Succede che è il web a nutrirsi di Sanremo

Finito il festival, parliamo del festival. Altre due parole sicuramente le merita. [1]. Ha dimostrato che la televisione non finirà mai, altro che vecchia. Tutti i social network si sono buttati a pesce su Sanremo, seguendo passo passo la manifestazione così da coinvolgere pure quelli che non si staccano mai dal pc. [2]. Del resto è vero pure il contrario, visto che un prodotto così apparentemente arcaico si è nutrito dei nuovi fenomeni. A parte quel ragazzino, Casillo, frutto diretto di youtube, che dire del trionfo di tre ragazze figlie legittime del web? [3]. Già, la vittoria di Emma. La davano per vincitrice già prima che cominciasse il festival. Quando l’ho sentita, così sgraziata, ho capito che non era un giudizio tecnico. Bisognerà pure riflettere sulla straordinaria coincidenza che cioè tre degli ultimi quattro vincitori provengano da Amici. E mi fermo qui. [4]. A proposito di industria, pare che quella di Ivanka sia stata una malattia fasulla. Fatto sta che la splendida topmodel ha lasciato spazio a due protette del manager-boss che ha tutti e tutte sotto tutela, Morandi compreso. Per inciso, l’idea della farfallina è copiata da unaqualunque come Sara Tommasi [5]. Morandi, appunto. Guai a chi mi tocca il ragazzo che, come me (e tutti noi), amava i Beatles e i Rolling Stones, ma che ci azzecca con la presentazione? Specie se poi quel direttore artistico che si sente un genio gli affianca un Papaleo ottimo attore ma assolutamente inadeguato nel ruolo di partner o improbabili intrattenitori come i Soliti Idioti (appunto). [6]. Due soli guizzi. La performance di Brian May che da sola ha giustificato l’inutile presenza della figlia di Fornaciari. E soprattutto Geppi Cucciari, la migliore in assoluto. Talmente brava, sveglia e intelligente da non essere capita quasi da nessuno: troppo oltre per un parterre ingessato. [7]. Infine, Celentano. Stesso discorso fatto per Morandi. Come si può non amare chi ha scoperto il ragazzo della via Gluck e l’angoscia del cemento prima di tutti gli altri? Però evidentemente è difficile “molleggiare” ai tempi d’oggi se un grande artista come lui s’incaponisce nei sermoni spiegandoci, ohibò, cosa c’è dopo la morte mentre ci fa commuovere tutti quando riprende, finalmente, a cantare. I fischi per lui sono stati uno choc, si è visto, un pò come per gli americani la tragedia delle torri. Non è abituato, si è sorpreso. Ma forse gli hanno fatto bene, lo hanno aiutato a tornare banalmente sulla terra. Dove i giornali drammaticamente chiudono da soli. 

Advertisements

116 thoughts on “Succede che è il web a nutrirsi di Sanremo

  1. Da che mondo e mondo la regola del buon senso vuole, che quando si ospitano persone in casa propria, si mostrano le cose più belle che vi sono al suo interno.
    Ora, aprire i balconi di un salone italiano quale quello di Sanremo a tutta l’ Europa per mettere in evidenza la polvere che sta sotto i tappeti, la dice tutta sulla dabbenaggine di un personaggio quale il molleggiato italico.
    La Chiesa deve fare meno politica e parlare più di Dio? Giusto, giustissimo. I giornali devono chiudere? Ci sta pensando il destino a farlo.
    Ma che idea si fanno gli altri di noi in Europa?
    Poi ci si lamenta che ci prendono per popolo di mandolini, mafia e pummarola ‘ngoppa? Ben ci sta.
    Ma non poteva l’ aggiusta orologi, fare la sua bella canzonetta, raccogliere gli applausi e ritirarsi in buon ordine? C’ era proprio bisogno di un cantante che fa politica per dire agli altri di non farla?
    C’ è chi l’ evento dell’ anno se lo è volontariamente perso, ma non ha potuto fare a meno di sentirne gli echi a ogni angolo di strada, anche virtuale (perché Sanremo è Sanremo!).
    Meno male. San Valentino è passato, Sanremo (quasi) archiviato… si va avanti alla prossima italianata.

    1. Condivido.
      Io non lo vedo da anni e anni…l’anno scorso a tratti solo per vedere gli splendidi abiti di canalis e belen, come fosse una sfilata di moda, ma sulle canzoni cambiavo canale. Tranne che qualche canzone famosa per il 150esimo, già altra cosa rispetto a quelle sanremesi.
      Penso divertita a mia zia che mi comunicava c’erano troppe parolacce, e mi immagino quando è arrivato Celentano e Belèn..avrà chiamato l’esorcista! ;-)
      ma sì alla prossima “italianata”…come ci siamo ridotti male.

  2. l’Arena gli stà dedicando un pomeriggio a Celentano , con tanti preti che lo osannano , La Cucciari è la piu’ brava sempre , non credo che non se ne siano accorti io personalmente la seguo giornalmente sulla 7

  3. infatti Walter è quello che volevo dire. Se pure non vuoi vedere la televisione non puoi ignorare Sanremo. Facebook e Twitter ne sono stati pieni, anzi pienissimi in questi giorni. Dunque, non facciamo tanto gli chic.

  4. Veramente la TV la guardo pure io, come tutti. Seguo i telegiornali (da cui gli echi della manifestazione canora), uso il telecomando, senza la pretesa di dire che quindi ho tatto. Solo, non partecipo al record condominiale di zapping. Tutto qua. :-)

    1. Appunto: quando parlo di chic mi riferisco a quelli che dicono di non guardare la televisione però ne parlano su Twitter minuto per minuto, come fanno a commentare e a fare gli spiritosi se non la guardano?

  5. già… facebook e twitter hanno portato alla vittoria l’inutile casillo ed Emma. Non aggiungo altro.
    I fischi a Celentano, hanno scioccato pure me… francamente non me lo sarei mai aspettato, ma io sono un celenatomane, quindi poco imparziale.
    Morandi non è un presentatore, ma non mi è dispiaciuto, anche se forse quest’anno mi è sembrato un pò sotto tono.
    Papaleo, mi piace, finalmente ha avuto modo di farsi conoscere davvero al grande pubblico!
    Anche per me, inutili i Soliti idioti, Bravissima la Cucciari!

  6. OT: ho letto alcuni commenti sui giornali indiani in lingua inglese in merito alla vicenda dell’uccisione di due pescatgori indiani da parte dei marò italiani che erano preposti alla difesa della Enrica Lexie contro atti di pirateria. Non mi sembra che il clima sia dei più rosei e poichè non penso che abbiano sparato a cuor leggero, fino a prova contraria, voglio portare loro il mio appoggio.

    1. Ot

      Il caso della ‘Enrica Lexie’ ha avuto un’improvvisa accelerazione. Secondo l’Hindustan Times, la polizia del Kerala ha arrestato i due militari italiani presenti sulla petroliera italiana rimasta coinvolta nella morte di due pescatori , Ajesh Binki (25 anni) e Jalastein (di 45), scambiati per pirati, mercoledì, al largo delle coste indiane. Secondo fonti indiane i due sono Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Lo riferisce la tv all news indianaTimes Now. I due prestano servizio presso il reggimento San Marco che ha sede nella caserma Carlotto di Brindisi. fonte

  7. Sono daccordo su tutto con Pino. Strano eh?. Però sono talmente Celentanoide che penso pure i fischi siano stati voluti da qualcuno all’ insaputa di Adriano. e così gli autori e la direzione si sono messi a posto.
    A Brian May aggiungerei Patty Smith. Serata piacevolissima quella di giovedi
    E comunque l’ Adriano nazionale è un gran Personaggio .

    1. Proprio come immaginavo. Fonte Repubblica

      Il sospetto che le contestazioni in platea fossero pilotate è lo stesso Gianni Morandi: “Lo erano, erano assolutamente pilotate”, ha detto durante la conferenza stampa finale. “Abbiamo mandato una persona in galleria e c’erano tre-quattro persone che sistematicamente fischiavano, con uno schema preciso. Era tutto organizzato, non so da chi, ma lo era. E’ impossibile che all’Ariston succeda una cosa del genere, non l’ho mai visto in tanti anni di festival. Era un’operazione troppo mirata”.

      1. Ci credo.
        (sintetica stavolta… eh! ;-)

        – del resto sarebbero matti sennò, io pure me lo ero chiesto di questo cambiamento repentino… anche se ora come ora niente di più NORMALE… tutto sommato. –

        Comunque penso che Celentano dica qualcosa di giusto, non che sia un intellettuale… ma credo anche che il contesto effettivamente fosse fuori luogo. Tutto qua.
        Oppure era un suo modo spontaneo invece… di esprimere un suo pensiero, naturalmente mal accolto dall’ipocr oh cioè! dalla “tv nazionale”.

        1. ciao ti ho letto anche in altri post. e mi sei piaciuta molto ;)
          eheheh…. il mio sesto senso è difficile che sbaglia. Celentano è stato sempre un personaggio scomodo ma che ha fatto quintuplicare gli incassi della Rai. Io ho visto solo i suoi due interventi e la serata del giovedì. Per il resto l’ho già detto sono daccordo con l’analisi di Pino

      2. A parte che Morandi non è la Bibbia (è più celentanoide di te…), convengo che sicuramente può esser vero. E allora? Di certo, pilotate o no, c’erano persone che non erano d’accordo, come lo sono stati molto giornali. E’ il destino dei profeti, sai: quando ci si espone così c’è il rischio che non siano tutti adoranti. Ho riconosciuto la grandissima arte di Celentano, ma continuo a dire che è stata una stupidata insistere. Uno del suo livello poteva passare oltre, evitando puntualizzazioni ridicole sul tempo dei verbi. “Devono” o “dovrebbero” che sia, resta la gravità di dichiarazioni antiliberali. Invocare la chiusura di qualsiasi giornale è comunque un atto antidemocratico e di censura. Che non accetto.
        Per quanto mi riguarda la discussione finisce qui. Non ho nessuna intenzione di intraprendere la solita discussione infinita. Rispetto le tue idee, ma proprio non ci sono i margini di …trattativa su questo punto. Adriano ha chiesto, in sottordine, di cambiare linea editoriale e addirittura testata. Beh, se hai le stesse idee scordati che il blog cambi nome: resterà sempre la Torre di Babele ;))) Invece di cambiare gli altri il molleggiato potrebbe aprirsi un giornale tutto suo: ne ha tutte le possibilità economiche. E io lo leggerei volentieri.

        1. Non avevo nessuna intenzione di farlo.
          ma visto che me lo vieti ora quasi quasi ci provo gusto:
          Il giornale cattolico si è permesso di intervenire sul compenso da lui percepito., quindi ha espresso un parere o giudizio. E Lui ha fatto bene ad esprimere il suo. e qui chiudo perchè il discorso andrebbe troppo oltre su sti cattolici non cristiani.

  8. Ciao a tutti. Invece a me questa edizione di Sanremo è piaciuta. Da anni non guardavo la manifestazione anche questa volta sporadicamente.
    Mi è piaciuta per la spontaneità del Sindaco cha durante la premiazione di Emma non si è vergognato e con dignità ha ammesso delle difficoltà economiche che l’amministrazione attraversa ma nonostante tutto Sanremo c’è stato.
    Non condivido il comportamento del pubblico che se pilotato o meno secondo me si sarebbe comportato alla stesso modo e avrebbe sbagliato. Senza voler togliere libertà di espressione a nessuno ma essere pubblico di Sanremo un tempo era un vanto.
    Questo comportamento ha dimostrato di come sia cambiata la società ed ha creata no poco imbarazzo anche in Morandi. La replica di Celentano, per quanto si rivolgesse anche a chi era presente in sala, era per l’indiscriminato uso a proprio piacimento che i media fanno del oro potere . E perché lui è lì? È stato invitato; se poi con quello che guadagna le associazioni cattoliche lo avrebbero investito in società – e probabilmente sarà anche vero – come ha scritto, se non erro Avvenire, non sono fatti di questo giornale Per chiunque quello che guadagno sono libero di utilizzarlo come voglio.
    La valletta Ivanka secondo me dopo l’esordio quando con lo spacco del vestito ha lasciato intravedere volgarmente la natica, di contrappasso all’inguine di Belen, ieri col vestito trasparente era molto elegante; ma ecco bisogna spiegare cosa significa e come si chiama quello style. Quindi cosa siamo diventati ? possibile !!! Secondo me A. Celentano si starà a domandarsi ma in cosa ho sbagliato !!!
    Anche Geppi Cucciari è stata coerente nella sua acida ironia ma tutta questa virtuosa superiorità non la vedo Credo che sia proprio il suo naturale modo di difendersi dal mondo dei media di cui lei stessa è protagonista .Mi sarei aspettata di più per il bravissimo Renga. Grazie Rosaria

  9. Nonostante l’appello di Geppi non si sta parlando della Urru.

    Nella notte tra il 22 e il 23 ottobre Rossella Urru ed altri due cooperanti spagnoli (Ainhoa Fernandez de Rincon, dell’Associazione amici del popolo saharawi, e Enric Gonyalons, dell’organizzazione spagnola Mundobat) sono stati rapiti in Algeria da uomini armati, arrivati a bordo di diversi pick-up. Dalla notte del sequestro non si hanno avuto notizie di Rossella Urru fino al mese di dicembre quando un gruppo dissidente dell’Aqmi (Jamat Tawhid Wal Jihad Fi Garbi Afriqqiya ) ha rivendicato il rapimento.

    La donna, ventisettenne, originaria della Sardegna, ha vissuto a Ravenna dove si è laureata in Cooperazione internazionale e dove si occupava dei profughi Saharawi per il Comune di Ravenna. Ora è da 118 giorni nelle mani dei sequestratori e sembra che le autorità italiane si siano dimenticati di lei. Rossella Urru ha sempre desiderato aiutare le persone in gravi difficoltà. Per questo motivo aveva deciso di recarsi in Algeria. Rossella si occupava di rifornire di alimenti i profughi Saharawi di Rabuni ed era un importante punto di riferimento per donne e bambini. link

    1. Non fa notizia ne gossip, quindi non ne parlano. Non tira le vendite dei giornali come la farfallina di Belen, lo spacco del vestito di Ivana ecc.ecc. e nemmeno fa aumentare i click su Twitter o facebook :-(

        1. tu puoi metterlo quanto vuoi.come ognuno di noi. Ma parte i media che non ne parlano non capisco perchè non intervengono le autorità competenti .. Sono 4 mesi mi pare no?

          1. Non è mica semplice. Sicuramente saranno in corso trattative riservate, ma c’è di mezzo al Qaeda, mica quattro straccioni.

  10. Ot

    Sequestrato lo yacht che ospitava la Perego, il blitz dei carabinieri. video
    Il panfilo era ormeggiato a Sanremo. La presentatrice, ospite sull’imbarcazione insieme ad altri personaggi dello spettacolo, deve rispondere in tribunale di un caso simile: mancata corresponsione dell’accisa per 50-60 mila euro tra il 2006 e il 2008 a bordo di un altro yacht.

  11. OT Questo è un messaggio- appello alle varie reti…. fate ricominciare HAREM!!!

    Quanto mi piace Catherine Spaak, la adoro. Appena vista ospite a canale 5 (in un altro programma che non guardo mai…ma ora solo perchè c’era lei come ospite), ed è veramente una donna che avrebbe tanto da dire… sulla vita e sulla donna e su tutto il resto. Insomma quando “i personaggi” (televisivi) non sono vanesi ma attraversano vari strati di coscienza e tutto un percorso conoscitivo… – ha interpretato anche in teatro la vita e la personalità inquieta di Vivien Leigh…

  12. Beh Patrizia, questo sì.
    Che gli “addetti ai lavori” e la coscienza di massa abbiano sempre meno coscienza…e cuore, questo è proprio un dato di fatto.
    Speriamo che liberino presto sia i militari in India, dei quali penso anch’io sia stato un tragico errore con tutto il rispetto ai pescatori indiani, ma non conosco i fatti nello specifico al solito, sia Rossella Urru cui non appartiene davvero tanta ingratitudine…e violenza.
    Solo che il mio “proselito”, tra virgolette, non serve a niente, l’agire delle persone competenti magari sì.

