Come se la guerra non fosse già ripugnante

Le autorità militari Usa hanno aperto un’inchiesta su un video pubblicato su internet, nel quale vengono mostrati quattro marines mentre oltraggiano i corpi insanguinati di tre insorti. Quattro  uomini in divisa urinano sui cadaveri, che secondo i talebani sono di loro combattenti uccisi. I militari hanno l’aria divertita e uno di loro augura “una buona giornata” a una delle vittime al termine dello sfregio. Durissima la condanna del ministro della Difesa Leon Panetta:  “Ho visto le immagini e trovo il comportamento di questi uomini assolutamente deplorevole”, ha detto il numero uno del Pentagono, invitando i vertici del corpo dei Marine e il comando delle forze internazionali in Afghanistan ad indagare fino in fondo sulla vicenda. Il video, secondo le prime indicazioni del Pentagono, sarebbe autentico. Il corpo dei Marines ha detto di avere avviato una verifica sulla sua autenticità. “Le azioni mostrate non sono compatibili con i valori del Corpo e non sono indicative del comportamento dei suoi membri”, si afferma in un comunicato. “Questo comportamento disonora i sacrifici e i valori di ogni singolo soldato che rappresenta le 50 nazioni della coalizione”, è stato il commento dell’Isaf. “Il governo dell’Afghanistan è scioccato dal filmato in cui i soldati americani dissacrano i corpi dei nostri connazionali”, ha dichiarato anche Karzai in un comunicato. “Si tratta di un atto inumano e condannabile nel modo più forte possibile. Chiediamo agli Stati Uniti di procedere con le indagini e di applicare una pena severissima ai responsabili di questo crimine”. Irata la reazione dei talebani: “Un atto barbaro” che, tuttavia, “non comprometterà i colloqui con gli Usa e lo scambio dei prigionieri”.  fonte  La guerra è già un atto barbaro di per se. Uccidere altri uomini è ripugnante, ma oltraggiare i cadaveri dei nemici non è più neppure un atto di guerra, ma un’azione inutile e assolutamente disumana. Certo quei marines saranno puniti (anche perchè rischiano di vanificare i tentativi di un accordo), ma bisognerebbe ragionare sul perchè quattro ragazzini con la divisa sono diventati delle bestie. Sapere da dove vengono, capire fino a che punto sono stati lobotomizzati: quanto odio è stato iniettato, che cosa gli hanno infilato dentro il cervello. Infatti non è sicuramente la prima volta. La loro, insomma, forse è solo la colpa finale della barbarie di chi li ha mandati.

Advertisements

33 thoughts on “Come se la guerra non fosse già ripugnante

  1. Condivido in pieno, far diventare dei ragazzini in divisa delle bestie è schifoso sotto ogni punto di vista, su quello che gli possono aver infilato in testa be molto si sa, quindi cosa dire.

  2. Troppo facile dire: sono dei matti esaltati. Gli episodi ormai sono numerosi, è chiaro che scaturiscono da una cultura dell’odio. Per non parlare di Abu Ghraib dove le torture facevano addirittura parte della “tattica”.

  3. La domanda che mi viene spontanea è se in ognuno di noi c’è l’orco che non aspetta altro che l’occasione per manifestarsi o sono le situazioni che creano l’orco. Questi uomini sono padri, fratelli, mariti e figli. Con quale scusa cercheranno di giustificare le loro azioni? Come cercheranno di far credere che, in fondo, non c’era nulla di male? Perchè se non troveranno qualche cosa di davvero convincente allora èrima o poi dovranno rendere conto anche a sè stessi di questa “disumanità”

  4. Buona sera a tutti purtroppo per quanto ci siano continuamente delle proteste da parte dei cittadini italiani sulla guerra credo che non potrà mai essere abolita ed è inutile ripetersi degli interessi economici già sono noti. Tuttavia tali comportamenti da parte dei soldati americani così come le altre atrocità anche di civili su altri civili … capita anche questo ma sono probabilmente tare

  5. In qualche maniera insabbieranno anche questo, come hanno già fatto con tanti altri e chissà di quanti non siamo a conoscenza. Persone che dovrebbero essere per la pace, per l’ordine, per la difesa degli esseri umani, si dimostrano solamente colmi di odio e di disprezzo nei confronti di coloro che combattono. Lo sfregio di un cadavere è veramente inaudito.

  6. ci stupiamo se quattro militari urinano sui nemici appena uccisi? mi chiedo non sarà più grave il fatto di mandarli ad uccidere piuttosto che lo sfregio finale? finchè li armiamo fino ai denti, li addestriamo e li paghiamo per uccidere tutto ok, poi se qualcuno dopo un bel lavaggio del cervello fa di questi atti ci indigniamo!!!!!!!! bisogna essere più coerenti e realisti!!!!!! siamo solo in mondo di ipocriti!!!!!!!!!

    1. Forse non hai letto fino in fondo il post. Ho detto che sono il terminale della barbarie. Coerenti di che? Realisti di che? Ipocriti di che? Cerca di azionare il cervello, dopo aver riletto bene quello che ho scritto. E cerca di leggere bene quello che sto per scrivere.
      La guerra è una barbarie, ripeto. Ma ha comunque un senso, sia pure perverso. Uccidere un nemico fa comunque parte della barbarie. Ma sfregiare il suo cadavere non ha alcun senso perchè quel nemico è morto e dunque non è più da combattere. E’ solo un atto ripugnante che rende quegli uomini peggiori delle bestie. Perchè anche nella natura degli animali c’è il rispetto.

  7. L’Ncis, il servizio investigativo della marina americana, non ha fallito. Sono stati identificati due dei quattro marines del video choc diffuso nei giorni scorsi. Lo ha riferito un portavoce dei Marines alla Bbc precisando che i nomi dei due militari del terzo battaglione e del secondo reggimento dei marines non sono stati resi noti. La vicenda rischia di mettere a repentaglio i rapporti diplomatici tra Usa e Afghanistan. Proprio ieri i talebani si erano detti disponibili a intrattenere negoziati di pace con Washington per raggiungere una riconciliazione nazionale nel loro Paese.

  8. un’appendice di barbarie e di quell’odio che, davvero, sembrano essere stati instillato nelle vene goccia a goccia per giorni, mesi, anni. Un atto vile, questo, che uccide uomini già morti.Non ha senso infierire su un cadavere, foss’anche del tuo peggior nemico.Ci ha già pensato la guerra a imbruttire il genere umano, da qualsiasi schieramento la si guardi.Questa caduta non ci voleva.

  9. Oltre ai quattro moschettieri a cui fa riferimento l’ articolo, io metterei nelle stesse condizioni anche il quinto: quello che ha realizzato il video.

  10. nulla da aggingere al tuo post , si commenta da se , la barbarie continua a noi il dovere di pubblicare la barbarie

  11. Lo scandalo, per gli americani, non è dovuto al fatto che abbiano ucciso e oltraggiato i cadaveri di quei poveri talebani, ma che questi videos vadano in rete. Prima li addestrano per uccidere e distruggere interi popoli e poi si scandalizzano ? No, non regge. La solita retorica per scaricare la colpa sui singoli , ma alla fine quegli sciagurati che hanno fatto quelle azioni spregevoli sono il perfetto prototipo del marines. Sono centinaia i videos che son “passati” in rete , tra vie formali e informali. Questi non sono casi isolati. Chissà quanti sono quelli che non si conoscono …………………

  12. @ Pino
    SI scusa , non avevo letto l’articolo fino in fondo. Ma non volevo affatto criticare. Anzi , ho riletto l’articolo e ti dico che concordo in pieno su tutto.
    Ne approfitto per salutare te e tutta La Torre visto che è da tanto che non commento.

  13. L’intelletto dell’uomo, cade in basso compiendo queste azioni. Credo che qualsiasi altro animale è più intelligente di noi, ogni cadavere deve essere rispettato!!! Il gesto compiuto ” da questi barbari”, è da condannare e non da seguire.
    Vergogna!!!!!
    Grazie gabbià, un saluto e un abbraccio.

  14. # Ot

    Un cittadino italiano è stato rapito oggi in Pakistan a Multan, nella zona sud del Punjab. Lo conferma la Farnesina. Assieme a lui un tedesco, entrambi appartenenti a una organizzazione non governativa tedesca, Welthungerhilfe, e operavano nella zona del sud del Punjab, colpita dalle alluvioni. Secondo quanto hanno riferito fonti di polizia I due al momento sono stati identificati dalla fonte di polizia come il 45enne tedesco “Burnd” e il 38enne italiano “Giovanni”. I due sarebbero stati rapiti da tre uomini a bordo di un’auto a 400 km da Lahore, all’altezza della località di Qasim Bela, nei pressi di Kot Addu. Sempre secondo la fonte di polizia, l’operatore italiano sarebbe arrivato oggi a Multan, ed era diretto a Kot Addu insieme al collega tedesco per avviare un programma di ricostruzione urbana.

  15. 10 NATO troops killed in Afghanistan in 24 hours

    KABUL, Afghanistan – An Afghan soldier shot and killed four French troops Friday in eastern Afghanistan and a helicopter crash killed six more NATO service members in the south, officials said, marking a particularly deadly 24 hours for coalition forces… MORE: http://bit.ly/xrPBn1

  16. Guerre Nascoste: Sasso hi-tech» spiava i russi – E Londra ammette: «Era nostro»

    …IL METODO – Gli informatori degli inglesi si avvicinavano, “lanciavano” elettronicamente i loro messaggi e se ne andavano. Poi gli 007 di Sua Maestà, in un secondo momento, recuperavano i dati…

    MORE: http://goo.gl/hsWH1

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s