Kennedy prima di essere ucciso ci aveva avvisati sulle società segrete (e sulle banche)

Advertisements

74 thoughts on “Kennedy prima di essere ucciso ci aveva avvisati sulle società segrete (e sulle banche)

  1. Glièri

    Gabbia’ so storie
    morto… morto vecchie!
    Da quanno bevevo
    e latte ‘n porvere
    e giocherellavo
    co ‘na pupazza de pezza
    mi nonna Betta me diceva:
    “Me riccomanno fijetta mia
    quanno cresci
    occhio a la penna
    a li cravattàri
    e a le banche”.
    Come so veri li detti de glièri.

    franca bassi

    Bona giornata a tutta la Torre

  2. Tutto questo, che appunto si sapeva, si vociferava, e di cui Steiner stesso parlava nei primi del 900 – poi dici perchè non si è mai instaurata la sua triarticolazione ah! – adesso ha una sola preoccupante ‘variante’: è uscito allo scoperto. Alla luce del sole. Un’autoaffermazione di potere ben consolidato e imposto all’opinione pubblica e sotto gli occhi di tutti.
    Mi fa proprio ridere la sinistra, certa sinistra… che ancora si scandalizza per il bunga-bunga di un B. scambiando tutto questo, ben di peggio…a mio personalissimo parere, per una sorta di “serietà”: oh-oh-oh….quanto ci piacciono i ‘moralismi’ e la loro ristrettezza di vedute sul nuovo ordine mondiale scambiato per serietà…. – del resto ‘cultura’ stalinista e imperialista s’incontrano…contro la libertà umana.
    (personalmente non approvo un B. ma la Serracchiani proprio… mi fa venire il latte alle ginocchia).

    Andiamo bene… le proprietà private non esisteranno più…. e forse questo stanno facendo equitalia e tutto il suo esercito di agenzie delle entrate statali, appartenenti a uno Stato in combutta con le Banche, dipendente dalle Banche, pagato dalle Banche.
    Bravi: complimenti.

    FORZA GRECIA. Fossi in loro default per default… forse davvero preferirei il default uscendo da questo giro diabolico pur di non dargliela vinta e lasciarlo ad attorcigliarsi su se stesso. Hanno intenzione di schiavizzare il mondo sì, tutto il mondo nelle mani di pochissimi sconosciuti – perchè non appaiono…. – poteri occulti.

  3. Un imprenditore di 57 anni si è ucciso a Paternò (Catania), impiccandosi in preda alla disperazione a causa dei debiti contratti dalla sua azienda. Il suicidio è avvenuto lunedì scorso. L’uomo era sposato e padre di due figli. Il suo cadavere èstato trovato in un capannone di contrada Ponte Barca, in un deposito di proprietà della ditta della quale era titolare. L’azienda, con una diecina di dipendenti, ha sede ad Acireale e si occupa della costruzione di macchine per l’agricoltura. Intanto, gli agenti della Squadra mobile di Siracusa hanno arrestato due persone accusate di estorsione ed usura. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, avevano concesso un prestito di 20.000 a euro ad un imprenditore edile siracusano che sarebbe stato poi costretto a versare nel giro di un anno 28.500 euro di soli interessi. Dopo una segnalazione arrivata in Questura sono state avviate le indagini che hanno permesso alla polizia di arrestare i due strozzini poco dopo lo scambio di denaro con la vittima.

  4. Cioè ormai queste ‘forze’ si sono scatenate: c’è proprio uno scatenamento…di forze oscure ma che ormai nemmeno si nascondono più…tanto tra chi capisce ma non può far niente, e chi non capisce perchè proprio non ci arriva – e appunto tra nostalgie ideologiche la scambia addirittura per un “serio rigore”….. ahahahahahah!!!!! mioddio i moralismi mi faranno impazzire, gli manca tutta la vera COSCIENZA MORALE….DEL RENDERSI CONTO….DELL’ESTREMA IMMORALITA’ DI CERTE AZIONI OSCURE, NEANCHE LE VEDONO PROPRIO!! capito?? questo è il dramma, che non le riconoscono…. neanche – ormai questi agiscono allo scoperto, la sbattono in faccia ormai la situazione. (e ripeto, non posso fare ameno di ripeterlo perchè ha qualcosa di surreale…di grottesco: c’è perfino chi li approva, vedendoli tanto “seri”. L’altra invece è la Santadechè..subito in sintonia con certi rampanti carrieristi ben ammanicati con gli imperialisti, l’ho detto che stalinisti e imperialisti si somigliano….si muovono diversamente ma il risultato non cambia).

