La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

Ecco perchè il blog non è più un gioco

La Procura di Nocera Inferiore ha aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di offesa all’onore e al prestigio del capo dello Stato. La polizia postale ha ricevuto il mandato dal magistrato di accertare su quali siti, inneggianti a Beppe Grillo, siano comparsi commenti, invettive (o peggio) che possano configurare il reato.  Il tutto nasce dal commento di Napolitano, l’8 maggio, al risultato della prima tornata delle comunali quando il capo dello Stato, davanti all’affermazione elettorale dei grillini, aveva detto: «Di boom ricordo solo quello degli anni Sessanta in Italia; altri boom non ne vedo». Una battuta che Beppe Grillo aveva duramente contestato dal suo blog subito linkato da altri commentando le invettive del leader del Movimento 5 Stelle contro il Colle. Ora il procuratore di Nocera, Giancarlo Izzo, ha delegato la Polizia postale di Salerno ad individuare gli amministratori dei siti internet e dei blog che hanno consentito la pubblicazione di commenti con frasi offensive contro il Capo dello Stato. (Ansa)

La notizia va riportata perchè riguarda il mondo della blogosfera che tutti noi frequentiamo. Il vilipendio al Capo dello Stato è un reato: articolo 278 del codice penale. Dunque è giusto perseguirlo e l’occasione serve anche a ricordare, come amministratore del blog, che in un luogo pubblico gli eccessi vanno contenuti. Tuttavia, è quantomeno singolare che si cerchino gli autori di commenti sia pur pesantissimi, cioè cittadini, quando il massacro politico ha ormai raggiunto livelli inaccettabili. Ci sono almeno altri tre articoli del codice penale che i politici continuano a infrangere e mi riferisco soprattutto ai leghisti e soltanto negli ultimi tempi ai grillini. Sono: vilipendio alla Repubblica e alle forze armate (art. 290), vilipendio alla Nazione (art.291), vilipendio alla bandiera (art. 292) e vilipendio alla religione (art. 403-404). Soltanto nel 2006, con la riforma dei reati di opinione, le sanzioni detentive sono state sostituite da pene pecuniare. Bossi, tanto per fare un nome, le ha infrante tutte.

18 comments on “Ecco perchè il blog non è più un gioco

  1. pipistro
    13 May 2012

    La pretesa “punizione” dei reati d’opinione è anacronistica, così come la possibilità dei politici in generale di essere affrancati da censure che possono cogliere, viceversa, qualsiasi cittadino.
    Il potere che difende sé stesso con la violenza e con la repressione è ripugnante.

  2. irisilvi
    13 May 2012

    Non ho mai ritenuto il blog un gioco, anzi per me questo e’ un organo di informazione, ma pretendere di usare una dialettica di terrore per mettere a tacere i malumori che attraversano, da nord a sud, la nostra penisola mi sembra veramente troppo. Poi usare il reato d’opinione, come estremo tentativo di far riconciliare cittadini e politica, ha del ridicolo. Non mi piacciono certe esternazioni di Grillo o di Bossi ma certo e’ che la misura e’ ormai colma. Politica o antipolitica ormai hanno esagerato sotto tutti i punti di vista. Ci usano come burattini o sudditi da spremere pronti ad accusarci, ad usare i loro strozzini legalizzati, fino ad indurre al suicidio. Ma insomma cosa pretendono di più? Come bestie da soma ci usano e pure muti dobbiamo state? Mi sembra veramente troppo.

  3. sissi
    13 May 2012

    Vi condivido pienamente entrambi, Pipistro e Irisilvi.

  4. pinoscaccia
    13 May 2012

    Sono d’accordo anch’io. Ma così è, purtroppo. A rimetterci sono sempre i cittadini.

  5. sissi
    13 May 2012

    Purtroppo mai come in questo periodo l’arroganza è diventata così tracotante.
    Perfino la RINUNCIA DI SE’, della propria vita, in una morte tanto drammatica come lo sono i suicidi, è stata strumentalizzata ai fini economici: un danno d’immagine controproducente agli interessi esattoriali.
    Questo sono diventate tutte quelle persone che si sono tolte la vita, strozzate da tassi d’interesse disumani.

    Perchè sappiamo tutti che le società fantasma e la denuncia di reddito zero per chi gira in porsche sono evasione, ma una multa di 60 euro che diventa di quindicimila è tutt’altra cosa, vero?
    O per un bollo scaduto, ritrovarsi la casa ipotecata.
    Che risposta c’è a questo? una multa di 60 euro, o un bollo, un canone scaduto, che diventano cartelle da 3000 a 15.000 euro? o di CENTINAIA…di euro, con case ipotecate e persone sul lastrico.
    Come dovremmo definirli questi tassi d’interessi per non urtare animi suscettibili?

    • Mouse On Mars
      13 May 2012

      Il bello che poi s’incazzano pure se i cittadini non si fidano più dello Stato e dei Partiti. Ma io mi chiedo quanta sopportazione hanno ancora gli italiani onesti ? Boh…

  6. Principedellemosche
    13 May 2012

    Quelli deboli “cittadini” in pratica uno o al massimo due “deboli” perchè spnti dalla rabbia del momento.
    Solo cosi la magistratura può far pagare per tutti quelli che realmente lo hanno fatto.
    E come andare a fare la spesa (al contrario) paga uno solo …………..gli altri tutti liberi.

    • Rosaria
      13 May 2012

      concordo anche perché per un nulla da cittadino sei accusato un eccesso di velocità e come ha avuto modo di scoprire Marcello sei spiato se vai ha comprare un tv nuovo !!! E così mi arriva l’abbonamento nuovo per il nuovo oggetto ma se per estremo andassi di notte nel supermercato a rubarlo vado in galera !!! Quindi non si lamentino se non si guarda la TV IT’S Dangerous !!! ciao

  7. Rosaria
    13 May 2012

    Buona sera a tutti per me ad esempio non è un fatto di esercitare un potere anche oggi in internet Grillo dice che il potere vuole zittire il suo gruppo. L’assenza di espressione e la coercizione da parte del potere sulla libertà di stampa c’è e c’è sempre stata ma in questo caso anche gli elettori di Grillo secondo me farebbero bene a non spronare il leader o alzare la voce troppo 1. non mi apre che ne abbia bisogno di essere incitato 2. Le querele le riceve lui (il leader) 3. esiste un diritto una legislazione anche per internet e in questo mi riferisco all’esercizio dell’apertura di un blog o website in genere e i rispettivi post comunicazione, email. Questo indipendentemente che l’autore o chi gestisca una community sia pubblicista o giornalista oltre che per la stampa Nel caso di blog friends ha tutte le credenziali ufficiali essendo gestito da un professionista
    di seguito un parere sulla vittoria di Grillo di A Cazzullo Corriere della sera 10 maggio 2012 : Veltroni: “Il voto dice che e’ l’ora del riformismo. Così potremo battere le spinte populiste” – di Aldo Cazzullo, Corriere della Sera

    • pinoscaccia
      13 May 2012

      Le leggi sono uguali per tutti. E ognuno può aprire un blog.
      La differenza per un giornalista professionista è che deve risponderne anche all’Ordine (ne so qualcosa).

      • Mouse On Mars
        13 May 2012

        E tu non rispondere. :)

        • pinoscaccia
          13 May 2012

          Leggi, cioè plurale di legge: capisci questa parola? ;)))

          • Mouse On Mars
            13 May 2012

            :roll:

  8. Mouse On Mars
    13 May 2012

    Ma cos’è sta pagliacciata ?
    (…)

  9. Walter
    13 May 2012

    Ottima notizia. Servirà a tanta gentaglia a ricordarsi dell’ educazione data dai loro genitori, ma messa in soffitta.
    I “Grillini” … Puah! Sanno solo urlare, insultare, sfogare le loro GIUSTE recriminazioni, passando come trattori su tutto e tutti. Guai a dire che non la pensi come loro, sei non un fastidio, ma un altro nemico da abbattere a colpi di cafonaggine e rutti. Non sorprende se il loro Inno di partito si chiamerà: Giovinezza. Meglio i Leghisti, il minore dei mali. Hanno almeno un obiettivo (per chi ci crede). Degenere e sbagliatissimo, ma che vuole arrivare a un fine ultimo.
    Ora che hanno preso qualche voto, sono tutti gasati. Urla, gestacci e vaffa day, non fanno Democrazia.

    ” ‘A postu simu” :-(

  10. …concordo con pipistro…

  11. GiorgiusGam
    16 May 2012

    [OT Italia delle “Tasse Creative”, +IVA e oltre]:

    Rifiuti, Ecco la “Res”, una Nuova Tassa

    …IL TRIBUTO è dovuto per ogni immobile o terreno suscettibile di produrre rifiuti. Deve coprire il costo del servizio di raccolta e smaltimento. La tassa può essere maggiorata dallo 0,30 a un massimo dello 0,40% a copertura ei costi per i servizi indivisibili. Sono previste agevolazioni ed esenzioni…

    MORE: http://bit.ly/Ksa8eR

    IVA sui rifiuti: Quando lo Stato deve rimborsare i cittadini, ma difficilmente rimborserà a breve termine (anni)…

    …Per ottenere il rimborso dell’iva sulla tassa sui rifiuti basterà assicurarsi che il proprio Comune abbia adottato questa nuova tassa come sostituta della vecchia Tarsu e accertarsi di avere tutte le ricevute di pagamento relative alla Tia, facendo attenzione che, nelle relative fatture, sia stata effettivamente addebitata l’Iva. Per richiedere il rimborso e la cessazione immediata dell’applicazione dell’iva sulla Tia, basterà recarsi presso uno degli sportelli della Federconsumatori o scaricare il modulo di richiesta del rimborso sul sito della Federcosumatori, compilarlo e spedirlo all’azienda o comune che emette le bollette…

    MORE: http://bit.ly/K57c4r

    Imu 2012, prima di pagare conviene aspettare i ricorsi?

    MORE: http://bit.ly/K5qc22

    Aumento Rc Auto e Ipt: Le province hanno bisogno di soldi

    MORE: http://bit.ly/JotXCG

    Detrazioni fiscali, le “assurde” richieste dell’Agenzia delle Entrate

    MORE: http://bit.ly/JSg6EF

    Ticket Sanitari addio: Arriva l’ipotesi “franchigia” legata al reddito – E’ già polemica

    …Addio esenzioni- Se ora alcuni sono esentati totalmente dalle spese sanitarie, come chi guadagna meno di 36 mila euro all’anno, i malati cronici, gli invalidi, con il nuovo sistema toccherà pagare anche a loro. “Le esenzioni scompariranno e tutti quindi dovranno pagare”…

    MORE: http://bit.ly/JF9pVJ

    Rimborsi INPS: “Il tritacarne delle Poste”

    MORE: http://bit.ly/JF7TTG

    Settembre 2012 – Benzina: Consumatori, “Ora liberalizzare, tragico aumento dell’IVA”

    MORE: http://bit.ly/JXGD0l

  12. GiorgiusGam
    20 May 2012

    [OT Terremoti – Italia] Sisma Emilia: Bimba salva a Ponte tra soccorsi e 113 Roma

    BOLOGNA – È stata la tempestività delle comunicazioni d’emergenza tra i soccorsi emiliani e la sala operativa della Questura di Roma a salvare una bambina di 5 anni rimasta sotto le macerie a Finale Emilia (Modena), in seguito al crollo di un edificio dopo il sisma della scorsa notte…

    MORE (VIDEO – Update): http://bit.ly/JoXqi7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 13 May 2012 by in web.

Professione Reporter

2016: morti 105 reporter.
[341 in prigione]

Un fiocco giallo per padre Paolo Dall'Oglio e Sergio Zanotti, rapiti in Siria.

Aspettando i 984 anni che mancano al 3000


Categories

Archives

contatti
pinoscaccia@gmail.com

Blog Stats

  • 691,836 hits

ShinyStat

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 14,421 other followers

L’ultimo libro

%d bloggers like this: