Aside: Le due panchine

 DSC_2131 200px-Lenin_and_stalinA novant’anni dalla morte di Lenin (Vladimir Il’ic Ul’janov) tutta la Russia ricorda il padre della rivoluzione bolscevica. La sua salma imbalsamata, voluta da Stalin (forse per ripicca, contro il volere della vedova), è ancora punto di culto nel mausoleo sotto il Cremlino, ma i due artefici di quella che fu l’Unione Sovietica sono ormai attrazione soprattutto per i turisti. Ecco due “sosia” come li ho ripresi l’ultima volta che sono stato a Mosca: sono seduti su una panchina, accanto alla Piazza Rossa, sembra quasi la stessa immagine di quella scattata quando erano vivi . Invece è passato un secolo. E non solo: è cambiato tutto, è cambiato il mondo (e i russi).

Advertisements

7 thoughts on “Aside: Le due panchine

  1. Lo stesso giorno, 23/01, purtroppo, anche in Italia, durante l’ennesima agitazione-protesta dei facchini extracomunitari di una nota marca di prodotti caseari bolognese.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s