Evasori

Nella denuncia dei redditi del 2010 marito e moglie avevano denunciato rispettivamente 1 e 5 euro, scordandosi però di annotare l’introito di 65 milioni di euro per la vendita di 180 ettari di terreno. L’operazione ha attirato l’attenzione del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Venezia, anche perché quella della coppia era stata la transazione immobiliare di maggior rilievo realizzata nella provincia lagunare nell’ultimo quinquennio. Così sono partiti i controlli mirati e i risultati sono stati sorprendenti. A carico dei coniugi, per gli anni sottoposti a verifica, sono stati constatati nel complesso redditi omessi per circa 26 milioni di euro, e corrispondenti imposte per oltre 11 milioni, calcolati in via presuntiva sugli investimenti di somme detenute all’estero che variavano tra i 140 e i 200 milioni. segue C’è pure chi non si vergogna, anzi insulta il fisco  E chi se ne vanta

Advertisements

45 thoughts on “Evasori

  1. E tutto a discapito di chi onestamente paga fino all’ultimo centesimo pur non facendo la vita da nababbi come questi signori che si permettono pure di protestare e definirsi indignati

  2. Non insulta il fisco, insulta tutte le persone oneste che hanno sempre pagato fino all’ultimo centesimo e che continueranno a farlo

  3. NON PROPRIAMENTE OT

    Diceva di essere di essere laureata e di lavorare come psicologa al Sant’Orsola di Bologna. Diceva di aspettare un bambino e di temere che la gravidanza fosse a rischio, raccontando di un precedente aborto e di alcune recenti emorragie. Tutto falso, o quasi: non era una psicologa e non era nemmeno incinta, ma per anni Silvia S., bolognese di 44 anni, è riuscita ad abbindolare medici, consultori, l’Inps e soprattutto il suo datore di lavoro: il Policlinico Sant’Orsola, per il quale da metà degli anni ‘90 faceva l’OPERATRICE SOCIO SANITARIA.Un castello di dichiarazioni e autocertificazioni fasulle, mescolate a documenti sanitari autentici, che le hanno permesso di lavorare SOLO SEI GIORNI negli ultimi NOVE ANNI di servizio: due giorni nel 2002 e quattro giorni nel 2004!!!. Vaffanculo !!
    scusa Pino ma comincerei ( insieme ai due soggetti di cui il tuo post ) a prenderli a sberle ora e finirei nel 2025!!!
    QUESTA ITALIETTA DEI FURBI MI HA VERAMENTE STUFATO.

  4. E’ questo il vero problema dell’Italia. Tra corruzione evasione e criminalità vengono sottratti agli onseti cittadini circa 300 mld di euro all’anno. Recuperandone solo la metà basterebbe per evitare tagli alle pensioni , agli enti locali ecc…
    Ma anche con il Governo Monti si sente ripetere il solito mantra : tagliare le pensioni e diritti. Si fa accenno all’equità , ma credo che sarà solo una presa per il c….
    Staremo a vedere…

      1. Non mi pronuncio su Dolce e Gabbana perchè non lo so, non posso sapere se c’è stato realmente un errore oppure no.
        Certo non mi stupirebbe neanche questo comunque, perchè lo Stato HA…un bisogno disperato di soldi, e per me il limite l’abbiamo già passato da tempo….siamo già in default ormai. Bisogna vedere quanto, fino a che punto cioè, se è proprio ‘andata’ ormai o se ancora in bilico, è questo pure che non riesco a capire.

        Sicuramente tutti gli evasori il danno lo creano a tutti, agli onesti che hanno sempre pagato fino all’ultimo centesimo, e a una Paese che affonderà definitivamente: perchè se ora queste tasse non vengono pagate…. salta tutto in aria, manovre…stato…banche… tutto. E’ solo questo che i furbetti dovrebbero capire, tanto che son “furbi” ma l’intelligenza però…

  5. Certo, nel caso NON si sia trattato di un “errore” invece, dove pensano di andare, in America? si sente dire spesso “in Italia è così…” ma è così cosa!? che in america li denunciano direttamente i vicini di casa se le tasse non le pagano….che non hanno nessuna intenzione di pagarle doppie anche per gli altri.
    Questo è da ricordare alle “vittime” di anni… – non dico ora, perchè ora ci credo che lo Stato si sta attaccando a tutto (e personalmente non mi farò più beccare manco per mezza multa, ormai diventa un’impuntatura proprio… faccio come un giornalista letto su facebook nella pagina di Pino… chi era? che diceva “vado a piedi, smetto di fumare…” ecco qualcosa del genere viene proprio come reazione, dopo tutto quello che lo Stato si è sempre mangiato e per “ringraziamento” non ci ritroviamo neanche gli ospedali) ma, dicevo, imprenditori vari che per anni… anche quando c’era benessere, hanno sempre evaso denunciando niente e poi vacanze ai caraibi ecc.
    Forse impareremo un po’ d’onestà, tutti, chissà.
    A cominciare dalle “caste”….e non acuendo le “guerre tra poveri” possibilmente (compresi i nuovi poveri, praticamente tutti, tra classi piccolo-medie, e piccolo-medi commercianti, e piccolo-medi pensionati, per non parlare dei disoccupati ecc. – non sono economista ma fin qua ci arrivo…. a capirlo). E augurandoci di non finire come in Grecia, con le nuove tasse sulla bolletta della luce e la luce staccata… e i “robin-hood della luce” che gliela riattaccano, perchè la gente questi soldi NON-LI-HA, ce la facciamo a capirlo?????

    http://video.corriere.it/termini-ultimo-giorno-lavoro/b528bc02-16ab-11e1-a1c0-69f6106d85c1

    Altre chiusure, altra disperazione. E’ un continuo. Poi basta che dicono “vado via dall’Italia”…. tanto ne hanno delocalizzate poche di aziende finora, perfino quelle in attivo…. ma che ne parliamo a fare.

  6. Poi sembra che faccio politica, e invece no, giuro – perchè com’è noto non c’è niente che mi dà più avversione della politica e tutti i suoi populismi aggressivi e beceri. MA, senza assolutamente metterla in politica, voglio tentare un ragionamento esclusivamente logico, nient’altro che questo proprio: quando Ermanno Olmi già anni orsono….’suggeriva’ ad altrettanti “furbi” che politiche momentaneamente a favore degli interessi più egoistici, per quanto appetibili ed invitanti con tutte le affascinanti tentazioni del Paese dei Balocchi, avrebbero sul momento soddisfatto sì gli ‘appetiti’… ma in parallelo sarebbero aumentate le rapine però…perchè non si può affamare un intero Paese e ridurlo in favelas, pensando che gli altri poi vadano a raccogliere le margherite…. No, era troppo “complesso” come ragionamento!
    Ora, in Grecia, sapevate che gli unici che lavorano sono i negozi che producono porte blindate?
    Indovinate un po’ perchè? Sicuramente perchè sono tutti Onassis reincarnati no…. F.to: “furbettini”…. trallallero!

    1. P.S. mica perchè voglio “giustificare” la delinquenza, eh – su un blog mi sa che vanno chiariti pure i punti e virgola. Ma per dire che tanta gente onesta che ha sempre lavorato e lavorerebbe fino alla fine dei suoi giorni ben felice di farlo… si ritrova proprio senza la sopravvivenza, questo volevo dire.

  7. Infatti ho sempre sostenuto che ogni popolo ha il governo che si merita. Si vede che noi siamo proprio gentaccia.

  8. :(

    Su la terra
    c’è so’ perzone galantòmi,
    furboni, buciardi…
    eppoi ce so’ li sgrassatori
    che co’ disinvortura
    te sfilàno la sedia
    da sotto er culo.
    E tu pòro galantòmo
    t’aritrovi scarzo ignudo
    vistito
    co’ ‘na foja de fico
    avanti e ‘na dereto.

    franca bassi

  9. I casi eclatanti menzionati mi convincono ancora di più (e non ne ho proprio bisogno) , che per primo quello della lotta alla evasione fiscale dovrebbe essere il principale obiettivo di questo Governo, perchè non assuma solo provvedimenti che , come sempre finora accaduto, ricadano sui soliti noti!!E appunto c’è pure chi non si vergogna di rubare e minaccia l’espatrio!!

  10. Paradossalmente il governo Monti , che non è espressione del voto popolare , dipende quasi esclusivamente dal popolo. I politici , i vari partiti che ormai rappresentano solo loro stessi , non avranno il coraggio di buttarlo giù. Solo il popolo potrà farlo. L’unica speranza che abbiamo è che per reggersi, il neo governo, debba necessariamente essere equo. Almeno deve tentare di farlo. Se veramente le manovre saranno di lacrime e sangue solo per operai pensionati e lavoratori credo che questa volta il popolo si ribellerà seriamente. Sono troppe le aspettative e dopo 20 anni di berlusconismo, tra false promesse e prese in giro , non sarà più concesso a nessuno di approfittare della pazienza e dei sacrifici dei lavoratori. Questa è vermante l’ultima occasione , ma non solo per noi , ma anche per loro , la casta.

  11. ………Si vede che noi siamo proprio gentaccia. Questa frase è come una stretta al cuore. Probabilmente hai ragione tu ma io mi aggrappo disperatamente all’immagine degli italiani come popolo di poeti, santi e navigatori. Mi aggrappo disperatamente all’immagine degli italiani idealisti con tanta inventiva e generosità. Forse non siamo gentaccia forse ci mancano dei riferimenti positivi cui guardare con orgoglio ed imitare.

    1. Sicuramente siamo santi, poeti e navigatori e pure grandi musicisti e ottimi cuochi per non possiamo negare di essere anche un popolo di furbastri e di paraculi: e qualsiasi governo ci rappresenti chiaramente la nostra “sintesi”, perch pensi che il berlusconismo abbia avuto cos tanto successo?

  12. Il berlusconismo ed il suo carrozzone di pìcari è finito. Resta da seppellirlo come rifiuto socialmente radioattivo.

    Al Signor Gabbana Stefano dopo avergli porto formali saluti, una sola cosa:
    “ZITTO E PAGA COME TUTTI GLI ITALIANI ONESTI. POI PRENDI I TUOI STRACCI DI CUI MI PREGIO NON POSSEDERNE NEMMENO UNO REGALATO E TE NE VAI DALL’ ITALIA SE VUOI CONTINUARE A FARE IL FURBO.
    INTANTO ZITTO E PAGA. ZITTO…E…PAGA.”

  13. Tutti contro l’evasore totale che guidava il Porsche Cayenne: chi è convinto che in Italia esista una complicità diffusa verso chi fa il furbo con il fisco forse si ricrederà leggendo qualcuno dei 240 messaggi giunti sul sito del Corriere a proposito dell’imprenditore che ha candidamente ammesso alla Guardia di Finanza di Pisogne (Brescia) di non aver presentato in 20 anni la dichiarazione dei redditi. In tempi in cui si preparano nuove tasse e sacrifici generalizzati, insomma, può anche darsi che cambi il vento nei confronti di chi gioca a nascondino con le tasse. E magari se ne vanta pure. articolo

  14. Io mi chiedo: come è possibile che per anni si sfugga alle maglie dei controlli fiscali? tre anni fa, per aver pagato una rata al Fisco il 1° ottobre invece del 30 settembre mi è arrivata, puntualissima, una multa pari al 10% dell’importo.sono cogliona solo io?

    1. @Barbara Brunati.
      Se ti conforta siamo in due. Ma io, invece di fare squittìi come i sorci in un Social Network, per dire di essere stato “Gabbato”, …zitto e pago, senza andar via dall’ Italia.

  15. Sapete che penso davvero? nessuna giustificazione nè comprensione per l’arroganza gretta e meschina, becera e ignorante, ma solo un dignitoso sdegno. Naturalmente…SEMPRE.
    Ma che pure lo Stato ormai si comporti come una sanguisuga su un carrarmato, è un altro dato di fatto non insignificante.

      1. Non ho capito, dici a me?… se è così, mi spiego: non è che quando dico “non so” non voglia prendere posizioni stile ponzio pilato, è che proprio non lo so! non posso lanciarmi in accuse senza sapere come stanno realmente le cose. (c’ero in tribunale? ho le carte? ho le prove? dolce e gabbana sono amici miei? no, niente di tutto ciò, quindi mi astengo dal un giudizio assolutistico e lapidario, scusa è. Cerco sempre di evitarlo questo, perchè so…gli errori madornali che si possono fare nei giudizi e con i preconcetti, e oltretutto odio i “linciaggi” anche quando si è dalla parte della ragione). Però in linea generale non faccio mai mistero di come la penso nell’eventuale (de)merito.
        Poi ormai non mi stupisce più niente. A voler farci caso, anche il mio ultimo pensiero in fondo..è un fifty-fifty: chi ha torto e chi ha ragione? fifty-fifty. Nel senso che chi evade non ha scuse nè giustificazioni: è un evasore, punto. Sta chiaramente in torto. Ma lo Stato ora come ora è quello che è: il triangolo delle bermuda…dove tutto sparisce misteriosamente ;-)

        (e se non è mai una cosa sola nella vita, minimo minimo son due…. – numero di conflitto, di contrasto, ahimè lo so, per non dire centomila, come farle diventare Una..che sia una solamente? :-) non l’ho ancora capito…)

  16. Discutere di tasse è come discutere di calcio: ognuno vede solo la propria squadra. Lo Stato è sicuramente sanguisuga, ma qui si discute su chi le tasse le paga e chi non le paga. Comunque le tasse sono un obbligo. E da cittadino che le paga tutte da sempre tipacci come quello del Cayenne che si vanta di non averle mai pagate e quell’altro che dichiara cinque euro l’anno, per non parlare dello stilista che sicuramente è straricco, mi viene voglia di andargli a spaccare la faccia. Deve finire insomma l’era dei furbastri che sono addirittura ammirati: no, sono semplicemente ladri, rubano a tutta la comunità. E vanno colpiti.

  17. Infatti il problema non riguarda le tasse (inique) ma l’evasione.
    E quando Gabbana si lamenta che deve pagare le tasse, si ricordi che c’è chi non ha neppure la scelta di essere onesto oppure no visto che il prelievo ai lavoratori dipendenti è automatico.
    L’accusa, lo ricordo, è di aver frodato il fisco per 800 milioni, mica breccole.

  18. Sì sì, Pino, ma io anche ieri (cioè più sopra) avevo già detto come la penso sugli evasori. Si comportano come se facessero un regalo o l’elemosina allo Stato, quando pagare le tasse è un DOVERE, punto. E se non lo fai, crei un danno a tutta la comunità civile e sociale, mi pare chiaro. Ho pure fatto allusione agli States, a coloro che dicono “puah l’Italia!”, chiarendogli che in America le pagano tutti…. e che anzi non ci sono evasioni perchè “il vicino di casa” stesso…non ha nessuna intenzione di pagarle anche per te che necessiti della porsche cayenne e tutti gli accessori! Ovvio.

    Come inisisto spesso sull’avidità senza fondo di imprenditori che continuano non solo a evadere (tra altri onesti) ma a delocalizzare affondando un Paese: la libertà… (traducasi liberismo) non è soddisfare tutti gli istinti più imbestiati cui il denaro non basta mai perchè ne vogliono sempre di più sempre di più sempre di più…. e non basta mai, come un mostro insaziabile a tre teste, mai! e intanto le persone piangono…intanto si massacrano le vite di milioni di persone… questa non è… libertà. La Todini ieri sera è stata “fischiata” a Piazzapulita, se n’è uscita: “ma vi pare che Marchionne va a raccontare in giro tutte bugie!” oh l’anima candida che colombella: Sì….. le hanno risposto, perchè la verità (quella che fa male, lo so) è che ai crociati del liberismo-a-tutti-i-costi-non-mi-rompere-i-cogl-me-lo-sono-guadagnato-e-tu-vai-a-morire-ammazzato, il Denaro che li comanda come burattini, non basta mai….. questa è la realtà.
    Ora dove vanno tutti quei lavoratori di Termini, ora che faranno…..abbandonati a se stessi! frega niente a nessuno no…meglio girare in porsche cayenne.

    (poi lo Stato, “in compenso”, oltre a continuare a chiudere ospedali, far franare territori e scuole, praticamente tutto il paese, è molto accorto…. nel 10% in più di interessi, bollette pazze, e cartelle pazze, e ipoteche di aziende perchè “a occhio e croce” non fatturano secondo le…. statistiche! dell’anno precedente. Come la giri la giri ci va di mezzo la gente comune, in quanto a disservizi, errori, e approfittamenti fino all’ultimo centesimo di poveri cristi che hanno sempre fatto una vita onesta, facendosi sfuggire – finora – i MILIARDI…. volatilizzati verso paesi esotici. Per volerci fermare qua… sennò uscirebbe quello che nel giornalismo si chiama “un lenzuolo” ;-)

    1. Cioè in una parola (e poi ho finito): il proprio benessere non si costruisce sulla sofferenza di un altro.
      Il che… lo fanno praticamente tutti (o quasi). Appunto ci ritroviamo al punto in cui siamo, con tutto quello che tristemente conosciamo. The End…
      ..sennò rimetto Il Postino…. tenerissimo e innocente… lui!! ;-)

    1. !!! :-)

      Pino grazie!

      Per me questo è il più BEL film in assoluto…l’unico che mi commuove ogni volta, ogni volta..che lo rivedo! Nonostante il finale… mi ridà una fiducia nella vita, nella poesia, nella bellezza! se pensi che il libro era quasi banale, una storiellina proprio. Il regista…- ecco quando si dice la vera arte… che ritorna tale solo riempendosi nuovamente di contenuti…morali! – è riuscito a trarne un capolavoro. C’è tutto in questo film, tutto! Dalla semplicità tenerissima di lui, il Postino, Troisi, che lo abbracceresti baciandolo in fronte dalla mattina alla sera per quanto gli vuoi bene, per quant’è Bello, innocente….proprio. Alla zia (nonna) della Cucinotta, quel vecchiume parrocchiano che vede il peccato dappertutto… e con i propri pensieri riesce a imbruttire lei…la bellezza incontaminata di Troisi: “preferisco che un ubriacone al bar ti tocchi il culo, piuttosto che un uomo ti prenda con le parole! le metafore!” dice alla nipote..
      Alla poesia di Neruda… e al divertentissimo momento sulla spiaggia, quando Neruda gli recita la sua poesia sul mare e poi dice a Troisi che nel rispondere aveva fatto una metafora… e allora lui dice “sì? e allora anche..il cielo stellato, il sole…il mare…” (e Neruda: “ecco qui puoi anche mettere eccetera eccetera eccetera…” :-) (…) “anche queste sono una metafora?”, aggiungendo poi: vabbè ho detto una stronzata, e Neruda serio: No. Sai che faccio ora ci penso….. e poi te lo faccio sapere”. Perchè ateo e comunista no, si è lasciato alle spalle il “catechismo”…ma il ‘probelma’ poi rimane irrisolto anche per lui… (Neruda).
      L’innocenza: la fanciullezza di Troisi che è un semplice sì, ma mica cretino. Che chiede, ha sete di sapere, di capire…. che umilmente (“io, ma chi sono io… io non sono niente, non sono nessuno! se non era per lui io..non sapevo niente!”) cerca di capire… chiede… di capire! niente questa è la cosa più commovente di tutte, è inutile.
      Quel sentimento istintivo… che ha per la giustizia intesa come uguaglianza… quando al politico che compra il pesce gli dice che già sono tanto sfruttati i pescatori, che volete pure lo sconto? e il politicante non lo compra più per niente, e il pescatore (che per povertà… aveva accettato, come sappiamo) che gli dice: ahò! ma non ti potevi fare gli affari tuoi? e lui è dispiaciutissimo perchè in realtà voleva aiutare….
      E poi il finale drammatico, nella violenza…la prevaricazione violenta di com’è il mondo… lui che si era innamorato del comunismo, di cuore, con il cuore… innocente, incontaminato…dalla realtà grossolana…. è inutile: ogni volta mi commuovo, è il più bel film.

      Il regista (e Troisi con lui) con le sfumature… e la Poesia… sempre presente in tutto il film… è stato un vero GENIO.

  19. un po’ di storia per capire che il duo della moda trash non e’ esattamente verginello

    1 aprile 2011. Il giudice dell’udienza preliminare di Milano Simone Luerti deve stabilire se mandare alla sbarra il duo più à la page del paese, oppure no. Ha studiato il dossier del pm Laura Pedio, che chiede per D&G il processo, appunto, per dichiarazione infedele dei redditi di 416,8 milioni di euro per ognuno dei due, più qualche centinaio di milioni per la società. Un bel malloppo, frutto di una vicenda intricata che risale al 2004 quando Dolce e Gabbana credono di farla franca con l’esoso fisco italiano trasferendo in Lussemburgo il centro dei propri interessi. Nel Granducato i profitti si tassano appena al livello del 4 per cento, un guadagno enorme rispetto al Belpaese. Quale occasione migliore per riscuotere nel Granducato la polpa degli affari dei due, sotto forma di royalties percepite dalla vendita di occhiali, borse, abiti, profumi, scarpe o mutande, tutto griffato D&G? Questa però si chiama, più esattamente, “estero vestizione”, obietterà la Guardia di Finanza: “È chiaro lo scopo di legittimare, quanto più possibile, il Lussemburgo, e non l’Italia, come centro decisionale e amministrativo della società”. La realtà, fatta di indagini ed email scambiate tra i manager della contabilità, rivelerà ben altro: ad esempio, le riunioni per discutere le bozze di bilancio di due compagnie del Granducato, la “Gado srl”, titolare dei marchi, e chi controlla quest’ultima, la “Dolce e Gabbana Luxembourg sarl”, si erano tenute nella milanesissima Via Goldoni, quartier generale di D&G, e non nell’ufficetto di rue Guillaume Kroll. Di qui partono due inchieste: il “j’accuse” dell’Agenzia delle Entrate, che ai due designer contesta il valore dei marchi ceduti ufficialmente alla “Gado srl” lussemburghese, “appena” 360 milioni di euro, molto inferiore a quello di mercato, ben 1,1 un miliardo di euro; e il “j’accuse” della procura di Milano, per gli aspetti penali conseguenti alla “estero vestizione” , e quindi ecco le ipotesi di reato, frode fiscale e truffa allo Stato, legate alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche di Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