  5. Quando studiavo economia: ” la moneta emessa doveva essere coperta dalla Riserva Aurea” Poi è andata tutta a Bunga Bunga. Anche oggi ho sentito ste due parole davanti a Montecitorio da signore inglesi. e mi ha dato tremendamente fastidio. Noi Italiani non ci meritiamo di essere presi in giro dagli anglosassoni !!!!

  6. fossero questi i problemi… proprio il grande kennedy che e’ stato il mio mito …guarda un po’ che combinava: stagiste per se amici e familiari… e anche i contemporanei (prendi sarko’) non è che brilli per rettitudine… e il re di spagna… insomma qui il problema e’ un po’ serio e riguarda logge segrete e banche…. e ti pare che il rischio sia finito con l’uomo del bunga bunga? o invece comincia proprio adesso? noi italiani non ci meritiamo di essere presi in giro dagli inglesi, ma neppure (soprattutto) di essere fottuti dai tedeschi…

  7. Ma almeno Kennedy diceva cose giuste. questo manco quelle. E se se c’è un debito abnorne con le banche non lo dobbiamo mica a Monti!!!! mettitelo bene in testa Marco.
    Il rischio finito ? e chi lo ha mai pensato. sta tramando dietro le quinte con i suoi fedelissimi portati al governo e in ogni amministrazione . Anzi e attenti al voto !!!.

    1. ho capito che non vuoi capire: io mi riferivo al rischio di essere governati dai banchieri, di questo si parlava e tu continui a parlare del bunga bunga, poi non credo che tutto il debito sia colpa sua, magari di tutti i governi passati, comunque rileggi kennedy e’ meglio e togli il paraocchi

      1. Ho capito benissimo.
        Il filmato l’ho visto molto tempo fa. Ma quello che mi chiedo, dopo anni di torpore. Ci accorgiamo ora ?. I paraocchi dovresti toglierli anche te. Sotto chi siamo stati finora.? Gaber non ha parlato del Signoraggio a caso.
        E l’hai visto il film I tre giorni del Condor: è di un po’ di anni fa, tanto per capirci. E ci svegliamo solo ora???

        1. io non mi sveglio solo ora ma guardo avanti non indietro: e avanti c’e’ proprio il fantasma di kennedy…

  8. Condivido, Marco.
    Per il resto posso solo riconoscere a Pina che l’indecenza c’è stata, non è che voglio negare o giustificare alcunchè. Giusta l’indignazione e quel senso di rifiuto, dal momento che le belle persone per me sono ovviamente altre.
    Del resto ormai ci siamo abituati quasi a tutto… che quasi non si ricorda più come dovrebbero essere invece le vere e BELLE persone, ‘dentro’.
    Detto ciò (detto e peraltro ridetto…), non ci si può non rendere conto dove siamo finiti, e scambiarla pure per “serietà rigorosa e severa d’intenti”, come piace tanto alle mentalità da ‘sistema’. Anche perchè, come faccio da sempre pure nella vita – il che non è detto che sia giusto, ma io sono fatta così – tendo a considerare molto più gravi certe seriosità da squali, oppure la violenza, la cattiveria d’animo, o quell’efficienza di facciata ma fredda come un carrarmato, in confronto a quei ‘piaceri’ che, senza ledere nessuno e nel rispetto della libertà altrui… rientrano comunque nell’ambito delle “voluttà”, oltre che nella sfera PERSONALE. E come ‘interiorità’…come ‘anima’ intendo, prescindendo dal conto in banca. Perchè i secondi ancora conservano qualcosa di umano, mentre le durezze d’animo, di qualsiasi “colore”, proprio non le reggo.
    Questo come ‘ragionamento’ e vedute di base, in generale…nella vita, senza assolutamente volere, nel contempo, giustificare l’ingiustificabile.
    Finchè le cose stanno così, e i due aspetti più soventi del genere umano continuano ad esser questi, io continuerò a pensarla come sopra. Quando incontrerò una persona talmente bella da non avere nemmeno quei difetti…perchè corretti nel frattempo a virtù corrispondenti, potrò dire: chapeau!
    (questo…in linea generale).

