Ma quanti poveracci a Cortina

Hanno fatto tanto rumore a Cortina come se fosse stata lesa maestà. Sinceramente il blitz è stato cattivello, proprio l’ultimo dell’anno, ma ci sono casi in cui è meglio star zitti. Il sindaco protesta perchè così non arrivano più i vip? Con rispetto parlando chissenefrega. O Cortina  è diventata zona franca e allora è meglio saperlo che ci andiamo tutti oppure la lotta all’evasione è comunque una benedizione. Con i finanzieri alle corde i negozianti improvvisamente hanno incassato il 400 per cento in più, segno che qualche scontrino finalmente è comparso all’orizzonte innevato. E vogliamo parlare dei vip? Sono stati controllati i proprietari dei Suv di lusso ospiti della regina delle Dolomiti: uno su tre guadagna mille euro al mese, un poveraccio. Meglio che se ne va sugli Appennini, non vi pare? 

Advertisements

132 thoughts on “Ma quanti poveracci a Cortina

  1. io vivo non lavorando di una piccola rendita pero non mi posso mantenere con cose di lusso,anni fa mio padre era miliardario fregava le banche era un assicuratore ma poi e arrivata una soffiata al giudice.lui ha fatto bancarotta fraudolenta e poi gli hanno portato via tutto compreso l’ufficio in un condominio in una zona centrale.un’immobile d’epoca di grande valore…..ora mio papa mi fa pena perche devo scegliere se lui puo regalarmi un paio di scarpe o portarmi fuori a cena perche non ha i soldi per fare tutte e due.una volta mi avrebbe potuto regalare abiti firmati e una dozzina di scarpe insieme.non condivido la mentalita di essere piu furbi e non pagare le tasse.credo che chi ha di piu dovrebbe donare a chi non ha niente come pensava edoardo agnelli

  2. Fa piacere sapere che l’economia tira,almeno a Cortina,visto che nel resto del veneto e dell’italia la gente si ammazza perchè non puo’ pagare gli stipendi e rientrare con le banche.

    1. ma quando dimizzerranno gli stipendi dei parlamentari?poi,vuol dire che durante l’anno i finanzieri sono pagati per chiudere un occhio.se voi sapeste quanti amici di mio padre ispettori e commissari gli stringevano la mano…….!!!!!!!!e nessuno notava mai niente di strano,mio padre girava a torino con il permesso per vie e corsi vietati e aveva tanti altri favori di persone molto piu potenti di lui….qualcuno spaventato aveva fatto una soffiata al giudice….non posso fare nomi….qualcuno che non aveva paura di fare una brutta fine,si perche certa gente importante ha certi traffici strani e hanno la bocca cucita,non sanno e non vedono……

  3. Da http://www.fattodiritto.it
    E i risultati del tanto malvisto blitz di capodanno non hanno tardato ad arrivare. L’Agenzia delle Entrate del Veneto ha infatti controllato le dichiarazioni dei proprietari di 251 auto di lusso di grossa cilindrata e ha verificato che su 133 auto intestate a persone fisiche 42 appartengono a cittadini che hanno dichiarato 30.000 euro lordi di reddito (nel 2009 e 2010). Altre 16 auto sono intestate invece a contribuenti che hanno dichiarato meno di 50 mila euro lordi. E gli altri 118 “superbolidi” sono intestati a società che nel 2009 e nel 2010 hanno dichiarato in 19 casi di essere in perdita, mentre in 37 casi hanno dichiarato meno di 50 mila euro lordi.
    Ma non basta. Nel giorno del controllo, gli incassi di 35 esercizi commerciali, tra cui alberghi, bar, ristoranti, gioiellerie, boutique, farmacie, saloni di bellezza, sono letteralmente lievitati. In particolare, i ristoranti hanno registrato incrementi negli incassi fino al 300% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno (+ 110% rispetto al giorno prima), i commercianti di beni di lusso fino al 400% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno (+106% rispetto al giorno prima), i bar fino al 40% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno (+104% rispetto al giorno prima).
    Clamoroso infine il caso di un commerciante che deteneva beni di lusso in conto vendita per più di 1,6 milioni di euro, senza alcun documento fiscale.

    E quindi il sindaco sosterrebe la causa dell’evasione fiscale praticamente.

  4. Pinù, i risultati stanno su tutti i giornali, che razza di sito sei andata a prendere? E appunto ci ho fatto un post. L’unica riga interessante praticamente è l’ultima ;)))

      1. Certo, il tuo pensiero. Che è anche il mio e, mi pare, un pò di tutti. il resto è un comunicato ormai arcinoto.
        Che significa che te l’hanno postato? Che hai un hacker in grembo? ;)))

        1. Ma sta chiaro chiaro sulla mia bacheca . vabbè allora comunico anche il resto,
          CORTINA D’AMPEZZO, 4 GENNAIO ’12 – Il fatto. Un blitz in piena regola quello che durante le ultime festività ha messo a soqquadro Cortina d’Ampezzo, località turistica nota come la “Regina delle Dolomiti”.
          Cortina, durante il periodo natalizio, è meta ambita per i più abbienti e presenta la più alta concentrazione di vip del nostro Paese: è quindi un campione molto rappresentativo di quella ricchezza che permette ville lussuose, ristoranti di classe, auto costose, gioielli e pellicce.
          Questo il motivo che ha spinto l’Agenzia delle Entrate ad inviare nella nota località sciistica – dove, fra l’altro, proprio in questi giorni si trova in vacanza il direttore Attilio Befera, anche presidente di Equitalia – ben 80 ispettori nel tentativo di individuare i “furbetti” che agiscono illegalmente nel tentativo di frodare il fisco, là dove il denaro che circola è davvero tanto.
          Il blitz ha visto coinvolte decine di lussuosi alberghi, negozi e gioiellerie e i controlli, cominciati sin dalle prime ore del mattino, si sono protratti fino a tarda notte fra il 30 dicembre e San Silvestro.

          Le reazioni. L’operazione ha suscitato non poche polemiche e lamentele, soprattutto fra gli albergatori e i titolari dei vari esercizi commerciali e ristoranti coinvolti, che si sono trovati a passare l’intera giornata a fianco degli uomini dell’Agenzia dell’Entrate, attenti a ogni scontrino emesso. “Sono arrivati alle 8 del mattino e se ne sono andati dieci minuti dopo la mezzanotte, ho firmato il verbale che ero già in camicia da notte. Un blitz del genere in queste date è un attentato per chi lavora. Da mesi aspettiamo queste giornate, visto che la stagione è cominciata in ritardo e abbiamo incassato poco, i miei clienti hanno detto che se ne vanno a Sant Moritz, questo stato poliziesco nessuno lo vuole accettare” afferma contrariata l’albergatrice di un noto hotel del centro.

          L’ordine, partito da Roma, ha colto di sorpresa anche lo stesso capitano della Guardia di Finanza della compagnia di Cortina, Leonardo Landi, che, perplesso, ha dichiarato al Gazzettino: “Non giudichiamo il lavoro dell’Agenzia delle Entrate, ma come Guardia di Finanza non ci sogneremmo mai di “sguinzagliare” i nostri uomini nei negozi dalle 8 alle 24 a cavallo di San Silvestro. Già c’è la crisi, se ci mettiamo anche noi a intralciare l’importante lavoro di questi giorni…preferiamo operazioni realizzate in modo selettivo e chirurgico come quella che ha portato alla luce 4 evasori totali”.
          Anche l’assessore comunale al commercio Luca Alfonsi si è unito al coro di lamentele affermando che si tratta di “uno shock per la località che così perde anche in immagine” e aggiungendo “Del difficile momento per l’economia soffre pure Cortina, ci sono 200 negozi e 50 ristoranti ma ci sono attività e alberghi in vendita”.

          1. Questo è l’antefatto. Comunque non mi piace lo stesso. Guarda caso ha parlato l’assessore al commercio e poi il capitano della guardia di finanza che abita a Cortina (tra l’altro ha già smentito quelle dichiarazioni). Certo, la notte di Capodanno forse è sbagliato, ma allora perchè non ha controllato durante gli altri giorni dell’anno?

