Ma che festa è?

Non so se ferragosto è una di quelle feste che vanno cancellate (nè mi va di verificare) ma certo è che mi sembra vagamente assurdo ricevere gli auguri per oggi. Auguri di che? Di mangiare il cocomero in spiaggia, di trovare un negozio aperto, di non farsi beccare dalle zanzare? Insomma, che si festeggia? Eppure da ieri colleziono sms per non parlare di facebook dove non c’è un post che trascuri l’evento. Capisco una volta, quando si mangiava seriamente poche volte l’anno, così come rarissimamente si andava in vacanza. Ma oggi il cocomero è fisso sulla tavola e a Ostia praticamente tutte le sere d’agosto ci sono i fuochi artificiali, stasera c’è addirittura Fiorella Mannoia che adoro (forse andrò a sentirla). Oltretutto la giornata non è neppure segnata dai disagi perchè ormai moltissimi esercizi commerciali hanno capito che conviene restare aperti. Insomma, è un giorno estivo come tanti altri dove un sacco di gente lavora. Per quanto mi riguarda l’anno scorso stavo a Saxa Rubra a confezionare uno speciale di Mollica su Verdone, ma era niente rispetto al passato, specialmente ai periodi iracheni, a quel maledetto ferragosto del 2003 e a quello successivo con Baldoni, fino a quello del 2008 in Georgia davanti ai carri armati russi. Certamente non è festa oggi per la famiglia di quel ragazzo di Emergency rapito in Darfur. Pensiamo alle cose serie, piuttosto.

In serata ho celebrato anch’io degnamente il ferragosto andando a sentire Fiorella Mannoia qui a Ostia

Advertisements

64 thoughts on “Ma che festa è?

  1. La festa, per la gente come me, non è una data segnata sul calendario. La festa è quando mi alzo e guardo mia moglie negli occhi. E’ quando qualcuno viene a trovarmi e posso mettere sulla tavola qualche cosa di gustoso, un piatto di pasta fatta in casa ed una buona bottiglia di vino. E’ festa quando la sera vado a letto, magari stanco per aver lavorato sul mio fazzoletto di terra, ma sereno. E’ festa quando vado a fare la spesa e mi fermo, al ritorno, a bere un prosecchino mentre leggo il giornale ormai sgualcito del bar. E’ festa anche quando vado a curiosare sulla Torre e trovo tanti amici che condividono con me i loro pensieri. Non ho bisogno di molto altro per sentirmi in festa.

    1. troppo bello e reale Barba (Giorgio?)io mi sento come te, con una sostanziale differenza:non sarei riuscita ad esprimerlo in maniera migliore….

  2. Oggi è l’Assunzione della Beata Vergine Maria ma si preferisce “laicamente” usare il termine “vacanziero” ferragosto.Forse perchè parlare di “morte” durante le vacanze potrebbe sembrare…jettatorio?
    Ciao Torre

    1. cara Franca non sono una credente , ma sulla festa dell’assunzione devo aggiungere che la chiesa di Cesenatico era stracolma, che le persone a me vicine credenti l’hanno festeggiata degnamente con la dovuta dedizione e concentrazione, forse la gente è anche meglio di quello che noi immaginiamo !!!!! o no!!!!!

  3. Quest’anno è dura .Persino fare gli auguri suona male ,nonostante io creda che faccia comunque bene augurare una buona vita a chi vuoi bene .Certo che se si pensa a questo periodaccio,o all’operatore di Emergency rapito nel Darfur non ci sarebbe molto da festeggiare.Poi nei giorni di festa,specialmente se solitari,ritornano alla memoria tanti ricordi,come sono sovvenuti a te….nessuno ti puo’ biasimare,tuttalpiu’ comprendere.Dal profondo dell’anima.

    1. Cara Franca, purtroppo (?) Pino ha ragione: forse, tra tutte le festività, quella di oggi è tra quelle dove l’aspetto religioso sopravvive di meno. Ma non me ne farei un cruccio (da cui il dubbio su quel “purtroppo” iniziale): i credenti hanno ben modo di celebrare la festa, lasciando la dovuta libertà ai non credenti.
      Mi preme comunque puntualizzare che dal punto di vista dogmatico non si parla di morte, ma – appunto – di “assunzione al cielo in anima e corpo”. Da credente “maggiorenne e vaccinato” (R. Prodi) trovo questo dogma di nessuna utilità, né pastorale, né ecclesiale, né ecumenica, né pratica. Ma tant’è. :)

      1. Mi sa che stavolta con questo post hai toppato. “Ma che festa è?”… Ma che domanda è!!?? Questo post è offensivo.
        “Cara Franca sappiamo bene tutti che nessuno pensa alla festa religiosa.” – Ma ti sbagli e alla grande.

  4. e già caro Pino, ferragosto è una festa più che assurda (per me comunque lo sono tutte!)… ieri sera ero stata invitata a festeggiare da parenti con un brindisi, ma ho declinato chiedendo: “ma cosa c’è da festeggiare?” senza ottenere una risposta… piuttosto sono solidale con la famiglia del giovane medico di Emergency e vorrei sperare che il suo assurdo rapimento sia stato fatto per necessità di salvare alcune vite che vivono “nell’ombra” in Darfur e nulla più…

  5. Ferragosto è il santo patrono delle ferie, no?! :)

    Seriamente: come tutte le feste (la festa della Mamma, S. Valentino… Halloween de noantri,…) serve per far girare un po’ di denaro. Quando c’è. Altrimenti serve per riempire i TG quando i redattori sono in ferie :)

    Da queste parti, sull’Adriatico, la notte di ferragosto si usa passarla in bianco, sulla spiaggia, a vedere l’alba, lo spettacolo del sole che sorge dal mare. Forse vale per chi suole svegliarsi più sulla soglia del mezzogiorno. Io di solito lo passo a godermi la quiete dovuta a quelli che se ne sono andati a festeggiare chissà dove, solitamente al mare a tirarsi secchiate d’acqua. Mah!

    L’anno scorso erano passati due giorni dal funerale di mio cognato, marito di mia sorella. Quarantacinque anni, una bimba di cinque anni festeggiati la sera prima, da alcuni mesi malato con nessuna speranza di guarigione e con previsione di molte sofferenze che, almeno, gli sono state risparmiate.

    Tanto per ricordarci che Ferragosto è sì un giorno come gli altri, o per lo meno uno dei giorni tradizionalmente riservati alle ferie, nei quali ognuno si ritempra come meglio crede. Ecco, il concerto di Fiorella Mannoia potrebbe accendermi un pizzico d’invidia, basti sapere che ne ho visti una decina. :)

  6. Segnalata la curiosità che soltanto nel 1950 l’evento ha ricevuto il sigillo di dogma, passiamo a capirne qualcosa di questa data estiva, che per la maggior parte di noi è l’apoteosi delle vacanze!

    Ferragosto è parola di origine latina, deriva infatti da “Feriae Augusti”, che significa “riposo di Agosto”.

    Nel mese di agosto venivano raccolti i cereali e quindi nell’antica Roma si festeggiava la fine dei principali lavori agricoli.
    Ovvio che tale data nell’agricola Italia fosse motivo di grandi festeggiamenti e gli stessi animali da tiro (cavalli, asini e muli) si godevano la giornata di riposo, bardati con fiori.

    Nel giorno di Ferragosto i lavoratori ricevevano una mancia dal padrone, gratifica che nel Rinascimento venne resa obbligatoria per decreto pontificio e chissà che l’attuale tredicesima non ne sia la moderna derivazione……(ancora per poco)

    1. Bella spiegazione. Non lo sapevo. Allora siamo messi peggio che di 2000 anni fa. Ci stanno levando pure la mancia.

  7. Cari amici questo è il mio ferragosto.
    Sono 15 giorni che sto facendo il muratore il falegname e la cuoca all’aperto.
    Insieme a mio figlio Francesco e alla fidanzata ci siamo trasferiti nella Sabina. Mio figlio aveva un periodo di ferie, arrivato da Londra ha dedicato le sue vacanze per aiutarmi a sistemare un casale del 1845. Si comincia alle 5 del mattino fino a quando il sole si addormenta. Poi una ricca doccia e mi spargo di aceto casareccio per allontanare le fastidiose zanzare. Anche se siamo stanchi siamo contenti di lavorare. Vedere la terra rinascere e le ferite del casale curate è un piacere.
    In questi giorni ho incontrato un pappagallo, un topo, un nibbio, un cinghiale, delle tortore, le cicale, l’asino le mucche, un gufo, la civetta, passeri e tanti gechi.
    Anche oggi 15 di agosto abbiamo sudato e siamo stati fortunati abbiamo trovato tre operai disposti a lavorare con noi. In questo periodo è come trovare un ago nel pagliaio è difficilissimo trovare chi ha voglia di lavorare. Mio figlio è una sagoma, da primo operatore si è trasferito dal set cinematografico a muratore in cantiere. Eppure non lo aveva mai fatto.
    Spero in settimana di scrivervi dalla Puglia dal mio trullo fatato, sempre se la telecom me fa funziona’ er telefono fisso. Rega pago la bolletta per un anno, pe’ ave’ la certezza der telefono fisso, mo se so’ fregati li cavi de rame.
    Vabbè se vede che je servivano pe’ magna’.
    Chissà se sti fili de rame so’ boni come li spaghetti fatti oggi co’ lo stennarello, co’ er sugo de funghi porcini e le zucchine dell’orto. Aho! Ce semo magnati puro e ‘n polletto a la brace, da quanto era tosto ce mancava poco che ce rimettevo li denti boni. Vabbé dopo ste sudate ‘na magnata ce sta sempre bene. Mo c’ho l’occhi stanchi, dimani all’arba riparto a fa’ er muratore se c’è quarcheduno che c’ha voja de lavora’ la porta è aperta, la paga è bona e se magna mejo. Ciao a tutta la torre ;)

  8. I problemi ci sono tutti i giorni. Ma ogni tanto fa bene dimenticarsene. Oggi sono stato in montagna , in un bel posto dove si respira veramente l’aria di libertà. Dove quello che conta è solo quello che ti circonda. Ed è “gratis”. E’ la natura , di cui spesso ci dimentichiamo.

  9. Quando i ricordi affollano troppo la mente, si diventa vecchi; Ferragosto, festeggiare che? il cocomero sul tavolo? buoni di questo periodo… io non ho fatto vacanza oggi, ho lavorato al giornale.

  10. @ Francesco quanto sei carino e ‘sano’ non c’è niente da fare. Quando ti ho letto qua non so perché istintivamente ho pensato al mio vecchio medico persona molto bella che non c’è più, e che tu gli piacereresti come testa! Sai. E’ un grande complimento questo, vero però. Già, la natura e le cose semplici…i soldi che ‘non servono’ perché lui mi aveva dimostrato che sì può vivere anche così – sono le sue parole ma c’è da dire che lui viveva tipo monaco francescano però, libri studio e lavoro, niente yacht niente lussi. Uhm. E io? Mi sa che l’ho deluso. Sto in un posto superiore alle mie possibilità, e ora è un incubo riuscire a pagare tutti gli extra… Nemmeno a dire paga in natura che ho 40 anni! un’altra piaga l’età :-( Poi tutti abbastanza noiosi milanesi impettiti e vuotaggini varie, anche in questo ragiono come Naomi Campbell che preferisce gli operai :-) infatti sono molto più simpatici miei amici ed ex senza una lira non so perchè. O musicisti discografici con la svolta di successo meglio ancora (compresa io). Ecco confessione quotidiana, “perdonatemi perché sono nel peccato perdonatemi perché sono pieno di gin!” : -) Scherzooooooo……eh! Ciao… cia.. ci…. c… -svanita-.

    1. @ Sissi
      Sissi , quanti gyn hai bevuto ? Ti rendi conto che hai rivelato la tua età ? Se in vena di confessioni ? ahahaha!!! ;)

  11. (mi dovevo confidare perché mi sento proprio un tantino strana sempre un pesce fuori dall’acqua! Comunque ora mi viene in mente “Dedicato” di Loredana Bertè e ve la dedico e me la auto dedico, ciao è! ). Auguroni alla famiglia di quel ragazzo…a quei marinai anche, insomma proprio a tutti…).

  12. @ Pino
    Scusa se ho postato come Web Mater , solo che quando accendo il pc automaticamente si collega con quel nick e mi sono dimenticato di cambiarlo.

  13. @ Francesco ahahah! :-) no, era una battuta che veramente diceva “ammazzatemi perché sono pieno di gin” ma nel mio caso ho evitato perché rischio che qualcuno lo mette in pratica ;-) …. l’età svelata è appena in fase di accettazione! (oltre che di analisi ansiolitiche) ecco perché. :-( Ciao…salutino anche a tutti.

    1. “Io la sera mi addormento/ e qualche volta sogno…” Grande Fiorella e grande Ivano (Fossati).
      Certo che… scusa maaa… devo dire che… giornalisteggi meglio di come riprendi! ;)

      1. Beh, menomale… pensa il contrario ;))) la realtà è che c’era una ressa tale che era impossibile avvicinarsi e con una piccola macchinetta (mica la telecamera) l’unico sistema di intravedere la mannoia era di zoommare… ma con lo zoom tutto tirato è impossibile tenere ferma a mano l’immagine… Ci ho provato, sapevo che comunque l’audio sarebbe stato decente…

  14. Fiorella Mannoia è una delle nostre piu’ grandi interpreti e vederla dal vivo è veramente emozionante.Un grande regalo un suo concerto.La sera di ferragosto poi…..porta bene di sicuro!

  15. Ciao Gabbia’ scusa m’ annava de giocherellà ‘n po’, sei listesso ‘n bon operatore visto che ‘n gabbiano è bono pe’ vola’ e puro a scrive. Aho! pe’ oggi ‘n bocca a lupacchiotto. Me riccomanno sti libbri devono gira tuttaquanta la terra, sinnò sti regazzi eppecché so’ annati a morì.
    Cari amichi, ancora er telefono ‘n Puja nun funziona, spero a fine sittimana de scrive dar trullo, sinnò resto a fa’ la muratora e la còca ‘n Sabina inzieme co’ l’orchi, li folletti e le fate bone.
    Ve vojo bene a tuttiquanti, me riccomanno se annate ar mare a mostra le chiappe chiare, copriteve sinnò ve arrostìte ;)

  16. Rispondo a Zenaide: certo che è tutto vero. – battute a parte, ovviamente. Ma credo che in realtà ti piaccia il mio vecchio medico! ;-) Io non sono un tipo religioso. Ma neanche lui lo era, in realtà, ma di un’alta levatura morale unita a un grande amore e a una grande cultura e conoscenza. Non un mistico e tantomeno un moralista, o non ci saremmo mai incontrati ;-) P.S. Auguroni a tuo figlio! del quale avevo letto ma per qualche motivo..personale non ho detto niente prima. Ah giacché ci sto @ Sergio: fai (facciamo) prima a chiederti: dov’è la civiltà. (?) Saluti a tutti.

    1. Non ne parliamo. Avevo anche preparato la mia copia di Shabab (peraltro già finito di leggere) da autografare, quando mi sono ricordato che avevo già un altro impegno in famiglia. :-(((
      Tutta la mia invidia a tutti i presenti sulla piazza!

  17. Mi stavo squagliando dal caldo, maledetta pellaccia mia… Dovrei portarmi dietro un mega ventilatore tipo quelli che si sono visti dietro il Papa in Spagna… :-D

    1. Almeno ti e’ piaciuta la presentazione dal vivo Giorgius? Ce l’avevi a portata di ali e te lo sei fatto scappare! ;)
      Ma credo di capire….

    1. Non infierire Pino!Giorgius ha perfettamente ragione, in questo mondo di squali qualcuno, per fortuna, si salva.

    1. Macchè, tranqui, sono in un periodo di transizione economica con la mia piccola società; nel 2008 ero riuscito a recuperare le somme delle fatture che i miei clienti ancora mi dovevano quasi l’anno prima (vedi Ferrretti Yachts di allora), stavolta invece manco il giudice è stato capace di farmi dare la metà degli importi… Mi tocca tagliare di netto i costi (già sono iniziati in parte gli aumenti delle tasse locali) spostandomi dal mio amato ufficio sotto casa a 2 stanze (stile americano) alla stramaledetta mansardina a 2 stanze, ancora da finire da coibentare (stile Italia anni ’70, carta da parati e caminetto compresi) … Le nuove “guère” si combattono anche nel lavoro, in vista dell’imminente recessione economica finale di inizio 2012.

      Ultimamente sono incacchiato come una bestia, con tremila rebus in testa e una gran voglia di prendere a calci in c… quei clienti decennali, quasi conoscenti che m’hanno messo in sofferenza economica la ditta. Comunque la vita va avanti e per fortuna non tengo famiglia.

  18. Ma no, non credo … Pero’ un conto e’ discutere su un blog , un altro e’ avvicinare un personaggio pubblico . Non credo sia facile…

    1. Mai avuto nessun problema con personaggi pubblici, anzi:

      Una volta, nel 2005 circa, durante il lavoro di impiegato tecnico nel navale, mi sono trovato di fronte la porta d’ingresso Tronchetti Provera… Non conoscendolo allora non l’ho cagato di una lira, vedessi come s’era inc.. il Mr. :-D

    1. Hum, più che altro era il periodo del rastrellamento bancario per acquistare la Telecom… Se mi ricordo bene le poche volte che si presentò con Afef, fu costretto dalla consorte a rifare “il colore” dell’arredamento interno del Kauris; pensa gli operai di allora quanto furono contenti di smontare e rifare nuovamente mezza barca quasi ultimata.

      Dovrei farci un ebook con certi episodi quasi comici, ultraventennali, tipo la “scaletta” militare all’ex base Nato di Rimini, all’allora Ministro degli Esteri Italiano De Michelis, 2 ore ad aspettarlo a bordo pista in piena estate sotto il sole cocente, l’aereo arriva in netto ritardo alla pista di parcheggio, lui scende dalla scaletta del Falcon, saluta l’autorità di Rimini che l’aspettava in macchina, si siede nella sua Lancia Thema blindata con l’aria condizionata “a palla”, in quel frangente mi scappa automatico un falso sorriso che celava invece una certa frase ripetuta più volte… Vedessi la faccia di De Michelis che non capiva, seduto in macchina, perchè quel Vam gli sorrideva con il saluto militare. :-) :-D

  19. Boh .,. Ok , i viziati o le viziate continuano a funzionare … Ma così va il mondo, specialmente un certo mondo, per i comuni mortali lacrime e sangue, altro che belle donne alla berlusca o qualche altro nome. Vedete voi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s