La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Il nuovo Medioriente

E’ dal disfacimento dell’impero ottomano che ci s’interroga sulla natura del Medioriente, quel mosaico di etnie, religioni, culture su cui un secolo fa le potenze straniere tracciarono, con l’arroganza dei vincitori, confini destinati a stridere sin dal giorno successivo alla partizione (il merito del “disegno” va al britannico Sir Mark Sykes e al francese François Georges-Picot). Non a caso gli arabi contemporanei sono particolarmente sensibili all’argomento, temendo, al solo menzionarlo, un nuovo complotto occidentale per dividerli e indebolirli ancora una volta.  Eppure, da due anni a questa parte, le cose stanno cambiando davvero. Rinvigorite dalle involontarie conseguenze delle primavere arabe, le forze centrifughe di identità diverse e spesso rivali stanno mettendo a ferro e fuoco una regione che per la prima volta, nel 2011, è parsa voler cercare un ruolo non “commissariato” nello scacchiere geopolitico mondiale con gli egiziani, i tunisini, i libici, gli yemeniti e i siriani determinati a rivendicare il proprio diritto all’autodeterminazione con buona pace dei dittatori locali. Quale sarà dunque la natura del Medioriente quando il vento della primavera araba si sarà calmato? La giornalista Robin Wright abbozza sul New York Times una mappa ipotetica in cui, al termine del terremoto in corso, da cinque paesi (Siria, Libia, Yemen, Iraq, Arabia Saudita) ne verrebbero fuori quattordici. Francesca Paci segue

La primavera tradita di Tunisi

One comment on “Il nuovo Medioriente

  1. ceglieterrestre
    2 October 2013

    M’arincresce… ma drento la mi’capocci la tera è tutta verde unita, co er mare azurro

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 1 October 2013 by in tribù.

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 691,836 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,421 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: