La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Ci mancava il terremoto: sei vittime. E intanto a Brindisi si segue la pista dell’azione isolata: ora c’è un identikit

Brindisi: un gesto isolato? Si inizia a delineare un movente diverso da quello ipotizzato in un primo tempo per l’attentato davanti alla scuola Morvillo-Falcone. “In termini di probabilità, non in termini di certezza, ci è sembrato di poter escludere la matrice mafiosa. Potrebbe essere un gesto isolato, ma non escludiamo la matrice politica e non escludiamo che dietro il singolo attentatore materiale possano esserci altre persone” ha detto il procuratore di Brindisi Marco Dinapoli.  “Il telecomando, che controllava un sensore volumetrico che è stato attivato dal passaggio delle ragazze, è stato azionato poco prima. L’uomo nei filmati, su cui si accentrano i nostri sospetti, non sembrava straniero. Ma non l’abbiamo ancora identificato”.  fonte

Terremoto: sei vittime. Una forte, e lunga, scossa di terremoto è stata avvertita in diverse regioni del Nord Italia: almeno 5 vittime nel ferrarese e una nel bolognese. Circa 50 i feriti. Tra le vittime del ferrarese ci sono quattro operai che erano sul posto di lavoro, impegnati nel turno di notte in una fabbrica della zona. La quinta vittima deceduta nel ferrarese, è un’anziana ultracentenaria di Sant’Agostino, morta a causa di un malore provocato dallo spavento. C’è anche una sesta vittima, questa volta nel Bolognese, una donna di 37 anni anche lei colta da malore, sempre, probabilmente, per lo spavento. Numerose le scosse di assestamento, anche di notevole intensità.  fonte

57 comments on “Ci mancava il terremoto: sei vittime. E intanto a Brindisi si segue la pista dell’azione isolata: ora c’è un identikit

  1. pinoscaccia
    20 May 2012

    Quattro operai morti. Case, scuole, chiese distrutte. L’Emilia Romagna è ancora piegata dal terribile terremoto di questa notte ma puntuale arriva l’agghiacciante commento del solito leghista, il segretario della Lega di Rovato (Brescia) e neoconsigliere comunale, Stefano Venturi. La frase è già stata cancellata dal suo profilo Facebook, ma l’opposizione – sempre tramite il social network – chiede le scuse.

    “Terremoto nel nord Italia. Ci scusiamo per i disagi, ma la padania si sta staccando. (La prossima volta faremo più piano). Proprio stronzo.

    • megliogioventu
      20 May 2012

      Non c’è limite all’indecenza…

      • pinoscaccia
        20 May 2012

        E c’è chi nei commenti ha definito…bella e simpatica la battuta. Peccato che ci siano di mezzo i morti. Ma guardiamolo bene: ecco, questa è la faccia di un idiota.

        • pinoscaccia
          20 May 2012

          Stefano Venturi, si è dimesso da segretario di sezione a causa della frase choc postata su Facebook dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna. Fabio Rolfi, segretario provinciale della Lega a Brescia, annuncia: ‘Venturi ha rassegnato le dimissioni. E’ giusta questa scelta che ho sollecitato, perche’ gesti come questi non possono essere tollerati, sono contro il nostro codice etico”. Ipocriti! Ma quale codice etico dopo che Bossi e tutti i suoi filistei hanno incitato per anni in modo barbaro alla divisione e all’intolleranza? Molto peggio ha detto il grandecapo: queste idiozie sono il frutto della radicalizzazione dell’odio. I superstiti cercano ora di rifarsi una faccia, ma alla fine forse resteranno in due o tre se fanno fuori tutti i buzzurri. I commenti più idioti del post idiota ne sono una prova. E complimenti a chi l’ha votato.

        • irisilvi
          20 May 2012

          Faccia da trota

          • pinoscaccia
            20 May 2012

            Volendo, è stato diffuso anche il suo numero di telefono ma mi sa che era della lega e l’ha già restituito…a sua insaputa 320.0272525

        • barbaincampagna
          20 May 2012

          Chissà dove si è laureato per riuscire ad esprimere un pensiero intelligente.

          • pinoscaccia
            20 May 2012

            many compliments a chi l’ha votato, naturalmente

        • a firenze si dice “faccia a bischero”

  2. GiorgiusGam
    20 May 2012

    Nuova scossa di 5.1, grave un pompiere

    …Sembra che l’uomo stesse facendo delle verifiche su un cornicione quando si è verificata la scossa di terremoto. Il vigile del fuoco era comunque cosciente e avrebbe risposto ai soccorritori che lo hanno trasportato in ospedale…

    MORE (VIDEO – Update): http://bit.ly/K2QrJG

  3. pinoscaccia
    20 May 2012

    Domattina starò ancora a Unomattina (7.10) per parlare della tragedia di Brindisi. Ma ci saranno collegamenti anche con il terremoto.

  4. GiorgiusGam
    20 May 2012

    Terremoto in Emilia, l’Abruzzo pronto a fornire mezzi e squadre per i soccorsi

    …La Protezione Civile abruzzese segue direttamente l’evolversi della situazione e ha già attivato la macchina dei soccorsi. Secondo quanto appreso dell’assessore Gianfranco Giuliante, in costante contatto con gli amministratori emiliani, la priorità é quella di effettuare al più presto uno screening degli edifici danneggiati al fine di consentire il rientro delle popolazioni nelle abitazioni agibili….

    MORE: http://bit.ly/K4kBe4

  5. pinoscaccia
    20 May 2012

    È un uomo bianco, di circa 50-55 anni, con giacca scura, pantaloni chiari e scarpe da ginnastica. Sarebbe questo il profilo dell’autore dell’attentato davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi ripreso da una telecamera installata sul chioschetto che vende panini, a circa una ventina di metri dal punto in cui è esplosa la bomba. Nel video, sottolineano fonti qualificate, si vedono le fasi precedenti all’attentato: dal momento in cui l’uomo aziona il telecomando a quando si allontana. Dalle immagini, però il volto del killer non sarebbe riconoscibile.

  6. pinoscaccia
    20 May 2012

    E c’è di peggio degli idioti. Questo è un vero BASTARDO.

    Ho rimosso il contenuto. Che è un’autentica infamia.

  7. sissi
    20 May 2012

    Pino, sei un ottimo giornalista che stimo.
    Pensa alle parole di condanna di Cacciari relative ai vari ‘twitter’….. e associamoci: non possiamo fare altro.

    (oltre a pensieri d’amore col cuore gonfio – e non è un modo di dire – rivolti a quei piccoli angeli).

  8. Mi sembra di stare in un frullatore! dio mio che disastro !

  9. GiorgiusGam
    20 May 2012

    Terremoti: Magnitude 4.4 Emilia-Romagna, Northern Italy

    MORE: http://bit.ly/Kq4lAU

    P.S.: Su YouTube circolano “video riciclati” di altri passati terremoti (Turchia), fatti passare come testimonianze registrate da telecamere di sicurezza nella zona di Ferrara.

  10. pinoscaccia
    20 May 2012

    La Stampa ha pubblicato un’immagine del presunto autore della strage di Brindisi, ripreso nel momento in cui starebbe attivando il telecomando che ha innescato la bomba alla scuola Morvillo-Falcone. Il fotogramma proviene dal video a disposizione degli inquirenti, di cui ha parlato stamani il procuratore di Brindisi Marco Dinapoli. “Sono immagini terribili”, ha commentato il procuratore, spiegando che ritraggono un uomo in giacca, di età presunta di 50-55 anni, che alle 7:37 provoca l’esplosione. Sono stati sfocati i tratti del volto dell’uomo – qui ritratto in apparenza con una mano in tasca mentre esegue l’attentato – per non compromettere le indagini in corso mirate a identificarlo.

    • megliogioventu
      20 May 2012

      Ma spinge il telecomando così tenendolo in mano come se stesse cambiando canale? Bo, sembra strano, poteva tenerlo in tasca e spingere il pulsante, sembra troppo palese! Chissà…

      Forse si tratta proprio di uno sprovveduto e non di una “vera e propria organizzazione criminale”. Mah… Quante stranezze!

      • pinoscaccia
        20 May 2012

        Certamente è tutto molto strano. Comunque ha la mano in tasca.
        Lui è sicuramente l’esecutore, ma non è detto che sia…isolato, può far benissimo parte di un’organizzazione.

        • pinoscaccia
          20 May 2012

          Piuttosto cominciano a fioccare le solite polemiche sui giornali in cerca di scoop, eccetera. Per chi non conosce i meccanismi vorrei chiarire la questione.
          Se La Stampa ha un’immagine che fa parte dell’inchiesta giudiziaria non l’ha certo rubata, ma è stata fornita dagli inquirenti. Quale sciacallaggio. E’ evidente, come spesso succede, che i magistrati sono in cerca di aiuto e l’hanno diffusa per ottenere elementi o testimonianze. La storia che i giornalisti sono tutti brutti e cattivi è ormai banale. Se è uscita è proprio perchè non l’hanno individuato.

        • megliogioventu
          20 May 2012

          Si in effetti, sembra avere una mano in tasca e qualcosa nell’altra mano. Sembrerebbe un signore sulla sessantina e anche piu dalla postura.
          Speriamo venga o vengano individuati e si faccia chiarezza anche se questo non attenuerà il dolore. :(
          Ma il volto è oscurato perchè potrebbe anche non essere l’esecutore? Non c’è la certezza, è cosi?
          Sara

          • pinoscaccia
            20 May 2012

            Probabilmente. Gli inquirenti dicono 50-55 anni.

  11. pinoscaccia
    20 May 2012

    Le due telecamere (installate sul tetto del chiosco) che hanno ripreso l’attentato davanti alla scuola.

  12. GiorgiusGam
    20 May 2012

    il precedente Unabomber non siamo mai stati capaci di catturarlo in anni d’investigazione, scomparso nel nulla; ora spunta questo presunto homegrown che utilizza rudimentali-mortali ordigni IED comandati a distanza. Un folle omicida o qualcuno del passato?

    • pinoscaccia
      20 May 2012

      C’era una volta una famosa battuta dei vecchi cronisti. “gli investigatori brancolano nel buio”. Mi sembra tornata di estrema attualità.

  13. pinoscaccia
    20 May 2012

    Le immagini dell’uomo fornite dal titolare di un’attività limitrofa alla scuola coinciderebbero con quelle in mano alla polizia di Brindisi. Conferme non ancora ufficiali provengono da fonti anonime interne alle forze dell’ordine.

    • pinoscaccia
      20 May 2012

      E’ un fake, un falso.

      La fretta di dare un volto al Male ti fa commettere errori grossolani. E nell’era in cui controllare le fonti è un optional, ci possono cascare in tanti, tantissimi. Ebbene, qualche ora prima che La Stampa diffondesse il primo fotogramma (vero) del probabile attentatore di Brindisi, su Facebook circolava già da diverse ore un’altra immagine, diffusa da una radio sul web, Radiocorsara.

  14. GiorgiusGam
    20 May 2012

    Dietro un killer bombarolo c’è sempre uno zaino a tracolla al seguito. Questo fermo immagine sembra di una giornata antecedente all’attentato. Capelli corti con basette, vestiti scuri senza loghi evidenti, occhio al dettaglio dell’orecchio, sembra avere una protesi acustica. Da non tralasciare anche la possibilità che l’homegrown fosse presente anche ben oltre l’ora dell’attentato e che sia stato ripreso casualmente dai media locali o da persone che lo hanno filmato attraverso i cellulari.

    • GiorgiusGam
      20 May 2012

      Brindisi, foto presunto attentatore sul web: cancellata dopo un’ora

      …A seguito di alcune ricerche – scrivono – abbiamo riscontrato incongruenze con l’identikit fornito dalle forze dell’ordine (età, ora, registrazione, luogo) per cui abbiamo preferito rimuoverla in attesa di conferme o smentite…

      MORE: http://yhoo.it/LjLzw0

  15. Patrizia M.
    20 May 2012

    Mi piacerebbe che il leghista che ha scritto quella frase da vero idiota venisse messo in cima ad una delle chiese o torri o case crollate con quest’ultimo terremoto e poi sentire se la pensa ancora alla stessa maniera. Ma forse da grande idiota qual è non cambierebbe idea ugualmente
    Il terremoto di questa notte io l’ho sentito fortissimo, abito a Comacchio ed il primo pensiero è stato: l’epicentro è vicinissimo, non può essere diversamente, si è sentito troppo forte. Non mi sono sbagliata, Bondeno dista circa 60 Km, S. Agostino 70, Finale Emilia un centinaio di Km.

    Non ho idea di cosa abbia scritto l’altro tipo, ma se lo hai censurato doveva proprio essere pesantissimo.

    Per Brindisi, io spero tanto che prendano quell’infame che ha tolto la vita ad una bravissima ragazza, ferito gravemente l’amica e altri ragazzi. Bastavano pochi minuti e come hai detto tu nel precedente post poteva essere una vera strage e ora non si piangeremmo solo la dolce Melissa, ma anche tanti altri ragazzi e questo era il suo scopo, ucciderne molti di più.
    Ora su questa terra manca un sorriso pulito e dolce, quello di Melissa e niente potrà restituirlo ai suoi genitori che lo potranno custodire solo nei ricordi e nel dolore che li sta straziando. Ma quell’infame e se altri ce ne sono, devono essere presi e puniti, ma puniti veramente e non come spesso, troppo spesso accade, cavarsela con poco…

  16. GiorgiusGam
    21 May 2012

    [OT Medioriente – Siria] Tracima in Libano la rivolta contro Bashar al Assad

    …Al di là del confine siriano, domenica è stato preso di mira il convoglio dell’ONU. Una bomba è esplosa al passaggio dell’auto che trasportava il capo della missione di osservatori, Robert Mood, incaricata di monitorare il cessate il fuoco…

    MORE: http://bit.ly/Kr9uc7

  17. GiorgiusGam
    21 May 2012

    Rapallo, a fuoco cassonetti davanti a seggio elettorale

    Genova, 21 mag. – (Adnkronos) – Quattro cassonetti della spazzatura, di cui due davanti a una scuola adibita a seggio elettorale, e due auto della polizia municipale, sono stati incendiati questa notte a Rapallo, in provincia di Genova. Sulle auto della polizia municipale sono state trovate tracce di liquido infiammabile.

    Elezioni, bomba carta a Rapallo – Plico sospetto a Sestri

    MORE: http://bit.ly/LafyqG

    Rapallo: a fuoco (doloso) due auto dei vigili urbani

    …Questa volta però i piromani potrebbero avere lasciato tracce grazie all’installazione delle telecamere. Fatto forse non casuale: quando è stato appiccato l’incendio alle due auto, i vigili del fuoco erano in un’altra zona, Costaguta, a spegnere l’incendio di un cassonetto dei rifiuti…

    MORE: http://bit.ly/JJPGXM

  18. Rosaria
    21 May 2012

    BRINDISI :
    RAI LE prime immagini dopo la strage (da Agorà)
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-db4d8332-64ae-4027-b8b9-a00d8abb366c.html
    RAI 1 Strage di Capaci (da Agorà) 23 maggio 1992http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0103ca15-6d71-4a4b-970a-bc2a42ce44df.html

  19. Rosaria
    21 May 2012

    TERREMOTO :

    ROMA – STADIO OLIMPICO
    Finale Coppa Italia 2012 – Juventus – Napoli: risultato finale 0 a 2
    Dom, 20/05/2012 – 22:59 — La Redazione
    ….. Durante dell’intervallo il Presidente del Senato Schifani è stato intervistato dalla Rai. Si chiede degli ultimi episodi di cronaca che hanno colpito l’Italia (l’attentato di Brindisi e il terremoto). Il Presidente si augura che la Coppa Italia sia dedicata alle vittime dell’attentato avvenuto in Puglia.

    http://www.ilsitodifirenze.it/content/750-finale-coppa-italia-2012-juventus-napoli-risultato-0-0-diretta

  20. Walter
    21 May 2012

    Se quello nel fermo immagine è l’ attentatore della scuola, è Kretino.
    Non c’ è bisogno di partecipare a “corsi di attentati” per capire che quando si esegue una azione de(l)genere, la prima cosa da effettuare è la visione del luogo, cioè della eventuale quantità di telecamere presenti e quindi dove piazzarsi per starne fuori dal campo di ripresa.
    Meglio così. Sarà preso in poco tempo.

  21. pinoscaccia
    21 May 2012

    Unomattina.

  22. pinoscaccia
    21 May 2012

    “Non ci sono novità, non è stato adottato nessun provvedimento nei confronti di alcuno”: lo ha detto il procuratore della Dda di Lecce, Cataldo Motta, interpellato dall’ANSA a proposito di una possibile svolta nelle indagini sull’attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi.

    L’uomo che si stava cercando in relazione all’attentato di Brindisi è stato trovato, ma nei suoi confronti sono scattati “controlli di routine per verificare l’alibi in seguito a una delle segnalazioni che stanno arrivando e che necessitano di verifica”. E’ quanto sottolineano fonti della Procura di Brindisi.

    Nei confronti dell’uomo rintracciato dagli inquirenti, e del fratello che è stato portato in questura, non ci sono allo stato elementi che possano ricondurre i due all’attentato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi. Lo sottolineano fonti qualificate della procura di Brindisi che ribadiscono come le verifiche sui due facciano parte di una serie di controlli di routine scattati anche su altri soggetti fin dalle prime ore successive all’attentato.

    In sostanza, si ribadisce, ogni segnalazione che viene fatta agli inquirenti o ogni ipotesi investigativa che si apre con l’acquisizione di ulteriori elementi d’indagine, deve essere attentamente verificata. Ma allo stato, si conferma, né nei confronti dei due né nei confronti di altri, ci sono sospetti concreti.

    E’ stato rilasciato dopo un lungo interrogatorio Raffaele Niccoli, l’ex militare dell’Aeronautica portato in questura l’altra sera e ascoltato per molte ore. Niccoli era stato interrogato perché ritenuto somigliante con l’autore dell’attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi ripreso nel video della telecamera di sorveglianza. Lo si apprende da fonti inquirenti. A carico dell’uomo, che è stato ascoltato come persona informata dei fatti, non è stata avanzata alcuna ipotesi di reato. (ANSA)

  23. pinoscaccia
    21 May 2012

    A tradirlo sarebbe stata la mano offesa, chiaramente visibile nel video del chiosco di fronte alla scuola. Il presunto attentatore della scuola Morvillo-Falcone è stato identificato ed è ora ricercato. Era fuggito da casa questa mattina ma nel pomeriggio è stato rintracciato. Nei suoi confronti sono in corso verifiche. L’uomo, 55 anni circa, usufruisce di una pensione di invalidità per arrotondare i guadagni ripara televisioni: in casa ha un piccolo laboratorio. Nel pomeriggio la casa dei fratelli è stata perquisita. È stato portato in questura per essere interrogato. Il reato ipotizzato dalla procura per l’attentato alla scuola Morvillo Falcone è strage con finalità terroristiche Verso le 14.45, in Questura a Brindisi, pare sia entrato un camion che trasportava bombole di gas e un bidone della spazzatura. Dopo poco è uscito vuoto. Forse potrebbe essere in atto una verifica tecnica sulle modalità dell’attentato. (CORRIERE DELLA SERA)

    C.S., residente nel quartiere Sant’Elia. Ha una compagna e una figlia, con loro vive il fratello, anche lui in questura. L’uomo aveva fatto perdere le sue tracce. E’ un elettrotecnico. Del sospettato si sa che è stato sposato già una volta, prima di legarsi alla sua nuova compagna da cui ha avuto da poco una figlia. Abita nei pressi della scuola, a soli 200 metri dall’istituto Morvillo Falcone. (REPUBBLICA)

  24. …ma strana questa cosa..neanche una rivendicazione ?…mah !

    • pinoscaccia
      21 May 2012

      Se si tratta, come sono convinti i magistrati, di un folle (tipo unabomber) è chiaro che non può esserci rivendicazione.

  25. pinoscaccia
    21 May 2012

    «Non si può morire entrando a scuola». Recita così uno striscione su una transenna, fuori dalla Chiesa Matrice di Mesagne, in provincia di Brindisi, dove si sono svolti i funerali di Melissa Bassi, morta nell’attentato di Brindisi. Come previsto, non era presente la madre di Melissa, la signora Rita, che è stata colta da malore sabato quando ha appreso la notizia della morte della sua unica figlia ed è stata ricoverata al locale ospedale. Un lungo e commosso applauso ha accolto sul sagrato l’arrivo della bara bianca con i resti di Melissa. Dietro il feretro – su cui era deposto un cuscino rosso a forma di cuore, una foto di Melissa sorridente e i fiori bianchi e rosa – era entrato in chiesta anche il padre della ragazzina. La chiesa, che può contenere circa 700 persone, era stracolma. Sulle pareti dei palazzi circostanti continuano ad essere affissi messaggi di cordoglio anche qualche foto che ritrae alcune delle compagne di Melissa scampate miracolosamente all’attentato. Presenti per il governo il premier Monti e le ministre Cancellieri e Severino.

    Il fidanzatino di Melissa.

  26. ceglieterrestre
    21 May 2012

    Maledetto!!

    Non lo sapevo… adesso so!
    cosa posso scrivere…
    Fanciulla… solo tu ora sai
    chi ha avuto il coraggio
    di stroncare la tua vita.
    Solo un maledetto senza anima.
    Che possa vivere
    i suoi giorni le sue notti
    dilaniato dal rimorso.
    Solo Dio può perdonare…
    io no!

  27. GiorgiusGam
    21 May 2012

    Sisma Emilia-Romagna: Lo Stato non pagherà la ricostruzione

    ……Il problema della ricostruzione però rimane. Lo Stato non ha più soldi sufficienti per rattoppare alla svariate emergenze. Da qui la decisione di dover applicare una nuova strategia per fronteggiare le calamità naturali, come i terremoti. Ma le soluzioni contenute nel decreto hanno sollevato un polverone di polemiche. A preoccupare i critici è in particolare un punto del provvedimento, ribattezzato emblematicamente con il nome di “tassa sulle disgrazie”…

    MORE (VIDEO – Update): http://bit.ly/KGd3AX

  28. GiorgiusGam
    21 May 2012

    Internet: Terremoto in Emilia causato dalle estrazioni di shale gas?

    Info Fracking: http://it.wikipedia.org/wiki/Fracking

    …Uno dei vertici di questo triangolo, Finale dell’Emilia, è all’interno di una concessione mineraria per l’estrazione sia di petrolio che di gas: la concessione Mirandola, ex ENI ceduta da qualche anno alla controllata di Gas Plus Padania Energia. Questa concessione è attiva, con otto pozzi, da nove anni…

    MORE: http://bit.ly/KGd3AX

  29. pinoscaccia
    21 May 2012

    Dopo oltre otto ore di interrogatorio si ha sensazione che l’attesa svolta nelle indagini possa non arrivare facendo tornare le indagini al punto di partenza. Dalla tarda mattinata la polizia tiene sotto pressione un signore sui 55 anni, si chiama Marcello, ed è fratello dell’uomo che per tutta la giornate è stato il principale sospettato di essere autore della strage alla scuola «Morvillo-Falcone» in cui è morta la povera Melissa Bassi. Quest’ultimo, si chiama Claudio, ed è stato portato in questura solo nel tardo pomeriggio, pare grazie all’aiuto del fratello che ha detto agli inquirenti come trovarlo. Tutto ciò ha fatto pensare che gli inquirenti stessero ormai per chiudere il cerchio. Certezza che con il passare delle ore sta pian piano venendo meno.

  30. pinoscaccia
    21 May 2012

    Attentato di Brindisi: si stringe il cerchio sul killer: dal confronto con il dna la prova decisiva.

    Ma perchè il giornalismo è sceso così in basso? Stiamo veramente alla frutta se anche il più grande giornale italiano fa di questi titoli. Scontati, irragionevoli. A parte la frase fatta sul “cerchio intorno al Killer” quando invece gli inquirenti stanno in alto mare, ma che senso ha l’altra frase, anche questa d’effetto ma senza senso. “Dal confronto con il dna la prova decisiva”. Cioè quale confronto? Se non hanno idea sul killer e ammesso che sia stata trovata qualche traccia di dna, con chi fanno il confronto? Non è mica come le impronte digitali che hanno un casellario. Il dna ha assoluto bisogno di una comparazione. E com’è possibile la comparazione su un fantasma? Manca solo il testimone che naturalmente è sempre un supertestimone. Mah, che peccato.

  31. GiorgiusGam
    22 May 2012

    Piacenza: Squarciato il manifesto dei marò in Provincia, Trespidi: «Gesto ignobile»

    …Squarciato il manifesto dei marò in Provincia, Trespidi: «Gesto ignobile»
    „Telecamere di videosorveglianza hanno acquisito e registrato le immagini dell’atto vandalico. Siamo pronti a segnalare il fatto all’autorità competente”. “Difficile rimediare al danno. Il manifesto rimarrà appeso anche se squarciato a significare la vicinanza della Provincia ai nostri militari. Il taglio rimarrà esposto a memoria della stupidità ideologica dei responsabili”…

    MORE: http://bit.ly/MCoDh2

  32. pinoscaccia
    22 May 2012

    È stata la terza notte di scosse continue avvertite nei comuni colpiti dal terremoto in Emilia. Lo sciame ha avuto scosse più forti intorno all’una di lunedì e alle sei di martedì mattina. Intanto a Finale Emilia sono circa 4mila le persone che hanno dormito fuori casa perchè hanno le abitazioni sventrate o per paura che non siano agibili. Duemila di loro sono state accolte nei 4 campi allestiti in città dalla protezione civile. Intanto Mario Monti è giunto a Sant’Agostino, uno dei Comuni in provincia di Ferrara più colpiti dal terremoto di domenica, ed è stato accolto da qualche fischio. «Vergogna, andate a casa», hanno gridato alcuni cittadini al passaggio del presidente del Consiglio.