  13. Rispondo qui a Pina perchè con i “replica” è impossibile.

    I giornali sono nati anche per dare giudizi (appunto esistono e democraticamente devono rappresentare tutte le idee). Li hanno dati – i giudizi – sui compensi mica sulla sua spiritualità. Accidenti… “si è permesso”… e ha dato del deficiente (testuale) anche al critico del Corriere della Sera: non è un parere, è un insulto Dire poi che due giornali devono chiudere non è un giudizio: è una violenza.
    Non ti vieto niente, ma sono stufo con te di finire sempre in rissa. Difendere le proprie idee è encomiabile, ma non bisogna mica diventare talebani.
    Insomma, dobbiamo mettere anche lui (anzi Lui) ora nella schiera degli intoccabili? La lista comincia a essere troppo lunga… A questo punto criticabili restiamo solo io, te e pochi altri. Ah, già anche Berlusconi: quello va sempre di moda.

    (Riflessione finale: se tutti imitassero lo stile di Geppi Cucciari il mondo sarebbe sicuramente migliore, ci sarebbe intanto meno violenza verbale. Si può fare satira, anche feroce, con un sorriso. Certo non tutti la capiscono).

    1. dunque ascolta Pino.
      Intanto non credo che le due testate chiudano solo perchè Celentano lo dice.
      2) i giornali sono nati soprattutto per informare.
      3) tutti a commentare il compenso di Celentano. come quello di Benigni l’anno passato. Purtroppo sono personaggi scomodi.per il potere. Mentre di quanto prende un Ferrara non interessa a nessuno.
      4) Non mi sembra di fare risse qui con te.
      5) per una volta che non parlo di Lui lo tiri fuori te.
      6) Il mondo non lo cambia di certo anche Geppi Cucciari. E comunque sappi che “io la capisco”.
      7) ancora devo capire il perchè solo aver detto che su Repubblica veniva riportato quello che sospettavo. Hai cominciatola filippica contro di me.

      1. Peccato che tu non abbia risposto dopo il commento successivo, ma spero che almeno tu lo abbia letto. Ti spiega infatti anche il perchè della… filippica.

        I giornali informano ma rappresentano anche un’opinione, non l’hai mai sentito dire? O il Manifesto è uguale a Libero? Dare giudizi è addirittura un dovere e sei veramente fuori del mondo quando dici che “si sono permessi”. E chi è? Chi sono Benigni, Santoro? Già, intoccabili. Intanto Benigni è stato più signore, ha incassato (non è un modo di dire) e zitto, senza polemiche. Continui a usare la maiuscola per Lui: non so se lo fai apposta oppure veramente ti sei persa. Come non hai riaperto te il discorso? E riprendere quell’articolo di Repubblica che significato aveva se non riattizzare la discussione? Certo che i giornali non chiudono perchè lo chiede Celentano, ci mancherebbe altro, ma invocarlo è in ogni caso un’imperdonabile censura e un atto assolutamente deprecabile in un momento di grave crisi occupazionale, lui che fa tanto il santo..
        Lo so che te la capisci la Cucciari, mi riferivo a Morandi. Credimi, se invece tutti la imitassero ci sarebbe meno violenza verbale. Che ci sta avvelenando tutti.

          1. Menomale, mi sono tolto un peso ;)))

            (certo che quando una scrive che i giornali “si sono permessi” il dubbio viene)

  14. Aggiungo: sai cosa significa vietare? Che con un click avrei potuto cancellare la tua replica (ne ho la facoltà). Ma avrei fatto esattamente come Celentano, chiudendo una voce che ha, simpatia a parte, il sacrosanto diritto di esistere.

    Tu forse non ti rendi conto di cosa significhi. Ho tanti amici nelle due testate con cui ho condiviso anche brutte avventure, soprattutto in Iraq. Ottimi e coraggiosi colleghi (uno è stato rapito in Libia subito dopo la mia partenza). Allora loro dovrebbero restare disoccupati perchè lo desidera un santone? Pensasse al suo impero terrestro e a guadagnarsi il paradiso celeste, piuttosto.

    Poi appunto con quel Lui maiuscolo ti sei squalificata da sola. Devo riproporti una battuta letta su Twitter: “Ok, Adriano calmati: Dio esiste. Ma non sei te”. Capito? Non è lui.

    1. ah e non avevo letto qui. Tutti a puntualizzare e criticare è un classico. ma bene e perchè qualcuno non ha il coraggio inceve di esprimere il proprio pensiero oltre che accondiscendere al tuo ?

      1. Come, adesso rivendichi il diritto alla critica? Guarda gli insulti che si è preso dal molleggiato chi si è permesso di dire mezza parola. Forse non mi sono spiegato: anche su un blog si potrebbe fare il Celentano: ti sembrerebbe giusto?
        Sei stata criptica stavolta, ma se ho capito bene come al solito parti dal presupposto che la verità è la tua. Per cui se uno non dissente non pensi che è d’accordo, ma che non ha il coraggio di dire il suo pensiero. Proprio come quelli in sala a Sanremo. Pilotati? Forse, ma sicuramente non erano d’accordo.

          1. Letto e risposto. Ma io penso soprattutto ai miei colleghi e amici dei due giornali. Credo comunque che sia tutto, buonanotte.

          2. Per il resto sei libero di farlo. Io non parto da nessun presupposto. e maI mi sognerei di dire che la verità è la mia. Ma quale verità poi ???? Intendevo dire che io continuo a esprimere il mio pensiero anche se diverso dal tuo.(e non parlo solo di questo) in generale. Ma potrei anche tacere. così pensi che approvo quelche dici te. no?

  15. in un paese dove esce un giornale delirante come la padania che incita alla ribellione si chiede la chiusura di due giornali cattolici? si facesse curare, la megalomania e’ una malattia grave oppure diventi papa cosi’ decide lui
    si parla tanto del famoso editto bulgaro, adesso abbiamo l’editto di sanremo

  16. Ma in un paese in cui hanno CENSURATO….. cacciando via Santoro e prima ancora perfino Enzo Biagi……
    ma come cavolo hanno il coraggio di certi vittimismi su un condizionale dal palco di Sanremo?!?!?!

  17. appunto chi ha fatto il vergognoso editto bulgaro è stato preso come un criminale, giustamente, pero’ se celentano chiede la chiusura di due giornali e’ un santo … chiede chiede, il condizionale e’ una scemenza
    non l’ha mica detto nel bar del giambellino, sotto casa, ma davanti praticamente a tutta italia

  18. Perchè è la sua personalissima (e soprattutto LIBERA) opinione, mentre da altri lidi “l’editto bulgaro” è stato un’imposizione: intanto iniziamo con le dovute differenze tra una libera opinione del tutto personale, in cui il condizionale più che una ‘scemenza’ diventa una grazia ricevuta…. rispetto ad altri trattamenti.
    Come al solito si condannano le cose secondo l’interessato di turno…. davanti a tutta italia.

  19. allora insisti… infatti ha detto quello che ha voluto, ma a questo punto pare che ci sono editti giusti ed editti sbagliati a seconda di chi li dice

  20. @ Pina (ti devo rispondere qua).

    D’accordo con me? Non ci crederei neppure se me lo scrivessi sotto giuramento ;))) Ma neppure è vero che chi tace acconsente, non sempre almeno. Poi un conto è dibattere, un conto è cominciare un ping pong infinito.
    Sai, voi femminucce siete tanto care ma avete anche il vizietto dell’ultima parola. Non è che ha ragione chi parla per ultimo (e neppure chi urla per altri versi, ma questo non riguarda voi).

  21. @ Simone
    Eh sì vabbè… è nato prima l’uovo o la gallina
    Lasciam perdere va!
    tanto a buon intenditor… ;-)

    (posso solo ammettere che fosse fuori luogo il contesto, giusto questo).

  22. Mi permetto di inserire nel dibattito una canzone.
    D’ altra parte, Il Festival della Canzone è questo, canzoni.
    Mina ha (quasi) sempre snobbato il palco dell’ Ariston. Ma una perla, ce l’ ha donata.
    La sigla di Sanremo del 1984, che ritengo un bellissimo brano. Poi, degustibus.

  23. Io invece voglio chiudere proprio con Celentano. Ricordando l’artista che era e che abbiamo amato (e che vorremmo ancora).

  24. Per non farci mancare niente abbiamo un nuovo libro, quello do Alba Parietti. Sono stupefatto! E non aggiungo altro. oggi basta poco, che ci vuole ? appaio, quindi pontifico e scrivo ! Buona notte e che qualcuno ce la mandi buona con o senza farfalla!

    1. (sono sincera: non avevo neanche visto chi avesse messo il video della via gluck, pensavo marcello. Fattosta che mi riferivo a Mina che sto ascoltando tuttora!)

  25. scusate ma si e’ parlato tanto di geppi cucciari che vale la pena di mettere i suoi interventi per chi non li avesse visti, troppo divertenti

  26. OT
    Altri tre militari italiani perdono la vita in Afghanistan.
    L’incidente, spiega una nota del Regional Comad West Afghanistan, e’ avvenuto stamani a circa 20 Km a sud-ovest di Shindand: il VTLM Lince del contingente italiano era impegnato a recuperare una unita’ bloccata dalle condizioni meteo particolarmente avverse, quando nell’attraversare un corso d’acqua si e’ ribaltato intrappolando al suo interno tre dei militari dell’equipaggio, successivamente deceduti.

  27. Condivido il post. Aggiungo che sarebbe ora di smetterla di mettere gli ascolti al primo posto. Tanto vale trasmettere film porno dalla mattina alla sera, così risolviamo il problema Auditel.

  28. Lorena, questo invece è Dario Fo…

    «Io l’ho visto, l’ho visto. E sai che ti dico? Che non c’era tra i presenti alla gran serata televisiva nessuno che avesse in sé la grazia di un animo buono, nessuno come Adriano. Non c’era aggressività in lui, non c’era ruffianeria, non c’era calcolo. Voleva dire quello che ha detto? Forse sì, forse non del tutto, perché ha avvicinato temi mostruosi da versanti molto difficili. Ma conta come diceva e ciò che aveva in cuore era sofferenza vera e testimonianza di pace…»

    Morandi ad Adriano ha rivolto un «grazie» denso e struggente, come si fa con il proprio compagno davanti al plotone d’esecuzione…

    «Visto anche quello. Ma sai che ti dico? Tempi nuovi stanno arrivando, per quella gente che serve la tribù degli ipocriti questo è davvero l’ultimo atto».

    Dario Fo

  29. Come è ipocrita tutta questa finta manovra, italiana ed europea, che va a riformare un lavoro che non c’è, che con l’economia liberista appoggia tutti coloro che il lavoro continuano a levarlo, spostando le aziende fuori dall’Italia, che con la regressione delle tutele e dei diritti pensano a una propria potente autoaffermazione – levando l’articolo 18 in Italia, “i 45 giorni in Spagna” – cioè il diritto a un compenso in caso di licenziamento per cause economiche – la ulteriore riduzione di stipendi da 750 euro…. a 600 in Grecia, al Portogallo cui hanno tolto qualche altra tutela, ora non ricordo che, sempre in tema di diritti dei lavoratori.
    E l’ipocrisia delle ipocrisie è stato l’investimento sul debito greco…che in realtà va a riempire le casse delle banche tedesche, mentre il popolo greco rimane povero..e soldi e aiuti veri non li vedrà mai.

