Il mattatoio di Green Hill deve chiudere

Alla fine ce l’hanno fatta. Decine di beagle rinchiusi a Green Hill sono stati liberati. Intorno alle 16.15 un gruppetto di manifestanti ha prima scagliato sassi contro il canile che alleva 2500 beagle destinati alla vivisezione e poi ha scavalcato la recinzione per raggiungere le gabbie dove sono rinchiusi gli animali. Quando gli animalisti sono apparsi al recinto con i cucciolotti stretti tra le braccia la gioia dei manifestanti è scoppiata in urla e applausi. Almeno una cinquantina i cuccioli liberati, passati di mano in mano al di là della recinzione. Poi il fuggi fuggi generale, con gli attivisti che hanno raggiunto i loro pullman, nascondendo i cagnolini, chi nella borsa, chi sotto gli indumenti. corriere.it

La pagina Facebook degli animalisti

 

Advertisements

7 thoughts on “Il mattatoio di Green Hill deve chiudere

  1. Le otto animaliste rinchiuse nel carcere di Verziano (Brescia) per aver partecipato al blitz contro Green Hill di sabato scorso sono tornate in libertà. Fuori, ad attenderle, una quarantina di animalisti che hanno dispensato urla di gioia e abbracci. Poi sono usciti dal carcere di Canton Mombello anche i quattro uomini, che sono subito saliti in macchina del loro legale senza rilasciare commenti. Il Gip Enrico Ceravone ha convalidato per tutti l’arresto ma ha disposto comunque la scarcerazione. Alcuni di loro avranno l’obbligo di dimora nel comune di residenza; altri il divieto ad avvicinarsi al territorio di Montichiari.

    1. Non trattano così nemmeno i criminali. Per fortuna almeno per il momento li hanno scarcerati, anche se non gliela faranno passare liscia. Facile accanirsi contro chi non è un delinquente ma agisce solo per fermare una barbarie…

  2. E’ bello vedere che c’è gente che rischia per liberare questi poveri cuccioli. Bisognerebbe fare così per ogni abuso ed ogni ingiustizia.
    Quei due si devono preparare ad una devastante marea di insulti via spam. ;)

  3. Probabilmente (e che sia così) le persone coinvolte nell’ irruzione che ha permesso la liberazione di alcuni cuccioli, verranno assolte. Se per sventare un pericolo o un reato maggiore è necessario commettere un reato minore, questo diventa lecito. E speriamo che sia così e amen. Purtroppo, dentro Green “hell” ci sono ancora tanti cuccioli che aspettano un destino diverso dalla tortura.

  4. OT OT! dove lo metto?? sotto i cuccioli…(poveri amori che speriamo finisca la barbarie.. prima o poi)
    …volevo dire: sono d’accordo con il Papa! :-)

    Qui:

    Papa: «Senza amore la scienza perde nobiltà»
    Benedetto XVI: «Scienza e fede hanno una reciprocità feconda, quasi una complementare esigenza dell’intelligenza del reale»

    SCIENZA E FEDE – Scienza e fede, insomma, «hanno una reciprocità feconda, quasi una complementare esigenza dell’intelligenza del reale» dice il Papa. «Ma, paradossalmente, proprio la cultura positivista, escludendo la domanda su Dio dal dibattito scientifico, determina il declino del pensiero e l’indebolimento della capacità di intelligenza del reale». Così «le molteplici scoperte, le tecnologie innovative che si susseguono a ritmo incalzante, sono ragione di motivato orgoglio, ma spesso non sono prive di inquietanti risvolti», dimenticando l’ «orizzonte trascendente» il pensiero «diventa debole» e «acquista terreno anche un impoverimento etico, che annebbia i riferimenti normativi di valore».

    Concordo che non si può per comodità tenere separate scienza e fede.

    (mi sembrava importante…e l’ho messo)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s