  33. irisilvi
    23 May 2012

    Da Corriere.it
    Emilia, nelle zone devastate dal terremoto
    via libera agli accertamenti per deposito gas

    Il maxi deposito sotterraneo dovrebbe contenere 3,2 miliardi di metri cubi in cavità naturali. I Verdi: una follia

    MILANO – Cariche da far esplodere badando ad evitare «possibili interferenze o contaminazioni delle falde». La cura di «chiudere i pozzi, riportandoli allo stato precedente, dopo le detonazioni». Rilievi sismici da effettuare «secondo le più moderne tecniche, evitando qualsiasi tipo di disturbo alle popolazioni residenti e alla fauna». Sono gli accertamenti geologici autorizzati dal Governo, in vista della possibile realizzazione di un gigantesco deposito sotterraneo di gas, in un decreto del 17 febbraio e previsti nel sottosuolo dei comuni di «San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Medolla, Mirandola e Crevalcore». Proprio quelli che più hanno subito le devastanti conseguenze del terremoto di domenica. Case sbriciolate, capannoni crollati, chiese e monumenti azzerati, migliaia di persone alloggiate in tendopoli e alberghi. Le ispezioni (condotte con perforazioni, sonde, cariche esplosive, costruzione di vasche per la raccolta di acqua, fanghi e detriti) dovrebbero servire ad accertare la «compatibilità ambientale» del progetto di maxi deposito sotterraneo di gas. In sintesi, uno stoccaggio da 3,2 miliardi di metri cubi di metano in una cavità naturale a 2.550-2.800 metri di profondità. Un sistema mai visto in Italia.

    Allora mi chiedo se siano vere le voci che circolano. Un terremoto a 6/7 km sotto il suolo non si era mai visto, che nemmeno la sabbia fuoriuscita dopo una delle scosse più forti non si era mai verificata durante un terremoto, nessun animale lo ha sentito. Insomma un terremoto indotto…

  34. GiorgiusGam
    24 May 2012

    MAH?!?

  35. irisilvi
    24 May 2012

    Ho appena saputo che qualche sera fa, da vespa a porta a porta, un sismologo ha previsto un terremosto disastroso nel nord est italia , per il fine settimana
    ne avete sentito parlare?

  36. GiorgiusGam
    24 May 2012

    [La notizia “strana” della settimana]:

    Centro Enea di Bologna: «Ci sono tre studi che annunciano un sisma forte al Sud»

    …Più del Nord adesso però mi preoccupa il Sud”, dice Alessandro Martelli. “Per il Meridione esiste un allarme più grave in arrivo perché lì sono stati applicati tre modelli di studio. Tutti e tre danno l’allarme rosso. Quindi questo preoccupa oltretutto perché prefigura un eventuale terremoto molto violento”…

    MORE: http://bit.ly/LGG80m

  37. GiorgiusGam
    25 May 2012

    Fondazione Giuliani WebSite: 24/05 – AGGIORNAMENTO RADON PER ANOMALIE IN CORSO

    …Le stazioni di rilevamento Radon di Coppito e Fagnano (AQ) mostrano ancora forti anomalie relative ad eventi fuori e lontano dalle rete di monitoraggio. In questi casi non è possibile identificare la zona epicentrale e il grado sismico degli eventi. In considerazione alla sequenza sismica in atto in Emilia Romagna è lecito pensare che tali anomalie possano riguardare ancora questa zona…

    MORE: http://bit.ly/JrHnLO

  38. GiorgiusGam
    26 May 2012

    Terremoto Emilia Romagna: nuovi dati satellite, sollevamenti terreno fino a 15cm

    …Secondo i dati rilevati dai satelliti radar di COSMO-SkyMed dell’Asi, il terremoto in Emilia ha portato ad un sollevamento in alcuni punti fino a 15 cm. I dati che mostrano la deformazione della superficie, hanno permesso ai ricercatori di Cnr-Irea e Ingv di fare le prime valutazioni…

    MORE: http://bit.ly/K87Jp9

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 20 May 2012 by in disastri, mafia, terrorismo, tribù, violenza.

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 691,959 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,421 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: