Parlando di Ylenia

“La vita in diretta” (Raiuno): il link per rivedere la puntata (di Ylenia si parla a partire da 1h e 51″)

I filmati sulla scomparsa di Ylenia Carrisi Altre foto

Mi ha fatto uno strano effetto tornare  a via Teulada. Intanto perchè quello è stato il mio primo ufficio dopo essere sbarcato al Tg1, tanti anni fa. Partito dalla provincia marchigiana, dov’ero emigrato in cerca di un contratto, era un sogno che si avverava. E poi entrando in studio, nonostante la grande affabilità di Mara Venier, non ho potuto evitare di pensare al mio amico Sposini e a quanto sia strana, e imprevedibile, la vita.


Advertisements

28 thoughts on “Parlando di Ylenia

  1. E’ stato assolto anche in appello Alberto Stasi, accusato dell’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa a Garlasco il 13 agosto 2007. Al termine della Camera di consiglio il collegio presieduto da Anna Conforti, affiancata dal giudice a latere Franco Tucci e da 6 giudici popolari, due donne e quattro uomini, ha creduto all’innocenza del giovane, confermando la sentenza di primo grado. Il pg di Milano, Laura Barbaini, aveva invece chiesto di condannare a 30 anni di carcere l’ex bocconiano. I giudici avrebbero potuto decidere per un’ordinanza con cui riaprire il dibattimento, per eseguire gli ulteriori accertamenti chiesti dall’accusa: hanno scelto invece di emettere direttamente la sentenza. Le cinque udienze che hanno scandito questo processo d’appello si sono svolte a porte chiuse, ma per la lettura del dispositivo la Corte ha permesso ai giornalisti di entrare in aula.

  2. Ti ho visto e ho vissuto una bella emozione.Sono contenta che Mara ti abbia coinvolto.Un abbraccio MSilvia

  3. Pare che a New Orleans se scompare una ragazza e ne vedono una suicidarsi, automaticamente abbinano i due fatti e hanno risolto il caso. A Topolinia, il Commissario Basettoni avrebbe fatto meglio della Polizia quella Città.

  4. Infatti… a me piacerebbe tanto poi una tv tipo salotto, una trasmissione cioè, dove di chiacchiera amabilmente… si parlasse di QUALCOSA. Si affrontasse un tema sviscerandolo a fondo. Invece tra il pubblico che è diventato attore, tra che in giro c’è quello che c’è – come ‘intellettualità’, intendo – tra mass-media no come si chiamano i media dei media .. i mediatori dei media? può essere?! mah… insomma un’Idea, una conversazione interessante, uno sceneggiato interessante, qualcosa di interessante! che noia che barba che noia!
    Proporrei: Pino Scaccia conduttore, abbasso politici e starlette (troppo noiosi), poi…vediamo un po’, ospiti fissi in studio: De Bortoli, Mughini, Catherine Spaak – che se ricominciasse Harem pure non sarebbe male – Michele Serra, Curzio Maltese, Massimo Gramellini, e poi..i nomi…. non mi ricordo più :-( ah pure Mara Venier comunque, che mi è molto simpatica. Ecco chi…e Galimberti! Umberto Galimberti, e qualche altro filosofo pure che ce n’è molto bisogno. Tutto impostato tipo “Harem” di Catherine Spaak.

    1. Marcello sono commosso dalla fiducia, ma forse ancora pensate che la scelta di affidare trasmissioni dipenda dalle capacità? Talvolta certamente, ma non sempre.

      1. No, infatti questo era il senso.
        (e chi lo pensa più…da secoli, tolte eccezioni che confermano la regola, naturalmente)

      2. Pino non sono del settore ma sono abbastanza vispo ( SCUSATE L’IMMODESTIA !!) da capire ” CERTE DINAMICHE”…
        magari potresti cambiare sesso, farti due tettone enormi e ogni tanto piangere guardando dritto dritto la telecamera………

          1. …scherzi a parte Pino ma se non diamo MAI la precedenza a chi ha esperienza da vendere, e diamo, al contrario, sempre spazio a chi ha il faccione rassicurante e telegenico, la tessera di partito ” quella giiiusta” e non premiamo mai chi può RACCONTARE STORIA E STORIE avendola vissuta in prima linea siamo messi proprio male……e non farmi nominare alcuni tuoi colleghi RAI ( non voglio imbarazzarti ) OMNIPRESENTI che appena aprono bocca fanno piangere per davvero……

