Peccato non essere un’automobile

Se io fossi un’automobile, da tempo sarei andato alla concessionaria per cambiarmi con un modello più nuovo. I chilometri sono quelli che sono, ma ancora sto sul mercato nonostante qualche acciacco di carrozzeria. Ma io non sono una macchina, così mi tocca tenermi il modello che ho, puntando su meccanici bravi per tenermi comunque a punto. 

Advertisements

15 thoughts on “Peccato non essere un’automobile

  1. Accicoria! Gabbià mica dichi er vero?
    M’arincresce ma, co l’atomobbile nun me ce vojo cammià.
    Me tengo l’acciacchi co li dolori e m’accarezzo l’ossa quanno me fanno male. Che ce famo de ‘na machina nova senza er ciarvello?
    Da retta è mejo annà co ‘na ciocia vecchia che una nova.
    Nun te preoccupà, so sortanto l’effetti de l’infruenza de sti ggiorni. M’ariccomanno Gabbià nun t’abbacchià, aricordete finchè ciavemo du penne potemo istesso volà. ‘N caro saluto

  2. “CIAO, DIRETTORE”: L’OMAGGIO DI E’ TV A GIOVANNI CERRETI

    ANCONA – La “schiettezza e il sorriso timido”. Con Giovanni Cerreti l’addio ad una generazione di giornalisti protagonisti di mille battaglie. L’omaggio di ètv Marche al suo “direttore”

  3. La Fiat Panda, dopo tanti anni, la devi per forza sostituire. Ma mi piace accostarti a un’Alfa GTV del 78, auto che tieni bene perchè ti darà ancora tante soddisfazioni. Auguri.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s