  5. Che strano Paese il nostro. Nessuno s’indigna quando toccano i soldi, appunto, ai pensionati e succede invece un pandemonio quando vanno a controllare i furbetti in un paesino di montagna diventato famoso perchè ci vanno tanti politici importanti che poi si mischiano a vip ….di alto lignaggio come Vieri, la Moric, Corona…. Pensa un pò che sfizio fare lo struscio insieme a loro…

  6. Poverini…che dite facciamo una colletta per aiutarli???
    Non capisco perché tanta indignazione da parte di molte persone. Forse c’è stato ostacolo al normale svolgimento di esercizi che lavorano onestamente, ma nello stesso tempo ne è saltato fuori di marciume… e parecchio anche, che poi tanto ignoto non era….

  7. ciao caro Pino, rieccomi anche io su wordpress…. sono contento di riprendere a leggere i tuoi articoli, sempre puntuali, sempre pungenti, da Giornalista con la G maiuscola…un caro abbraccio stef

  8. Beh certo non lo so Pino. come stanno davvero i fatti. Ma se se ne è parlato qualcosa di sicuro si è mosso. e il mio augurio per il 2012 è che spero continui . Non era mai successo prima.
    No gli Hacker lasciamoli stare dove stanno ;)
    volevolcommentare con wordpress ma non mi ricordo più la password. sarà l’età .

  9. Sicuramente non è stato un blitz casuale, questo è certo. Ma c’è da indignarsi per l’indignazione. E, se vuoi il mio parere personale, i primi a dover stare zitti sono proprio quelli che non hanno mai fatto controlli.

    L’età? E allora che vuoi che dica io? però le password ancora me le ricordo ;)))

  10. Vabbè che ce frega de disturba’ sti sori vippe. Tutti li giorni ce vorrebbero sti blizze.
    Io co mille euri ar mese, devo fa l’occhi a le purci. Stasera pe sparagna so annata a famme li capelli da ‘figaro’, er tosatore de l’ommini e jo detto: Aho! tajeme tutti sti riccettini così se rivedemo fra quarche anno. Rega’ me sembro Giovanna d’Arco è mejo che nun me specchio.
    Vabbè tanto ricrescono più forti, Gabbià me conzolo co l’ajetto. ;)
    Ma che ce so ancora le zampàne?

      1. Provato una volta a farmi tagliare i capelli da una giovane parucchiera mia cliente, mi sono ritrovato dopo con le basette e il taglio dei capelli stile Star Trek… Mancava il comunicatore a scatto seguito dalla fatidica frase finale: ” Scotti, ci porti su…” :-D

  11. Gabbià solo er tajo 15 euri, a te quanto te’ costata la parucchièra?
    Eppoi mo senza li capelli la bilancia pesa de meno, vabbè ho principiato la dieta.;))

  12. La differenza tra me e loro è che io vado a letto presto la sera perchè devo stare attento a come spendo i pochi soldi che ho. Loro vanno a letto presto, il mattino, perchè non sanno come spendere quelli che hanno. Noooo, non è che non dormono perchè sono disperati……..

  13. Riporto una dichiarazione di Cicchitto: “Coloro che sovrintendono alla lotta all’evasione fiscale e in primo luogo il dottor Attilio Befera devono avere la consapevolezza che operazioni come quelle fatte a Cortina, con controlli a tappeto in tutta un’area solo perché presumibilmente popolata in queste vacanze da ricchi, sono del tutto inaccettabili e chiaramente ispirate ad una confezione ideologica del controllo fiscale”.
    Ecco a chi abbiamo lasciato governare l’Italia per 17 anni. Forse ci stiamo svegliando?

  14. Beh era veramente ora che si cominciassero a muovere seriamente a colpire questi parassiti ,finti quasi poveri! Una lotta senza quartiere alla evasione fiscale doveva essere la principale chiave di volta di questo Governo di tecnici , invece di tartassare e far ricadere sui soliti noti!!

  15. E dopo “L’operazione Cortina” aspettiamo fiduciosi l’operazione Capri, l’operazione Milano,l’operazione Firenze,l’operazione Roma,l’operazione Taormina,l’operazione Napoli,l’operazione Venezia,l’operazione Portofino,l’operazione Portorotondo….

  16. Certo, si può discutere a lungo sul concetto di “auto di lusso di grande cilindrata” come spiega ufficialmente la Guardia di Finanza ma basta leggere solo le dichiarazioni dei redditi degli italiani per capire che il fenomeno è macroscopico. Fra i neo proprietari che hanno appena acquistato un’auto oltre i 185 chilowatt, il 31% dichiara meno di 20.000 euro e il 36% tra 20.000 e 50.000 euro. E parliamo di redditi lordi. Certo, stabilire il valore di una macchina con la potenza è sbagliato e fuorviante ma, comunque, se si guadagnano meno di 900 euro al mese risulta difficile riuscire a comprare un’auto nuova da 250 cavalli…

    Insomma, pur contestando il metodo di rilevazione che punta sui KiloWatt e non sul valore reale del mezzo, ci troviamo innegabilmente davanti a fenomeni macroscopici di evasione. E il discorso diventa ancora più evidente se prendiamo in considerazione anche barche e aerei privati.

    Spulciando le statistiche fiscali, si scopre infatti che oltre il 42% dei possessori di barche sono contribuenti Irpef sotto i 20.000 euro. Tra i fortunati che navigano con mezzo proprio c’è poi quasi il 26-27% che dichiara al fisco un reddito compreso tra i 20.000 ai 50.000 euro l’anno. Solo poco più del 30% del popolo dei ‘navigatori’ italiani può dunque definirsi ricco, sotto il profilo fiscale. Ci sono contribuenti dal reddito modesto anche tra i possessori di aeromobili: quasi il 26% dichiara di vivere con meno di 20.000 euro l’anno. Un altro 30%, sempre tra coloro che si muovono con l’aereo personale, guadagna, almeno questo è quanto figura nei loro modelli 730 o Unico, dai 30.000 ai 50.000 euro.

  17. Questi gaglioffi, pirati della fiscalità e del popolo italico hanno pure la faccia con i calli per indignarsi.
    Qualche politiconzolo, in combutta con gli ominidi verdi delle paludi padane, confessandosi complice di costoro, li difende a scimitarra sguainata.
    Ci vorrebbe la macchina del tempo, per farli tornare indietro nell’ oscuro MedioEvo in modo che siano messi alla gogna, sputazzati, denigrati con badilate di prodotti organici andati a male, mentre i bimbi che gli fanno girotondo recitano la cantilena : “pidocchiosi senza ritegno…pidocchiosi senza ritegno…pidocchiosi senza ritegno”, per mesi due intieri!

  18. Troppo facile: io non mi faccio prendere in giro dalle fiction. Questa sparata non è altro che uno spot, un mezzogiorno di fuoco per mischiare ancora meglio le carte sullo stato di polizia fiscale che in realtà stanno creando. Sarà gratificante per molti pruriti ancorati alla lotta di classe, ma io invece preferisco il senso della GIUSTIZIA al giustizialismo, la democrazia alla dittatura, e possibilmente lavata di ogni ipocrisia. Fate attenzione voi che godete per l’affondamento di qualche riccastro, perchè la situazione attuale è veramente…pericolosa, e per TUTTI. (già abbiamo avuto modo di vedere come “la goduriosa crisi dei ricchi”, quella da sempre tanto ambita sognata e pregustata dalle politiche basate sulla rabbiosità e senza nessuna idea di costruzione, si sia riversata anche su tutti noi….perchè se il ricco commerciante chiude, tanto per fare un esempio, io perdo il lavoro da commessa, e gli operai il loro posto in fabbrica, non so se è chiaro, che pure il concetto è semplice da capire. – oltre che da vedere, con tutta la massa di disoccupati in giro. O ancora non vi basta?).
    Lasciamo perdere che io poi, per carattere, non mi auguro la disgrazia di nessuno, nemmeno dell’uomo più ricco del mondo, perchè non auguro proprio le disgrazie…… a NESSUNO, chè l’invidia l’ho sempre trovata orrenda….nè più nè meno che come(l’altra) faccia del potere. E siccome ci vanno di mezzo sempre le persone ONESTE poi….la povera gente che LAVORA, normalmente, e non si è mai permessa il lusso, come neanche mezza bruttura di tutte le altre “con” o “contro” il lusso che siano, adesso parlo io, che a Cortina non sono mai stata neanche una volta nella vita, come in tantissimi altri posti purtroppo, tanto per chiarire).

