La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Dal buskashi al calcio

image002

La prima, e forse anche l’ultima, volta che sono andato allo stadio di Kabul ho visto una sfida di buskashi, lo sport tradizionale afghano che i talebani avevano vietato perché “immorale” (toh!). In pratica una specie di “polo” con la testa di una capra (ma in antichità era la testa di un prigioniero) seguito entusiasticamente dal pubblico afghano. Era una domenica e ricordo di aver conosciuto in tribuna anche Peter Arnett, il reporter della Cnn megafono, una volta, di Saddam da Baghdad. Silenzioso, imbronciato, dismesso: molto lontano dai fasti passati.

Bene, non so se si tratti dello stesso stadio (presumo di sì) ma ho rivisto quegli spalti per Murtaza, il piccolo campione che sogna di diventare Messi. In quello stadio oggi, dopo molti anni, si gioca a calcio. Ed è già una grande riscossa.

123409912-758df10c-a5fa-497c-9d79-f2bbc75d2bbf

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 3 February 2016 by in afghanistan, tribù.

Professione Reporter

2017: morti 13 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 983 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 714,241 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,438 other followers

Questo è uno spazio virtuale pubblico, quindi ci sono alcune regole obbligatorie da rispettare. Non sono consentiti: commenti anonimi o privi di indirizzo email valido; messaggi offensivi, volgari, razzisti o sessisti; che violano le leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione).

%d bloggers like this: