La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Cronaca immaginaria ma altamente verosimile di un colloquio a Saxa Rubra dopo le primarie

DSCN0677

Cronaca immaginaria ma altamente verosimile di un colloquio colto in un crocicchio a Saxa Rubra, stamattina, su quel vialone di cemento che tutti chiamano “l’ora d’aria”. Naturalmente dopo l’esito delle primarie del Pd.

– Peccato, credevo molto in Renzi…

– Stai zitto, per carità, non ti far sentire. Ha vinto Bersani, viva Bersani.

– Ma dove sta il cambiamento? Si sono riviste subito le solite facce.

– E ti lamenti? Almeno sappiamo dove andare a bussare, come sempre. Con Renzi mica si sapeva niente, bisogna reinventarsi l’agendina, inventarsi nuovi contatti. Per carità, un disastro.

– Ma a te sta bene rivedere baffino, quello del triplo salto mortale, altro che berluska.

– Dici da redattore a vicedirettore? Beh, menomale che è tornato, non si sa mai. Può capitare a chiunque di noi dopo anni di fedeltà…

– Ma all’Usigrai è andato via Verna.

– Embè? Ci ha messo un suo pupillo e poi forse diventa presidente dell’ordine dei giornalisti, conterà più di prima. E magari anche parlamentare…

– Seeee…se fa la fine di Sassoli stiamo freschi: sparito.

– Piuttosto martedì arriva il nuovo direttore del Tg1, Orfeo. Sai la fila davanti alla porta…

– Il problema sarà suo: arriva da casiniano ma adesso che il Pd ha ripreso quota dovrà sborsare qualcosa…

– Suo e di quelli che subito s’erano improvvisati casiniani, c’è stato un momento in cui tutti erano casiniani.

– Il solito sport. Pensa a quelli che si sono subito buttati dalla parte di Grillo: chissà che sperano, vedrai che fregatura, quello mica è normale.

– Ma che ci frega. E’ tornato baffino e bisogna far festa. Pensa a tutte le vedovelle che hanno ripreso fiato. Ah, fammi andare in redazione. Ogni tanto devo pur farmi vedere.

57 comments on “Cronaca immaginaria ma altamente verosimile di un colloquio a Saxa Rubra dopo le primarie

  1. irisilvi
    3 December 2012

    Che tristezza….

    • pinoscaccia
      3 December 2012

      Guarda che io mi “immagino” un colloquio del genere a Saxa Rubra perchè è un ambiente che conosco bene. Ma gli stessi discorsi stamattina circolavano sicuramente in tanti uffici e apparati italiani…

  2. irisilvi
    3 December 2012

    Eh già, infatti funziona così in Italia e non solo credo… quando il potere logora chi non ce l’ha. Una cosa però ancora mi lascia basita… perchè quella infima, bassa facciata ipocrita di chi ancora blatera che la rai è in mano a gruppi politici ,che questi sono i motivi del declino della rai, specialmente dell’informazione. Stasera da Geppy Cucciari c’era Franco Di Mare che raccontava, senza fare nome, di un tuo collega che da berlusconiano convinto era diventato dipietrista . Oplà, triplo salto mortale carpiato rovesciato con avvitamento!

    • pinoscaccia
      3 December 2012

      Non parlo mai dei colleghi, ma il silenzio sarebbe la cosa migliore. Conosco bene quel nome. Ma anche lui, cioè Di Mare, che si professava di sinistra, ha trovato poi il grande sponsor in un certo Clemente Mimun, berlusconiano. Lasciamo perdere… Di vergini ne conosco molto pochi.

  3. pinoscaccia
    3 December 2012

    Infatti, come ipotizzo nel colloquio “immaginario” è già ripartita la caccia alla verginità perduta, tutti a riposizionarsi. Appena cambia bandiera. La Rai è sempre stata il microcosmo del Parlamento.
    E’ pure divertente per chi conosce, come me, il gioco. Basta guardare i crocicchi e i tavoli della mensa. Lì si rifanno le “squadre”. In tanti anni sapessi quanti tavoli ho visto cambiare. Adesso poi è un periodo di grande confusione, figlia della confusione del Parlamento. Che fine faranno, dove si siedono, gli ex An, gli ex leghisti, gli ex forzisti? Che poi sono gli ex democristiani, ex socialisti ed ex comunisti. Anche perchè nel frattempo bisogna vedere quanto conta Monti, e poi Casini, per non dire di Grillo. Credimi, una faticata pazzesca… Io che sono pigro, ho sempre preferito lavorare: si fatica di meno e poi – come diceva il grande Frajese – i diciotto che fanno il giornale servono sempre…

  4. irisilvi
    3 December 2012

    Appunto 18. Quanti dipendenti fa la rai?

    • pinoscaccia
      3 December 2012

      Non ti attaccare ai dettagli, perderemmo solo tempo eludendo la sostanza. Frajese era di natura iperbolico: 18 era solo una battuta. Il Tg1 ha 150 giornalisti, almeno la metà, se non di più, lavorano (esteri compresi) altrimenti sarebbe impossibile fare 11 edizioni al giorno, 5 edizioni di unomattina, gli speciali, Tv7 e decine di rubriche. Sembra un numero spropositato, ma pensa che un giornale come il Messaggero ne ha 300 (e i tempi televisivi sono diversi, dove non basta una telefonata ma bisogna andare sul posto), la Repubblica 400, il Corriere 500. Non è questo il problema.

