La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Siamo arrivati in fondo all’abisso

La farfallina, il figlio conteso: più in basso di così non possiamo arrivare. E, da genitore, mi dispiace di dover dare ancora una volta la colpa ai “nuovi” genitori. Talvolta l’affidamento dei figli è stato tolto per molto meno.

UpkPfA5XLjjsYHUeJFLsfnL2CSGI+ppU3RuYkZjfLVw=--

C’erano una volta le favole in cui la Bella Addormentata si svegliava dopo un bacio ricevuto dal suo principe azzurro. Ora il principe azzurro non esiste più, ma neanche Cenerentola, né la Sirenetta. Ma se i valori eterni dei fratelli Grimm e della Disney stanno scomparendo, i bambini moderni chi sognano di essere? Facile: Belen, Raffaella Fico e Mario Balotelli. Lucarelli: “Questo è l’abisso” – “Veline, showgirl in attesa del test di Dna e calciatori aggressivi. Questo è davvero l’abisso”, questo il post di Selvaggia Lucarelli che ha commentato innorridita la vicenda sul Facebook. Ma dietro a tutto questo i veri colpevoli sarebbero loro, i genitori, troppo attenti a seguire il Grande Fratello e tutti gli altri reality show piuttosto che crescere i loro figli. “Per Carnevale voglio essere Belen” – Abituati a seguire programmi per adulti, gli under15, per questo Carnevale hanno eliminato i vestiti principeschi e da Ape Maya, puntando su mascherine più alla moda, ma provocatorie. Nel martedì grasso dove la morale non si sa più cosa sia, bambine di 8 anni si sono presentate nei parchi e nelle città di tutta Italia vestite da baby veline. Ma se galeotto fu l’abito azzurro e rosa sfoggiato dalla Rodriguez a Sanremo, quella farfallina all’inguine destro, tatuata su questa bambina esattamente come la modella argentina, è stato un vero choc. E che dire del boom di richieste per assomigliare alla coppia scoppiata Raffaella Fico e Super Mario Balotelli? Oltre all’immagine ‘sobria’ di ragazza madre abbandonata, la foto scandalo mostra una bambina con in braccio una bambina: quegli orecchini vistosi, la pelliccia nera e le calze a rete la fanno sembrare però più una donna della notte a pagamento. Sogni d’oro Bella Addormentata, questa volta il ‘buongiorno’ spetta a Sara Tommasi… libero

16 comments on “Siamo arrivati in fondo all’abisso

  1. Monique
    5 March 2014

    Al peggio non c’è mai fine…
    Ricordo un colloquio a scuola con una mamma che diceva <>!!

    • pinoscaccia
      5 March 2014

      se metti quel segno elimini la battuta, cosa ha detto la mamma?

      • Monique
        5 March 2014

        Ops, che imbranata!
        La mamma diceva “prima o poi questi ragazzi dovranno affrontare la vita vera, cioè un MISSITALIA o un GRANDEFRATELLO”!! Se questi sono i genitori…

        • pinoscaccia
          5 March 2014

          la vita veraaaaaaaaa
          roba da rinchiuderla, poi ci si meraviglia della crisi

          • Monique
            5 March 2014

            Appunto…resto convinta che ognuno ha quel che merita e se siamo arrivati a questo punto non è un caso.

  2. Ninni
    5 March 2014

    ormai è il mondo dell’apparire e non dell’essere

  3. nunziatullio
    5 March 2014

    Lo avevo letto su FB… Without Words! ^_^

    Buonanotte…

  4. #iblogvannnodimoda
    5 March 2014

    Baratro.

  5. Walter
    5 March 2014

    Niente paura, ci salveranno gli UFO. Questione di due ore e qualche secolo.
    Nel frattempo …
    – “Su ‘a mammà metti il vestito di “Natasha la fardona”, la coscia di così, con le tette rifatte (a 10 anni!) da fuori, che posto la foto su Twitter e Facebook e poi ti regalo un Gianduiotto!”
    – “Il gianduiotto te lo mangi te! Voglio lo smartphone con l’ Android 8.2 che è uscito ieri!”

  6. ceglieterrestre
    6 March 2014

    ‘Ndo so finiti l’abbiti cuciti da la nonna? ‘Ndo sta er sor Purcinellala, la Fatina de Pinocchio, er Pierrot, la Damina…..So rinchiusi drento un cassetto inzieme a li ricordi. Peccato! sperde le radici. ‘Na vorta era usanza mascherasse co li perzonaggi de le favole, mo le favole so sortanto arivà ar successo pe mostrà er potere de li quattrini. Regà nun me piace, ‘ndo so finiti li penzieri puliti de sti regazzini?

  7. E io che mi faccio scrupoli quando i miei scelgono maschere armate (poliziotto, soldato, cavaliere…). Sono antico.

  8. Twiggy (la rivoluzione estetica)
    6 March 2014

    Che tristezza. Non è un modo di dire, provo proprio tanta tristezza, mi viene quasi da piangere per lo squallore e l’infanzia rubata. E” stomachevole.
    Mi sento defraudata io come adulta, del nostro lato fanciullino e immaginativo…tanto è lo shock di vederli combinati in quella maniera, figuriamoci i bambini, piccolini.