    Ora, che LE TASSE VANNO PAGATE, DA TUTTI, lo scrivo direttamente a caratteri cubitali e come premessa cosicchè forse finalmente la finiscono di starnazzare coi soliti slogan in mancanza di argomentazioni che mettano in discussione anche se stessi. Che gli evasori, “questo” tipo di evasori – certo non quelli che affogano strozzati dallo Stato – sono i primi che hanno contribuito a creare questo stato di indigenza e ora dittatoriale, seguiti a ruota da uno Stato evidentemente compiacente, o li avrebbero stanati prima e senza bisogno di fare i rambo a Cortina tanto per salvare la faccia di ciò che NON hanno fatto finora – perchè qui nessuno è fesso…. capito – questo è sicuramente un altro dato di fatto.
    Inizio dunque col rispondere proprio a Corona, del quale si può pensare tutto ma che sicuramente non è nè stupido, e nemmeno un ipocrita A QUESTO PUNTO, vista e considerata la melma generale e diffusa. Lui si chiede “perchè” pagare le tasse, se poi lo Stato se le pappa quasi tutte (altro dato di fatto) lasciando a noi le briciole di ospedali africani, dove, lo voglio ricordare a chi si trincera dietro lo scudo dello slogan delle “tasse che vanno pagate”, si muore di infezioni e si viene ricoverati su una sedia o su una scrivania, dove non sono garantite neppure le ambulanze per mancanza di barelle (sulle barelle delle ambulanze sono ricoverati i malati in ospedale, i fortunati che non stanno sdraiati sulle scrivanie), dove le scuole crollano, insieme alle strade ridotte a un colabrodo, insieme alle case costruite male con autorizzazioni sbagliate (e chissà mai chi gliele ha concesse e in cambio di cosa, soprattutto?) per non parlare della cultura…. quella con cui o “non si mangia” (per chi sempre? per i ministeriali di destra E di sinistra che anzichè investire in un film o in un teatro quei soldi se li vanno a mangiare per l’appunto proprio a Cortina o alle Maldive?) o “si mette mano alla pistola” (e infatti si vede: il livello corrispondente si è già inesorabilmente affermato). Dunque comprensibile l’interrogativo di Corona: “Perchè?” Perchè io devo dare i miei soldi per farli mangiare a qualcun’altro che non li usa come dovrebbe? Solo che rispondo ciò che mi ha risposto mio padre quando da piccola….mi ponevo lo stesso interrogativo, ma ero proprio piccola però: perchè intanto tu fai la tua parte di ciò che è giusto A PRESCINDERE….dall’ambiente esterno, da qualcun’altro che magari non ricambia le tue aspettative, e soltanto allora puoi mettere sotto accusa l’altro, quello che non ha corrisposto, puntandogli il dito: e allora? dove sono finiti i miei soldi di tasse??? ( e questa è una regola d’oro….proprio nella vita, che vale per tutto). Poi, sempre dopo aver fatto il proprio dovere e cioè pagato le tasse, quando in un paese ridotto alla canna del gas, con un suicidio dopo l’altro, senti che hanno speso miliardi per certi aerei militari che perfino Obama ha tagliato come spese… allora scendi in piazza e dici: chi vi ha autorizzato ad investire i miei soldi in attrezzi di guerra? Con l’aggravante di una manovra che nel frattempo sta strozzando tutti??? Con quei miliardi – ripeto: TAGLIATI DALL’AMERICA STESSA che pure è sempre impegnata in qualche guerra nel mondo – c’erano i soldi per la manovra allora. Dopo che hai pagato tutte le tasse, chiedi: cosa hanno fumato e mangiato… se non sono in grado nemmeno di garantire un bene pubblico come l’ACQUA?? ma devono privatizzarla perchè non sono in grado di offrire il servizio? (PAGATO…..)

    Secondo poi: proprio perchè le tasse devono pagarle tutti, perchè lo Stato non comincia intanto a restituire tutti i debiti che ha in sospeso con altrettanti creditori??? LE TASSE LE PAGANO TUTTI, o no? E’ inutile che i rambo della regolarità – quella delle chiacchiere in televisione e di svilenti fatti con ipoteche su case e aziende di pensionati e lavoratori, e con altrettante vacanze a Cortina, tanto per cominciare a parlar chiaro – continuano a ripetere lo stesso slogan: devono metterlo in pratica, e a cominciare da se stessi. Iniziassero a non confiscare più case e aziende a chi lavora e che soprattutto ha sempre regolarmente pagato tutto fino all’ultimo centesimo, che magari se non perdono tempo a fare “rambo” hanno modo di scoprirlo UN PO’ PRIMA…..di intimargli cifre astronomiche da un momento all’altro “per errore” o per “non capire”…che l’azienda è in profonda crisi, e rovinando per sempre la vita delle persone (visto che dopo “l’errore”… passano decenni prima che vengano a restituire ciò con cui intanto hanno fatto cassa: “SE” lo restituiscono….o non si sono già mangiati tutto a loro volta): perchè questa si chiama truffa….. per far cassa come bottegai qualunque, proprio quelli che perseguono a loro volta planando sul tetto di qualche Grand Hotel. (e toh, stranezze della vita, con un’adeguata ricerca stanano pure i veri Evasori, quelli che guarda caso finora non hanno mai visto nè sentito).
    Pagare le tasse è democrazia. Ma anche questa di cui sopra….è democrazia: la differenza fondamentale con uno stato di polizia fiscale che potrà soddisfare qualche prurito, ma non ci salverà dal fondo dell’abisso, pure se ancora c’è chi cerca di convincere che mal comune è mezzo gaudio, perchè l’unico gaudio è quello di vedere affondare anche tutto il resto.

    P.S. e un’agenzia delle entrate che mette all’asta la casa di un anziano malato per 63 euro…non me la devono spiegare nè i politici nè i ministeriali: parlano i FATTI. Un’agenzia che va avanti a tassi d’interesse stellari non c’è niente da spiegare: sappiamo tutti a cosa somiglia. Un’agenzia delle entrate che copre i propri “errori” con manovre rocambolesche, non va spiegata nè chiarita: parla il fumo agli occhi, al posto dei FATTI, quelli che devono ancora fare evitando di far cassetto con gli “errori”… e magari cominciando a restituire immediatamente soldi e case confiscate appunto per errore, alla povera gente che non ce la fa a sopravvivere.
    Poi possono anche arrivare fino ad Honolulu, per quel che mi riguarda, magari con quei nuovi aeroplanini pagati profumatamente… sempre da noi.

  19. La Procura della Repubblica di Macerata ha aperto un fascicolo a carico del fotoreporter Fabrizio Corona con l’accusa di truffa ai danni della Società Autostrade. Come riferisce oggi il Resto del Carlino, tutto è partito da un controllo dei filmati delle auto in transito al casello di Civitanova Marche dell’A14, dai quali risulta che nel 2010 una Bentley targata Repubblica di San Marino è transitata più volte nella corsia del Telepass a diretto contatto con il paraurti dell’auto che la precedeva riuscendo così a evitare il controllo (e quindi il pagamento del pedaggio) in quanto la sbarra si abbassava soltanto dopo l’uscita della seconda auto. Il flash inchioda il paparazzo. La stessa Bentley, sempre nel 2010, avrebbe adottato questo stratagemma almeno per una decina di volte nelle corsie Telepass di Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto, nelle Marche, e a Roma, con un risparmio di pedaggi per alcune migliaia di euro. Gli episodi sono stati segnalati dalla Società Autostrade alla polizia giudiziaria di Macerata, la quale ha poi accertato che la Bentley in questione era di proprietà del fotografo. Pertanto il sostituto procuratore della Repubblica di Macerata De Feis ha inviato a Corona un avviso di garanzia per il reato di truffa.

    rubagalline: anche lui stava a cortina, sara’ un caso?

  20. Uno piu’ uno meno sai che gli fa ? Colleziona avvisi di garanzia…..
    pero’ è miseria pura….paghi migliaia di euro una bottiglia di matusalem e fai la cresta al pedaggio

  21. OT
    Da alcuni mesi il «Fondo mondiale contro l’Aids, la tubercolosi e il paludismo» è attraversato da una grave crisi sui finanziamenti. Pur generalmente efficace e rispettata, l’istituzione internazionale creata nel 2002 su iniziativa francese negli ultimi anni è stata colpita da frodi e malversazioni; e se la dispersione di 34 milioni di dollari tra Zambia, Mali, Mauritania e Gibuti appare accertata, fa discutere oggi l’ipotesi che altri 3,5 milioni di dollari siano stati stornati dalle regolari competenze del Fondo per finanziare l’attività filantropiche, di immagine e comunicazione, della première dame Carla Bruni-Sarkozy. Lo scandalo che sta scoppiando in Francia nasce dall’inchiesta condotta nel corso di molti mesi da Frédéric Martel, 44enne scrittore e giornalista.

  22. Povera e bellissima Carlà, ancora una volta nella bufera. Ancora una volta mi astengo da un giudizio nello specifico per non sapere come stanno le cose, ma…intanto penso e rifletto. Penso e rifletto innanzitutto su una ricerca scientifica, quella mondiale, che come sappiamo lavora con l’obiettivo di un profitto economico: come fidarsi altrettanto? Lo si vede con laboratori di ricerca medica, ad esempio, che lavorano per imprese commerciali il cui unico scopo è per l’appunto il guadagno, perchè se si scopre qualcosa a favore dell’umanità ma che non collima con quest’ultimo, addirittura si arriva ai licenziamenti (trasmissione “Report” di poco tempo fa). Questi laboratori non sono più liberi, e la loro etica è dettata dalla sfera economica. Le vaccinazioni sono un esempio altrettanto lampante: coloro che magnificano i benefici dei vaccini sono coloro che li vendono ma che si rifiutano di far vaccinare i propri figli. O ancora: coloro che fanno ricerche sul mais transgenetico e che ci dicono che non è pericoloso, sono anche coloro che, attraverso le imprese commerciali di cui fanno parte o i brevetti, ne trarranno un profitto economico. Per non parlare, appunto, degli scandali sull’AIds i cui retroscena finanziari sono, a detta altrui, alquanto dubbi. Come fidarsi, soprattutto se piccoli laboratori, finanziati da associazioni di consumatori, affermano il contrario di quanto dichiarato di grandi gruppi di ricerca?
    E come non scoppiare in una bella risata di fronte alla “bella di giorno”, madame je suis Catherine Denevue, che addirittura ambasciatrice Unesco non ha saputo difendere i diritti di una donna a rischio lapidazione ma dal suo pulpito moraleggiante si permette insulti verso Carlà che intanto l’ha difesa al posto suo? Carlà che non solo non si prende il disturbo di nascondere le sue (ex) serate affascinanti, perchè per l’appunto sono affari suoi privati e perchè non è un’ipocritella, ma che addirittura si è fatta carico di un compito inadempiuto da ben altre cariche che dal loro pulpito si limitano a giudicare. Dagli insulti al “radical-chic” ahh che pazienza e che fatica cercare di lavorare PER l’umanità.

  23. Bellissima sicuro: ora ha un certa..e lo è tuttora, ma basta guardare una sua foto da giovanissima con un bikini all’uncinetto…per vedere una dea, magrissima, eterea, a mille metri di distanza dal pianeta mortale.
    “Povera” non era certo in senso economico, no, va da sè che era una solidarietà istintiva… per riconoscerle il merito di restare una ribelle anti-borghese, elegantemente non ipocrita, anche nel nuovo ruolo di premiere dame: brava! farei esattamente la stessa cosa, comprese le…confidenze a Michelle Obama, non altrettanto elegantemente diffuse al resto del mondo.
    (ho sentito una volta dire, in televisione, che ha avuto un fratello morto di Aids: per questo, come fanno tanti, si è dedicata alla causa).

  24. talmente antiborghese che ha sposato un presidente
    talmente generosa che spenderebbe i soldi dell’aids per favorire la sua immagine
    talmente eterea che in molti la conoscono benissimo su questa terra

  25. Sai, pure mia madre se incontra Jagger o Keith Richards cambia marciapiede, mentre per me sono gli uomini più belli del mondo: de gustibus non disputandum est.
    Che i soldi siano per favorire la sua immagine poi, è un’insinuazione maligna bella e buona: sei suo amico? ma che ne sai te cosa pensa e cosa sente veramente: ti ho appena detto che ha avuto un fratello morto di aids.
    Magrissima bellissima ed eterea mais oui: menomale che nei letti dei suoi amanti filosofi, nelle sue seratine sopra le righe, rimane libera dalle pesantezze moraleggianti sul fondo a ponte sisto: è indiscutibilmente un’esteta…
    …se “trenta (amanti) suona meglio di dieci” e se ha un dizionario per tradurre in tutte le lingue del mondo…le sue preferenze nel linguaggio universale! :-)
    qualcosa in contrario?

  26. …e certo, come potresti intervenire? ;-)
    l’articolo l’avevo già letto ma appunto non sono intervenuta nello specifico: non ho gli elementi per giudicare, non ho letto le carte, non conosco la situazione, la leggo sul giornale come tutti voi quindi che ne so? mi sono limitata ad alcune riflessioni di carattere generale… (e non sotto inchiesta, se non a “Report” o negli articoli di Michele Serra).
    Ma…questa è grossa: Jagger e Keith Richards brutti ceffi e feccia??!!?? oh… i Rolling Stones!! :-(

  27. … inchieste, inchieste
    … Il presidente francese Nicolas Sarkozy sarebbe intervenuto presso l’amministrazione Obama, tramite il suo braccio destro diplomatico Jean-David Leavitte, per limitare i danni. La soluzione trovata prevede l’esautorazione del direttore del Fondo anti-Aids Michel Kazatchkine, sostituito da una nuova figura di «general manager» appositamente creata, ma mantenuto formalmente al suo posto fino a maggio 2012 (dopo le elezioni presidenziali francesi). Il rappresentante francese nel consiglio di amministrazione, l’immunologo Patrice Debré giudicato corresponsabile, viene spinto alle dimissioni e sostituito dalla diplomatica Mireille Guigaz. Infine, viene interrotto ogni legame finanziario tra Carla Bruni-Sarkozy e il Fondo mondiale contro l’Aids. Per adesso, né l’Eliseo né Carla-Bruni Sarkozy hanno reagito all’inchiesta.
    non hanno reagito…
    mi dispiace che non hai letto le carte, sara’ per un’altra volta…
    i rolling stones sono grandissimi artisti, ma non certo esempi da additare
    per quanto riguarda infine le lingue di madame non sarebbe poi cosi’ difficile intervenire, basterebbe chiedere in giro…

  28. scusa poi non ho capito ma serra o report ti fanno leggere le carte????? allora digli se si occupano pure della francia cosi’ abbiamo elementi di prima mano (sai magari qualche soldo per la lotta all’aids magari l’ha sborsato pure qualche italiano)

  29. Roberto, non hai colto il senso del mio primo intervento prima che sfociasse in “gossip”: difficile, come quasi sempre ormai, riuscire a individuare intrallazzi e intrallazzetti in ogni dove, questo era il senso. Riflessioni, ma fondate sulla realtà…periodicamente sotto i nostri occhi, per chi vuol vederla.
    La paragnostica Carlà (lo dico in senso buono) stavolta ha peccato di ingenuità: come poteva pensare di competere con le multinazionali? certo “ufficialmente” bisogna comunque rendere conto… per tutto il resto c’è il giornalismo d’inchiesta invece.

    e vabbè chiedi in giro…sia mai imparate tutti qualcosa… su come rispettare una donna :-)
    (vivamente consigliato al riguardo anche il film “Jules et Jim” ;-)

  30. No, ma Michele Serra e Report hanno approfondito spiegando con esempi ricchi di particolari: che i contadini indiani siano stati messi k.o. dai semi transgenici, dovendoli ogni volta riacquistare per cui se ne va tutto il loro guadagno altresì chiamato “autonomia”…non è difficile da capire: non servono le carte di tribunale, è un ragionamento logico.

    1. ma tu pretendevi di leggere le carte….
      leggi bene anche l’inchiesta su carla’, ci sono molti ragionamenti logici e non solo, anche nomi cognomi e denunce precise
      non basta avere l’erre moscia per essere una santa

      1. Roberto…:))) non posso resistere.. – sai che resisto a tutto tranne che alle tentazioni – e ora gioco: non hai capito… che non mi sento abbastanza mistica con tutto il Rispetto ai santi? ;-)

  31. purtroppo non e’ gossip, se e’ vero quello che si dice, e’ malaffare
    sul rispetto della donna io direi che spesso dovrebbero essere proprio le donne a rispettare se stesse

  32. …ma per “gossip” intendevo tutto il resto…Roberto, non l’inchiesta ovviamente!

    mentre sul benedetto famoso rispetto di una donna – che poi si estende tranquillamente al rispetto di tutti, uomini o donne che siano – vorrei chiarire un punto fondamentale. Il rispetto non è qualcosa che si concede arbitrariamente o meno a chi ci pare a noi, ma l’esatto contrario: va rispettato chiunque….che è invece arbitrariamente libero nella propria sfera privata, nel momento in cui non lede la libertà altrui e non agisce illegalmente. Vi è chiaro, una volta per tutte?
    Io posso non avere di stima di qualcuno, ma stai tranquillo che lo rispetto in ogni caso. Perchè il rispetto è dentro di me….non in balia dei miei o altrui giudizi del tutto soggettivi e individuali.

  33. forse non hai capito o non mi sono spiegato: non parlavo degli altri ma di se stessi
    ci sono donne che si gettano via
    ma non mi pare il caso di approfondire, anche perche’ abbiamo fatto un post a se stante intervenendo su un “ot”
    tutto perche’ e’ stata toccata carla’, tu hai il tuo giudizio su di lei, io il mio, non cambieremo mai idea quindi e’ inutile

  34. Io ho risposto a un “Ot”, ma mi sembra che intervieni tu come se si parlasse del diavolo… ;-)
    Ti ho capito Roberto, e tu capisci me: al di là delle vedute su Carlà, differenti o quand’anche simili, che ci fanno tanto somigliare a due moralisti. Fosse solo per questo..meglio finirla qua ;-)

  35. …perchè sono una persona morale…volevi dire! ;-)
    (sai intendevo il rischio del moralismo in maniera più sottile, se pensi che in una recensione hanno tacciato Abel Ferrara…di essere un moralista! sul suo film The Blackout: insomma capisco in che senso…lo intendevano, ma non so spiegarlo, troppo sottile). Ma i miei princìpi li ho… seppure non etichettati col bollino blu come le banane! oh :-P

  36. ;-)
    posso aggiungere solo una cosa riguardo i Rolling Stones?
    (nostalgia perfino del limbo…nell’inferno inesorabile attuale): mia madre cambierebbe marciapiede, io invece sono molto fiera di me non solo per l’incontro ravvicinato con Charlie Watts dopo un concerto, ma per come mi ha guardato…(sottolineato), come se ci trovasse qualcosa di ‘familiare’! non sto scherzando: sì, sembrava un po’…’confuso’, dev’essere l’età e/o gli alcolici, ma giuro che ha fatto una faccia come se gli ricordassi qualcuno (cioè qualcuna)… certo… come se gli fossi…’familiare’… appunto! chiaro no? ;-) in un certo senso… secondo me sì….è chiarissimo… e ne vado veramente fiera!!! :-) dovevo dirlo…
    ma al mondo non importa niente, lo so (è cancellabile infatti, qui… cioè).

    1. anch’io non ho mai legato per cosi dire con uomini in “cravatta” e piu forte di me.l’ultimo uomo che ho avuto era un ex carcerato si ma era un figo tremendo:aveva gli addominali scolpiti e con i pettorali che avrebbero fatto sussultare le vecchiette….eheheh in effetti a lui piacevano le donne mature….sono sempre stata una ribelle un’artista e non per niente faccio teatro e studio recitazione.lo psicologo quando avevo undici anni mi diede due in senso politoco due in diplomazia e nove in creativita e campo artistico!!!!mi vieni a vedere a teatro a giugno al mio saggio?dai pino!!!!cosi potrai scrivere un articolo su noi artisti emergenti o magari portare o mandare a vedere lo spettacolo a qualche tuo amico critico o giornalista.aspetto risposta

      1. Mi fai sorridere ma..lo dico con estrema umiltà e rispetto però per me è molto importante che un uomo, come tutte le persone in genere, qualsiasi lavoro faccia purchè sia buono… prima di tutto.Frega niente dei pettorali, così come della cravatta… solo questo, ci tenevo a dirlo. Io adoro la bellezza sì, ma in senso interiore. Qualsiasi professione si svolga nella vita, e a qualsiasi livello sociale, con denaro o meno, si appartenga.
        Scusa, curiosità: cosa interpreti a teatro?? che pezzo e quale ruolo? Intanto, in bocca al lupo!!

  37. :-) grazie! non mi prendi per matta allora… perchè sai quando ci si ‘sente’…come appartenenti allo stesso ‘genere’ -con rispetto e le mie scuse ai Rolling Stones…(oddio più parlo e più mi prenderete per una matta mi sa, ma tanto ormai).
    Ma invece lo devo spiegare: siccome ognuno trasmette qualcosa e come è…anche se non se ne rende conto, me l’ha detto proprio il mio medico anni fa, perchè non riuscivo a instaurare (per lavoro) un contatto con avvocati e notai ecc. nonostante tutta la mia completa gentilezza, e poi una sera ho incontrato Renato Zero: beh, a lui in quel caso,quando a un certo punto mi sono alzata dal tavolo per prendere le sigarette ma mi sono girata un attimo a guardarlo… lui mi stava guardando con aria divertita ;-) (Charlie Watts no, era più…come pensieroso.. non so, ma luminoso però!) invece a Renato Zero istintivamente gli è uscita una faccia proprio divertita. Allora il mio medico mi ha spiegato questo: che ognuno trasmette se stesso…nella vita. Notai, avvocati e professionisti vari, sono persone che amano comandare…nella vita, e quindi abituate o ad altrettanti professionisti, anche in ambiti diversi, ma come loro, o alla ragazzetta che poverina per guadagnare tre lire…insomma quella da “mettere sotto”: gli capito io…..invece, con quell’aria sfasata che poi va a finire che qualcosa di stravagante la dico… e non si instaura il contatto. Invece con Renato Zero…ha detto: “ti avrà riconosciuto nel suo genere”.
    Capito????? perchè lo dico? vuol dire che c’è speranza per tutti: dipende da noi! e come essere! se non in questa vita nella prossima… matti come capre ma geni e sregolatezza! ;-) mi capisci, sì?? perchè io un po’ ci gioco anche, ma sono , forse purtroppo, proprio così.

  38. sicuramente sei molto simpatica e ho idea che sei meno matta di quello che sembri, sei solo un po’ ribelle, contro tutte le regole, e’ scomodo ma in fondo e’ bello: se fossimo tutti uguali sai che noia

  39. Già!… ma nemmeno lo so più poi, valeva per il passato…sempre.
    Grazie comunque (non sono matta, sul serio, magari mi capisco da sola ma so…che siamo tutti differenti stati di coscienza, questo è… in realtà).

  40. (comunque non è nemmeno essere contro le regole, quando presumono un rispetto per gli altri, ma proprio allergia…verso l’uniformità d’essere, rigida e spesso ipocrita a scapito della spontaneità e dell’armonia, ecco, così. Era una leggerezza…fanciullesca ma vera… che è andata perduta… in questo-mondo-di-squali. Stiamo vivendo un’epoca veramente disumana).

      1. ua-ah spiritoso Walter! quanto mi mancava…guarda, la tua ironia… :-)
        sto esaurita dentro casaaa!! :-(
        a sognare… la vita…

      2. Questa non l’ho capita Walter.Che significa stai a Cortina? Penso che di strada dal nord al sud ne abbiamo tanta da fare ,e che non mi si venga a parlare di lega quando le nostre affermazioni fanno di tutti noi legaioli ,scusate se ancora mi indigno se stiamo tutti attaccati al nostro orticello.Ok ,ce lo coltiviamo? Pero’ non meravigliamoci di cio’ che succede attorno a noi.

