La Befana e le bombe

Passi per i legaioli che estromessi dal governo italiano tornano a rifugiarsi nell’improbabile parlamento padano. Ormai siamo abituati ai soliti slogan ed è chiaro che in crisi di voti tentino l’antica strada della secessione. Ma adesso ci si mette pure l’Alto Adige. C’è una tipa, tale Eva Klotz, che è più intransigente di Bossi. Adesso se la prende con la Befana che secondo lei è di destra, anzi addirittura fascista. Così contesta la grande festa di Bressanone dedicata all’Epifania, dimenticando che anche in Austria (dove aspira di andare) la vecchietta con la scopa è venerata dai bambini. Ma alla figlia del “martellatore della val Passiria”  non piace: lei ha avuto un’altra educazione, sotto il camino ha sempre trovato le bombe invece dei regali. Se questa è politica.

Advertisements

18 thoughts on “La Befana e le bombe

  1. ,Ancora la Klotz? Mi sembra che da anni ciclicamente torna a far parlare di sè, chissà cosa fa nei momenti di silenzio…
    Però stiamo attenti, non vorrei che formassero un CNT con sede a Vienna, ottenessero il sostegno di HRW perchè reprimiamo il dialetto padano e altoatesino e magari finisce che l’Onu vota una no fly zone ecc ecc. Di questi tempi ….

  2. Brutta aria, i padani incazzati, adesso arriva la bella klotz…buon Dio, ma perchè non si danno una calmata, invece di dare forza alla divisione dell’Italia? Loro avranno pure le loro ragioni su Roma, il mondo politico dromano, il sud, troppe volte sud, sud, ma basta! non se ne può più!; bisognerebbe fare un discorso per migliorare la collettività, invece di andare in mille pezzi.

  3. La Evita sudtirolese è una irriducibile, figlia di cotanto (si fà per dire) padre. Direi che è uno dei classici esempi di come si possa minare una convivenza etnica così faticosamente raggiunta. Lei non mira ad andare in Austria, dove per altro non la vorrebbero, mira alla “selbstbestimmung” all’autodeterminazione. Più di qualcuno gli strrizza l’occhiolino perchè è utile a tenere alta la tensioone con lo stato italiano che dal 1976, con la legge costituzione n. 752, ha concesso all’Alto Adige ampia autonomia. Un giorno sì e l’altro anche si aggrappa con una certa ricorsività al argomenti come il Monumento della Vittoria di Bolzano, simbolo fascista, la toponomastica, la “vermischung” (l’odiata “mescolanza” di etnie), ora anche la Befana, e via discorrendo. Mentre gran parte della popolazione di madrelingua tedesca si gode in pace ed in armonia i frutti dell’autonomia con l’altro pezzetto di popolazione, quellla italiana, Lei e qualche altro irredentista soffiano sul fuoco della divisione.

  4. Pino lo sanno tutti ormai…BABBO NATALE ( vestito tutto di ROSSO!!) è un pericolosissimo COMUNISTA!!. Si cala dal camino per mangiarsi i BAMBINI.
    LA BEFANA ( risaputamente tutta NERA E BRUTTA !!) è, PER PAR CONDICIO, una FASCISTONA che sorvola i tetti delle case scaricando BOMBE DI CARBONE !!!

    ….ma mi faccia il piacere….

  5. Vivevo in una beata ignoranza del panorama politico dell’Alto Adige…ora so che l’ignoranza è pure bilingue…

  6. Sissi non è che sta Moss l’hai un tantino idealizzata ? io personalemente non la sopporto; sicuramente è brava, NELLO SPECIFICO, per il resto non mi pare un modello di donna da proporre a cuor leggero.

  7. Marcello, perchè non la sopporti?? Io, vero che tendo a idealizzare sempre un po’ tutto e tutti…nel bene e nel male: sono un tipo un po’ “drammatico” ;-)
    Ma è anche vero che ognuno trasmette se stesso nella vita. – anche chi cerca di nasconderlo, ossia la maggior parte delle persone, che vivono di false apparenze. Lei invece è proprio così! se stessa…e soprattutto senza nascondersi dietro falsi perbenismi. Forse è proprio questo che disturba tanto gli esponenti dell’ipocrisia, e l’altra metà del pianeta, quella moralista.
    Io non amo i “modelli”, ma adoro i ‘contrasti’, e per me tanti aspetti che rappresenta, che non capisco perchè stanno sulle scatole a tante persone, sono invece delle QUALITA’: l’innocenza e la fragilità di una ‘bambina’, unite a uno spirito ribelle, sopra le righe; la mancanza assoluta di ipocrisia… a favore della spontaneità, la leggerezza eterea a qualche metro di distanza dalla pesantezza terrestre, non so.. è come un bellissimo uccel di bosco, selvatico, indipendente, libero… che se la ride delle umane piccinerie e meschinità.
    Anche i Difetti devono essere maiuscoli…per me :-) e correlati di eleganza e di armonia: proprio il diavolo e l’acqua santa!…. ;-)

    (non è un “modello”, mi ci chiamavano anche a me così, ma difendo quelle qualità pulite, che tanti cercano di infangare proprio perchè non corrispondi ai LORO… “modelli”, moralistici e alquanto pedanti: si parlava di befane, no? ;-)
    A volte si restringe un po’ troppo il concetto di “buono e giusto”, rendendolo pedante e retorico, e invece continua a sfuggire sempre… la Bellezza. – interiore…naturalmente.

  8. Cioè quel suo lato bello… che lei cerca tanto di nascondere, si vede…. e la maggior parte della gente non solo continua a fingere che non ci sia – di non vederlo – ma addirittura ne sembrano quasi..allergici.

    Io invece adoro quella bellezza un po’ anfrogina, sia nelle donne che negli uomini, più spirituale che umana, eternamente adolescente e nomade… come nelle pubblicità di Calvin Klein! in cui sembrano tutti appena usciti dai giardini incantati dell’Eden! così ;-)
    (vabbè, sto dicendo un mucchio di cretinate “oggi”, ma del resto…l’ho detto che dai giornali non mi sento di prendere che questo. Meglio…).

  9. posso affermare con ragionevole certezza che non è nè innocente nè fragile ( fra parentesi si favoleggia che sia così anche la condannata CAMPBELL condannata a 200 ore di LAVORI SOCIALMENTE UTILI) ;
    in realtà sono personaggi egocentrici e capricciosi .
    cara Sissi lavoro indirettamente nel mondo della moda e mi è capitato di incrociarle a Milano.
    Bene una sera la tua amata è andata su tutte le furie perchè non riuscivano a trovarle un massaggiatore seduta stante….
    se per fragilità intendi che non è tutta colpa LORO ti posso anche dare ragione ma io ho altri riferimenti, ben più edificanti.
    Sulla bellezza ovviamente non discuto ma d’altra parte le FOTOMODELLE sono tali perchè sono quasi tutte BELLISSIME.

  10. Beh certi particolari non li conosco… ma, Marcello, non a caso è stata definita “il diavolo e l’acqua santa”! ;-)
    (sennò avrebbero detto una “santa”… no? :-)
    – Naomi Campbell è già un altro tipo, un'”anima giovane”…come le definisco io quand’è così.

    • Ah N.B. ma non è proprio un “modello” eh, non è in quest’ottica che ne parlavo! a me non piacciono proprio i “modelli” oltretutto (umani, statali, economici, culturali che siano, di nessun tipo).
      Ognuno di noi è originale e unico, e poi… non amo certamente gli “schemi”, appunto. ;-)
      Saluti a tuttiii – ah bello però il tuo lavoro, complimenti! oltre a quello artistico, l’altro che mi ha sempre affascinato è l’ambito della moda, insomma di quei bellissimi abiti da favola… mmm! sempre di bellezza si tratta, anche se nel suo lato più superficiale vabbèè…:)))

      • ..pure questo è vero ;-)
        (com’è vero anche che esistono persone e sentimenti..più edificanti, come dicevi tu, ora seriamente).

  11. io ricordo, vagamente ma lo ricordo, che in Alto Adige, ancora negli anni 80, qualche bombetta la facevano scoppiare, dei distinti gentiluomini.
    Ma tutta la polemica sulla befana, non è che lei l’ha creata, perchè si sente un pò punta sul vivo, visto che non è sta gran bellezza?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s