Cita Orwell, ma sarebbe meglio Collodi

E’ sempre fastidioso parlare di Grillo perchè ha un esercito pronto a combattere per lui, ma correrò il rischio (del resto sono abituato ai teatri di guerra). L’ex (ex?) comico si comporta da vero generale, cacciando via a pedate quelli che non obbediscono. Lui che ha inventato il vaffa istituzionale adesso si lamenta, frigna. E magari cerca nuovi consensi, con la complicità di quella stampa che attacca e che invece fa il suo gioco amplificando quattro parole scritte su un blog.  Normalmente non è molto delicato, addirittura oscura quel cialtrone di Bossi con gli insulti beceri e a tutto raggio, abitanti delle isole compresi, come si diceva una volta. Il suo armamentario è ricco e articolato, sempre con l’idea fissa della morte. Si va da Rigor Montis a Zombie Bersani, da Prodi Alzheimer a Berlusconi Psiconano, fino alla verginella Bindi e alla Salma Napolitano, per finire con un elegante “contenitore di merda liquida” affibbiato a Ferrara. Lui che usa certi linguaggi adesso urla contro questo clima di odio. Lui che ha vietato ai suoi di andare in televisione, si lamenta che non si parli dei suoi programmi. Lui che usa tanto la violenza delle parole adesso teme che dalle parole si passi ai fatti. Lui che pensa tanto al sociale si dimentica dei disoccupati e continua a parlare di se stesso. Si guardasse all’interno visto che s’ingrossa la rivolta degli epurati.  E’ solo un patetco narciso. Cita Orwell e invece dovrebbe interrogarsi su Freud. Anzi no, troppa grazia. Basterebbe rifarsi a Collodi e al grillo parlante: lui però era saggio.

[Aggiornamento – avevo dimenticato una fra le offese più volgari e indecenti: “vecchia puttana” a quel genio della Montalcini. Evidentemente fuori della portata di un giullare incolto e maleducato]

Advertisements

87 thoughts on “Cita Orwell, ma sarebbe meglio Collodi

  1. noooo-oo il grillino di pinocchio era saggio!
    che ti ha fatto poverino…

    ma che ha detto di Orwell? e perchè dovrebbe interrogarsi su Freud? – cioè qual’è il nesso..con Freud (sono curiosa)

  2. Vista fugacemente l’ultima “commedia” di Grillo, ciò che mi dispiace è il suo inutile trionfo in prima pagina sui quotidiani. Se il suo timore sta nell’essere radiato dall'”albo dei politici italiani”, perchè dunque nn mettere in valigia baracca e burattini e ritirarsi dalle tragicomiche scene politiche senza aspettare ulteriori insorgenze altrui?

  3. senza dubbio non lo pubblicherai,ma Collodi, Pinocchio..questa è una scena del musicol Pinocchio che mio figlio ha portato in scena due anni fa prima di entrare in convento.Il ricavato e’ stato destinato al Ciad.Ci hanno fatto un pozzo.

    Nella scena Italo(geppetto) e Valentina,che sta seguendo il percorso per diventare suora missionaria.

  4. meritatissimi sono gli aggettivi usati da grillo contro i cleptocrati che sono assisi alle cattedre delle istituzioni italiane. trovo un insulto alla costituzione e alle leggi italiane che una tale cricca di cleptocrati istituzionali ancora non siano stati rinchiusi nelle patrie galere

      1. Purtroppo tutti. Perchè, c’è un politico, uno solo, che si salva? O stanno tutti lì soltanto e unicamente per il denaro, le poltrone, i vantaggi personali?
        Su, iniziamo ad usare toni calmi, senza insulti…eppure le cose si chiamano pur sempre con il loro nome.

          1. Benissimo, allora iniziamo ad essere costruttivi: chi è il benefattore, quello illuminato che ha sempre alzato il livello, nei toni e di fatto, nei pensieri come nelle azioni, nella sfera economica come in quella politica e non ultima MORALE delle persone stesse e del nostro Paese?
            Mi accontento di un nome, uno solo.
            Se c’è… chapeau.

      2. perché dico tutti. ogni partito in italia viene costituito da una stessa cupola finanziaria quindi ogni politico che viene messo sulle scranne del potere é proprietà di una stessa cupola. io non sparo nel mucchio ma dico solo che quelli che vengono messi sulle scranne istituzionali sono obbligati a fare gli interessi di una stessa cupola che poi la bandiera che sventolano sia del pd del pdl di casini o chi volete voi non fa nessuna differenza.perché tutto appartiene ad uno stesso padrone deputati senatori presidenti compresi

  5. Il Signor 5 Stelle, è il classico ominicchio che insulta, applicando per sè la fumosa virtù della libertà di espressione. Quando poi, qualcuno gli risponde per le rime e lo ripaga con lo stesso vil danaro, invoca il rispetto. E tutte le orde di strillazzari minaccianti che si è creato a sua protezione, lo seguono a ruota.
    Allo stesso modo di come fece tal Girolamo Savonarola in un’ epoca oscura e truce, dove il miglior valore intellettuale del popolo era la disperazione, e la miseria era dote di sposa.
    Sinceramente ha rotto le scatole lui e i suoi accoliti frustrati, pieni fino agli occhi di odio.

  6. Beh sentite siamo onesti: gli “ominicchi” sono altri, tra tanti fanfaroni politicanti e – mi permetto di fare copia/incolla da Pipistro – “a seguire, finanzieri, avvocati, giornalisti, critici, accademici e giù, giù, sino ai faccendieri di professione e ai semplici dilettanti della bugia”. UNO.

    Premetto che non voto Grillo, non ho neppure letto il suo programma politico, sto al di fuori di tutto come sempre, qui arriva il secondo punto: qual’è il suo programma??? in ogni caso?
    tra un urlaccio e un altro, degniamoci anche di valutare la sostanza oltre alla forma.

    Terzo e non ultimo punto, io credo che lui, e chi con lui, abbia giustamente cominciato a incazzarsi seriamente, e quindi ad urlare, nel clou delle razzie di case e attività commerciali in nome dell'”etica” – che non urla, ma agghiaccia, o ti fa finire alla caritas o direttamente al camposanto – da parte di quel carrarmato detto Equitalia, sparato sulla povera gente con canoni moltiplicati per cento di una semplice multa o un canone scaduto, interessi dal 9 al 40% (se non erro).
    Dov’erano tutti gli altri, tra cui l'”ora pro nobis” di suor debora serracchiani??????
    Sempre per onestà e correttezza, devo proprio riconoscerglielo, solo il Pdl ha protestato a sua volta su quella che era una vergognosa ecatombe di civili.

    Da lì in poi è degenerato. Sì, è diventata una pièce teatrale continua, dai toni teatrali e sempre più pesanti, sempre più violenti, del resto perfettamente adeguata al clima di violenza e di barbarie che c’è in giro: è costretto ad allinearsi…o da solo stonerebbe. Mi spiego?

    Ha esagerato Grillo, certo che esagera. Mica sono d’accordo con qui toni.
    Ma è TUTTO…. che ha sforato completamente fuori dal vaso, e certa gentaglia capisce solo con certe maniere, i ragionamenti raffinati e MORALI non è in grado di coglierli. Perfino con la gente che si suicida….hanno gelidamente risposto di non spettacolarizzare (…un fatto ‘increscioso e controproducente’, ovvio).
    Ma non è stato detto “urlato” e quindi va bene, no?

    Mi dispiace ma io di fronte all’ipocrisia continuo a preferire chi parla chiaro e tondo in faccia, pure se i toni sono costretti a scadere di parecchio, purtroppo dovendo “livellarsi” al degrado in corso.

    Mi piacerebbe in ogni caso sapere qual’è il suo programma politico, anzichè parlar d’aria fritta, come al solito. E su quello si discute. (andiamo al sodo).

    1. Chiedilo a Grillo il programma, se lo ha. Ha vietato anche ai suoi di andare in televisione. E sul blog che fa? Parla dei programmi? Lui urla e basta, il suo progetto è un vaffa megagalattico. Serve forse a rompere, ma non certo a costruire.

      1. Un programma sicuramente lo ha (e lasciamo perdere per un momento il particolare delle ‘incongruenze’ che, se non motivate possono anche restar tali, ma pur sempre inserite in un particolarismo al momento totalmente irrilevante).
        Un programma lo avrà, fra un urlo e un altro.
        Siccome non mi piace chi urla, e per giunta quelle frasi così violente, ma ancor meno mi piace chi è dotato di un orgoglio smisurato dalla testa ai piedi senza riuscire a mettersi in discussione non dico tutta la vita ma almeno UNA VOLTA nella vita….. io voglio elencati punto per punto tutto il programma, e poi si decide; e poi voglio che uno per uno dei nostri cari politicanti di un altro cabaret, si mettano in discussione e dicano dov’erano…quando di trattava di difendere le persone da tutto questo.

        (per esempio so che vuole uscire dall’euro – mi sembra. Per esempio, in buonafede ti dico che io già questo NON lo condivido. Dunque non è che difendo Grillo a priori, voglio solo capire).

  7. Un altro copia/incolla, da Marcello (stamattina mi è presa così)

    http://pinamarcord.wordpress.com/2012/08/29/rissa-al-bar/

    …ma E’ un bar. Perchè, dove pensavate di stare, alla camera dei lord? o al ballo della rosa di monte carlo? MAGARI…………………………..

    (se non fosse che poi vengono definiti pure “radical-chic”, con le grosse grasse risate ‘ah-ah-ah’ su chiunque abbia la pretesa di elevarsi da questo manicomio a dir poco imbarazzante).

    1. Su questo, cioè su TUTTI i termini che ha usato, nei confronti di chiunque, mi trovi perfettamente d’accordo.
      Non riesco a condividere certi termini e certi toni, sono perfettamente allineata con voi.

      1. Ma sempre per correttezza lui o qualcun’altro potrebbe anche risponderti: “a te non piacciono certi toni, e a me non piacciono certi sistemi”.
        Allora.
        E non fa un plissè…. ahimè, Pino.
        Come la mettiamo?

          1. D’accordo. sono d’accordo…per quel che conta, la civiltà, in fase di ‘guerra’.
            (manco in tempi di pace ne siamo capaci, figurarsi ;)))

  8. Impressionante che seduti dalla poltrona di casa/ufficio, senza accorgercene, stiamo facendo il giro del mondo :)))
    da Buenos Aires passando per Tripoli proseguendo per Atene… ogni tanto qualche assaggino della Grande Mela… per chi preferisce ci sono anche i bar di Caracas, un salutino cinesino per carità….. tra un po’ dal Congo
    ..un viaggio tridimensionale che somiglia più a un incubo :)))

    …(che a una Conoscenza approfondita dalla quale poi si sa deriva la coscienza).

    Beh, fossi Grillo chiederei semplicemente ‘scusa’…e abbasserei i toni sperando di poter tutti quanti ricominciare a dialogare e a ricostruire su basi certamente più serie…dello spettacolo che abbiamo dato finora.

  9. Renzi show a Reggio Emilia: “Grillo tornerà un fenomeno da baraccone”

    …Ne ha per tutti: ”Grillo è insopportabile – ha spiegato Renzi – ma le cose che dice si smontano in un quarto d’ora, basta che il Pd proponga in Parlamento il dimezzamento del numero dei parlamentari e l’abolizione del vitalizio. Fatto questo, Grillo va a casa e diventa un fenomeno da baraccone”…

    MORE: http://bit.ly/Og6m7i

    …E il romano delle Canarie cosa dice del Grillo “rauco”?

    “Un confronto politico in TV è ora d’obbligo per svelare la reale solidità del movimento 5 stelle”…

  10. per capire, disegnare grillo, è sufficiente ricordare che ha iniziato ad attaccare le multinazionali quando la yomo lo ha ripudiato come testimonial, tutto il suo percorso di predicatore/sfanculatore/politico si basa sullo stesso criterio.

    TADS

  11. Per quanto quell’uomo sia sgradevole politicamente parlando, risulta agli occhi degli italiani il “meno peggio”. Secondo me, alle prossime elezioni buona parte dei voti di P2 e P2L sarà contesa da Grillo e Lega al Nord (al sud non ne ho idea, credo con IDV). In buona sostanza più che elezioni sarà uno show di cabaret.

  12. …le sue platee sono sempre strapiene e il suo linguaggio colorito e volgare, vi piaccia o no, è il risultato, oltre che della sua vena comico/satirica, dello sbracamento politico/sociale ormai dilagante. E’ vero!, urla, sputa, parolacce a gogo Ciò che dice lo senti puoi sentire tranquillamente al bar sotto casa, per strada, ovunque, ed alla fine molti si riconoscono nelle sue idee ! E allora la domanda che mi/vi faccio è : cos è oggi la politica, quella vera ??!!
    Lui è sceso in politica, sbagliando a mio avviso, perché si è reso conto che poteva forse funzionare il suo metodo ?!
    Non condivo molto di quello che afferma, non condivido il modo offensivo con cui sbeffeggia i suoi ” nemici” ma affermare che è tutto da buttare ciò che afferma lo trovo un tantino azzardato !

    1. E dove sta il grande merito? Di aver detto che è tutto uno sfascio? Siamo assolutamente tutti d’accordo, ma mezza parola (o magari parolaccia) sul costruire no, eh? troppo impegnativo

  13. Pino sappiamo bene tutti che la Lega ha fondato i suoi successi sventolando cappi e mandando a quel paese i nemici, ma d’altra parte chi scende nell’arena parte sempre, per accattivarsi la clientela, dal mal di pancia comune. Non vorrei passare per fan di Grillo e ad onor del vero, negli anni scorsi, qualche spettacolo a Firenze me lo sono pure visto e sinceramente due risate me le sono pure fatte. Da qui ad osannarlo come il futuro che avanza dell’Italia ce ne corre parecchio anzi su questo ne sono assolutamente convinto e d’altra parte è sempre moooolto più facile distruggere che costruire!

    1. Infatti quando faceva il comico faceva ridere. E’ adesso che fa sul serio che va preso con le molle. E proprio l’esempio della Lega dovrebbe essere preso ad esempio. Ha puntato tutto su “Roma ladrona” e poi si è scoperto che rubava molto di più. Chiaro che è facile scatenare la rabbia e la disperazione (giustificatissime) della folla, ma da chi a seguirlo ce ne corre.

  14. Il fatto è che non si tratta di distruggere – si sta distruggendo tutto da sè…- ma di parlar chiaro.
    Con qualche parolaccia di meno, possibilmente, e con meno violenza, tanto quando quando si parla chiaro nemmeno serve.
    E sarebbe anche una cortesia in meno che farebbe agli altri.
    Sarei molto curiosa di vedere quando (e se) parlerà educatamente…a cosa si attaccheranno.

  15. Questo è un OT personale – non so se posso farlo – ed è Techetechetè

    Qualcuno mi sa dire per favore, se avete la pazienza di guardarlo, che cavolo di canzone è quella dove appare la scritta “discoring”? che mi ricorda quand’ero piccola..ma da quand’ero piccola che non so come si chiama.
    E’ prima della metà tanto… non è che sia proprio importante ma ora mi sono fissata :))

    (sta a: 00:13.58/00:38:29)

    http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html?day=2012-09-02&ch=1&v=144433&vd=2012-09-02&vc=1#day=2012-09-02&ch=1&v=144433&vd=2012-09-02&vc=1

    1. E dire che dice solo queste due parole: we just! :)))
      non so se sono più cretina io o la canzone (?)

      Le bombe d’acqua è successo una volta ai miei, si è allagato il salone, ed è andata a finire pure sulla televisione, staccate la corrente!
      Pensa che strazio togliere tutta l’acqua…. :-(

  16. [OT Personale – Alluvione tra Fano e Senigallia]:

    “4 ore” a spalare 20 cm di acqua nel garage di mia sorella, nel piano terreno di casa mia e intorno al giardino. E le chiamano “bombe d’acqua” (10 minuti d’inferno di vento e acqua come un forte uragano)… E domani forse si replica purtroppo – http://www.estofex.org

  17. Da Malta a Riccione, da Cuneo alla Gallura, dalla Sicilia alle Marche: quante bombe d’acqua oggi intorno all’Italia!!!

    …sono tantissime le “bombe d’acqua” che stanno colpendo l’Italia in queste ore. E ce ne aspettiamo altre tra oggi pomeriggio, stasera e domani! …

    MORE (VIDEO): http://bit.ly/OIWVy7

  18. Questa mattina sembra la classica scena della “quiete prima della tempesta” (cielo sgombro da nubi, niente vento). Uno splendido sole asciuga parzialmente le zone colpite dall’improvvisa alluvione di ieri pomeriggio, favorendo il ripristino delle strade secondarie da parte dei mezzi della protezione civile locale, ma il momento durerà poco visto che si tratta di un piccolo buco di cielo sereno lungo la costa Adriatica.

    Immagine animata satellitare: http://media.ilmeteo.it/sat/sat-ita.gif

  19. @Pino. Io il “programma l’ ho letto, e si attiene scrupolosamente alla sua attività, cioè comico e teatrale. Manco Mussolini imponeva ordini tassativi e assurdi di quel genere.
    Ma che gli avete fatto voi Giornalisti, che vuole abolire solo il Vostro Ordine? :-)

    1. Beh, l’ho letto velocemente e non essendo portata alla politica l’ho anche capito sommariamente, ma molti punti sono condivisibili direi.
      Perlomeno quelli con i diritti base da ribadire…diciamo così, diritti del cittadino e che tornano a favore dell’INDIVIDUO, della persona, non esclusivamente a favore del mercato economico.
      Grazie Pina!

      (poi resta sempre la mia diffidenza su “quanto” una società possa realmente migliorare se non c’è prima, alla base, una crescita, un’evoluzione, proprio culturale e interiore, ma questo è un altro discorso. Già hanno richiesto l’Imu ai poveri terremotati dell’emilia: l’imu su case che non hanno più?? qui, per esempio, serve un’altra ‘leggina’ o una trasformazione proprio mentale/interiore/morale per capire che non siamo macchine da spread? mah).

      1. E quali punti condividi? Quello di togliere solo e soltanto l’ Ordine dei Giornalisti? Senza neanche dire perché? Approveresti un programma dove si dice di non fare più parcheggi e che si cammina in auto almeno in due? Intelligente come proposta. Non posso utilizzare l’ auto, ma non posso neanche parcheggiarla. Non è specificato se vale anche per le vetture elettriche.
        In un condominio di Provincia si stilano verbali più seri di queste proposte.

        1. Infatti. Se ci mettiamo in due o tre anche qui tiriamo fuori sicuramente un programma più intelligente e…concreto.
          Io per esempio eliminerei i suv, inutili e dannosi, manderei in galera quelli che parcheggiano nei posti dei disabili oppure quelli che si fingono ciechi.
          E tante altre cose. Ma il mio blog non è forte come il suo. E soprattutto non mi piace urlare.

          1. Magari in galera no, ma comminare una multa sostanziosa, con la sicurezza che venga pagata si.
            Daccordissimo sui finti invalidi in cella. Frodano due volte. Lo stato, e chi ne ha veramente bisogno, che non può usufruire delle agevolazioni per mancanza di soldi, sempre da parte dello Stato.
            Ma come dici te, qui dentro non si fa politica, ma se ne parla. E per fortuna i toni sono pacati.