    Comunque a chi si è ripromesso di “cambiare gli italiani”…ricambio con un suggerimento: cercare di trasformare l’efficienza… in fervore.

    1. io credo che sia pigrizia mentale, siccome per anni abbiamo combattuto si’ l’indecenza del bunga bunga c’e’ chi, come pina, continua a parlare di questione morale mentre ormai la questione è …molto pratica e hai ragione sulla seriosita’ che non c’entra niente con la serieta’….

  9. @Marco
    Già. Oppure anche un certo ‘squilibrio’ di vedute (e di intenti), sai come l’esempio di chi monta a cavallo e cade dall’altra parte…
    Certi eccessi dei precedenti governanti “vip”, e corruzioni di ogni genere, hanno portato adesso a un giusto e comprensibile desiderio di serietà, ma la serietà, appunto, è una cosa – dio-la-volesse – questo meccanismo disumano tutt’altra. (e sono due immoralità entrambe, volendo parlare del lato morale oltre a quello pratico, senza necessariamente separarli – che poi per me dovrebbero essere sempre imprescindibili…anche nella vita pratica e anche in politica; il “lato morale” inteso non in quel senso “etico” delirante… ma proprio come vera moralità che scaturisce dall’interiorità…e dalla saggezza, dal superamento e dalla trasformazione delle qualità deteriori dell’anima).
    Questo è un “rigore”…senza anima. Invece.
    Più esattamente ancora una sottomissione totale a un meccanismo spietato che crea morti e feriti ogni giorno.
    Questo…bisogna saper vedere, nient’altro che questo.

    (ora non ho tempo, magari prima o poi pubblicherò un articolo…secondo me interessante. Saluti a tutti!)

  10. SARÀ UN GENTLEMAN SOBRIO CHE NON FARÀ GIAMMAI BUNGA BUNGA, SALVERÀ L’ITALIA CON QUELLA BOCCA A FESSURA MODELLO BANCOMAT, MA È PIÙ PERMALOSO DI UNA SCIMMIA – ALLA DOMANDA DEL GIORNALISTA DEL ‘’CORRIERE’’ SU COSA INTENDESSE FARE L’ESECUTIVO SU CRESCITA, WELFARE E OCCUPAZIONI, RIGOR MONTIS HA RIPOSTO SIMPATICAMENTE: “FORSE NIENTE, DOTTOR CAIZZI, SE ALLA TESTA DI QUESTO GOVERNO C’È UNA PERSONA ARRIVATA DOV’È PER UNA SERIE DI RACCOMANDAZIONI O PER SPINTE RICEVUTE NEL CORSO DELLA SUA VITA E NON IN SEGUITO A UN PERCORSO DEMOCRATICO” – MA COSA DIAVOLO AVEVA SCRITTO DI OFFENSIVO IL CORRISPONDENTE DEL CORRIERE A STRASBURGO? CAIZZI AVEVA SOLO RICORDATO LE COOPTAZIONI DEL PROFESSORE DI VARESE: NEL CDA DELLA FIAT E DELLE GENERALI, POI ALLA COMIT. QUINDI LA NOMINA A SENATORE A VITA, SENZA DOVERSI SOTTOPORRE A ELEZIONE. E MONTI HA SBROCCATO – C’È DA CAPIRLO, ABITUATO COM’È A SCIVOLARE SU UN LETTO DI BAVA, MALSOPPORTA GLI SPIGOLI DELLA POLITICA (VEDI LA SUA BILIOSA REPLICA AI COLLEGHI PROFESSORI GIAVAZZI ED ALESINA) dagospia

  11. E ha fatto benissimo ha risposto da vero GENTLEMAN E no DA BUNGA BUNGA.
    Ha fatto che se i giornalisti avessero parlato e informato tutti sul passato del Bunga Bunga. Forse in Italia non staremmo così..Tutti zitti invece e perchè? Ci mangiavano?

  12. Finora non sono intervenuto perchè ormai conosco a memoria quello che pensi. Magari adesso però stai esagerando, sfiori il feticismo. Neanche ti rendi conto di quanto sia più pericoloso e subdolo un tizio che risponde così (e che ci massacra con la faccia di quello che ti fa pure il piacere). Lui sta in cattedra e gli altri devono solo fare i bravi scolari, dire sissignore: altrimenti bacchettate. Se questa è libertà.
    Per quanto riguarda il bunga bunga capisco che non riesci a scrollartelo di dosso, è quasi una malattia. Ma si può curare: ripeti cento volte “è il passato è il passato è il passato non c’è più non c’è più non c’è più”. Come si fa, appunto, a scuola.

          1. Io ragiono su quello che ho davanti, quello che devo affrontare adesso.
            Capisco che il passato non ti piaccia, non piace neanche a me, ma ha un senso discutere su quello che c’è oggi, non su quello che c’era ieri. E il tuo non è solo un parere, ma porti avanti una crociata, qui, su facebook, dappertutto. Qualsiasi cosa si dica di Monti, tiri fuori Berlusconi.
            Ok, non è una malattia. Ma certamente è una fissazione.

  13. allora monti e’ un benefattore, celentano e’ un santo, kennedy non lo faceva per piacer suo ma per piacere a dio… ci manca solo che difendi il poliziotto assassino di sandri, il fuggitivo schettino, magari pure quel brav’uomo di bin laden e poi siamo a posto

  14. E tu Robertoi non mettermi parole in bocca che non direi mai.
    Ho detto solo che ci si poteva accorgere moooooooooooooolto prima !!!! Ma nessuno lo ha fatto. rileggi cosa ho scritto.

    1. gia’ sti giornalisti che fanno le domande quando vogliono loro, non sanno che certi professori raccomandati fin dalla nascita non amano le domande, sono proprio dispettosi

      1. No i giornalisti dovrebbero informare bene sempre. su tutti. Ma con la verità.Se vogliono fare bene il loro mestiere. Tutto sto dissacramento di Monti perchè non è stato fatto nel 1994 dopo le stragi mafiose,

        1. Ecco, mancava la parolina magica. la verità. E ci sei te, prontissima, a ricordare qual è la verità, perchè tu naturalmente conosci la verità.
          Stai andando sempre più indietro, bene. Finiremo all’impero romano?

  15. leggete qua

    È stato proprio lui, Mario Monti, a intestarsi la svolta trasparente nel rapporto fra governo e cittadini il 4 dicembre scorso: «Dichiareremo tutti i nostri redditi e patrimoni come mai era accaduto. Faremo molto più del dovuto, secondo le migliori pratiche internazionali». E proprio Monti al momento è la maglia nera del suo governo. Non avendo depositato a ieri sera nulla della sua dichiarazione patrimoniale, sul premier intanto c’è una certezza: ha fatto sicuramente meno di quel che la legge imponeva, senza bisogno di strombazzare trasparenza ai quattro venti. Ha detto: “Non ho avuto tempo”.

  16. madamepina sei talmente antica (di pensiero) che a natale ti metto nel presepe…..è stato detto milioni di volte…ognuno ha il governo che si merita purtroppo!!…sarai mica un tantino “troppo” di parte ? o magari particolarmente illuminata !! ….un consiglio spassionato :impara a guardare le cose con il cannocchiale ! :)

    1. Allora ripeto il cannocchiale dovevamo averlo tanti anni fa. Da quando sulla moneta emessa non c’era più Repubblica Italiana, Ma Banca d’Italia. Non so quanti anni hai Marcello. Ma forse te lo ricordi. E ora cosa dovremmo fare secondo voi, doopo aver guardato con il cannocchiale???????

      1. Visto che hai lo sguardo così acuto, sempre rivolto al passato, forse ricorderai che allora c’era Prodi.
        Mi dispiace per te, non Berlusconi.

  17. Continuo a rispondere qua, altrimenti non si capisce più niente. Sempre a Pina, ovviamente.
    Ricordo un vecchio discorso di Kennedy, antesignano del bungabunga, su banche e logge segrete e tiri fuori Berlusconi. Sottolineo la risposta sgarbata di Monti a un giornalista e tiri fuori Berlusconi. Non è possibile. E’ peggio che parlar di calcio dove ognuno tifa per la sua squadra e ha gli occhi “attappati”, come diciamo a Roma, Stai facendo il grande errore della sinistra che ha trascurato per anni i progetti politici per dedicarsi esclusivamente all’antiberlusconismo. O come quei comici che non sanno più dove attaccarsi senza più il diavolo.
    Da che mondo è mondo ad essere attaccato è sempre il governo, cioè chi comanda. E’ cosa buona e giusta dunque, come dicono i catechisti, analizzare e criticare chi sta conducendo adesso il Paese. Personalmente non mi piace affatto che si continuino a difendere i privilegiati, tartassando i soliti noti che da sempre pagano per tutti. Non mi piace neppure quest’asse con la Germania che ci regala lacrime e sangue. Non mi piacciono i politici, ma ancor meno i banchieri. Discutiamo di questo, di quello che sta avvenendo. Allora sono discorsi seri. Continuare a insistere sull’indecenza passata non ha senso e, se mi permetti, a un certo punto diventa addirittura patetico, oltre che noioso. Come di chi non ha argomenti e ripete le solite frasi. Ma ci riesci ad andare oltre o no? Mi sembri quel soldato giapponese: qualcuno dovrà pur dirti che la guerra è finita. Cioè quella guerra, adesso ce n’è un’altra.

  18. …Pino si è riempito un vuoto !, quello che ha lasciato Francesco…è la legge dei vasi comunicanti….ci vuole una pazienza…

    Una proposta per Pina: “Facciamo il governo degli onesti!”. “Gia’, e il pluralismo ?”

  19. Si parla molto di chi va a sinistra o a destra, ma il decisivo è andare avanti e andare avanti vuol dire andare verso la giustizia sociale.

    Alcide De Gasperi, Discorso, 1949

    Pina non fa un plissè, quindi guarda avanti e poi avanti e poi avanti……rilassati e dimentica mr b.

  20. IL GOVERNO DEI BANCHIERI SBANCATI – IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA SEVERINO È AZIONISTA (CON L’1,2%) DEL GRUPPO BANCARIO MEDITERRANEO, CHE CONTROLLA LA BANCA FEDERICIANA DI BARI. SI TRATTA DI UN PICCOLO ISTITUTO IN PERDITA E MULTATO DA BANKITALIA PERCHÉ IL 30% DEI PRESTITI LI DÀ AGLI AZIONISTI – NON SOLO, NEL COMITATO ETICO DELLA BANCA SIEDE IL MARITO, L’AVVOCATO DI BENEDETTO – “MA IO QUEI TITOLI STO CERCANDO DI VENDERLI”, DICE SEVERINO. SOLO CHE LA POVERINA NON TROVA UN COMPRATORE… dagospia

  21. Mah…

    E’ una giornata uggiosa in una piccola cittadina, piove e le strade sono deserte.
    I tempi sono grami, tutti hanno debiti e vivono spartanamente.
    Un giorno arriva un turista tedesco e si ferma in un piccolo alberghetto.
    Dice al proprietario che vorrebbe vedere le camere e che forse si ferma per il pernottamento e mette sul bancone della ricezione una banconota da 100 euro come cauzione.
    Il proprietario gli consegna alcune chiavi per la visione delle camere.
    1. Quando il turista sale le scale, l’albergatore prende la banconota, corre dal suo vicino, il macellaio, e salda i suoi debiti.
    2. Il macellaio prende i 100 euro e corre dal contadino per pagare il suo debito.
    3. Il contadino prende i 100 euro e corre a pagare la fattura presso la Cooperativa agricola.
    4. Qui il responsabile prende i 100 euro e corre alla bettola e paga la fattura delle sue consumazioni.
    5. L’oste consegna la banconota ad una prostituta seduta al bancone del bar e salda così il suo debito per le prestazioni ricevute a credito.
    6. La prostituta corre con i 100 euro all’albergo e salda il conto per l’affitto della camera per lavorare.
    7. L’albergatore rimette i 100 euro sul bancone della ricezione.

    In quel momento il turista scende le scale, riprende i suoi soldi e se ne va dicendo che non gli piacciono le camere e lascia la città.

    – Nessuno ha prodotto qualcosa
    – Nessuno ha guadagnato qualcosa
    – Tutti hanno liquidato i propri debiti e guardano al futuro con maggiore ottimismo
    Di: Concita De Gregorio

  22. Ma quando con i Bot gli italiani ci guadagnavano tanto ed erano tutti contenti, non pensavano invece che più lo Stato pagava gli interessi e più s’indebitava?
    E poi Pino non parlo di quando è nato l’euro ora sull’euro non c’è più scritto nulla sopra. Ma di quando proprio sulla lira c’era scritto Banca d’Italia anzichè Repubblica Italiana. è da quando le banche si sono impossessate di stampare moneta, che gli stati si sono indebitati. e le banche sono private. e noi ce ne accorgiamo solo ora. Ma dai.
    E per quanto concerne gli Usa anche Lincoln pare sia stato assassinato sulla questione monetaria.
    Ed il successore di Kennedy , stiamo parlando del 63 , ritirò tutta la moneta emessa sotto il nome degli United States Note e fu riemessa sotto il nome di Federal Reserve. Quindi la cosa è di vecchia data, ma il problema viene fuori solo ora.
    Allora aveva ragione Ford quando diceva “Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario perchè se lo capisse, scoppierebbe la rivoluzione”
    Prima non lo conoscevamo. L’abbiamo capito solo con Monti?

  23. Non l’abbiamo capito solo ora. L’abbiamo sempre capito cosa fanno le banche. Solo che adesso sono le banche a governarci. E sei pure contenta?

  24. Pure qua? Lo chiedi a tutti? Ancora non hai capito che prima d’ora mai c’erano stati direttamente banchieri al governo e poi che le proposte appartengono ai politici? Li eleggiamo per questo. Ci vuole molto a realizzare intanto un’equità sociale? Non bisogna essere dei geni per tagliare dov’è facile tagliare.

  25. Bella domanda ! provo a risponderti sinteticamente.

    Vorrei dei Politici ( con la P maiuscola) compresi gli Amministratori locali con facce pulite e 0 conflitti di interessi che sapessero finalmente gestire il danaro pubblico con parsimonia con un occhio di riguardo per i più deboli. Vorrei uno Stato efficiente, snello e non uno stipendificio. Ma vorrei sopratutto che noi italiani la smettessimo di lamentarci credendo che i problemi te li devono sempre risolvere gli altri . Siamo in parte noi stessi la causa di questo disastro economico interno.
    Tu potrai dire: chi meglio del Prof. Monti per risanare i conti e bacchettare tutti a 360°. Libera di pensarlo…io sono molto perplesso sia per i modi che per i mezzi. La squadra che ha formato non mi convince per niente…troppa FINANZA INTERESSATA all’interno….per il resto aspetto che la VERA POLITICA ( quale ? bo ? destra sinistra centro ) risalga la china…ma sono molto scettico.
    marcello

  26. Perfetto. La società che bramo anch’io. E i nostri giovani. Ma credo sia un’utopia in un monco così imperfetto fatto da uomini (in senso lato) imperfetti dove la branosia del potere e dei soldi ha sopravaricato ogni rapporto umano..Anche se in fonfo al cuore me lo auguro davvero se cominciamo a cambiare noi dentro. ornuno di noi.
    Ma la mia domanda era:”in questo momento storico che avresti voluto, meglio chi ti ritenevi più adatto come Presidente del Consiglio?

  27. ti ho già risposto Pina un Politico con la P maiuscola. Vuoi un nome ? La Bonino per esempio. A me piace.

    Utopia del mondo perfetto fatto da uomini imperfetti?? !!, grazie Pina che bella scoperta….d’altra parte cosa ti dovrei rispondere che mi devo tappare il naso?
    sono decenni che ce lo tappiamo e sono parecchio stufo….se per te Il Prof. è il male minore o addirittura la svolta te lo lascio pensare ne hai tutti i diritti….

  28. Pina, questo nel gergo del web si chiama fuffa, semplicemente fuffa. Tipico peraltro di Facebook. Adesso facciamo qualche altra bella domanda: che film ti ha segnato la vita? una canzone che non dimenticherai mai? il libro che ti ha emozionato?
    Intanto – visto che è uno spazio pubblico – non ho capito perchè uno deve esprimere le sue preferenze politiche, ammesso che ne abbia. Esprime idee, e qui si esprimono, ma se c’è una cosa che detesto è proprio incanalarsi dietro un partito o, peggio, dietro un nome. Che ti devo dire, che i politici sono finiti? che non mi fido di nessuno? Che stavamo meglio quando stavamo peggio? Tutto questo non mi vieta tuttavia di ripetere che temo fortemente di essere governato dagli Uomini Ricchi e da un mondo oppresso dal Grande Sistema.

  29. Pino ho fatto un nome ma avrei potuto farne altri 20, non temo le MIE opinioni ( e ribadisco MIE ) e non voglio assolutamente trasformare questo blog, in cui sono ospite, in una specie di podietto elettorale. Mi scuso se ho dato questa impressione e spero di non averti messo in imbarazzo.
    Ho intuito pure il giochino di cui fai cenno, la fuffa,….diciamo che per una volta sono stato al gioco, ma concordo con te…..E’ ROBA DA EVITARE FORTEMENTE…
    SORRY
    marcello

    1. Marcello, ma come puoi pensare che ce l’ho con te: mica ti sei messo te a fare domande. Continuo a sottolineare ogni giorno i rischi del web, dove sono controllati anche i tweet, e c’è chi si mette a fare domandine dirette sulle proprie preferenze politiche, addirittura sui nomi. Nessuna paura delle idee che continuo a esprimere liberamente ma il “quiz” è veramente obbrobrioso come principio.
      Come se, tra l’altro, fosse il momento di fare il tifo per qualcuno.

  30. Pina, dici tante cose giuste – anche se non sapevo davvero che Kennedy aveva già fatto un discorso su questo…
    comunque molto banalmente penso che ‘finchè la barca va’…è una cosa, quando crolla l’economia mondiale..un’altra.
    Si sapeva ma ormai è sotto gli occhi di tutti… (sempre per quel po’ che vediamo poi! figuriamoci..).

  31. Ma poi pure io mica ho capito dove vuoi arrivare: è sempre stato, e va bene, e allora? a maggior ragione uno deve puntare il dito su un ‘sistema’ in crisi, riconoscendone l’esasperazione e il relativo crollo perchè basato su fondamenta non umane. Proprio tu che sei religiosa poi…no? o ricordo male? ecco, i religiosi specialmente dovrebbero rendersi conto che sono direzioni totalmente anticristiche queste.
    Non so se hai visto quella ragazza cilena, molto carina, mi sembra a Ballarò…che spiegava come il Cile avesse fatto da “cavia” per i loro ‘esperimenti’ economici, e che adesso è presidentessa dell’associazione studenti, qualcosa del genere, e si dà molto da fare per far capire al mondo che questo sistema non va bene!
    Allora? ci deve piacere un Monti, che viene dalla Goldmann Sachs….. solo perchè “così è sempre stato”??
    Proprio non riesco a capire dove vuoi arrivare.

    (neanche oggi ho tempo, noto con piacere che Walter per la prima volta ha riportato Concitina!..;))) Roberto la pensa come me su certi moralisti..che poi fanno ben di peggio, e aggiungo che se Monti ha risposto così a quel giornalista, secondo me è a copertura…per le soluzioni che in realtà NON ha! stiamo ancora aspettando…gentili Professori…).

    ah P.S. ma Francesco lo vedo più…contestatore ‘sessantottino’ e libertario, secondo me. Da quel dì che se la prende con certi sistemi mondiali… ed è sì a favore della giustizia sociale ma con la LIBERTA’…. annessa e connessa, certo non con una specie di dittatura. Secondo me è! beh saluti a tutti!

  32. Peccato che il video sia “video montato”.
    JFK non parlava delle società segrete ma solamente del come si sarebbe dovutti comportare i membri del suo staff e il suo governo innanzi ad un guerra non eseguita con armi convenzionali.

    Come al solito dicesi “BUFALA”.

    Saluti

    per ogni chiarimento
    alessandrotesio.blogspot.com/2012/01/jfkennedy-e-il-new-world-order.html

    1. Il video sarà pure montato, ma le Società Segrete ci sono eccome.
      Si prende un link a caso, anzi due, uno propedeutico all’ altro:

      http://ilcorsivoquotidiano.net/2011/11/14/massoni-italiani-mario-monti-massoneria/

      http://www.disinformazione.it/massoniesinistra.htm

      Sono solo ipotesi? Se ancora non si è capito, oggi la politica è morta, anzi peggio: uno zombie nelle mani dell’ economia. E nessuna esclude l’ altra, per mascherare una democrazia che non esiste quasi più, se non in senso formale.
      Oggi c’ è solo un debito da saldare in nome degli interessi economici, o (se si vuole usare un termine caro alle antiche sinistre) capitalistici.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s