  20. Letto tutto, grazie! (come fanno ad avere la testa..poi per tutti questi giri, a me già è venuto il mal di testa solo a leggerli!).

    Ot c’entra niente, ma se non dico qualche cretinata mi sento male: non è carina quella pubblicità della Renault (ora in nuova versione con la cabina armadio al posto della cameretta bambini) ma quella di prima…dove si vede quella coppia che si avvicina tutta interessata alla vetrina di un negozio per bambini… e tra bavaglini, biberon e carillon… lei esclama: sai cosa mi piacerebbe…? le scarpe rosse che indossa la commessa! E corrono via in auto a cercarle ah! :-)
    carinaa ;-)

    Altro Ot. La Merkel sta definendo le manovre di Monti…”impressionanti”. E se lo dice la Merkel… ci crediamo :-(
    (mi chiedo i consumi e tutto il resto dove andranno a finire, forse su Marte chissà)

  21. ahhhhhhhh lo sta dicendo Crozzaaa!!!! delle misure impressionanti! :-) con il Monti-Robot ahahahhah!!!
    aiutooo
    (e grande Lavia, dicevo “quant’è bravo quest’attore! era Lavia ;-)

  22. Sempre qua (ormai…)
    Allora stasera BLOB era dedicato a Troisi e per titolo: Ricomincio da te.
    Esiste una dedica più bella di questa? ;-)

    Poi, da Fazio…sto aspettando di poter mettere il video di Massimo Mucchetti perchè ha detto delle cose interessantissime…sull’euro, la crisi ecc. ma non lo so ripetere… :-(
    E infine Ettore Scola: Pinocchioo!! :-) sììì l’evoluzione del bambino indignato che “cerca altro”….non è solo un discolo ma con tutte le sue peripezie rifiuta l’establishment…in realtà. :-)
    uaaa e il suo “La più bella serata della mia vita”, vero capolavoro, è il film preferito dei miei.
    Ok, vi ho ‘aggiornato’ – molto grave che banche fallite aiutate dagli stati si stiano adesso organizzando sul nostro euro…. e comunque come già diceva qualcuno a piazzapulita, su un economia già ferma arriva la botta finale… Buonanotte.

  23. Global Recession: Se cade l’Euro anche il Dollaro in pericolo – Conto alla rovescia al “Global Domino Default”?

    …Nouriel Roubini Twitter’s: To get a large program for Italy (+Spain) you need bigger IMF capital, NABs, new SDRs, old SDRs and a €1tr ESM plus much larger SMP from ECB…

    MORE (VIDEO – UPDATE): http://bit.ly/shfRXf

  24. Ecco, questa è proprio un’altra cosa che non ho mai capito, è inutile io in economia ci rinuncio…. a capirne qualcosa!
    Dunque, se fosse un attacco speculativo all’Europa… allora il dollaro dovrebbe salvarsi alle nostre spalle! Ma invece pare che le monete siano tutte collegate tra loro, e se va giù una si tira dietro pure gli altri. (“se cade l’euro, anche il dollaro in pericolo”). Quindi? allora è vero che gli è sfuggita la situazione….mondialmente parlando :-(
    (ci rinuncio: sono negata, non capirò….mai. – tutti questi giri di soldi, di mercati, di Borse… è inutile).

  25. Giorgius, grazie.
    Diciamo che qualcosa avevo capito… e che volevo dirne tante altre ma sono troppo stanca adesso per farlo.
    Soprattutto ho capito che ci vorrà almeno un altro millennio…prima che si capiscano…cose nuove. Ci rinuncio.
    (capisco Eric Cantona, ma…la vera rivoluzione come al solito è interiore. Tutto parte da un errato svolgimento delle funzioni finanziarie, politiche, culturali…tutto. Non è che bisogna abolirle ‘chirurgicamente’, ma trasformarle).
    Tra un millennio… forse. :-(

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s