Sono ancora nove gli ostaggi italiani

Paolo Bosusco è libero. La notizia è stata data dalla tv di stato indiana Ndtv e confermata telefonicamente da una persona che accompagna uno dei due mediatori impegnati durante la trattativa tra i ribelli maoisti e il governo dell’Orissa per la liberazione dei due ostaggi italiani L’italiano rapito dai ribelli dell’Orissa, in India, è già a Bhubaneswar, raggiunto dall’ambasciatore e dal console italiani. “Ho perso dieci chili, ma mi hanno trattato bene”. La guida di trekking era stata sequestrata il 14 marzo durante un’escursione con Claudio Colangelo, rilasciato il 25 marzo.

Sono ancora nove gli italiani sequestrati: Rossella Urru,   Giovanni Lo Porto, Maria Sandra Mariani e i sei marinai della nave “Enrico Ievoli” assaltata dai pirati il 27 dicembre scorso al largo delle coste dell’Oman (ora sarebbe in Somalia).

Advertisements

6 thoughts on “Sono ancora nove gli ostaggi italiani

  1. Altre nove persone che attendono di ritornare dai loro cari che allo stesso tempo le attendono con trepidazione. Hanno detto che ora tocca a loro, speriamo si sbrighino e che li ritrovino tutti per poi riportarli a casa. Intanto per i dure marò l’attesa si allunga, la giustizia va in ferie e se ne riparlerà al 16 maggio da quanto ho sentito al tg… si allunga sempre di più anche questa situazione…

  2. Oggi quelli di Libero definiscono Bosusco un “fricchettone”e, visti i precedenti, gli è andata bene rispetto al “trattamento” che riservarono al povero Enzo Baldoni.

  3. «La cittadina italiana rapita a Djanet nel sud dell’Algeria è stata liberata»: lo annuncia in un flash nell’edizione on-line la tv satellitare di Dubai Al Arabiya. Il riferimento indiretto sembra essere a Maria Sandra Mariani sequestrata il 2 febbraio 2011, circa 200 chilometri a sud della città algerina Djanet. Si troverebbe in questo momento nel Burkina Faso. La Farnesina, che sta effettuando delle verifiche, non conferma la notizia. Sandra Mariani, 53 anni, di San Casciano Val di Pesa (Firenze), era stata rapita il due febbraio nella provincia meridionale algerina di Alidena, dove si trovava per turismo. Un gruppo di uomini armati a bordo di un fuoristrada la prelevò insieme a una guida e a un cuoco, che furono poi rilasciati. Se la notizia sarà confermata, si tratterebbe della liberazione dell’ostaggio italiano da più tempo in mano ai rapitori.

  4. La petroliera Enrico Ievoli, sequestrata dai pirati il 27 dicembre scorso e condotta in un porto somalo, è stata rilasciata dai pirati. L’annuncio è stato dato dal ministro degli Esteri Giulio Terzi. “Stiamo molto bene, è tutto sotto controllo. L’equipaggio sta benissimo” sono state le prime parole del comandante Agostino Musumeci, riferite dall’armatore, che ha comunicato: “La nave è già partita dalle coste della Somalia e a bordo ci sono i militari italiani”. “Piango di gioia – ha detto Rita Gianfriddo, moglie di Musumeci – Non ho dormito per quattro mesi, ho sempre avuto paura. Voglio ringraziare l’armatore e lo Stato. Prima era come avere un morto in casa, ora non c’e più, è resuscitato”. “Ho già sentito mio marito – ha aggiunto – mi ha detto che è stanco. Non abbiamo parlato di altro. Arriverà al massimo il prossimo 1 maggio”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s