      • pinoscaccia
        3 December 2012

        Ovviamente parlo del Tg1 perchè io lavoravo lì e dove lavorava pure Frajese. Anche i numeri complessivi della Rai (quelli produttivi) sono appena sufficienti per un’azienda che di fatto trasmette 24 ore al giorno. Il problema è che si taglia sulla produzione e non sugli sperperi dell’amministrazione. Tipico malanno italiano.

  5. aurelianoflavio2
    3 December 2012

    in Rai e in molti uffici pubblici! Che tristezza!!! Immagino che invece, quelli vicini al pdl, siano preoccupati per il loro futuro.. legato alla parola di silvio.
    Ok in Rai c’è sempre stata la lottizazione, ma forse hai ragione… è il microcosmo del Parlamento e rispecchia “l’elevata” qualità della classe politica degli ultimi 20-25 anni!

    • pinoscaccia
      3 December 2012

      Caro Aureliano, la lottizzazione sembra una parolaccia ma rispecchia la democrazia se è vero che rappresenta le varie anime del Parlamento. Se intendi le raccomandazione è un male sicuramente universale: forse dimentichi gli scandali nella sanità o nella pubblica amministrazione. In un mercato del lavoro così disastrata bisogna essere sponsorizzati anche per fare lo scopino in un Comune.

      • aurelianoflavio2
        6 December 2012

        Intendo la raccomandazione, pratica che non tollero assolutamente! Anche perchè, mi basta vedere qualche mio collega nell’azienda dove lavoro…..

  6. sissi
    3 December 2012

    Io credo che come hai detto tu prima siano parecchi gli ambiti che non possono ritenersi esclusi da ipocrisia e compromessi.
    Perlomeno, in questo dialogo, ci vengono risparmiate le prediche…. :))

  7. irisilvi
    4 December 2012

    Però non ti sembra che ormai la misura sia colma? Sti miseruncoli da strapazzo che ancora si scambiano poltrone in cambio di voti/lottizzazioni, si renderanno conto che fuori dai corridoi c’è la gente ? Ancora non mi capacito di tutte quelle persone andate ai seggi per votare Bersani!!! Dico Bersani non il VOLTONUOVO della resurezzione, ma Bersani. Con B&B: bindi e baffino.Non durerà, non credo, qualcosa deve cambiare.

    • pinoscaccia
      4 December 2012

      E a me lo dici? Anch’io credevo che la gente volesse realmente cambiare. A questo punto mi rimane difficile crederlo ancora. Tutti pecoroni. E soprattutto ipocriti.

      • Patrizia M.
        4 December 2012

        Sui vari sondaggi che ho verificato in Internet prima del giorno delle votazioni era sempre in testa Renzi, poi invece nella realtà ha vinto Bersani. Gira e rigira di cambiamenti proprio non se ne vedono e la tua cronaca immaginaria è molto più di altamente verosimile. Praticamente la bandiera sventola sempre dalla parte dove tira il vento…

        • pinoscaccia
          4 December 2012

          Il cambiamento è stato evidentemente un sogno. Gli italiani nei fatti non sono pronti.

  8. Secessionista
    4 December 2012

    Appunto. La triste persistenza di D’Alema è il motivo principale del mio lutto per la vittoria di Bersani.

    • pinoscaccia
      4 December 2012

      Beh, anche i bambini sapevano che Bersani è stato inventato da D’Alema. Solo i…distratti lo hanno sottovalutato.

  9. Walter
    4 December 2012

    L’ unico pirla che non ha votato sono io? Allora occorre nascondermi, oppure trovare un hacker per poter votare sul sito-blog-Quartier Generale del M5S del Signor “non mi voglio candidare perché non posso” Peppe grillo.

    • sissi
      4 December 2012

      Noooooo nemmeno io ho votato, e neanche voterò mai più!!
      Li lascio logorare nelle loro menzogne, tra portaborse e affarismi ministeriali e imprenditoriali, gli impiegatucci squallidi che vorrebbero ma non possono (e appena possono fanno altrettanto) la loro violenza becera tra insulti e minacce di morte, la grettezza, la falsità…..
      mai come ora sono fiera di essere (sempre stata) uno spirito libero.
      Perchè il potere – caro andreotti – logora chi ce l’ha………
      ed è con un sorriso sulle labbra che li lascio logorare… fino a marcire nella loro miserabilità.

      • sissi
        4 December 2012

        …sono sicura che ce ne siano parecchi in circolazione talmente più intelligenti ed elevati da poter tranquillamente rispondere: “se mi interessasse il potere sarei il suo capufficio… ” ahahahah :)))

  10. sissi
    4 December 2012

    Appunto trovo molto più divertente il dialogo ‘immaginario’ che ormai va per la maggiore : quale migliore risposta a dimostrazione che nessuno dà più retta all’ipocrisia dei politicanti?

    • pinoscaccia
      4 December 2012

      Direi divertente e…istruttivo. Dove prevale l’egoismo e, come dicevo, l’ipocrisia.

      • sissi
        4 December 2012

        Sinceramente non vedo ipocrisia in un ‘dialogo’ di altresì estrema chiarezza…. su ciò che conviene – o non conviene – fare, ma solo un (dichiarato) istinto pratico :))

        • pinoscaccia
          4 December 2012

          Non mi riferivo a quei due “immaginari”. Ma a tutti gli altri che invece gioiscono per Bersani come se avessero ottenuto chissà che progresso e che vittoria.

          • sissi
            4 December 2012

            questo, oltre che ipocrita, si chiama populismo; altra piaga della politica e di chi li segue.

  11. barbaincampagna
    4 December 2012

    Trilussa ……..- Conterò poco, è vero: – diceva l’Uno ar Zero – ma tu che vali? Gnente: propio gnente. Sia ne l’azzione come ner pensiero rimani un coso voto e inconcrudente. lo, invece, se me metto a capofila de cinque zeri tale e quale a te,
    lo sai quanto divento? Centomila. È questione de nummeri. A un dipresso
    è quello che succede ar dittatore che cresce de potenza e de valore più so’ li zeri che je vanno appresso.

    • sissi
      4 December 2012

      ahahahahahahah!!!! bellissima……. :))))
      Grande Barba… grande TRILUSSA
      grazie per la risata di cuore, ci voleva… :)))

  12. Lucio Gialloreti
    4 December 2012

    Caro PIno , credo che questo genere di colloqui immaginari ,ma mica tanto, nell’ora d’aria in sede RAI non ti mancheranno proprio …!!

  13. marcellolupo
    4 December 2012

    …Jurassic Park ….questa è la triste l’Italietta che una BUONA PARTE DI CITTADINI ( grazie a dio NON TUTTI) vogliono!!…siamo rassicurati dalle facce e non dai contenuti e sopratutto abbiamo un maledetto “vizio antico”, quello di aver paura dei cambiamenti…convenienza, lobby, interessi personali ?? mahh!!
    Ricordo che tutti si lamentavano della DEMOCRAZIA CRISTIANA !!! ed infatti, guarda caso prendeva milioni di voti ed è rimasta ben salda al potere per mezzo secolo!!!
    …….Stai zitto, per carità, non ti far sentire. Ha rivinto la DC…appunto Pino, hai ragione, dove sta il cambiamento?

    • pinoscaccia
      4 December 2012

      Almeno prima era tutto chiaro. Adesso…si fa finta.

      • marcellolupo
        4 December 2012

        …non posso darti torto…:)

      • alessandro
        6 December 2012

        Una rondine non fa primavera e, parafrasando, non basta un Renzi per cambiare. E’ tipico dei periodi di crisi affidarsi a delle aspettative messianiche che si concentrano su una figura carismatica che una volta al potere delude inesorabilmente. In questo non c’è nulla di nuovo. Renzi è certamente un ottimo comunicatore, bravissimo nel catalizzare la voglia di cambiamento insita nella società italiana. Sfortunatamente per lui, è riuscito ad essere più convincente con l’elettorato moderato e liberale che con quello di sinistra.

        • sissi
          6 December 2012

          L’ultima frase specialmente da incorniciare…. anch’io se avessi votato ero più per Renzi.

  14. marcellolupo
    4 December 2012

    ….le novità POLITICHE degli ultimi 20 anni in Italia ?? Mr B. ed i Leghisti ….
    dall’altra parte sono molto, ma molto, più coraggiosi!!! non so se mi spiego….che strana Italia non ci capisco più un c……

  15. sissi
    4 December 2012

    OT – Premesso che anch’io sono concorde sul fatto che il carcere ai giornalisti suona malissimo…ed è “una brutta pagina della storia” – e resto di quest’idea, quindi il carcere, per Sallusti o chhicchessia, NO – però ho letto questo che non può passare in secondo piano:

    “Sallusti? Sono pronto a perdonarlo.
    il carcere non lo auguro a nessuno”
    (il giudice Cocilovo diffamato, da Repubblica.it)

    e poi:

    È una ferita aperta per il giudice. Affiorano dalla sua memoria quelle che chiama “le condotte successive” di Sallusti, il rifiuto della rettifica, il no a versare direttamente 20mila euro a Save the children per chiudere il caso, un altro articolo per ipotizzare che tra lui e Antonio Bevere, il magistrato della Cassazione relatore del caso, ci fosse un’antica amicizia da cui è scaturito un comportamento a lui favorevole. Invece “non l’ho mai conosciuto, ho chiesto la rettifica, niente”. Dice sdegnato: “Reato d’opinione? Quella fu solo una calunnia”.

    E’ lecito sdegnarci anche noi per la condotta di chi non mette minimamente in discussione se stesso, quando basterebbe scusarsi….ed essere un po’ meno arrogante, o dobbiamo chiedere il permesso allo scribacchino dagli effetti speciali?

    • sissi
      4 December 2012

      ..ma di cuore dovrebbe chiedergli scusa, proprio con il cuore!
      se ne ha uno.
      (poi per carità spero si concluda tutto nel miglior modo possibile, cioè senza carcere, arresti domiciliari o conseguenze varie).

  16. irisilvi
    4 December 2012

    Che cosa non è successo a Zavoli!!! Pure la roulette russa! Ecco a me dispiace più ciò che è capitato a lui che a Sallusti.

    • pinoscaccia
      4 December 2012

      Ma che c’entra? Sono due cose diverse. Cerchiamo di giudicare i fatti e non le persone.

  17. Walter
    4 December 2012

    Certe persone vorrebbero la gente in galera, solo perché gli sta antipatica.
    E con questo populismo da Gabongo e totalmente privo di discernimento, le attività cortigiane di Saxa Rubra in confronto, sono solo allegri mercatini della domenica.

  18. sissi
    4 December 2012

    Ma io intendevo scuse di Sallusti….verso il giudice Cocilovo! Da parte di Sallusti vs. il giudice.
    Zavoli a 80 anni ha rischiato perfino l’infarto… ovvio (anche) il mio di dispiacere, ma infatti sono due cose completamente diverse.

  19. sissi
    4 December 2012

    Bravo, “attività cortigiane”, ecco perchè le trovavo divertenti :)) (c’è di peggio).
    Mi ricorda quando a una famosa attrice – una bella donna e di classe, non un’attricetta – ospite in tv, hanno chiesto: “Lei preferisce essere chiamata per un film perchè è brava o perchè piace al produttore?”
    e lei ha risposto: “tutt’e due” :)))
    sarebbe lei l’ipocrita?
    Per me sono quelle che fanno tanto le scandalizzate, lanciando certi aggettivi… ma poi farebbero di tutto di più….e soprattutto di corsa. ;)))

  20. sissi
    6 December 2012

    Poi, altra considerazione in OT, a chi subdolamente non ha fatto altro che metterci l’uno contro l’altro – ora poggiando su fondamentalismi ideologici, prima sul miraggio della grande Bolla, e infine sui sensi di colpa di una (indiscutibile) corruzione con l’altrettanto ipocrita ‘miraggio’ di salvezza ove l’unica cosa salva sono le loro tasche – a questi subdoli, dicevo, per una volta gli ha detto male.
    Incredibilmente, tanti ex-berlusconiani, con la coda tra le gambe dopo il collasso, hanno onestamente dato ragione agli anti-berlusconiani, ma altrettanto paradossalmente, tanti ex anti-berlusconiani adesso si ritrovano a pensare “si stava meglio quando si stava peggio”.

    Di sicuro, ammazzandoci tutti, sono crollate le ideologie di una VECCHIA sinistra che, brandendo il ferro sanguinante di fumosa strage… esattoriale, se lo è visto ritorto contro in primis, e perfino (altro antico sogno esaudito) “uniformato” al punto da aver BLOCCATO TUTTA L’ECONOMIA NAZIONALE.
    Gli resta da agitare lo spettro della patrimoniale?
    Già fatto: l’IMU – e anche operai e colf ormai hanno almeno una casa più eventualmente una casetta al mare, cari i miei ideologici al nero di seppia e champagne – : l’IMU è GIA’ una patrimoniale…. e per TUTTI.

    Chi aspirava alla guerra di tutti contro tutti, si è visto un fronte unanime di contro ad abbattere perfino la famosa “lotta di classe”: non più….con imprenditori suicidi, impiegati cassintegrati, commercianti falliti, saracinesche serrate, studenti straincazzati…. chi è che diceva, in merito alla trita frase di Pasolini – si è logorata anche questa – : “ALL’EPOCA…. era così, ora siamo TUTTI proletari, compresi gli studenti”. ? – non è che fosse una ragionamento difficile da fare, ma in assenza di nuovi valori si ritritano vecchi slogan e l’utopia di tutti i tempi è sempre la stessa: Pensare.

    ….tra una litania di Suor Bindi, gli inciampi negli inciuci di baffino – mancano le scarpe da barca? – e il sonnifero Bersani, passando per la sequela di gaffe della commissione tecnica della mercificazione, la democrazia è morta: ci hanno venduto alle banche – o semplicemente alle nuove tasche – come la vergine al drago.
    A proposito, per quale cifra? che il debito è addirittura AUMENTATO ?
    Gratis?

  21. TADS
    6 December 2012

    una RAI lottizzata per statuto sarebbe più equilibrata, efficace, apprezzabile di una televisione pubblica che finge di avere autonomia, indipendenza e obiettività

    TADS

  22. lorena
    6 December 2012

    ho votato Bersani perchè è una persona per bene , credo che l’italia abbia bisogno anche di persone per bene .

    • sissi
      6 December 2012

      Questo è vero. Ne abbiamo passate…in questi ultimi anni.
      Ma chissà perchè penso che sarebbero capaci di aumentare e aggiungere nuove tasse…. e in ogni caso non credo ci sia nessuno in grado più di uscire da questo casino (globale), essendosi fatti soffiare la politica…dalla finanza.
      Sotto questo aspetto non credo più a niente e a nessuno, ormai.
      E’ una situazione troppo drammatica per poter continuare a metterla sul piano dx/sx…questo intendevo dire, sappiamo bene che il problema è molto oltre.

  23. irisilvi
    6 December 2012

    E da oggi lanciati verso la Grecia.

  24. GiorgiusGam
    7 December 2012

    [OT Italians]: 06/12 – Per colpa di un navigatore satellitare (forse) difettoso, abbiamo rischiato una mini invasione militare (4 automezzi) dell’Italia nel territorio di San Marino… Sveglia!! http://t.co/fp7bWdE4 http://bit.ly/SLBvE7

  25. GiorgiusGam
    8 December 2012

    [OT vecchie valigette nucleari impreziosite da Aliens curriculum]: …E dopo lo sfondone fuorionda (o forse no) di Medvedev ci aspettiamo per Natale qualcosina di sfuggita da Obama?… “Test antidroga ai politici, Now!!”… http://bit.ly/XBqqZx

  26. sissi
    9 December 2012

    Ministro Grilli e Monti da Corriere.it

    «Le agenzie di rating faranno il loro lavoro, ma sono convinto che in questo momento non sia utile per nessuno speculare su cosa fanno o faranno».

    …la speculazione, per esattezza, è il loro di “lavoro” – con le mie scuse all’articolo 1 della Costituzione fondata sul Lavoro – e dal momento che l’ha finalmente capito tutta Italia, posso condividere quanto sia inutile specificare l’ovvio.

    Solo sull”allontanamento del re sole” non ho capito: pensava di esserlo lui o si trova nell’imbarazzo della scelta relativa a una sostituzione….tra le sue alte conoscenze?

  27. Luciano
    10 February 2013

    A proposito di colloqui immaginari:

    Un colloquio immaginario (?) fra Bersani ed un Segretario dei Rentier tedeschi (quelli che, per intendeci ci hanno in parte imposto contro il nosto volere il famigerato governo Monti, in parte con la complicità dei loro pennivendoli italiani che si sono molto impegnati, con un certo successo a convincerci contro ogni evidenza che fosse la soluzione).

    S: Segretario B: Bersani

    S. Ciao compagno Pierluigi, come vedi ti abbiamo spianato la strada per farti vincere le elezioni, in modo che tu possa governare assieme al nostro comune amico Mario ed ai centristi, i “compagni”
    Casini e Fini.
    Abbiamo mosso le nostre pedine per ridimensionare tutti i partiti concorrenti.
    Non parliamo neanche di Berlusconi dato che i “nostri” magistrati italiani hanno l’ ordine di tenerlo costantemente sotto processo. Abbiamo fatto venire alla luce ingigantendole a dismidura anche

    le cose che non andavano in Lazio e Lombardia, colpendo così il PDL anche nelle due maggiori regioni. Abbiamo poi dato l’ incarico ad altri “nostri” magistrati di ridimensionare la Lega con la

    storia del “Trota” ecc.
    Anche il partito di Di Pietro è stato ridimensionato, con la storia delle case che ovviamente conoscevamo da tempo ma l’ abbiamo fatta uscire ora in occasione della campagna elettorale perchè anche
    lui come la Lega si ostinava a parlare molto male del nostro ottimo governo Monti che stava eseguendo benissimo gli ordini dei nostri capi svolgendo egregiamente il suo lavoro di aggravio della
    spirale recessiva in Italia. Inoltre stava facendo i passi giusti per arrivare alla prossima tappa, cioè la svendita dell’ Italia ai nostri capi. Peccato che questo ottimo nostro governo non sia
    durato abbastanza, comunque la svendita dell’Italia la continuerete voi col prossimo governo . Ovviamente le porcherie che fate voi con le COOP ecc. , cose molto più gravi di quelle che fanno gli
    altri partiti, abbiamo fatto si che i nostri pennivendoli le tenessero diligentemente nascoste agli italiani!

    B. Però ora è uscita la storia della MPS, un bel guaio !

    S. Siete i soliti imbranati ! Come al solito dobbiamo risolvervi proprio tutto. Ok, abbiamo già dato l’ incarico ai nostri giornalisti e direttori italiani di minimizzare la cosa e non andare molto

    a fondo, ma di parlare molto di più delle cose che non vanno nei partiti nemici ingigantendole anche se sono delle cazzate !
    Comunque tu indignati, l’ indignazione fa sempre effetto…fammi vedere come fai ad indignarti !

