La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Riscoprire l’antica Roma, entusiamante

fori-imperiali2rm5g76

Come capita sempre nella propria città, ammetto che non sono mai sceso ai fori imperiali. Ho visitato Babilonia, conosco a memoria Cartagine, sono stato a Leptis Magna, ho passato molte ore a Tiro tra resti fenici e romani, addirittura ho pagato il biglietto per quattro sassi antichi a Birmingham. Capita, cioè capita a chi ha disposizione i propri tesori e ha la percezione che comunque potrà sempre andarci, in qualsiasi momento. Anche dentro il Colosseo credo di esserci entrato al massimo un paio di volte, da ragazzo. Eppure mi sta dentro l’anima. E’ la storia di chi è cresciuto a due passi di Porta Maggiore dove da bambino andavo a giocare a biglie nei solchi lasciati dalle bighe. Insomma, sono uno dei tanti cosciente di essere nato (e di vivere) in uno dei luoghi più antichi e belli del mondo. Lo stesso ragazzo che, diventato adulto, ha avuto per anni la fortuna di godere lo spettacolo di fontane etrusche sotto la finestra del’ufficio. E’ la bellezza la vera salvezza del mondo e magari basta averla a portata di mano per goderne. E’ quello che, con simpatia, gli americani non potranno mai comprare. Ricordo i marines che conoscevano il Colosseo per “The gladiator”, il film. Ma io se voglio e quando voglio posso calpestare quell’arena ed entrare, dopo le scoperte archeologiche recenti, nella stessa porta da cui uscivano i cadaveri dei gladiatori massacrati. Questa lunga premessa per dirvi che sono rimasto choccato da un’intervista del sindaco Marino a Lucia Annunziata con cui incidentalmente ho in un comune una visita alla Torre di Babele nell’antichissima Mesopotamia. Il progetto del nuovo primo cittadino di Roma mi ha entusiasmato, oltre che sorpreso perchè “logorato dalla vita moderna”, come diceva un vecchio spot,  anch’io avevo solo ragionato da automobilista. La chiusura di via dei Fori Imperiali è certamente devastante per il traffico, ma bisogna guardare avanti. MussoliniViaImperoPartendo naturalmente dal passato: non tanto dal 46 a.c. quando fu edificata l’antica Roma, ma duemila anni dopo, dal 1924 quando il capo del governo decise di smantellare quel gioiello, massacrando la città degli antenati o seppellendola dalla voglia di costruire una strada che celebrasse il nuovo, scellerato impero. Il problema non è politico, ma storico. Sappiamo che c’è un’altra Roma sotterranea ancora tutta da scoprire, e lo scopriamo ad ogni lavoro della metropolitana, sappiamo già che per costruire l’orrendo Vittoriano è stato sventrato un intero quadrilatero del centro, ma l’aver ricoperto i fori, solo per la mania di grandezza di Mussolini, è stato un autentico delitto. E in qualche maniera dovremmo vergognarci che la volontà di ridarci l’antico splendore sia venuta a un sindaco non romano. O forse gli è venuta l’idea proprio per questo. Spero di essere vivo quando si riuscirà a godere di questa nuova, vecchia mia città.  Il progetto del sindaco di Roma

2 comments on “Riscoprire l’antica Roma, entusiamante

  1. senzanord
    12 August 2013

    Da non romano condivido l’ entusiasmo per l’ iniziativa del nuovo Sindaco. Però non trovo orrendo il Vittoriano, anzi. Certo, non appartiene al contesto della città eterna, però mi sembra comunque che la Storia, di Roma e d’Italia, lo abbia legato definitivamente a se, dopo tutto.

  2. pinoscaccia
    12 August 2013

    Ok, passi per il Vittoriano (ci ho fatto anche la guardia…) ormai inserito nel panorama di Roma, ma il punto è la riscoperta dei Fori. Seppellire il passato è stato un vero delitto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 11 August 2013 by in amarcord.

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Categories

Archives

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Blog Stats

  • 691,457 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,420 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: