01.01.2012

Advertisements

16 thoughts on “01.01.2012

  1. Nuovo orizzonte, nuovo giro.
    A tutta la Tribù l’ augurio di 12 mesi di salute, 52 settimane di serenità, 365 giorni di pace, 8.760 ore di fortuna, 525.600 minuti di gioia, 31.536.000 secondi di quello che desidera il vostro cuore.
    Per fortuna…o per crisi i fuochi stanotte, erano un po’ di meno. Speriamo che Santa Barbara e San Silvestro l’ anno prossimo divorzino.

    1. Fuochi e botti, anche quest’anno, hanno la loro lista di vittime. Un morto a Roma, 27 feriti a Salerno, 73 a Napoli dove un uomo è morto mentre stava cercando di accendere una batteria di fuochi d’artificio. Ma ad ucciderlo sarebbero stati alcuni colpi di pistola.

      Vale la pena di ricordare che a Roma e a Napoli, dove ci sono state le vittime, i botti non erano stati vietati.

  2. Nasce un nuovo anno con i suoi molteplici richiami: il tempo, che corre e non ritorna, è un grande Dono.
    Invece di sprecarlo,proviamo ad usarlo con riconoscenza e responsabilità. Se tutto viene inesorabilmente “divorato” e travolto dal tempo, rimane però intatto il bene che abbiamo compiuto: tutti i secondi che abbiamo trascorso nell’amore vero, diventano eterni . Ogni momento di vita è un dono che Dio fa a noi e che noi possiamo fare a Lui vivendolo nell’amore .
    L’anno che si apre col suo carico di incognite, possiamo affrontarlo nella fiducia che Lui non ci abbandona, ma ci “benedice” cioè ci protegge con la sua presenza efficace d’amore. “Rivolge il suo volto” su di noi. E ci da “pace”.
    La famiglia e la pace sono due realtà fondamentali, indissolubilmente legate tra loro. Senza l’una non ci può essere l’altra. Ed è in famiglia che si impara fin da piccoli la “grammatica” della pacifica convivenza, che poi deve coinvolgere “tutta la grande famiglia dell’umanità”.
    È essenziale educarci ed educare alla pace. “La pace del cuore è il cuore della pace”. Soltanto se siamo “pacificati” dentro, diventiamo strumenti di pace. Soltanto se siamo riconciliati con noi stessi, diventiamo capaci di perdonarci a vicenda e così costruiamo la pace. Le “armi” che fanno vincere la pace sono la preghiera, il perdono, la misericordia concreta. “La pace è un cantiere aperto a tutti e non soltanto agli specialisti e ai sapienti…La pace è una responsabilità universale: essa passa attraverso mille piccoli atti della vita quotidiana” (GiovanniPaolo II).
    E dunque cari amici della Torre e Gabbiano…PACE e BENE.

    1. …ché perder tempo a chi più sa più spiace ;-)
      Auguri anche da parte mia: a Franca e a Francesco in particolare, per la schiettezza reciproca che c’è sempre stata.
      (un pensiero ad Alice che sta in Giappone, mi sembra di ricordare, sperando che non ci siano stati danni gravi).

  3. Il presidente Napolitano lo aveva ripetuto anche durante il discorso di “fine anno”. L’importanza di riconoscere la nazionalità italiana ai figli di immigrati nati in Italia. Un auspicio per Takwa, venuta alla luce un’ora e 42 minuti dopo mezzanotte a Torino. i suoi genitori sono di origine tunisina, papà Ben Ahmed e mamma Karik hanno rispettivamente 44 e 26 anni, lui fa il meccanico e lei è casalinga e hanno già un’altra figlia di 4 anni, Jasmine. Ha origini vietnamite invece la mamma di Sofia, la prima bambina nata a Roma, pochi secondi dopo la mezzanotte.

  4. L’ «emergenza della condizione disumana delle carceri e dei carcerati» è uno dei «limiti del nostro vivere civile» ha dichiarato il capo dello Stato nel discorso di fine anno. E nella notte di Capodanno si è avuto un crudele riscontro alle paole del presidente della Repubblica con due suicidi e un tentato suicidio nei penitenziari della Penisola. Un detenuto di 34 anni, di Lecce, è morto sabato nel carcere di Trani. Nelle stesse ore un detenuto nel carcere delle Vallette, a Torino, si è tolto la vita impiccandosi in cella con un lenzuolo. Un tentato suicidio c’è stato invece nel carcere di Vigevano. Nel 2011 i suicidi in carcere sono stati 66.

    1. Se lo dice il Presidente Napolitano, rispettosamente gli si crede.
      Però…circola questo video. E’ indubbiamente fazioso vista la provenienza, ma alla fine, ognuno giudica obiettivamente da sé.

      1. Intanto il video è vecchissimo e Napolitano ha già chiarito tutto (da tempo). Poi forse dimentichi che parlare male del Capo dello Stato è un reato. E noi non siamo parlamentari leghisti….
        In ogni caso, io non giudico mai le persone ma i fatti.

  5. Non mi pare di aver detto niente di male sul Capo dello Stato. Ho solo postato un video, dandolo per fazioso, ma a giudicare con obiettività. Se questo è reato…
    Ma se da fastidio è tua facoltà toglierlo.

  6. Già inizia bene l’anno… Per le alluvioni in Australia e zone asiatiche di fine 2011, spuntano pericolose minacce per la salute dell’uomo, come il Virus MVE trasmesso da una particolare zanzara australiana, le api che diventano zombie causa parassita killer, le “solite” anomale stragi di massa di uccelli e di pesci in varie parti della Terra, come dire siamo nel 2012, ma sembra di essere ancora nel 2011…

    MORE: http://bit.ly/xZcPyRhttp://bit.ly/wS2qjGhttp://bit.ly/xxzjLQhttp://on.msnbc.com/yJftW6

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s