Il tifo come mestiere

toia-bacia-coppa-293694

Chi ancora crede che il calcio non sia del tutto marcio, e ci sia ancora spazio per lo sport, dovrebbe guardare questa foto. E’ tratta da un video ripreso nella finale di Supercoppa vinta dalla Juventus. Il prestigioso trofeo è nelle mani di Umberto Toia, indiscusso leader degli ultras bianconeri. Un’immagine che ricorda la “trattativa” in un derby romano fra capotifosi e giocatori. Tutto in campo, dove evidentemente i rappresentanti della tifoseria hanno liberissimo accesso, con la complicità delle società, forse ricattate. Dunque, nei giorni scorsi Toia è stato pestato. Gli investigatori parlano di regolamento di conti interno. Ma non c’entra il tifo, solo affari. Perchè ormai fare l’ultras conviene. Insomma è un bel mestiere. Corriere.it

Advertisements

One thought on “Il tifo come mestiere

  1. Il dramma non è credere se il calcio è marcio oppure no.
    Il dramma è che molti, lontani un abisso dall’ essere ultras, nonostante la palese evidenza, vanno ancora allo stadio o spendono stipendi in Pay TV, per vedere ste robe.
    Manifestazione di come gettare alle ortiche (e in tutta libertà) soldi e tempo.
    Chi lo ha capito come funziona il calcio, veleggia verso altri sport, dove magari ci sono più soldi e interessi in ballo, ma dove fa scandalo se un solo idiota, si comporta come una mela col verme dentro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s