        1. Io penso si riferisse semplicemente al mio commento precedente: siccome mi lamentavo di “questo mondo di squali” disumano ecc. mi ha chiesto se ero a Cortina…così. Ma se invece si riferiva a me proprio a me…nello specifico, non l’ho capito neanch’io allora: sempre stata abbastanza..scema(?) da aver rifiutato anche w.end in barca e in montagna… Walter!

          1. ma poi che significa “coltivare il proprio orticello”? (i legaioli poi…lasciamoli proprio stare, c’è un abisso)
            ma perchè c’è chi non lo coltiva?? Io mi sono permessa un Ot sui rolling stones…ma per il resto ho commentato il post in argomento, e se c’è chi mi risponde rispondo anch’io a mia volta, se questo si chiama “coltivare il proprio orticello”… è una perdita di tempo invece…apposta pensavo (anche) che Walter facesse dell’ironia…
            Coltivare il proprio orticello per me è chi interviene sempre e solo per convenienza personale, qui o nella vita, e gli altri non esistono mai, nemmeno nel rispetto: ma non mi sembro proprio io il tipo.

          2. Ok rispondo veloce per non abusare oltre
            Con Walter mi permetto perchè la cosa è reciproca:per lui io sono polentona,per me lui è terronista.Amabilmente ci insultiamo ;) .Insomma non aspettavo altro che facesse un minimo commento per attaccarlo al tram.Tutto qua con affetto sincero.

    1. vabbè con questi replica… ora è da specificare che concordi sul mondo disumano e non sul mio eventuale esaurimento eh! ;-)

      (P.s. non volevo fare giudizi prima, lo so che nessuno è mai solo difetti eh…solo che per me è molto importante la bellezza interiore, non so che farci. Anche quando apparentemente sembra che vado contro le ‘regole’…in realtà è sempre questa che difendo. – anche se magari tendo a idealizzare ciò che non è).

  41. comunque l’invito e valido per tutti di venirmi a vedere a teatro a giugno a settimo al santi briganti vicino all’ex standa che praticamente tutti sanno dov’e.ci tengo che venga anche tu roberto.la data e ancora da fissare verso la fine di giugno…

    1. si saremo a settimo torinese a fine giugno e non so ancora che spettacolo sara ma vi garantisco che ce la metteremo tutta!!!!aspetto sia te pino scaccia che roberto altavilla o magari qualche giornalista interessato,potrebbe raccontare che nell’88 ero imparentata con monica bellucci grazie a mio cugino ma che a differenza di lei io so recitare!!!!e ne vado fiera!!!!non ho accettato proposte che mi avrebbero potuto facilitare la carriera diciamo oscene e per me scandalose perche ho una mia morale e la mia dignita con una coscienza pulita!!!!

        1. grazie pino sarebbe esaltante se davvero tu potessi venire al mio spettacolo ancora non ci posso credere che tu mi abbia risposto positivamente!!!sono cosi felice!!!!ho mandato una rispostina a irisilvi per un suo commento a un mio messaggio e qua in fondo alla pagina se mi dici cosa ne pensi grazie di cuore!!!sto aspettando impaziente che irisilvi lo veda se glielo puoi dire?

  42. Auto di grossa cilindrata e barche di lusso ispezionate; scontrini fiscali controllati nei bar frequentati da vip; monitorati i ristoranti che nel giorno dell’Epifania richiamano finti poveri e veri ricchi; nei porti turistici come la Marina dell’Aeroporto o il Porto Antico di Genova sotto tiro gelaterie e locali di tendenza che servono l’aperitivo di mezzogiorno. Tanti i blitz nelle località turistiche, a Portofino, Chiavari, Santa Margherita, mete di eventi mondani e frequentazioni sfarzose. Luoghi passati al setaccio da 15 pattuglie della Guardia di Finanza, da 30 agenti che ieri, a sorpresa, hanno effettuato 150 controlli, a tappeto. Per contrastare l’evasione fiscale. “Non c’è nulla di particolare”, prova a sdrammatizzare il generale Antonino Maggiore, comandante provinciale, che cerca di allentare l’attenzione, “Sono accertamenti strumentali nei periodi festivi”. Ma le dinamiche dei controlli ricordano da vicino quelli di Cortina. Tutto succede nel giorno della Befana. Perché la Gdf dice di rendere “produttivo” il suo lavoro operando sugli “obiettivi” indicati da prima di Natale dal ministero dell’Economia. “I controlli si fanno quando c’è maggiore affluenza – sottolinea il generale – confidando sul fatto che la gente nei giorni di festa non se lo aspetti”. Tant’è che i blitz si sono protratti fino a notte fonda, persino nelle discoteche del capoluogo e del Tigullio. “Niente da temere – dichiara Giorgio D’Alia, sindaco di Portofino, all’Adnkronos – i controlli sono la normalità, si possono fare in modo più o meno spettacolare. Per il resto, qui, da noi, non abbiamo nulla da temere”.

    1. Magari i “Signori e le Signore” Vip, gradivano un blitz del tipo: “Salve, siamo della Guardia di Finanza, scusate se disturbiamo, ma quando alle Signorie Vostre aggrada possiamo venire a fare un controllo?
      Sapete, colpa dei poveracci…per zittirli. A noi infastidisce pure rompere le scatole, ma purtroppo è il nostro lavoro. Fateci sapere cortesemente quando possiamo disturbarvi.
      Portiamo anche le pastarelle. Grazie.”

  43. Certo: era ora!
    Semplicemente perchè le tasse devono pagarle tutti.
    Come in America (dove vanno in vacanza, a Miami nel periodo di Natale) e dove, se ci vivessero, verrebbero tranquillamente denunciati dal vicino di casa…senza stare a scomodare l’esercito.

    Invece a Cortina sbeffeggiano addirittura una crisi… MONDIALE: dire che son dei poveracci è un eufemismo.
    Dalle riprese di Piazzapulita una rubagalline… di quelle che a starci in compagnia dopo un quarto d’ora verrebbe voglia di urlare… dalla noia mortale, che scimmiottava “c’è la crisi, c’è la crisi!” al giornalista: benissimo, allora visto che la crisi non c’è…PAGA quello che consumi, perchè sennò sei a nostro carico….capisci? dai che questo è un concetto semplice da capire, può farcela… :-)

    Certo che quei pochi intellettuali che ancora esistono, non li trovi nè a Cortina nè tra divertimenti così volgari: per fortuna non hanno gusti (e frequentazioni) che tirano all’ordinario.

    E adesso speriamo soltanto che lo Stato ci ritorni ‘amico’…. a noi “comuni mortali”, dal momento che in Germania ricevono assistenza praticamente su tutto, dalla casa a chi l’ha persa per aver perso il lavoro, agli elettrodomestici. Speriamo che la finiscano di massacrarci per gli “errori di settore” e mancate ovvie produzioni degli anni precedenti, come di confiscare proprietà PRIVATE: che si riesca a trovare un equilibrio dentro questa penisola, tra il mare dell’evasione corrotta, a grandi livelli come a quelli impiegatuzzi, e nostalgie tanto ideologiche quanto antidemocratiche. In una parola: una urgente CIVILTA’.

  44. Con quella bocca non poteva tacere. ha espresso comunque un suo parere. «Sono assolutamente contraria a questi metodi da polizia fiscale e trovo sbagliato colpire la ricchezza. Ci lamentiamo tanto che il Paese non cresce, poi chi è ricco in questo periodo viene guardato con sospetto, come colui che certamente evade il fisco». La condanna è netta: «Non trovo giusto colpire Cortina che è un simbolo del nostro turismo per fare controlli fiscali».

    Corrieredelveneto.it

  45. Anche la Gelmini non è stata zitta: “Pare che la ricchezza è il male”. No, il male non è la ricchezza ma il furto.
    Non è giusto fare i controlli fiscali a Cortina? E perchè non è giusto? E’ terra franca?
    «Non mi ha mai persuaso l’ espressione “mettere le mani nelle tasche degli italiani”, anche perché è incompleta: sono alcuni italiani evasori a mettere le mani nelle tasche dei contribuenti onesti – afferma il premier Monti – Loro sono gli italiani che evadono e quei privilegi e rendite sono un inciampo al gioco della concorrenza e del mercato».
    Sai, ognuno esprime il suo parere.

  46. eccerto ma è il suo parere. Non quello delgi Italiani onesti
    e intanto il Presidente Monti oggi, a Ferrara, si è complimentato con la Guardia di Finanza e l’agenzia delle Entrate…questa è un’altra storia rispetto a prima no?
    era ora che qualcosa si muovesse……e il modo con cui stanno operando ,. checchè se ne dica, secondo me è quello giusto. Ci fanno partecipi in questo modoche oltre che colpire i soliti noti stanno intevenendo anche su i “poveri “ignoti :
    Come aveva detto , ma lì ci vuole un po’ più di tempo.

  47. volevo rispondere a irisilvi la quale mi aveva criticata quando parlando di edoardo agnelli avevo scritto che ormai mi ero stabilizzata sotto il consiglio di un dottore.bene un giorno nel 1987 si presenta una signorina nella comunita privata il “PORTO” che era appena uscita da una clinica.bene lei faceva pesare che era in cura da un dottore per motivi che non voleva dire in realta era una tossicodipendente sfegatata e si tutelava in modo alquanto evidente.seppure fosse una donna bellissima era cattiva e spietata dicevano di lei che era una figlia di puttana perche fregava tutti.mi trattava male e con superiorita alche anni dopo sul giornale leggo che era stata errastata in turchia per traffico di 18 chili di eroina e condannata prima all’ergastolo poi a 18 anni.non vi dico la mia soddisfazione!!!!poi so quasi di sicuro che francesca si logorava dall’invidia perche diciamolo avrebbe fatto volentieri la mia parte di principessa al soglio e farsi mantenere da edoardo detto sfacciatamente e volgarmente.sospetto persino avesse preso informazioni…..che poi lei mi aveva tenuto nascosto che era andata a sposarsi in chiesa,sull’altare e dopo aveva ottenuto la separazione “consensuale”” ho preso spunto da lei per dire che alla fine in questi ultimi anni mi sto tutelando e mi sono rivolta a un bravissimo dottore che mi ha curata con l’agopuntura oltre a frequentare assiduamente un prete don adriano che pare sia il tramite di gesu per operare guarigioni miracolose proprio come padre pio.don adriano e il cappellano del cottolengo e fa tanto bene qua a torino e in altre citta perche lo chiamano dapperttutto.io stessa ho assistito alla guarigione di una cieca durante una sua messa.concludo dicendo a irisilvi che non me la sono presa affatto per il suo commento anzi era quello che mi aspettavo se gentilmente mi volesse rispondere perche parlo da donna addolorata nel senso che dopo tanti anni che sono stata accanto a edoardo per una questione di rispetto nei suoi e nei miei confronti avrei voluto essere ascoltata e interpellata di piu soprattutto dalla sua famiglia alla quale sono affettivamente legata.avrei voluto in questi momenti di dolore avere piu vicina sua madre che per me e come la mia.l’avvocato aveva sostituito la figura assente di mio padre e mi dava sicurezza tenerezza ecc….

    1. Cristiana non ti avevo criticato per ciò che pensi tu, giammai! Pensavo volessi usare il blog per notorietà, che tu fossi una mitomane.Scusami, ho un caratteraccio, auguri per la tua carriera e per il tuo futuro personale e artistico.

      1. grazie cara,ma sai oltre ai privilegi che ho perso dopo la sua scomparsa ho perso l’unico vero amico un grande confidente un amante irresistibile…e forse anche il padre che volevo per i miei figli…..credo che la mia posizione sia scomoda per me intendo in quanto non mi presenteranno mai come la compagna di un grande uomo scomparso,anche se potrei testimoniare quanto fosse impossibile un suo suicidio e che persona meravigliosa fosse.era sempre preoccupato per me voleva vedermi felice realizzata libera

        1. ..SCUSATE, con tutto il rispetto, ma non vi sembra di usare questo blog, per “cose” un pò troppo private? non voglio entrare in merito ai singoli commenti, ma mi paiono solo chiacchierate intime e personali fra amiche, non certo commenti generici che possano riguardare e interessare i vari lettori del blog……detto ciò, mi ritiro, non potendo partecipare a commenti individualizzati e di vita famigliare, ma se il tutto va bene a Pino, no comment….

          1. mi scusi signora ha ragione sono io che mi sono un po troppo lasciata trasportare in quanto a pino mi perdona perche in fondo mi conosce ma non devo approfittare della pazienza di chi mi vuole bene!!!

      2. sai sono sempre stata attenta a sgaiattolare via quando venivano i giornalisti a casa sua perche inanzittutto mia madre voleva difendere la nostra vita privata e lei veniva a saperlo subito da me e poi perche non sono di certo la donna che posa da gattona in pubblico mentre magari nel privato le cose per esempio tante coppie si sono lasciate dopo essere state al centro dell’attenzione e poi la mamma di edoardo la famiglia sono sicura che al nascere della nostra relazione non avrebbe approvato,edoardo amava la discrezione

  48. mia madre e sempre stata una donna molto discreta e riservata e sempre perfetta in ogni situazione io sono diversa sono un po un fallimento nella mia vita l’unica cosa di buono era che edoardo apprezzava le mie doti di sensibilita di bonta…..era un po la mia coscienza,il mio compagno di vita

  49. Renza, ho combattuto per anni la chat. Mi sono in un certo senso ritirato, lasciando lo spazio come fosse privato, insomma agli sfoghi personali (che esulano dall’argomento affrontato nel post). Ma come vedi non intervengo. Anch’io uso altri canali. Purtroppo il mondo del web è cambiato notevolmente e i blog non hanno più la forza di una volta.
    Ma tu non devi ritirarti. Anzi, a maggior ragione devi commentare i fatti a beneficio di tutti.

    1. Grazie Pino, proprio come dici tu “argomenti o sfoghi personali che esulano dall’argomento del post”, mi paiono , oltre che fuori luogo, anche una mancanza di correttezza (per non dire rispetto), non solo nei confronti dell’amministratore (cioè tu), ma anche nei confronti dei vari lettori. Intendo ritirarmi, nel senso di non “infilarmi” in questi discorsi suddetti, in quanto non mi possono interessare le “cose” altamente private delle sopraddette; non mi ritiro certo dai tuoi blog, che sono quanto di più completo e interessante ci possa essere sul web.
      E poi dove la metti la mia “venerazione” per te?….

    1. comunque sara sempre cosi certi “favoritismi ” di classe ci sono sempre stati e ci saranno sempre!!!non che a me non facciano comodo…..

      1. A me invece stanno talmente antipatici i “favoritismi” (di classe o di qualunque genere) che posso dire con fierezza di averli sempre rifiutati anche quando andavano tutti a mio favore! non volevo favori ma solo il riconoscimento delle mie qualità (certo non è stato…conveniente, ma almeno mi sono sempre presa la soddisfazione di mandare a quel paese quello che non mi piaceva – che poi, questa sì, è sempre stata la mia aspirazione principale :-)

  50. Comunque il ragionamento di Monti non fa un plissè, gli spettacolari controlli anche, ma io continuo a rimanere diffidente. Diffidente come lo sono sempre stata nei confronti di tutti i “contentini”, come si suol dire.
    Io spero che riveda seriamente l’evasione seria….ma anche certi sistemi di Equitalia che non possono avere A. tassi stellari in base ai quali le cartelle lievitano giorno dopo giorno ad interessi disumani, B. mettere in moto un carrarmato che con la ‘motivazione’ della grande evasione pensa di poter autogiustificare tutto il resto…

    Insomma lo dico ancora più chiaramente: non vorrei che questi controlli spettacolari….siano volutamente un contentino e fumo agli occhi per distogliere l’attenzione da ben altre manovre altresì chiamate semplicemente ingiustizie.
    Combattere la grande evasione sfacciata era ora, adesso dovrebbero rivedere certi “sistemi” basati su tassi di interesse disumani e confiscamenti dall’oggi al domani mandando per strada le persone comuni, e senza dimenticare i suicidi.
    Vogliono gli arretrati? bene, stabilissero un tasso di interesse SOSTENIBILE, una rateizzazione sostenibile, e il divieto di appropriarsi delle proprietà altrui che per tre soldi… le mettono all’asta appropriandosene poi loro stessi.
    Io…non distolgo l’attenzione nonostante tutte le spettacolarizzazioni in corso.