  9. Quando mia madre mi leggeva le Mille e una notte…mi ricordo che era come se mi entravano dentro proprio i colori e i suoni… di quei mondi incantati! Ero rapita dagli usignoli variopinti, i pesci variopinti, era tutto variopinto, e le vesti con sete colorate e pietre preziose, i turbanti e i tappeti volanti… quanto mi piaceva il tappeto volante perchè non cadevano mai! e la lampada di aladino e poi quelle regge incantate come labirinti piene di colori e spezie e profumi e gabbie dorate e pesci parlanti! Era una magia…con cui tutte le sere mi addormentavo. Poi sì, c’erano le favole classiche, Cenerentola e Biancaneve, Cappuccetto rosso e La bella addormentata, Pollicino..! che ormai le conoscevo a memoria tant’è che se saltava una riga la interrompevo: no! hai saltato quel pezzo…. :)) ma anche Sigfrido e i Nibelunghi e l’oro del Reno e gli dei del Walhalla … Wotan! e la valchiria ribelle Brunilde… che avevo deciso da grande mia figlia l’avrei chiamata così: Brunilde. (?)
    Da piccola, dopo una damina, mia madre aveva preso a vestirmi da Rossella O’Hara… ero carina :)) e mia sorella da fioraia: aveva inconsciamente già visto giusto secondo me, con entrambe, anzi mia sorella crescendo era proprio da remake di My Fair Lady! tiè.
    Ma ho avuto anche il mio abito da principessa orientale: un vestito da sera di mia madre degli anni ’60, lungo fino ai piedi, turchese e con intarsi d’argento! favoloso; al quale aveva aggiunto delle enormi maniche lunghe a palloncino tutte argentate e con i polsini come il vestito, per la maschera :))
    ce l’ho tuttora… perchè all’interno all’altezza del seno c’è una macchiolina: è di quando mi allattava… appena nata ;)))

  10. Ot – chiedo scusa, molto bello il discorso sulla fiducia di Alfio Marchini, ma per la fiducia non servono le basi morali? perchè se non solo queste mancano completamente…ma completamente proprio, dietro quella facciata da sepolcro imbiancato, ma addirittura sono sostituite da tutti gli istinti più bassi quali odio, invidia, furbate… su quali basi si costruisce la fiducia??
    queste?

    http://corrieredelveneto.corriere.it/treviso/notizie/cronaca/2014/5-marzo-2014/impiegata-un-medico-vince-causa-mezzo-milione-15-giorni-lavoro-2224167661669.shtml

    (oltretutto la furbastra e i furbastri non hanno capito una cosa: tra breve ognuno farà da sè e non assumerà più nessuno neanche col contratto….pur di levarsi di torno questi tentativi a delinquere. E a quel punto non si lamentassero che non c’è lavoro).

  11. Ot 2 – potrei metterlo sotto guerra stradale ma preferisco qua, sotto il degrado
    questa è “la folla”, massa informe senza identità

    http://www.corriere.it/cronache/14_marzo_07/fiorello-l-incidente-scooter-cattiveria-anonimi-5fb34b0a-a5c1-11e3-b663-a48870b52ff3.shtml

    Una sera al bar, ambito decadente, il mio vicino alla mia destra ha lavorato tanti anni in teatro, anche all’Idiota di Dostoevskij, poi si è buttato sotto un treno per amore e adesso zoppica un po’, i suoi silenzi sono pieni di tenerezza e di acutezza insieme, di chi la sa lunga…ma con grande interiorità: il mio amico pittore alla mia sinistra è intellettualmente al vetriolo, intelligente quanto l’altro e ama tanto provocare me… con la mia innocenza da angelo caduto… in questa terra-balera, così quella sera mi dice:
    “il tuo problema… è che devi selezionare di più!” – i miei occhi spalancati diventano ancora più grandi, con vera ingenuità angelica e un tantino stralunata esclamo: “ancora di più! stiamo tutte le sere io, te, il bancone e il barman! più di così!?” mi giro sbalordita verso il mio amico a destra cercando conferme, e lo vedo che sorride sotto i baffi mentre annuisce con la testa guardandomi come a dar ragione a lui… ma con un lampo divertito e furbo negli occhi di chi considera un caratterino “me”…. – io ancora non capisco – mi volto indietro, e vedo un altro che non conoscevo che con una mano davanti alla bocca fa un grande sforzo per non ridere…. allora capisco che è uno scherzo :)) guardo il mio amico pittore per dirgli “ah scherzi…” ma lui mi precede: “Tu! ma tu non sopporti il 90 per cento dell’umanità!”
    :))) – lui invece… –
    Io amo l’umanità….ma non sopporto la gente. ;))

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 5 March 2014 by in acid camera.

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Categories

Archives

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Blog Stats

  • 691,457 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,420 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: