Restiamo umani

1184772_10151844985375238_1209417560_n

Quando nasco, sono nero,
quando cresco, sono nero,
quando ho caldo, sono nero,
quando ho freddo, sono nero,
quando ho paura, sono nero,
quando sono malato, sono nero,
quando muoio, sono nero.
Tu, quando nasci sei rosa,
quando cresci sei bianco,
quando hai caldo sei rosso,
quando hai freddo sei viola,
quando hai paura sei giallo,
quando sei malato sei verde,
quando muori sei grigio.
Allora, perché continui a chiamare me uomo di colore?

[Foto di Ruud Van Empel, olandese, 2006]

Ho pubblicato su Facebook questo post. Parole forti e immagine così bella da mozzare il fiato. Mai era successo che un post fosse così seguito (lo hanno visto in 51 mila). Cento commenti, quasi novecento “like” ma soprattutto più di mille condivisioni! Sembrano solo cifre, invece sono un segno di grande umanità. Significa che c’è ancora spazio di salvezza.  La pagina Facebook

Advertisements

4 thoughts on “Restiamo umani

  1. Continuo a non farmi illusioni, so troppo bene quello che c’è in giro e la pochezza generale buona solo a sbandierare grandi ideali ma poi… Devo ammettere però che leggendovi su facebook… dalla foto da opera d’arte, la bellissima poesia e tutti voi..mi sono commossa: ero al lavoro e continuavo a piangere come una cretina :)
    La tensione a lungo accumulata a forza di sentire bruttezze si è rotta all’improvviso… la cosa strana è che è proprio come succedeva a teatro a tanti di noi che all’improvviso, magari ballando…qualcuno scoppiava a piangere, ma era un pianto liberatorio.
    Veramente tenerissimo post comunque :))

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s