  51. Tanto per chiarire.

    http://www.la7.it/piazzapulita/pvideo-stream?id=i495524

    (e con le ipoteche non si può neanche vendere ciò che è PROPRIO….per poter pagare i debiti, e un’agenzia delle entrate che non permette nemmeno di saldare il debito ma preferisce appropriarsi delle proprietà altrui, si chiama furto: nè più nè meno di chi evade le tasse. Allora un utente è indebitato? gli lasci vendere……….al prezzo REALE quello che ha e gli PERMETTI DI SALDARE IL DEBITO, SE SIAMO ANCORA IN UNA DEMOCRAZIA. E’ chiaro sì??)

    Spero che il Presidente Monti, che ragiona perfettamente quando dice che le mani in tasca agli italiani le mettono gli evasori, ristabilisca delle REGOLE anche a quest’altro “sistema”.
    PERMETTENDO A TUTTI DI SALDARE I DEBITI…..almeno.

  52. Solo per concludere(per me)buona fortuna a tutti

    Cinque regioni pagano per tutti E le tasse del Nord regalano cinquanta miliardi al Paese

    FEDERALISMO FISCALE: CHI CI GUADAGNA

    LA POLPA del federalismo? Oltre 64 miliardi di euro l’anno. E’ questo il “malloppo” che, secondo uno studio della Cgia di Mestre, le regioni più virtuose d’Italia (quattro nel nord, una del centro) potrebbero risparmiare se si arrivasse a un federalismo duro e puro, all’insegna del “ciascuno fa per conto proprio”. Per fortuna si parla di un federalismo “solidale”, anche se ancora è tutto da costruire.

    UNO STUDIO della Cgia di Mestre scatta la fotografia di che cosa c’è in ballo. Le regioni virtuose, ossia quelle che danno allo Stato più di quanto ottengono sotto forma di trasferimenti e servizi pubblici, sono cinque, di cui quattro al Nord (Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna) e una del Centro (Lazio). La regione più virtuosa in assoluto è la Lombardia che contribuisce con un saldo, tra ciò che dà e ciò che riceve, di ben 42,574 miliardi di euro. Al secondo posto si piazza il Veneto con un notevole 6,882 miliardi. A un’incollatura di distanza guadagna il podio l’Emilia Romagna con 5,587 miliardi. Più staccato, ma sempre con la coccarda di virtuoso, il Piemonte con 1,219 miliardi. I “magnifici quattro” del nord, quindi, sono contribuenti attivi per 56,262 miliardi di euro. Anche il Lazio (ma va considerato il peso specifico di una città molto ministeriale e impiegatizia come Roma) non sfigura con i suoi 8,720 miliardi di euro di saldo contributivo che la pone al secondo posto in assoluto dietro la Lombardia. Dato che sembra smentire in modo clamoroso il luogo comune di “Roma ladrona”. Tutte le altre regioni, comprese quelle del Nord, chi più chi meno, dall’attuale sistema ci guadagnano. La Toscana, ad esempio, ha un saldo a suo favore di 0,776 miliardi, la Liguria di 3,304 miliardi, il Friuli Venezia Giulia di 2,104 miliardi, il Trentino Alto Adige (2,177), la Valle D’Aosta di 0,617 miliardi. Ancora meglio va per le regioni del Sud come Sicilia (21,713 miliardi), Campania (17,290), Puglia (13,668).

    I DATI della Cgia tra le loro pieghe mettono in rilievo un paio di cosette non di poco conto. Il primo è che proprio le regioni a statuto speciale (Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, con l’aggiunta del caso eclatante della Sicilia) non brillano per rigore della loro amministrazione. La morale è che non è scontato che autonomia diventi sinonimo di virtuosità. Quindi, servirà molta attenzione su come costruire il federalismo per non cadere dalla padella nella brace. La seconda cosa l’ha messa in luce il segretario della Cgia, Bortolussi: «Ciò che i cittadini del Nord sentono con maggiore insofferenza è il fatto che il contributo dato dalle loro regioni è costantemente aumentato dal 2002 al 2007. In Lombardia l’incremento è stato del 47%, in Piemonte del 33% e in Veneto del 32%. Incrementi che con un serio federalismo fiscale, che coniughi solidarietà, responsabilità ed efficienza della spesa pubblica dovrebbero diminuire». Insomma, secondo Bortolussi, è qui il cuore del motivo dell’ottimo risultato elettorale della Lega in Lombardia, Veneto e Piemonte.

    di NUCCIO NATOLI

    Notizia tratta da La Nazione

  53. Gli orafi hanno un redddito di 12.300 euro, i tassisti di 14.200, gli esercenti degli stabilimenti balneari di 13.600, i baristi di 15.800. Giri d’affari da fame e alla fine guadagni inferiori anche a quelli medi degli operai e dei dipendenti. Questo è quanto emerge dalle dichiarazioni dei redditi dei lavoratori autonomi e delle piccole imprese. Così possiamo leggere nelle tabelle diffuse dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia che pubblicato le ultime statistiche fiscali (quelle relative all’anno di imposta 2009) di tutte le attività d’impresa.

  54. “CHI SONO GLI IRRESPONSABILI?”

    Questo il titolo a inizio trasmissione di Piazzapulita questa sera: 19 gennaio 2012

    Ho capito bene? a una donna in sardegna hanno tolto LA CASA…..con l’intervento dell’esercito?

    E’ consigliata la visione, grazie.

    (ora stanno parlando del disastro ambientale della nave, certo in tema di irresponsabilità… ci sta tutto, dopo “ne vedremo delle belle” ha detto Formigli).

  55. …che poi con queste liberalizzazioni (che comunque ancora non ci ho capito niente), ora stanno parlando i tassisti: ma si può andare a dirgli che loro licenza non vale più niente…ma come gli viene in mente, ma come gli viene in mente!!……

    ma facessero una riforma PER UNA VOLTA NELLA VITA CON UN CRITERIO UMANO, UMANO, UMANO E NON CONTINUANDO IN ETERNO A REMARE CONTRO L’UMANITA’!!! L’unica vera riforma di cui c’è urgente bisogno…………………………….

  56. PISA – Ha ordinato tre cappuccini e tre brioche ed ha dovuto pagare 25,80 euro. Ma subito dopo ha consegnato lo scontrino ad una pattuglia di vigili urbani. I 25,80 euro appena incassati sono costati al barista ‘furbetto’ una multa da 1000 euro. E’ accaduto in un bar nei pressi della stazione già sanzionato per condotte simili. Il bar non ha la tabella dei prezzi esposta e per questo è stato multato. Il barista, secondo quanto appurato dai vigili, prenderebbe di mira gli stranieri che non parlano italiano. Questa volta è toccato a uno spagnolo in vacanza con moglie e figlio.

  57. DOSSIER Quei 546 lombardi sconosciuti al Fisco

    Hanno evaso l’Iva e le imposte dirette per complessivi 150 milioni di euro. Una vera e propria organizzazione criminale, dedita all’evasione fiscale e all’utilizzo di false fatture, scoperta dalla guardia di finanza di Pavia. Sette le persone arrestate, alle quali è stata contestata l’associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale oltre ad altri reati tributari. In carcere sono finiti il capo dell’organizzazione, un quarantaquattrenne di Usmate Velate (Milano); una 42enne di Missaglia (Lecco), socia e commercialista delle società implicate, e un 47enne di Binasco (Milano). Agli arresti domiciliari altri soci: un 51enne di Cormano (Milano), un 69enne e un 54enne entrambi di Milano e un 56enne di Sapri (Salerno).I finanzieri pavesi hanno controllato 13 società operative che facevano capo a un consorzio, con sede a Monza, che lavorava nel settore della logistica e del facchinaggio. Le indagini hanno permesso di appurare che venivano emesse fatture per operazioni inesistenti, con la produzione di costi fittizi privi di regolare documentazione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s