    Questa è la Germania dalla politica tanto “seria” – che tanto piace forse perchè lascia spazio a certi poteri economici…che volevano soltanto prendere definitivamente il controllo, senza bastoni tra le ruote.

    Pertanto si tranquillizzassero i vari “Bild” col “referendum anti-grecia”: tanto è tutta una finta. – possono cioè cominciare a fingere anche loro di essere meno brutti di come sono, almeno si risparmiano la faccia.

  30. Per tornare a Sanremo. Non solo se ne è appropriato il web (è stato l’argomento principe di Twitter), ma tutte le televisioni, dico tutte ma proprio tutte anche quelle che teoricamente dovrebbero contrapporsi alla Rai, continuano a dedicare, anzi ad essere completamente occupate dal Festival, ormai a tre giorni dalla conclusione. Non esiste in assoluto una manifestazione capace di tanto.

  31. Quante parole si dicono, quante parole si scrivono, e spesso le parole sono…

    Parole…

    Ce so perole dòrci
    ce so ‘n tantinèllo amare
    e ce so puro le parole vòte.

    Quanno le parole le vedi
    svolazza’ co la giannètta
    paréno farfalle spiritose.

    Ma quanno drénto er còre
    ce so parole dòrci
    e ce cresce la povesia…

    ne le valli créscono li fiori
    e ne li campi ce spiga
    er grano.

    franca bassi

  32. Grazzie Gabbia’, mo me tocca anna’ a guadàmbia er pane. La matina se nun me carico co la povesia, chi ce resta ferma òggi drénto ‘na stanza a commatte co cinque avocati. Te saluto ;)

  33. Robè a che me serve ‘n avocata?

    Puro oggi…
    ho fatto er dovere mìo.
    Ho lavoràto e me so
    guadàmbiata la pagnotta.
    Mo penzo a me e a la vita
    che m’è arimasta.
    ‘gnisempre ho remato
    la mi’ paranza.
    Mo rema’ pe l’antri è tòsta:
    chi la vòle còtta e
    chi la vòle cruda.
    Gabbia’! la vita è strana
    me amancàva puro
    sta ‘sperienza.
    Vabbé, nun me lagno.
    Lo sai de chi è la corpa?
    Der potere pulìtico
    de le banche padrone
    e de chi aregge li fili
    de sto teatrino tènnico.
    Quelo che me dispiace
    che nun s’arinasce
    antrimenti je facevo vede’
    li sorci verdi
    a sti quattro babbioni.
    Mo co’ sta ‘sperienza
    che me so’ fatta
    potevo fa’ gira’
    la terra ar contrario.
    Mo so’ stracca…
    eppoi devo ariposa’ l’occhi.
    Ve vojo bbene. ;)

    franca bassi

  34. Toh, questa è bella. E menomale che era la Rai quella che censura. Anche se alcuni personaggi sono convinti di stare al di sopra di tutto e di tutti, gli editori devono giustamente garantirsi. Infatti, Santoro per esempio non ha trovato un accordo con la7: il problema non era certo economico. Oppure uno si fa una televisione per conto proprio e può dire quello che vuole.

    «Se non vedo il testo di Celentano, domani (giovedì, ndr) non lo mando in onda». Lo dice all’Ansa Sandro Parenzo, patron del polo televisivo di emittenti locali Mediapason che trasmette Servizio Pubblico di Michele Santoro, dove giovedì sera è previsto un intervento di Celentano. «Non possiamo rischiare risarcimenti milionari – prosegue -. Non lo manderanno in onda venti emittenti che trasmettono il programma». «Siamo al buio – spiega ancora Parenzo -. Non si sa nulla dell’intervento di Celentano. Santoro non vuole dirci nulla di questa intervista. Ci mandino il testo, oppure ci diano una fidejussione, altrimenti l’intervento non andrà in onda. Manderemo in onda Servizio pubblico e quando ci sarà Celentano lo oscuriamo». «La Rai dovrà pagare cinque milioni per aver criticato la Fiat – spiega l’editore riferendosi alla sentenza che ha condannato l’azienda pubblica a risarcire il Lingotto per un servizio andato in onda su Annozero -. E se domani venisse fuori qualcosa contro la Rai? E se la Rai poi ci fa causa, chi paga?». Parenzo spiega quindi che «l’intervento di Celentano, se le cose non cambieranno, non andrà in onda su Telelombardia in Lombardia, su Antenna 3 in Veneto e su tutti le altre emittenti sul canale 10 del digitale terrestre, che sono venti».

  35. E’ una vergogna. L’ennesima.
    Alla Fiat sono tirchi è non è la prima volta che fanno certe gaffe.
    Dovrebbero tuttavia essere informati che da almeno dieci anni anche in Italia è prevista la “pubblicità competitiva” con altre aziende dello stesso settore, proprio come in America….. dove hanno intenzione di trasferirsi.
    Mai il libero pensiero, la pubblica opinione sono stati così lesi nella loro dignità e nella loro libertà, tranne che in periodi a dir poco “particolari”.

    Forza Santoro, forza Formigli: Democrazia e Libertà.

  36. Naturalmente già so che non sentirò altrettanti coretti indignati e sgomenti…..per l’ennesimo “editto bulgaro”.
    Sarà un altro “santo” silenzio.

  37. Ma come è il primo che l’ha criticato e ora va da Sant’oro ? Noo non ci posso credere. Va bene la maiuscola qui?

  38. E allora? non si può criticare e nel contempo dialogare? la gente mentalmente aperta, e libera, sa fare anche questo.

