Lucio Dalla e le ipocrisie bipartisan

Lo sciocchezziario quotidiano sulla sessualità di Lucio Dalla, la Chiesa, l’eredità morale e testamentale, è veramente un esercizio disgustoso. Non avrebbe gradito, né lui né altri al suo posto. Non sono di nessuna fazione, ma uno spettatore come tanti. E da spettatore del funerale di Lucio Dalla posso dire che la Chiesa ha dato la dimostrazione di avere delle vedute molto più furbe (condanna il peccato, non il peccatore, dunque se ne lava le mani) di quanto non abbia la politica (condanna i gay già alla nascita, ma finge di non saperlo). A Bologna la Chiesa ha aperto le porte di San Petronio – le ultime volte era stato per il funerale di don Dossetti e per le vittime della strage, altrimenti i funerali a Bologna si celebrano altrove – e ha dato la parola e il sagrato a Marco Alemanno, l’ultimo compagno di Lucio. Non è molto, ma è qualcosa. fonte E la politica che fa?

Advertisements

65 thoughts on “Lucio Dalla e le ipocrisie bipartisan

  1. La sessualità è un aspetto decisamente personale, non credo nell’idea che ogni personaggio famoso debba dichiarare al mondo il proprio orientamento, proprio perché non è “affare del mondo”.

  2. Non è furbizia, è teologia. La Chiesa ama l’uomo, quindi non lo condanna mai, condanna quella che lei considera peccati. Comunque apprezzo il suo commento, mi pare azzeccato.

  3. Credo che il fatto che si debba pretendere che venga detto sia una discriminante.
    E credo che la spettacolarizzazione di questo aspetto di Dalla (che c’entra con ils uo essere artista??) non sia altro per quelli che usano questo argomento, la loro farfalla in vista.. non potendo farla vedere per ovvie ragioni, si “tatuano” altre cose pur di esserci…
    La chiesa fa molte cazzate e non è nuova a lavarsi le mani da Ponzio pilato in poi.. ma non avrebbe certo attenuato le polemiche se non avesse permesso il funerale…

  4. Allora, per chiarezza una certa parte della politica cerca di fare molto invece per tutti quei diritti che riguardano solo ed esclusivamente la SFERA PRIVATA.
    E nella quale persiste in parallelo l’ingerenza della Chiesa: dalla sessualità, alla pillola anticoncezionale (non so dove ho letto che a qualcuna hanno dato della “prostituta” per aver chiesto il rimborso sanitario anche per la pillola), all’uso del condom, all’aborto, al matrimonio e le coppie di fatto, al testamento biologico – e spero che l’elenco finisca qua, non vorrei aver dimenticato qualcos’altro.

    Non approvo – come ho già detto – l’uscita strumentale e, a mio parere, di pessimo gusto della Annunziata, pur condividendone il contenuto e la sostanza di pensiero. A parità di torti anche Giuliano Ferrara non si è smentito ieri sera: “la Chiesa quando mai vieta i funerali…” ?!?
    Forse che la scarsa memoria – oltre alle corte vedute – ha già fatto dimenticare Welby, e chi con lui che ora non ricordo, per non parlare della sfilza di insulti al povero (e grande) Peppino Englaro.
    Che Dio li perdoni……..

    1. come sempre sottoscrivo, tutto il tuo pensiero, ora pero’ visto che Dalla è sempre stato discreto sulla sua sessualità , dovremmo tacere e non accogliere le varie provocazioni . Io anche non sapendolo direttamente l’ho sempre pensato , ma questo non sminuisce la sua arte , la sua musica , è stata una grande perdita

  5. In questo caso non ho visto una Chiesa “furba” ma semplicemente una Chiesa che ha seguito l’insegnamento di Cristo. E la cosa mi ha fatto molto piacere.
    Sarebbe molto bello se l’ umanità cominciasse a documentarsi sull’insegnamento del Vangelo.

  6. Pina, e anche nell’aver vietato i funerali a Welby hanno seguito l’ insegnamento di Cristo??

    Volevo tuttavia aggiungere che condivido Minu, e anzi continuo ad aggiungere che la sessualità, e tutto ciò che vi ruota attorno, è un fatto talmente privato e individuale che non può certo essere gestita nè dallo Stato nè dalla Chiesa.

  7. la politica??? Vista l’abbondanza di politicaciucci più realisti del re, direi che la politica se non fa, forse è meglio.
    L’Italia è una Repubblica fondata sulle polemiche e i veti opposti!

  8. Siamo, e scusate il SIAMO, dei provincialotti da 4 soldi, ci abbuffiamo di gossip, di pettegolezzi, spiamo dal buco della serratura e questo è un fenomeno non solo italiano. Cito l’inghilterra con la famiglia reale ma potrei citare altro. Insomma farsi gli affari degli altri è uno sport internazionale.
    Il rispetto per il prossimo è pura opinione. Le regole sono completamente saltate e la figura del paparazzo di Via Veneto vista oggi è quasi una figura ROMANTICA…ribadisco, il tenerissimo Lucio se la ride beatamente.
    —————————————————————————
    “I paparazzi mi hanno tormentata per anni. Visto che non posso eliminarli, cerco di batterli sul loro terreno e le foto me le faccio da sola, pubblicandole poi su Twitter. Così sono io a condurre il gioco.” DEMI MOORE
    —————————————————————————

  9. Buona parte della politica predica bene ma razzola molto molto male. Lucio Dalla aveva uno splendido rapporto con la Chiesa, era fervente credente, aveva il suo padre spirituale. Non penso che quest’ultimo fosse all’oscuro sulla sessualità di Dalla, prevaleva la persona, il suo amare incondizionato chiunque, il suo essere vicino ai più poveri, la sua semplicità. Ora tutto questo ignobile chiacchierare sul suo essere gay, sulla presenza di Marco Alemanno in Chiesa, sulle sue proprietà ecc. ecc. è solamente vergognoso, certi “bacchettoni” dovrebbero solamente tapparsi la bocca una volta per tutte.

  10. Infatti ho parlarto di Chiesa che segue l’insegnamento di Cristo in questo caso, Sissi. E non lo fa quasi mai. Ti invito a rileggere il mio commento.

  11. Tu continui a farne una questione di gossip e di paparazzi. Invece io ti dico che questa è semplicemente politica…ma di quelle forme che non mi piacciono, espressione del livello raggiunto ormai dalla politica – e comunque da sempre, essendo un mezzo del conflitto di egoismi.

    Fuori luogo, stavolta, è stata sollevata una polemica fondata sui “se” – cosa avrebbe fatto la Chiesa “se”? – ma soprattutto nella più totale mancanza di rispetto verso la persona, in questo caso un Artista, e che nemmeno c’è più!

    Mancanza di rispetto si chiama, per mere strumentalizzazioni politiche, non di gossip, Marcello.

    1. (a parte scherzi, non che li abbia mai letti granchè…ma per quel po’… abbiamo letture differenti dei vangeli mi sa. Io tendo più all’interpretazione condita di contenuti filosofici, cioè col pensiero…che non fondata solo sulla “favoletta” – con tutto il rispetto – della parabola, o la fede fine a se stessa senza porsi mai domande, questo è. Cioè già…mi interessa poco, se mi ci metto almeno voglio “capire” più che “affidarmi” e basta).

      1. è il più grande filosofo. e non sono di certo la sola a sostenere questa tesi. Ma c’è di sicuro nell’essere umano un rifiuto e non so per quale recondito motivo a leggere ciò che di più semplice, di più vero ci viene richiesto. No si va cercando altrove spiegazioni che nessuno ti saprà mai dare al perc hè dell’esistenza. E allora mettitici: e cerca di non confondere “i chiesaroli” con la FEDE. Vabbè poi ci lascia liberi ed èp questa la cosa più bella. Ma mai criticare ciò che non conosce.;)

  12. Ma no Pina, lungi da me criticare ciò che “non conosco”, meglio dire non conosco approfonditamente perchè poi qualcosa la conosco e l’ho anche approfondita oltre, e tantomeno confondere “i chiesaroli” con la fede.

    Qualcuno ha semplicemente detto, (non mi ricordo chi): “se i cattolici imparassero a pensare”. E io condivido in pieno, tutto qua.

    E sul cercare anche altrove le risposte all’esistenza non ci trovo niente di strano, anzi…ce ne sarebbe anche bisogno. Ma un “altrove” che è molto simile…mica su Marte! cioè la cui origine è sempre spirituale…ma mettendo l’Uomo al centro. Così. – e di alcuni passi del vangelo ne avevamo già parlato, ricordi? e tu non ne condividevi l'”approfondimento”, invece io sì.

    1. P.S. e comunque non è vero sulle risposte che nessuno ci potrà mai dare… è. Io i contenuti che ho trovato in Steiner non li ho trovati veramente da nessuna parte, invece. Troppo profondi, troppo belli, e soprattutto LIBERI….responsabilmente. E anche lui parte dall’origine spirituale e divina che è nell’Uomo, ma andando oltre…tutte le religioni, i partiti politici, le razze ecc.. ne parla in termini di Evoluzione umana – mentre ai cattolici preme più che altro rimanere “bambini”…affidati al padreterno che tutto sa e tutto perdona. Questa la differenza fondamentale, per me.

      1. Sissi questo tuo commento mi ha fatto riflettere , come non essere d’accordo coi tuoi studi su Steiner? sull’evoluzione dell’uomo ?

  13. Sissi strumentale a cosa ?? non capisco mah!…alla politica ? quale politica ? questa non è politica!! questa è merda vera e propria…tutte queste chiacchiere hanno lo stesso valore degli scatti fatti da Corona e dai suoi compagni di merende…
    non me ne frega niente delle strategia ecclesiastiche né tanto meno dei discorsi di Casini e dell’Annuziata…le ipocrisie ? azz uno scoop! che bella scoperta….oggi abbiamo scoperto che il mondo è fatto da buoni, cattivi ed ipocriti che forse sono cattivi ma non abbastanza per sembrarlo, anzi forse sono un pò cattivi ed un pò buoni …Lucio è un uomo prima ancora che un grande artista e come tale ha il diritto di essere lasciato in pace!! Questa sorta di vivisezione dei sentimenti, attraverso analisi più o meno colte che passano attraverso DIO finendo ai deliri di RADIO PADANIA mi da il voltastomaco…..sapete cosa penso ? che forse Lucio avrebbe preferito un funerale celebrato dal suo padre spirituale, in una piccola chiesetta di campagna, circondato dall’AMORE dei suoi cari in mezzo ad un cielo pieno di rondini…….

    1. Ma certo… ;-)

      (c’è molta mediocrità Marcello, in ogni dove, mi trovi completamente d’accordo su questo. – compreso il “valore” acquisito da tutta la vicenda, al pari di un Corona e dei suoi scatti ‘hot’. Ma con intenzioni diverse, perchè a mio parere ‘politically’-strumentali, e sulla pelle di una persona, il che a me non piace, ribadisco.
      Lucio Dalla resta un Grande ARTISTA, e se la ride davvero, ora più che mai….delle piccinerie del mondo).

    2. marcello lo credo pure io , una vergogna queste polemiche !!!!forza Lucio le tue canzoni rimarranno sempre

  14. non lo ricordo Sissi.;) perdonami. e di certo non faresti tutti questi discorsi se non sentissi un profondo senso di spiritualità. (che poi è quello che l’essere umano fa cercando) Ma vedi io non parlavo proprio a te , te . parlavo a te ma per dire in generale ciò che penso e ciò in cui Credo. ;)

    1. …io invece rispondevo proprio a te, Pina ;-)
      (interpellata). Ma certo rischiamo di andare fuori tema, ok, chiuso qua, salutoni affettuosi;))

  15. come si inserisce un brano da you tube ? ci ho provato mille volte ma a me non riesce…ME LO FATE VOI…mi inserite le rondini ?? please…

      1. ;-)

        mi sono dimenticata di scrivere “per te” (ma in compenso più sotto c’è la spiegazione per i video di youtube;)))

  16. @Sissi.
    Informati meglio. I funerali il povero Welby, li ha rifiutati lui stesso. Io forse, al suo posto avrei fatto lo stesso, ma ogni caso è a se.
    Magari la Chiesa, doveva rifiutare quelli di Augusto Pinochet, questo si.
    Buon proseguimento.

    1. valter mi dispiace , in chiesa non lo hanno voluto, tanto che Mina se ne è molto rammaricata è stato uno scandalo e un dolore per la famiglia , hanno fatto la funzione fuori dalla chiesa

        1. …Walter ma tu sei sempre super informato talmente su tutto, che uno sbaglio ogni tanto è bene accetto! ;-)

          1. Eh no. Gli sbagli si pagano, mi assumo le mie responsabilità. Non sono mica un politico!
            Poi qui dentro, chi informa e bene, c’ è già. ;-)

  17. Walter

    “ll Vicariato di Roma non ha concesso[20] a Welby la funzione secondo il rito religioso come nei desideri della moglie cattolica” – Wikipedia

    I particolari di tutta la vicenda come sempre non li ho, ma certo che se lo hanno trattato come quel povero Peppino Englaro – insieme a tante altre “buon’anime cristiane” – li avrei rifiutati anch’io.
    Molto semplicemente.

    Marcello, per i video: vai su youtube, scrivi il titolo del brano che ti interessa e aprilo, come fai per ascoltarlo e guardarlo solitamente. Una volta aperto, nel rettangolo in alto in alto, quello dove vedi scritto: http://www.youtube... – ecc.ecc. una serie di ‘geroglifici’, – che poi è lo stesso spazio dove scrivi http://www.google.it, quando vuoi andare su google – e ci clicchi sopra col solito pulsante di sinistra del mouse per posizionarci il cursore, posizionandolo ALLA FINE..di tutta la scritta che vedi. Poi tenendo premuto sempre il pulsante sinistro del mouse, da destra verso sinistra, cioè dalla fine della scritta verso l’inizio, fai scorrere come una striscia azzurra che ricopre quella scritta di ‘geroglifici’. Quando tutta la striscia è azzurra, clicchi col tasto destro del mouse e si apre una finestra dove c’è scritto “copia”, e tu clicchi su “copia”. E basta e lo lasci là, così. Poi entri sul blog, vai nella finestra dove scrivi il commento, posizioni il cursore come quando scrivi, e poi col tasto destro del mouse clicchi e ti si apre la finestra, solo che stavolta c’è scritto “incolla”, e tu clicchi su “incolla”. E compare la scritta del video di youtube. Capito?

  18. Allora io pure aggiungo queste due…. che mi piacciono (dopo Se io fossi un angelo, che è tra le mie preferite!)

      1. Uaaaa…. bravo! :-)

        (sono più brava io a spiegare o sei più sveglio tu – di me – a capire? mah rimarremo con questo dubbio ;-) – ti ricordi che Francesco ci aveva fatto il video?? Grazie, Francesco ;-)

        E poi… ironicamente amore!
        …Mambo (mi diverte troppo questa)

  19. Se si volevano lanciare accuse contro la sua sessualità dovevano farlo quando Dalla era ben vivo, e in grado di rispondere, non dopo e in questa balorda maniera.

  20. Nel mio bosco non si sapeva… adesso che io so cosa cambia? Lui era solo lui, con la sue poesie, le sue canzoni, il resto non conta. Grazie Lucio, seguita a cantare ancora.

  21. Ciao Marco grazie, gli anni che ho sulle mie spalle mi hanno reso quercia. Il mondo per certe cose non vuole crescere e spesso ci si nasconde dietro le proprie ombre. La vita è un soffio e io la sto vivendo, accettando serenamnte anche il negativo. Un caro saluto

  22. Welby e Dalla…Mi sembrano due situazioni molto diverse e non mi pare possano essere messe sullo stesso piano. Comunque non si può mettere sotto i riflettori in maniera così bruta un aspetto così personale, e Lucia Annunziata è stata delicata come un elefante in una cristalleria. Avesse proprio desiderato fare un’osservazione, sarebbe stato corretto che aspettasse qualche giorno. Quanto alla Chiesa, mi è sembrata molto materna nell’accogliere un figlio che nella vita si era mostrato generoso e sensibile verso il prossimo (bellissima la campagna per Pubblicità Progresso con ragazzi Down protagonisti, e non mi pare l’unico esempio).Alla fine, è sulla base di quello che abbiamo fatto al più piccolo dei nostri fratelli che saremo valutati. Credo che Lucio abbia meritato i funerali in cattedrale. Tutto il resto è polemica sterile.

  23. Certo che sono due casi diversi, ma non stavo facendo ‘paragoni’: rispondevo alla performance di Ferrara, dopo quella della Annunziata, che chiedeva ‘quando mai la Chiesa ha impedito dei funerali’.
    ( e naturalmente Lucio Dalla ha meritato i funerali in cattedrale ).

    1. ceglie tutta il mio rispetto per te , per come riesci a sdrammattizzare grazie devo ancora imparare molto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s