    B. Sorbole, questi non crederanno mica di avere a che fare con delle “mammolette” !!!…non crederanno mica di venire a fare i prepotenti con noi !!! …

    S. Bene, reciti proprio bene, sei più bravo del Pamparana, se ti indigni così bene penseranno davvero che voi c’entrate pocoi o niente con la MPS…

    B. Però c’ è il problema anche del Senato, lì rischiamo di non avere la maggioranza !

    S. Per questo abbiamo incaricato l’ ottimo Casini ( che tra l’ altro anche i nostri amici dell’ OPUS DEI, la Merkel ed il papa tedesco, persone molto moderne, progressiste ed intelligenti,
    ritengono che sia un bravissimo ragazzo) di spostare i suoi parlamentari che hanno un potenziale di seguito e quindi di voti maggiore degli altri dalla camera al Senato. Tra l’altro i nostri amici
    dell’ OPUS DEI sono molto in sintonia con il nostro programma di aggravare la recessione negli stati del sud Europa, in quanto anche loro, come noi, hanno forti rimpianti per il miglior periodo
    storico che ci sia mai stato in assoluto, il Medio Evo, ed auspicano che grazie alla nostra opera, in un futuro non tanto lontano ci sia un periodo che gli assomigli …
    Del resto siamo già abbastanza avanti con questi esperimenti in Grecia e lì le cose stanno andando abbastanza male per la popolazione… e quindi abbastanza bene per noi. Se l’esperimento riesce

    estenderemo la cosa a tutti gli stati dell’ europa del sud. La cosa importante è che gli abitanti degli stati del sud Europa, non si accorgano che la causa di questo disastro economico è l’euro, ma

    diano la colpa a cose e persone che non c’entrano niente con la recessione. Sarebbe un disastro per noi se trapelasse la verità, cioè che potrebbero risolvere tutto facilmente uscendo dall’ euro e

    tornando alla propria moneta e riacquistando la propria sovranità monetaria. Per questo è da parecchi anni che portiamo avanti un terrorismo ideologico dicendo che l’ uscita dall’ euro

    provocherebbe forte inflazione e svalutazione di lira ecc. mentre in realtà sarebbe la fine dell’ euro che sarebbe il primo a svalutarsi…in questo campo abbiamo fatto un ottimo lavaggio dei

    cervelli.

    B. Ma guarda anch’ io credevo queste cose, ho appena avuto una discussione con Massimo…allora aveva ragione lui…

    Comunque la mossa del compagno Casini è stata ottima, allora abbiamo la vittoria in tasca … però gli ultimi sondaggi sono un po’ preoccupanti …

    S. Guarda Pierluigi, con tutto lo sbatterci che stiamo facendo per te e Monti, se non vinci neanche questa volta sei proprio un imbranato !

    B. Ok, sorbole, vediamo di essere ottimisti ! A proposito … come al solito … i vostri ordini lì darete a Massimo e poi lui me li comunicherà .

    S. Certo, perchè lui è l’ unico in grado di spiegarteli dato che tu sei un po’ duro di comprendonio.

    B. Sorbole…dai non dire così ! Hai visto come sono stato bravo nella trasmissione su canale 5 a sottolineare la nostra “FEDELTA’ ALL’ EURO” e ad indignarmi perchè c’è troppa liquidità in Italia

    ( ed anche in questo caso sono stato più bravo dell’ indignato speciale) .Dobbiamo abituare gradualmente gli italiani alla sana idea che il contante deve sparire !

    S. Certo, così abbiamo un maggior controllo su quello che spendono gli italiani e li abituiamo gradualmente ad essere SEMPRE MENO LIBERI.
    Anche Monti si sta muovendo benissimo su questa strada ed aveva già detto durante il suo governo che nel 2014 le spese oltre i 50 Euro dovranno essere effettuate con carta di credito. Vogliamo
    proseguire velocemente in questa direzione ( sempre con la scusa dell’ evasione e della lotta alla mafia !) fino ad arrivare al punto che la gente sia costretta ad usare la carta di credito anche

    per comperare un semplice gelato ! Come attore comunque in effetti sei molto bravo, non potevamo trovare di meglio.
    E … con la vostra base come siete messi ?

    B. He… Non sono mica qui a pettinare le bambole ! La nostra base è fedelissima, li abbiamo talmente rincoglioniti che se qualcuno dice loro che il motivo della grave crisi che stiamo
    attraversando è l’ euro e che l’ Italia non potrà più uscirne senza tornare alla sovranità monetaria, loro hanno già tutte le risposte: in tal caso ci sarebbe inflazione, svalutazione ecc. …
    Ma soprattutto li abbiamo ammaestrati a dire che se le cose vanno così male non c’ entra niente l’ euro, ma tutta la colpa è del bieco e perfido Berlusconi !

    S. Bene, complimenti, state facendo un bel lavoro. Però dovete ammettere che a confondere le idee sull’ economia ed a far si che gli italiani non ci capiscano un tubo contribuiscono molto anche i
    giornalisti direttori ed economisti italiani che sono sul nostro libro paga. Ovviamente se quei pirla di italiani capiscono che con il ritorno alla sovranità monetaria loro risolvono la crisi

    finanziaria,noi siamo tagliati fuori e non possiamo più depredarli con il signoraggio bancario, con lo spread e con altri meccanismi perversi. In tal caso tu e Monti non potrete più svenderci

    l’Italia che è la nostra gallina dalle uova d’oro. Quindi gli italiani non devono assolutamente capire questo e dobbiamo continuare a terrorizzarli con lo spauracchio dell’inflazione, svalutazione,

    debito pubblico ecc. perchè in caso di uscita dell’Italia dall’ euro (DIO e l’ OPUS DEI ce ne scampino!) quello che si svaluterebbe sarebbe l’euro e poi questo cattivo esempio sarebbe seguito da

