la Stampa (intesa come aggregazione di giornali) non vale più come punto di riferimento. Si sta suicidando, correndo dietro all’”avversario” invece di contrastarlo.  Guardate infatti chi diventa personaggio, chi sono gli “influencer”, da dove arrivano. Basta un’idea originale, o magari solo curiosa, che attira un po’ di click e hai sfondato. Con l’appoggio più o meno condizionato di quelli che ancora si definiscono i “grandi media”. E come si fa, dunque, a recuperare credibilità, a distinguere il vero dal falso? A dire: questa è l’Informazione, l’altro è fuffa?  E’ il trionfo dei ballisti per gioco o per….mestiere.

La “scoperta” in qualche modo è sconvolgente anche se non nuova. E c’è chi ci sta addirittura costruendo un progetto politico: un futuro oscuro, finto, angosciante. Con buona pace di McLuhan che in realtà già negli anni 60 lo ipotizzava. Temeva di ritrovarsi ad affittare il cervello. La realtà ha superato le più fosche previsioni, immolandosi ai robot (o se preferite, agli algoritmi): il cervello lo abbiamo proprio venduto, siamo tutti macchine. Inutile girarci intorno.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 10 May 2017 by in tribù, web.

Professione Reporter

2017: morti 29 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio rapito in Siria.

Aspettando i 983 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 721,557 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,439 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: