La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Liberati con un blitz Scalise e Gallo

5f21d4c6bdee17340e93dde401c497a4_XL-300x226

Sono stati liberati i due tecnici italiani, Francesco Scalise e Luciano Gallo, rapiti in Libia lo scorso gennaio. “Provo grande gioia e soddisfazione per la liberazione di Francesco Scalise e Luciano Gallo”, ha detto il ministro degli Esteri Emma Bonino una volta appresa la notizia. L’operazione, secondo quanto si legge in una nota della Farnesina, è frutto di attività congiunte tra autorità libiche e italiane e dell’azione di coordinamento svolta tra unità di crisi, ambasciata e altri organi dello Stato. “Desidero esprimere un sentito ringraziamento”, ha detto Bonino, “a tutte le donne e gli uomini della Farnesina e delle altre istituzioni che hanno consentito di giungere a un esito favorevole della vicenda in un contesto ambientale difficile”. Menomale. I due tecnici sono già in Italia e sono stati liberati grazie a un blitz congiunto tra poliziotti libici e italiani.

Advertisements

One comment on “Liberati con un blitz Scalise e Gallo

  1. Patrizia M.
    7 February 2014

    Bellissima notizia!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 7 February 2014 by in libia, sequestri.

Professione Reporter

2017: morti 13 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 983 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 714,242 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,438 other followers

Questo è uno spazio virtuale pubblico, quindi ci sono alcune regole obbligatorie da rispettare. Non sono consentiti: commenti anonimi o privi di indirizzo email valido; messaggi offensivi, volgari, razzisti o sessisti; che violano le leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione).

%d bloggers like this: