L’alba di un nuovo giorno

Il suo nome completo è “2005 YU55“, ma per gli amici è semplicemente YU. La famiglia è quella dei NEO, da non confondersi con il conduttore di Porta a Porta: il piccolo (come dice la sigla ha appena sei anni di vita) è un “Near Earth Object” e tra pochi giorni ci saluterà da mooooooolto vicino. Esattamente l’8 novembre passerà ad appena (in senso astronomico) 324 mila chilometri, tra la Terra e la Luna. L’asteroide è piccolo d’età ma gigantesco come proporzioni: misura 400 metri di diametro e viaggia a 18 chilometri al secondo che neanche quel pazzoide di Speroni sulla Ferrari. Naturalmente gli scienziati confermano che ci sfiorerà soltanto, ma la vicinanza con il fatidico 11.11.11 incute in realtà qualche timore. Personalmente sono convinto che la fine del mondo se mai verrà non cadrà dal cielo, ma saremo noi terrestri a procurarcela. Di sicuro ce la stiamo mettendo tutta (vedi post precedente). Se poi il piccolo grande YU fosse così “intelligente” da colpire quelli giusti potrebbe essere addirittura una benedizione, l’alba di un nuovo giorno…

Advertisements

85 thoughts on “L’alba di un nuovo giorno

  1. Pino, con quella battuta sul neo, hai rischiato!!!!!
    Magari l’asteroide colpisse le persone giuste… ma non succederà, quelle riescono sempre a restare a galla,…..

    PS non c’entra niente, ma su raistoria ho appena visto la prima puntata di una inchiesta del tg2, del 1980, realizzata da Franco Biancacci (se non sbaglio), sulla morte di Pasolini.
    Molto interessante e per certi versi, anche piuttosto cruda.

    1. Ovviamente non mi riferivo a lui. C’è gente che conta molto di più, E comunque per una volta… non facciamo i provinciali. Stiamo parlando del pianeta dove la nostra amata Italia occupa solo un piccolissimo spazio. Hai voglia a obiettivi strategici: vicini e lontani….

  2. buona sera insomma a noi italiani la catastrofe comunque ci spetta e personalmente abitando in provincia di Napoli dove continuiamo a fare gli scongiuri ma più per convenzione ci toccherà il Vesuvio se non altro siamo all’avanguardia rosaria

  3. Rampini ha scritto un libro su quello che sta accadendo…dicendo che sarà una nuova aurora.
    Molto poetico, ma io non mi sento altrettanto ottimista!
    Voi?

  4. Quanno me riposo su li scalini de casa de campagna, me reggo la capoccia e me faccio tante dimanne, amichi ma le risposte so’ poche o pe’ gnente.
    L’11/11 è nata mi fija Sabina, ve garantisco che li furmini er vento er teremoto je fanno ‘n baffo, er pòro Buzzichino quanno po’, se nisconne ner macchione. Inzomma è ‘no scorpione velenoso e se ve lo dico io che so la madre, me potete crede.
    Gabbià quante notizzie sti giorni me so perza! Spero de metteme apparo, ma l’orco me fa perde tempo pe’ segui’ le su’ diavolerie, nun ce dorme la notte pe’ studià er programma der giorno dopo. Mo er poro pino, l’ha sdraiato lungo pe’ terra, chissà che male j’ha fatto st’ arberello? Ecco questa è ‘na dimanna che dar 2006 che me faccio, ce quarcheduno che me pole risponne, er significato?
    Caro Gabbiano, pemme la fine de la terra nu viene dar celo, ma semo noi terrestri che piano piano la portamo a collassà. ‘N saluto a tutta la Torre

  5. Non ci sarà un’altra, l’ennesima, fine del mondo. Perlomeno non a breve. Harold Camping, l’ex ingegnere e ora novantenne predicatore californiano – il profeta di sventure che ha mandato nel panico un manipolo di adepti (ma ha fatto divertire tutti gli altri) – ha ammesso l’errore sulla fine del mondo, ha chiesto scusa per alcune esternazioni e si è dimesso da predicatore radiofonico. Forse l’ha capito anche lui che non era più il caso di continuare. A gridare troppe volte «al giudizio universale, al giudizio universale!», si finisce per non essere creduti. E dopo la terza previsione sbagliata per Harold Camping – il pastore americano che aveva fissato per il 21 ottobre la fine del mondo (aveva già toppato nel settembre del 1994 e il 21 maggio scorso) – ora è arrivato il tempo delle scuse. Anche se fatte a modo suo. articolo

  6. Visto che siamo in tema di folletti….posso sognare? vi presento “le soluzioni secondo me”:
    Da Vs. maestà la principessa Sissi

    1) taglio alle spese megalomani – che non ci possiamo permettere…! – quali Tav e ponte di messina, e quei soldi (qualche miliardo presumo) si usano nell’immediato per dare un reddito di cittadinanza, di sopravvivenza…a tutti (ovviamente non 300 euro al mese, ma proprio uno stipendio o quasi che garantisca nell’immediato la sopravvivenza completa). Oltre alla sopravvivenza…nell’immediato, di tutti, ricomincerebbero forse a circolare soldi.

    2) sostituire il taglio degli stipendi dei cittadini, com’è noto già una misera dall’entrata dell’euro, con un piccolo – ho detto piccolo, davvero – taglio degli stipendi/pensioni parlamentari.

    3) recuperare i miliardi delle evasioni fiscali, e chiedere un sostegno ai grandi imprenditori per aiutare per l’ennesima volta, momentaneamente…le banche. Le quali, sopravvivendo, ‘restituiranno’ i capitali per incrementare nuova imprenditoria QUI, in Italia. Tassazione sulle transazioni finanziarie, ma poi solo sulle uscite e non sulle entrate.

    4) non mi sono chiari i meccanismi della Borsa…però anzichè autofinanziare la finanza in un circolo vizioso su se stesso, usare quei miliardi sia per continuare a garantire il reddito di cittadinanza di un Paese, sia come ‘tasse’ per il sociale (sanità, istruzione, strade, cultura ecc.).

    5) e qua…qualcuno forse mi mangia, i soldi…dovrebbero ‘scadere’, come i prodotti del supermercato. Perchè il denaro, non l’uomo, è una merce… e come al mercato cerchiamo merce fresca e scartiamo quella vecchia, l’invecchiamento del denaro non può pesare su consumatori e risparmiatori. In questo modo oltretutto non smetterebbe mai di circolare, proprio come la circolazione sanguigna nel corpo umano, che altrimenti cesserebbe di vivere. (costruire una società mettendo “l’Uomo al centro”, in questo modo… sarebbe proprio ‘alla lettera’! ;)))

    ??????????????

    1. O come sono felice, o come sono felice Sissi si è ricreduta… concetti perfetti ti candidi? Mah … te lo chiesi tanto tempo fa….. ricordi ;)

      1. Oh mica vi avevo letto!! grazie Franca ;)))
        Pina, no..non ti capisco stavolta… io da quel dì che la penso così, da anni! mica mi sono “ricreduta”!… su che?
        (no, nessuna intenzione di candidarmi ;)))

        1. Era solo un modo per dirti che mi trovi daccordo.;)
          64 miliardi costa la corruzione; 130 l’evasione fiscale; 150 l’economia mafiosa; 150 l’esportazione illegale di capitali. Siamo sesti al mondo per indice di diseguaglianza. Per dare l’assalto a tale fortezza del potere ci vuole coraggio. A prendersela con operai e lavoratori, giovani e donne, non serve il coraggio. Basta la viltà.
          è quello che dice Fabio Mussi.

  7. ….l’alba di un nuovo giorno…..Nessuna seria decisione presa ,nessuna misura che possa far capire che qualcosa si sta muovendo,qui si vocifera,si dice che il default italia sia pronto ,c’è pure la data , il 20 novembre.Tutto programmato per ritornare alla lira.Deciso dai paesi europei forti ,quelli stessi che avrebbero costretto al referendum la Grecia per prendere tempo,per prepararsi a ritornare ognuno al proprio conio.Sinceramente sono stanca di vecchi discorsi ,di altalene tra destra e sinistra,non posso negare di aver paura e di sentirmi impotente.Vedere la propria vita sfilarsi dalla mani senza averne oggettivamente responsabilita’ è qualcosa di angosciante e illogico.Mi scuso se non è l’argomento giusto dove raccogliere le angoscie postesistenziali,chissa’ se ne avro’ ancora voglia,da una certa data in poi……

  8. Non lo so, non l’ho ben capita la posizione con la Grecia. Ricordo che la Merkel parlava di Euro di serie A e Euro di serie B più che altro, tempo fa; il che dovrebbe significare…che veramente ora non vogliono che la Grecia torni alla dracma o si trascinerebbe dietro tutti gli altri. Insomma crollerebbe davvero tutta l’Europa. Però, in quel modo, la moneta (sempre euro) di alcuni paesi..praticamente non vale niente, qualcosa del genere (penso che gli economisti con questi ‘ragionamenti’…rischiano l’orticaria:))))

  9. Certo che siete terribili ;))) Il pragmatismo femminile. Pensavo di allentare un attimo la tensione con l’asteroide ma vedo che avete i piedi ben piantati per terra….

  10. Beh! allora quando ci dicevate che ragionavamo con l’utero??? :-P
    …da streghe a fatine…! (e la bacchetta magica ;)))

        1. L’Italia è una grande provincia. Roma compresa. Il pianeta, che l’asteroide sfiorerà tra qualche giorno, è un pò più grande della nostra bellissima ma piccolissima penisola.

  11. @ Pino ma non si può scherzare qui ?
    Anche se non sono daccordo con la tua precisazione. Ma non ha importanza.

  12. Certo che si può scherzare, poi Brignano è pure simpatico. Ma ho la vaga impressione che parlare della Casta non abbia esattamente propositi scherzosi ;))) Non capisco poi perchè non sei d’accordo sulla mia precisazione “tecnica”: l’Italia forse è grande quanto un continente, ho sbagliato le misure?

  13. Mi riferivo al provinciale. ;)
    esatto e poi l’Italia si può allargare e allungare con la volontà di tutti “gli italiani”;) è solo una questione di volontà.

  14. YU , troppo grosso per il nano. Una simile occasione non va sprecata. Se cadesse su New York o su Londra sarebbe il vero segno della presenza di Dio. ahahaha ;)

  15. Cominciavo a preoccuparmi. Ti pare che non c’infilavi il nano? Piuttosto banale. Solo che stavolta hai toppato: di nani ce ne sono molti in giro. Almeno due: per esempio il signor Brunì.

    1. Sti c…o de nani so terribili. Pure quello francese non scherza. Aggiungici la cu……a tedesca e capisci che l’Europa è governata da burattini in mano alla finanza.

  16. A proposito di nani. Oggi: Obama pizzica papà Sarkozy: «Spero Giulia assomigli a Carla». Naturalmente si riferiva all’estetica, mica al carattere che su quello la povera creatura è messa proprio male….

  17. Francè Francè!!! :))) mi hai fatto ridere con il tuo intervento delle 14.21…con Pino che iniziava a preoccuparsi… ;)))
    (mi piacciono molto le musiche e le ambientazioni di quel film, un po’ ‘maledetto’…proprio di Abel Ferrara)

    – rispondo qua perchè con questi replica ci si perde…di vista! vi ho letto ora Franca e Pina, e risposto più su! –

  18. Letto, Pina. Però, come diceva anche Irisilvi, anch’io sono stanca di destra e sinistra. Nessuno è mai riuscito a cambiare le cose. Nè si può ottenere il cambiamento con la coercizione, perlomeno io non ci ho mai creduto come ‘metodo’. Serve un risveglio…e una trasformazione, di 360 gradi. Anche i cambiamenti (catastrofici) epocali ce lo manifestano, e nascerà come una necessità… questa, dall’umanità stessa. Questo penso. (basta che si sbrigano, cioè ci sbrighiamo insomma, risparmiandoci così altri cataclismi).

  19. Non ho mai parlato di destra e sinistra. e se mi hai letto da qualche altra parte me lo auspico anche io un cambiamento dell'”uomo” un risveglio. Ma la difficoltà sta nel fatto che non avviene sempre tutto nello stesso spazio di tempo ;)
    solo così si può salvare l’umanità.

  20. Lo so… naturalmente siamo a differenti stadi di coscienza, ma tutti in evoluzione comunque. Solo che non si possono ‘obbligare’ gli altri, come dire, a ragionare diversamente. Sia perchè suonerebbe tanto come un voler avere la verità in tasca, di predica insomma – e io odio..le prediche, come gli ‘indottrinamenti’ – mentre il percorso riguarda proprio tutti; sia perchè oltretutto…sarebbe un indottrinamento! e come tale…proprio non funziona. Non lo si può imporre, l’evoluzione e la conoscenza è un percorso solitario, privato. Si dice “uomo avvisato, mezzo salvato” sì ma…avvisare da ad-visum, porre davanti a sè al proprio viso.. capisci che si può farlo soltanto da soli?? Non so come dire.

    (ok, vi saluto però per ora..che vado davvero di corsa. A dopo:)))

      1. Si Sissi il cuore sta sempre lì a sinistra ,ce ne fossero di cuori temerari
        il mio non lo è piu’ e nemmeno faccio finta…..auguri a tutti

        1. Silvi, ti capisco. Il disastro, mondiale, è gravissimo..e nessuno sa più cosa pensare, cosa succederà…siamo tutti angosciati secondo me, tranne chi forse non si rende conto..non lo so.

          Francesco…mi hai fatto diventare francese??;))) come madame brunì?
          beh, non posso certamente competere con lei…ma io ho più senso estetico nel scegliere i miei..partner! ;)))

  21. “11.11.11” – Invece di guardare in alto nel cielo, leggete nei prossimi gg. le ultime su quel “maledetto” vulcano sottomarino al largo di El Hierro (Isole Canarie) pronto, da mesi, a farsi sentire anche lungo le coste atlantico-mediterranea con “qualcosa”, forse, al di fuori di una semplice eruzione vulcanica sottomarina…

    1. ahahahaha !!!
      Meteoriti , alluvioni , crack finanziari …….
      Giorgius, ci manca solo il terremoto !!!! ;)

  22. :-D Purtroppo sono anni che gli scienziati “ci rompono” con El Hierro, mò tocca toccarci veramente, vista la recente deformazione dell’isola…

    E per non essere da meno e dare alito ai soliti catastrofisti della rete, pure certe presunte sfere luminose (rompiballe) girano da giorni, con evidenza filmata, sopra l’isola…

  23. Ma che è quella roba ?
    Comunque scherzi a parte se il rigonfiamento si estende su un’area considerevole , in caso di eruzione potrebbe muoversi un’enomre massa di detriti e scatenare uno tzunami spaventoso…
    Credo sia questo il problema. Ma di quanti km quadrati si parla ?

  24. Ner macchione indove vivo c’è ‘n’ orco co’ li fanfaroni neri istésso la pece, ‘na strega co’ er culo a pera, nani co’ la panza, nani pelati e puro imbriachi. Vabbè, ce so’ puro le fate e folletti bòni che inzieme da quanno cala er zole fino all’arba invece de dormì fanno la guardia a l’arberi e ripuliscono la terra da l’infamità.
    Perciò, accontentateve de li nani vostri che io me tengo li nani mì’. ;)

  25. Un video (Terribile) che mostra la furia devastante del Bisagno in piena di poche ore fa. Sembra di vedere una terribile scena dello tsunami giapponese o il precedente indonesiano… Oggi uffici, negozi e le scuole dovevano rimanere chiuse per ordinanza, dopo i 600 e passa millimetri di pioggia caduti in poche ore lungo il confine francese… :-(

  26. Alluvione Genova: …I vigili del fuoco hanno recuperato il corpo di una donna trascinata via insieme alle auto dall’acqua che ha invaso la via Fereggiano a Genova, dopo l’esondazione del torrente omonimo e stanno anche cercando un’altra donna e due bambini che risultano dispersi. Alcuni testimoni li hanno visti trascinati via dalla corrente…

    MORE: http://bit.ly/uyUEHV

  27. E’ terrificante. E dire che si sapeva che sarebbe arrivata. Che era già successo nel 2006-2007 e ogni volta… non è che si interviene alzando gli argini, svuotando i tombini….. prima. Ecco l’indifferenza di anni…come ha detto qualcuno su Rai1 da Mara Venier.
    Eccolo il 2012…abbiamo distrutto, inquinato, avvelenato… l’effetto serra, fenomeni sempre più devastanti,…diceva bene un medico nel sostenere che l’umanità finora era come bambina e non poteva fare grandi danni ma dall’ultimo secolo in poi invece…ne sta facendo di enormi. E la natura risponderà in corrispondenza ai nostri pensieri…. sempre più devastante e in maniera sempre più violenta. E’ letteralmente sconvolta la natura, ora.

  28. …Queste tragedie sono e saranno sempre più frequenti. A Genova i corsi d’acqua sono stati cementificati, canalizzati e “tombati”, cioè coperti, nascosti”. E’ l’accusa lanciata dal Wwf Italia proprio mentre il capoluogo ligure fa i conti con l’emergenza alluvione che ha provocato vittime e dispersi…

    MORE: http://bit.ly/vu1eN8

      1. Purtroppo è un problema generale. Ricordo a Sarno e Quindici, il disastro in gran parte causato dalla cementificazione.

  29. Penso che i genovesi, quelli più anziani, questa devastazione da “bomba d’acqua” di un’ora e mezza, con oltre 500 millimetri di pioggia, non l’abbiamo mai vista-vissuta con tale e improvvisa forza distruttiva.

  30. Nel Bollettino europeo Estofex di questa mattina era chiara ed allarmante la seguente frase finale: …”Please note that combining both periods, extreme NW-Italy may locally see rainfall amounts in excess of 300 mm/ 24h!”…

    MORE: http://www.estofex.org/

    La protezione Civile italiana deve iniziare ad utilizzare ufficialmente i bollettini Estofex, ma soprattutto utilizzare i Media nazionali televisivi per emanare le eventuali allerte di livello 2 e 3, come già da tempo fanno gli USA con i tornado e gli uragani. Educare gli italiani a prestare attenzione ai pericoli di queste tempeste tropicali e dei tornado che stanno diventando sempre più presenti in Nord Italia e in parte in altre regioni del centro e sud Italia.

  31. Dicono che sia anche la forma, forse cambiata negli anni, un po’ a golfo; sennò perchè l’acqua si scarica tutta lì ce lo devono spiegare pure questo. Comunque sì la cementificazione è cosa da pazzi, e anche costruire senza cervello per altri versi comunque, perchè ci sono zone che tendono ad allagarsi gli si forma proprio una piscina davanti casa…perché? non c’è pendenza del terreno…evidentemente. E comunque il letti dei fiumi vanno puliti…ogni tot di tempo. I tombini svuotati!!…. ma la costruzione selvaggia dei palazzinari ha fatto il peggio comunque.
    Pure a Sarno anni fa…ma si possono costruire case proprio sotto la montagna…e pure lì hanno tagliato alberi a non finire, che se ci sono hanno un senso……..perchè le radici tengono fermo il terreno circostante, se tagli tutto…alla prima pioggia frana tutto no??? Sta franando il paese proprio.

    (@Giorgius hai voglia a sentire il bollettino Estofex…che ci fanno poi. In america è diverso perchè hanno gli uragani, per cui inchiodano le finestre per tempo…e salvano il salvabile, ma qua da noi sono le piogge, queste bombe d’acqua terribili in aumento. E quando hai avvertito famiglie che magari hanno la casa proprio davanti a un fiume e per giunta senza argini…a livello così – e ce ne sono nelle campagne – questi dove vanno? mica tutti possono permettersi un albergo, che fanno ogni volta che piove vanno in albergo? e anche ammesso comunque hai perso casa, mobilio, tutto in malora…
    No, devono risolvere i danni della cementificazione, come dite voi, e soprattutto alzare gli argini….. ma di corsa proprio).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s