  5. OT (UNA BELLA NOTIZIA)

    Arrestato Zagaria, il boss dei casalesi era latitante da 16 anni. L’uomo sarebbe stato individuato in una sorta di bunker sottoterra e catturato dopo che sul posto sono intervenuti con gli escavatori. Impegnati centinaia di uomini della polizia, Sco, squadra mobile di Caserta e Napoli.
    tutto questo è successo, ovviamento, dove ? la risposta è facile: NEL SUO PAESE DI RESIDENZA CASAPESENNA !!!
    Come dire ” LATITANTE A CASA SUA”…..

  6. Che storia triste, quella di Ylenia…onestamente non credo sia ancora viva.Resta comunque una scia inquietante dietro la sua morte, e quell’ultimo “compagno di viaggio” non mi hai mai convinta…quanto al tuo intervento,va da sè che sei sempre un grande.

  7. Ovviamente il corpo di questa ragazza non è stato mai trovato, e il Signor Masakela continua a girovagare con le sue giagulatorie musicali, indisturbato e senza dover dar serio conto di come si sia procurato i Traveler’s cheque di Ylenia Carrisi.

  8. Ancora stasera ne hanno parlato a Chi l’ha visto. Sono andati a New Orleans e come Pino hanno ripercorso gli ultimi momenti di Ylenia arrivando alle stesse , identiche ipotesi. Con l’aggiunta dei riti vodoo ai quali sembra che Romina Power creda molto.

  9. Si, questo è stato detto anche nella trasmissione. Ma essendo l’ unico collegamento con la persona scomparsa, la Polizia di New Orleans lo doveva inchiodare con tanto di lampada in faccia e farsi dire la verità. Verità, almeno da quello che hai detto negli articoli precedenti e in trasmissione, non è stata da costui ancora svelata.
    Ci vuole molto a prenderlo codesto individuo e farlo “cantare”? Almeno per avere una tomba, dove i familiari possono piangere il loro dolore. Al bano compreso.
    Non resta che sperare nello zelo dei tuoi colleghi di RAI tre.

    “O che si muova nuovamente lo spirito del segugio di Pino”. ;-)

    1. Ho come la sensazione che sicuramente si saprà di più ! Non so se ci sia lo zampino di sua madre Romina o solamente la sua tenacia,, ma dopo tanti anni se si riapre un caso forse ci sono degli elementi per poterlo fare.

  10. ma solo io non riesco a vedere la trasmissione? mi dice “contenuto non disponibile”. è perché non sono in italia? peccato, mi sarebbe piaciuto vederla…

  11. in questi due giorni ho riflettuto molto sul fatto che questi criminali si vaporizzino virtualmente a casa loro, dietro l angolo, magari a 200 metri da una qualunque stazione di forze di polizia in ville piene di telecamere e PANIC ROOM in cemento armato.
    Ora mi chiedo se non sarebbe opportuno INTERROGARE seriamente i tutti i responsabili dell’ordine pubblico LOCALE.

    STORIELLA: alcuni mesi fa un mio caro amico ha malauguratamente pensato di costruire una piccolissima CAPANNA di legno PREFABBRICATA ( 2mx2m!!!!) nel SUO giardino per adibirla a RIMESSAGGIO degli attrezzi. Tenete presente che questa casa è piuttosto isolata nel bosco, un piccolissimo angolo di paradiso. Ebbene dopo alcuni mesi si sono presentati i vigili urbani che oltre ad intimarlo di smontarla gli hanno applicato una sanzione di € 5000.

    Ora mi chiedo:- possibile mai che un delinquente di questa portata abbia potuto costruirsi un BUNKER con VILLINO sovrastante senza che nessuno si sia chiesto cosa stessero facendo e per chi ?? Non ho ovviamente le prove ma temo fortemente che una certa omertà sia spalmata anche su chi dovrebbe controllare il territorio e magari passando davanti a quel cantiere ( si parla di lavori partiti intorno al 2009 ) si sia girato dall’altra parte. O no !?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s