  39. Ma certo Personalmente però, devo dire che non ho mai condiviso la conduzione di Sant’oro . Quando mi capitava di seguire qualche sua trasmissione mi ritrovavo più incavolata di prima. E poi quando termnava .. mi chiedevo embè mo allora stiamo da punto a capo. Io non capisco perchè tanti lo inneggiano. Magari sono senza lavoro, sono precari, però lottano, gridano urlano affinchè Sant’oro abbia la sua trasmissione. .Se ci pensi è stranissimo, no? Sissi.

  40. No, neanche un po’. Tante cose sono a dir poco strane in quest’epoca allucinante, mentre Santoro per me è semplicemente un bravissimo giornalista, pure brillante con quel po’ di pepe…che non annoia mai, e svolge benissimo il suo lavoro. Questo, chiunque che sia in buonafede, e che riesca a prescindere dai personalissimi schieramenti, dovrebbe oggettivamente riconoscerlo. I gusti soggettivi e personali sono tutt’altra cosa: se uno non vuole pensare e sapere ciò che accade veramente è liberissimo di andare a farsi una passeggiata… se ci pensi è logicissimo, no? Pina;))

    Poi scusami ma ai precari e ai disoccupati non interessa nemmeno che siano on line i guadagni delle ministre se è per questo…non risolvono affatto i problemi di una intera popolazione che ne ha di gravissimi. (e li sanno anche distinguere…dai meriti effettivi).

  41. Poi guarda quando si parla di censura per me il discorso è già finito prima ancora di cominciare, per quel che mi riguarda possono anche prendersi tutte le ragioni “a prescindere”: prego… accomodatevi. Gliele lascio.

  42. Però questiultimi vengono notevolmente criticati .. Mentre Sant’oro viene inneggiato, ma i loro problemi non li risolve ugualmente. e non pensare che io sia schierata da un’altra parte anche se manifesto una certa simpatia per questo governo ma è solo per avere una speranza che il nostro paese si possa risollevare e con lui noi dal baratro in cui eravamo. Non si può star lì sempre a criticare tutto e tutti. Credo sia necessario intravedere una piccola fioca luce .

  43. Lo vorrei tanto…vedere una fioca luce.
    Lo vorrei tanto. Lungi da me…volerla “spegnere”: in questo momento parla il cuore… IN BOCCA AL LUPO A TUTTI.

    (per concludere: non è certo Santoro quello che manca di rispetto ai disoccupati e precari – perchè quelle non sono critiche… sono dei veri e propri insulti che non rispettano nemmeno la dignità umana, e perfino quella di una disgraziatissima maggioranza di persone, ormai, che continua a PERDERE IL LAVORO… e non ce la fa più. Mentre osservo divertita queste continue “proiezioni psicologiche”: prima gli danno del ‘santone’… e poi si meravigliano che non fa miracoli. Mah… queste persone abituate a fare tutto da sole…. ;-) –

  44. si per la verità attribuire “Santone” a qualcuno non mi è mai piaciuto. Non mi viene proprio naturale. Però Sant’oro si perche di soldini ne ha vuto parecchi dalla Rai, mi pare, alla faccia di tutti quelli che lo seguono. Ciao Sissi, mi stai, comunque , simpatica ;)

    1. l’anno scorso il clan celentano ha fatturato quasi 12 milioni di euro: la meta’ esatta li ha presi dalla rai
      sicuramente i santoni hanno una cosa in comune: a forza di prediche guadagnano un sacco di soldi

      1. e tu Managone sei dell’Agenzia delle Entrate? No perche potresti lasciare l’impiego e se ne sei capace comincia a parlare in Rai anche te. Con questo nome però così ti riconosciamo :) Ciao

        1. no sono soltanto un semplice attento lettore: queste cifre c’erano su tutti i giornali, specie quelli maledetti dal santone proprio perche’ le hanno pubblicate
          magari fossi cosi’ bravo come profeta, sarei ricco anch’io e poi ci sono troppi santoni in giro

          1. ma ti piace poi tanto essere ricco ricco? dai che infondo non ti puoi lamentare. ancora no?Pure cioè quelle testate pubblicano pure quanto guadagna…. e invece di quelli lì a casa loro pubblicano qualcosa?

  45. Grazie…;)) e io ho penso che tu di fondo hai un cuore tenero (dico davvero).
    – più simpatiche della Fiat che è andata a battere i soldi a Formigli poi lo siamo di sicuro ;-)

    OT – (ANSIA) Pare che il debito della Grecia sia quattro volte…quello dell’Argentina :-(
    non aggiungo altro.

  46. madame pina mica ho capito, anzi ho capito solo una cosa: che per te ci sono santoni buoni e santoni cattivi
    anche per sissi solo che preferite santoni diversi
    se mi piace esser ricco? no ricco ma occupato magari si’, ritrovarsi senza lavoro a 48 anni non e’ piacevole
    statemi bene e tenetevi i vostri santoni e i vostri spiragli di luce

  47. Sergio, per quel che conta..hai tutta la mia più sincera solidarietà.
    Veramente io non ho santoni nè vedo spiragli di luce….da molti anni, e ora più che mai. Non sto a descriverti come sono stata male a mia volta, e tuttora…perchè andrei troppo sul personale. Posso dirti sinceramente che si parla tanto per cercare di diminuire un po’ l’angoscia…così, si cerca di scherzare, per quel po’ che serve…e dicendo anche tante cretinate (parlo per me).
    Più che starti vicina col cuore e con il pensiero, pure se non ti conosco, come a tutte le altre persone che non conosco ma che ‘sento’…nel loro profondo dolore – perchè ormai siamo a questo, senza veramente nessuna accusa di drammatizzazione – più di questo dicevo non posso purtroppo fare.
    Ma sei il benvenuto qui, per me, quando vuoi.
    Un saluto affettuoso (e sincero)
    Sissi.

    1. grazie, saluti affettuosi anche a te e in bocca al lupo
      anche a me piace scherzare ma su certi argomenti purtroppo non mi riesce proprio…

  48. Lo so, e ci mancherebbe altro. ( personalmente mi hanno abituato così anche nel mio ex localino… e dentro avevo l’inferno, però sul momento…non basta ma aiuta ;-)
    Siamo un plotone ormai di disoccupati. Questa è la verità.
    Non tanto per tornare a Santoro, sempre perchè davvero non ho santoni, credimi, ma che la Omsa… se n’è andata in Serbia quando era in attivo…. e perchè sai quanto costa un operaio in Serbia? 250 euro….
    poi dicessero che non sono scelte anticristiche queste: e tu fai morire delle famiglie… per i tuoi profitti….
    La Sigma Tau idem, dall’ultima puntata di Presa Diretta… ci sono imprenditori onestissimi che si sono perfino suicidati… perchè realmente non ce la facevano più, e ci sono aziende in attivo che continuano a tagliare e ad andarsene…lasciando morire un paese. Questo per me è..indescrivibile. Mi prende un senso di vuoto simile a vertigine, perchè NON è…umano.
    Quasi niente è più umano.

    Ecco perchè, debiti a parte, vorrei che il nuovo governo capisse…che non si può continuare così. La Grecia non ce la può fare a pagare 380 miliardi di debito, diciamocelo. Noi non so come arriveremo a primavera e realtiva ondata di tasse. Andrebbero prese a tavolino decisioni più umane… anche adesso, non è mai troppo tardi. E’ che non ne vedo i presupposti… questo è in realtà. Non ne vedo i presupposti…in tutto il mondo.
    Beh, buonanotte… io ti e vi mando tutti i miei pensieri più Belli.

    1. decisioni umane da chi non e’ piu’ umano? hai visto per caso qualche volta uno che maneggia soldi diventare umano magari davanti a un disgraziato? le persone non sono persone ma tutti pupazzetti numeri pedine
      dopo questa…tirata su di morale possiamo pure andare a dormire tranquilli… notte

  49. Sergio, non me la racconti giusta.
    solo scambiando quattro frasi hai capito tutto di me e di Sissi. Complimentissimi ! !! ;) e quindi da buon italiano ti senti in diritto di classificare e giudicare:Santoni buoni …cattivi……. Ascolta ti do un consiglio spassionato, visto che ti documenti e sei molto informato. mettiti a fare il critico o l’opinionista.Va tanto di moda, stanno lì semplicemente per criticare chi ha l’ardire di agire. E guadagnano pure bene. Ciao Auguroni per tutto.;)

  50. non bisogna essere particolarmente intelligenti per capirvi, basta leggere quello che scrivete
    che significa “chi ha l’ardire di agire” e adesso secondo te i santoni sono pure coraggiosi?
    comunque fammi un piacere, altrimenti smetto di essere cortese con una madame: pensa alle tue critiche e ai tuoi possibili guadagni, al mio futuro ci penso io, regala consigli a chi te li chiede

  51. Sei tu che parli di santoni. Io parlo di gente che agisce e aaltri che giudicano solo. E se permetti preferisco chi agisce. e non sto parlando di Celentano o di un SDant’oro ma in generale. Comunque noto sei di una cortesia squisita.

  52. e io non ho mai trovato una donna cosi’ indisponente: forse sei convinta che solo te puoi giudicare
    in ogni caso hai stufato, puoi anche parlare da sola cosi’ dai e ti prendi tutti i consigli che vuoi
    addio, non e’ stato un piacere

  53. Ero entrata qui per aggiungere una cosa su(l) SERVIZIO PUBBLICO… e trovo una polemica assurda. Così giusto due parole: da una parte penso che chiunque qui lascia solo le proprie opinioni, dunque non capisco questa disquisizione tra chi parla e chi agisce; dall’altra informo Sergio che voler capire una persona per quattro parole dette è una presunzione a tutto tondo. Io poi sono apoltica, figurati un po’, e per natura non vado nella direzione dei “santoni” (termine che non ho usato io) ma nella direzione della Stima….per qualcuno, cosa molto più difficile. Il più obiettivamente possibile, e in base a princìpi e valori che vanno molto oltre la politica, che infatti non mi interessa e per me è perfino un vanto.

    Detto ciò, ero entrata per dire che mi hanno riferito la risposta di Santoro alla Rai e quindi Celentano…e anche la Fiat, e mi dispiace non averlo sentito io direttamente ma a detta di chi me ne ha parlato è stato uno splendido discorso. Tutto… sulla LIBERTA’. E sul diritto di critica… alla quale la Rai dovrebbe essere aperta, come servizio pubblico, perchè è LIBERTA’…. non è possibile che vengano sempre messi a tacere tutti al grido ogni volta di “che scandalo-che scandalo”; che ognuno deve accogliere il talento….senza il quale un’azienda come la Rai morirebbe, perchè ognuno ha il diritto di esprimere la propria opinione, e il proprio talento. Ha parlato di una cifra come quella richiesta dalla Fiat… dicendo che così rovina un’azienda e anche la vita futura di un giornalista, e poi ne esce ora più simpatica? E naturalmente tanto altro ancora che poi ascolterò. – ma capisco che è stato un bel ragionamento, senza animosità alcuna…e sicuramente senza schieramenti da derby.

    Il discorso è sempre lo stesso: LIBERTA’ in ambito culturale, anzichè il liberismo in campo economico – e dire che il disastro ha raggiunto livelli esasperati…per giustificare che (ancora) non se ne rendano conto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s