        2. Sono tornata adesso, sono morta!… :-(
          No Walter, hai preso proprio quei due punti che non ho nemmeno considerato. Robetta, e senza senso, specie quello dell’auto in due poi, come se con tutta la fretta e i problemi di lavoro – voglio ricordare a chi non lo sa che l’automobile non è un lusso serve spesso per andare a lavorare…. – uno potesse consultare un accompagnatore prima. (però a tal riguardo c’era pure da qualche parte la proposta di collegare anche piccole località fuori mano con linee ferroviarie, cosa appunto che non si fa quando vige la legge della convenienza di mercato).
          Quella dell’informazione, a parte la libertà d’espressione che..suona tanto naif risottolinearla, non ne so davvero niente e non ho nulla contro l'”ordine dei giornalisti”. Non mi è ben chiara la questione dei finanziamenti ai giornali e per l’appunto non metto bocca, è un ambito che non conosco minimamente.
          Pure sull’energia ho sorvolato, troppo lungo… sono andata direttamente al settore stato-cittadini, economia, salute. Anche sull’istruzione è “nì”: non perchè mi piaccia una Gelmini, per carità, ma perchè non sono proprio d’accordo che lo Stato entri a sovvenzionare scuole pubbliche o private, insomma nell’ambito dell’istruzione che invece per me dovrebbe essere autonomo.
          Nel settore economico ci sono vari punti condivisibili, ma fare copia/incolla diventa troppo lungo, e anche in quello della sanità e stato-cittadini.

          Resta il fatto che io ho tutt’altra idea della società e sicuramente molto più filosofica – ma che poi diventa pure PRATICA – e che parte dall’interiorità, dal cambiamento interiore. Non riesco ad entrare così nel ‘particolare’…per spiegarla, non è uno ‘schema’, non è un ‘modello’; e inoltre come già detto non mi occupo di politica (quindi di “province” ecc.ecc.ecc..) non fa proprio per me, mi annoierei a morte.
          Penso anch’io che se ci mettessimo tutti quanti avremmo moltissime idee in più! è che nessuno ci si mette :)))

          No, io tutt’al più posso riprendere il discorso della Triarticolazione Sociale, (R. Steiner) con tutti i cambiamenti che ne conseguirebbero, questo sì…qualcosa in cui credo.

          1. In ogni caso sono per il progresso e anche le comodità: la vita che migliora….non che diventa sempre più sacrificante; elevarsi….non abbassare tutto per livellarlo sempre al minimo. Se Grillo ha intenzione di portare avanti “il vecchio”, nel senso di una visione abbastanza ‘dittatoriale’ dell’esistenza, non mi interessa minimamente. Viaggio su tutti altri binari proprio. E il binario principale si chiama LIBERTA’.
            Quando ha il coraggio di dire (di urlare) quelle realtà ovvie e sotto gli occhi di tutti in un Paese (paese?! un Mondo!) devastato come il nostro, abbi pazienza i predicozzi della Gelmini o della Serracchiani al confronto mi danno il latte alle ginocchia.
            Ah, una cosa: giacchè c’era nel settore salute poteva affrontare il tema del testamento biologico anche.

            No ma non mi ci metto…ripeto, è impossibile ‘uniformare’ – giustamente… – perchè ognuno è a modo suo (tanti differenti livelli di coscienza…) ma nemmeno permetto che si uniformi sempre verso il peggio però, il livello minimo..di comprendonio generale. Non a caso ‘concludevo’ con David Bowie stamattina…. figurarsi, niente di meno.
            Oppure “avanti e in alto”, parafrasando Battiato.

  20. E chiedo scusa, continuo un attimo qua. Io poi non è che lo seguo Grillo , come la politica in genere, quindi ne so poco insisto, ma per esempio ora a Piazzapulita (ripreso in un comizio) ha detto una cosa giusta! devo fare così, prendere al volo qualche sua affermazione e fare il botta/risposta, altrimenti non riesco: ha detto che la gente le tasse le paga – tolti OVVIAMENTE gli evasori augh augh augh – ma che tanto anche se gliene avessimo date il doppio non sarebbero bastate in ogni caso!! avrebbero continuato a mangiarsele come sempre fatto finora!
    Questa è una ovvietà???
    bene: tutt’è DIRLA.

    Silenzi assordanti in meritO….assordanti. In alternativa il latte alle ginocchia di suor Deborah… o suor Mariastella.

  21. Un altro punto: – “statalizzazione della dorsale telefonica, con il suo riacquisto a prezzo di costo da Telecom Italia, e l’impegno da parte dello Stato di fornire gli stessi servizi a prezzi competitivi ad ogni operatore telefonico.”
    Che in altre parole significa “espropriazione”. Orbene, l’ espropriazione si effettua solo per motivi di Pubblica Utilità, e in determinate condizioni.
    Se lo stato espropria perché ci vuole guadagnare, si chiama DITTATURA.
    Io un altro ventennio come quello fascista, non lo voglio.
    Leggi leggi.

    L’ unico confronto con l’ Europa è l’ allineamento dei prezzi, poi, il vuoto.

    Protocollo di Kyoto? Mi devo conformare io, che sto in un paese di 60 milioni di abitanti, mentre se ne strafregano Cina e USA che messi assieme, arrivano quasi a 2 miliardi?
    E non si continua, perché non si può stare sempre a sbellicarsi dalle risate.

  22. Del resto con quest’ipocrisia oscena, io ho davvero preferito “il bar”!
    Con tutti i sarcasmi di fronte ai quali la gente, ipocritamente, s’indigna tanto….
    ..ma non altrettanto però dinanzi a ben altri FATTI descrivibili con un aggettivo solo: vergognosi. Lì all’improvviso l’indignazione gli passa….viene sostituita da un gran senso di permalosaggine. (come se potessero permetterselo , oltretutto).
    Non ho mai sopportato chi non si mette in discussione.
    E non c’è discussione senza buonafede. (sostituita magari da un ammasso di orgoglio).
    Dunque su questo concludo.

  23. @ Walter

    da ridere è che secondo te diventi “dittatura” perchè sia garantito il servizio telefonico gratuito a tutti. Se è per questo troppe cose dovrebbero esserlo, e NON, attenzione, mettendo statalizzazione contro privatizzazione contro commercializzazione, ma proprio (udite udite) a proposito della PUBBLICA UTILITA’ e della diffusione di un’economia globale. Ma insomma la vogliono o no questa globalizzazione???!
    O non capisco io “il linguaggio educato”….(?)

    Sulle condizioni ambientali poi c’è poco da ridere, condivido.

    1. ..”se è per questo troppe cose dovrebbero esserlo” : gratis…. non “dittatura”.
      (non so se si capisce).
      Del resto odio ripetermi, e avevo giusto appena detto che tutto ciò che è dittatura non mi riguarda – nemmeno nelle sue forme più ‘sofisticatamente populiste’ – ma sono per la LIBERTA’. Di TUTTI.

  24. Grazie Pino, credo molto verosimile.
    Sissi, avremo diversi punti di vista e interpretazione, ma non credo che diventeremo nemici per questo (spero :-) ).

    1. Walter, ma nooo!!! levatelo dalla testa! :)))
      non sono proprio il tipo credimi, anzi. Io mi scaldo magari, discutendo, questo sì, ma mica “contro” qualcuno (te o chicchessia) ma proprio perchè se ci entro… poi magari parlo in maniera un po’ concitata, ma niente di che, normale per me ;)))
      Mi aspetto altrettanto da te ;))
      – semplice scambio di idee, figurati! –

    1. D’accordissimo! già ce ne sono troppi…
      anzi – se mi riprende con Oscar Wilde è finita :)) : ..non c’è altro da fare che cibarli bene. Un buon cuoco fa miracoli ;)))

      1. Anuncian 2 terremotos para Chile y el mismo día

        Dos terremotos y el mismo día para Chile anunció nuevamente Pedro Gaete, el ingeniero director ejecutivo del Observatorio Sísmico Solar en su visita a Bienvenidos, el matinal de Canal 13…

        MORE: http://bit.ly/RQBWZ1

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s