    Spagna ecc.! A questo non ci voglio neanche pensare… Brr, mi vengono i brividi…
    Per noi sarebbe una catastrofe da evitare con qualunque mezzo… Quindi continuiamo a deridere quelli che vogliono tornare alla lira e facciamo in modo che non compaiano in televisione nelle ore di

    punta, perchè le loro teorie per noi sono pericolosissime… Voi invece col vostro slogan “FEDELTA’ ALL’ EURO”, siete sempre stati i nostri “compagni”. Già negli anni sessanta il vostro ottimo

    presidente Napolitano ed altri “compagni” italiani facevano i meeting con la fondazione Rockfeller … possiamo dire che siete quasi “fedeli nei secoli” come i carabinieri !
    Inutile dire che Rockfeller (degnissima persona) è uno dei nostri migliori e più autorevoli capi.
    Ok ora ti saluto, continuate così !

    B. Ciao, sempre a disposizione e salutami il tuo capo !

    S. Un’ ultima cosa. Ricordatevi che in campagna elettorale, come abbiamo già detto a Monti, dovete dire che diminuirete di parecchio le tasse sperando che quei pirla di elettori italiani vi
    credano. Poi una volta che sarete al governo tu e Mario li caricherete di tasse come dei somari !

    B. Guarda, di solito gli italiani e specialmente i lavoratori e la nostra base sono di un’ ingenuità inconcepibile e credono a tutte le fandonie che raccontiamo loro. Pensa che sono ancora
    convinti, dopo tutti questi anni, che noi siamo un partito “di sinistra” e che per di più, facciamo i loro interessi ! Roba da non credere ! Più ingenui di così si muore !

    S. Dai … non farmi venire le lacrime agli occhi dalle risate ! Non dimenticare però il grosso contributo in questo dei bravissimi e preparatissimi pennivendoli italiani al nostro servizio. Questi

    nel loro campo sono veramente degli artisti !
    Ciao … di nuovo e salutami il “compagno” Massimo.
    ______________________

    (Continuazione)
    La commedia continua.

    R. Rentier B. Bersani S. Segretario del Rentier

    Gargamella Bersani è preoccupato dei sondaggi dato che il centro destra sta recuperando.
    Allora ha telefonato al segretario del rentier tedesco da cui prende gli ordini e costui gli ha ordinato di recarsi in Germania per vedere il da farsi.

    B. Qui la situazione si sta mettendo male, i sondaggi peggiorano.

    S. Vieni qui immediatamente che vediamo il da farsi, ti faccio parlare direttamente col capo.

    B. Sorbole, non ho tempo, lo sai che sono nel pieno della campagna elettorale ed ho un mucchio di cose da fare…manca solo di mettermi in viaggio per la Germania.

    s. Del resto gli ordini sono ordini e non si discutono. Ho sentito oggi il nostro capo ed è stato perentorio…

    B. Ok, arrivo subito. OBBEDISCO.

    GARGAMELLA BERSANI VOLA… A BERLINO E LO FANNO PARLARE DIRETTAMENTE COL RANTIER

    B. Sorbole, il Berlusca sta recuperando, che facciamo ?
    Mi avevi detto di far finta di litigare un pò con Monti prima delle elezioni e … di fare l’ accordo dopo…
    Un po’ la MPS ed un pò la balla di Berlusca di restituire l’ IMU ci stanno facendo calare !
    Qui si sta mettendo male ! Rischiamo di brutto !

    R. Ok, per quanto riguarda la MPS i nostri pennivendoli ed i nostri PM italiani, sanno bene che non devono andare molto a fondo nella cosa, anzi devono cercare di intorbidire un pò le acque.

    Infatti hanno già cominciato ad insinuare che nella MPS c’entra anche il Berlusca, e poi per distogliere l’ attenzione dalle regioni rosse stanno seguendo la pista di S.Marino.
    Comunque dobbiamo cambiare strategia, dobbiamo fare qualcosa subito per provare a recuperare.
    Certo sarebbe stato meglio non far capire subito ai vostri ottusi elettori che tu e Mario vi sareste alleati dopo le elezioni. In effetti gli elettori degli altri partiti a differenza di quelli del

    PD l’ avevano capito quasi tutti!
    Quindi occorre una terapia shock. Dai subito l’ annuncio !

    B. Non è meglio aspettare e dare l’ annuncio quando torno in Italia ? A farlo direttamente qui dalla Germania, magari i miei elettori si accorgono che sono venuto a prendere ordini da te e/o dalla

    Merkel.

    R. ASSOLUTAMENTE, non c’è più tempo da perdere, lo devi fare subito qui da Berlino, tanto i tuoi elettori, come hai detto tu stesso le bevono tutte.

    B. In effetti ciò che dici è vero. Ma come lo faccio l’ annuncio, che palle posso raccontare ?

    R. Le solite cazzate… che fai l’ alleanza col compagno Monti, per contrastare il populismo del Berlusca, contro il leghismo ecc.
    Veramente questo Berlusca sta rompendo, adesso si è messo addirittura a parlare contro la nostra fedele Merkel e ci minaccia parlando di ritorno alla lira ! Cose da pazzi ! Queste sono cose di cui

    non bisogna assolutamente parlare ! Anche l’ OPUS DEI dice che queste parole sono peggio delle bestemmie.

    B. Ok. Allora farò come dici tu, darò l’ annuncio direttamente qui ai tedeschi. Così se un domani gli italiani e soprattutto i miei elettori si accorgessero che invece di fare i loro interessi
    faccio i vostri e quindi dovessi scappare dall’Italia, potrei sempre fare politica qui in Germania.

    R. Dai Pierluigi, smetti di dire cazzate e fai questo cavolo di un annuncio !

    B. OK! Ancora una cosa prima. Massimo ha detto che mi darà una mano organizzandomi una riunione in cui inviterà voi potenti europei in modo che io possa ribadire la mia fedeltà a voi e che una

    volta al governo farò i vostri interessi.

    R. Bene da parte mia parlerò bene di voi ai miei amici del Bilderberg per far si che vi appoggino in tutti i modi, anche se lo sanno già che voi siete fedelissimi ! Vai Pierluigi che vinceremo.
    Pensa che bello. Faremo un ottimo governo con Te, il compagno Vendola, i compagni Monti, Casini, Fini. Vedi quanta bella gente, il meglio che ci sia in Italia ! Peccato che si sia un pò defilato il

    compagno Montezemolo.

    B. Con questo governo di compagni “La classe operaia andrà in paradiso”.

  28. Tristemente ma pienamente condivido, gentil Luciano. Una sceneggiatura tragica e realistica; unica parodia la nostra vita, gestita da miserabili. Perchè non riesco a trovarci nulla di ironico, semmai sempre più un sarcasmo caustico, in una sinistra che è ormai grottesca: da una parte comunista alla vecchia maniera, populista, somigliante alle dittature militari, che però (forse proprio per questo?) presta il fianco a un”oligarchia’ di potenti riccastri, li implora anzi di collaborare insieme, nello strapotere schematico ripetitivo e ottuso delle fazioni, ad espressione della “categoria”, del “gruppo”, della “specie” – da cui campanilismo, settarismo, razzismo, ‘bipolarmente’ ben dissimulati – e nella più completa incapacità di proporre contenuti validi, di spessore interiore e morale, che vadano bene per tutti.
    Bersani come Casini, spera e supplica per un posticino al sole al fianco di chi sappiamo: sfido, sono della stessa risma! le intenzioni sono le stesse, quelle di TASSARE, identici i carrarmati fiscali.

    Nessuno, nessuno che dica la verità, che si esprima OGGETTIVAMENTE attenendosi alla REALTA’, anzichè alle faziosità di parte: un altro coretto unanime del Pd – di questa pretesa di democrazia – è nell’ennesimo slogan “basta condoni”……favorisce gli evasori. Ah sì? nel calderone dunque ci mettiamo anche le persone comuni che si sono viste moltiplicare multe con interessi usurai, che si sono viste le proprie case all’asta ESPROPRIATE dalle file dei “democratici”, operai impiegati disoccupati cassintegrati che si sono visti recapitare bollette scadute e moltiplicate per mille? mentre loro, i “democratici”, si sono goduti i nostri soldi in cene e ruberie, in stipendi da favola e senza nemmeno restituire IN SERVIZI PUBBLICI le tasse pagate dagli ONESTI.

    Mi fermo solo perchè mi viene la nausea e mi sento alquanto stupida a parlarne ancora, a dire l’ovvio. Solo su una cosa devo contraddire Luciano perchè ne sono convinta per il lastrico d’inferno che è l’unica cosa che hanno (tutti) costruito: non credo proprio che per una soluzione basti tornare alla lira. Sono CONVINTA che infatti ciò significherebbe disastri e inflazione. E non perchè mi hanno fatto il lavaggio del cervello – come vedi chiamo le cose con il loro nome piuttosto che “a fazione”, e mi pare che la lucidità di giudizio non mi manca – ma proprio per coerenza a quanto da te finora esposto: se hai capito, e chi con te, che siamo presi per la collottola (eufemismo per non essere volgare) dallo strapotere dell’alta finanza, mi chiedo come tu possa solo immaginare che il cambio di un pezzo di carta possa sganciarci dalla manipolazione in corso. E’ una guerra economica quella che stiamo vivendo, possibile che tra gargamella e segretari tedeschi tu non te ne sia accorto? Inoltre non trovo sorta di giustificanti, più svilenti dei trascorsi stessi, per tutti i “trota” precedenti.
    Nulla cambierà se non cambia la mentalità….. (il famoso “mutate mente” di…Giovanni?) con una nuova presa di coscienza moraleeee………… a difesa dell’Essere Umano di qualsiasi “categoria” sociale, risposto al centro dell’esistenza.
    Un nuovo Umanesimo.

    Nel frattempo in cui tutto questo non arriva, anch’io rimango democratica: “non ritengo nessuno escluso, infatti, dal mio personalissimo disprezzo”.
    (non so chi disse questa frase…tempo fa, ma è da fargli una cornice).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 3 December 2012 by in politica, tribù.

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Categories

Archives

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Blog Stats

  • 691,457 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,420 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: