Cinque punti (dolenti)

La giornata(ccia)  in cinque punti. L’ordine è casuale.

1. I leghisti trentini avevano preparato bistecche e spezzatino d’orso sloveno. I nas hanno bloccato l’orripilante banchetto e il leader ha dichiarato: “Lunedì chiamo Bossi e gli chiedo di lasciare questa maggioranza”. Oltre il ridicolo.

2. I black bloc devastano tutto in Val di Susa, rovinando la giusta protesta dei cittadini contro la Tav, e Grillo urla: “Sono eroi”. Oltre la legge.

3. La manovra economica salva i benestanti, ignora gli evasori, e raccoglie le briciole dei pensionati. Oltre il pudore.

4. “La rottura delle trattative – scrive Telecom Italia – è dovuta alla richiesta continua e perentoria di Santoro di riservarsi il diritto di modificare, anche in senso profondo, l`eventuale »premessa«, gli ospiti in studio, la scaletta, i filmati da trasmettere e quanto altro fosse necessario per gestire in totale autonomia il programma, senza alcun ragionevole preavviso”. Oltre tutto e tutti.

5.  “Ofelia– secondo il New York Post – è entrata nella suite di Straus-Kahn e ha avuto un rapporto sessuale orale. Poi ha chiesto di essere pagata. Ma l’ex direttore del Fondo monetario si è rifiutato e l’ha trattata in modo sprezzante”. Oltre la taccagneria.

Advertisements

73 thoughts on “Cinque punti (dolenti)

  1. Ciao Gabbià, me sa che de punti dolenti ce ne so’ parecchi! Magari fossero solo sti cinque. Un’antro giorno nero sta pe’ fini’ speramo che dimani sia mejo. ‘N caro saluto a tuttiquanti.

  2. Grazzie Gabbia’! Famo finta che so’ solo sti cinque e c’ arincoramo er core;))
    @Sirva’ so’ annata a casa tua, me piace l’edicola e puro l’ immaggine de quanno tramonta er zole. Ma faje ‘n po’ de pezze calle a sto brogghe tuo. Nun fa’ la pidocchiosa mettece l’inchiostro drénto er calamaro, sinno nun riesco a scrive’ li commenti. baciottooooooo;))
    Scusa Gabbià, c’ho l’idee ‘n po’ confuse. Ma sta sora Ofelia, ch’ è quella der sor Amleto?
    Er maestro Strausse che ce fa a Mew Yorche? Nun vorri sbaja, me sa ch’è annato a fa la terre pe’ li ceci ner 1949! Vabbè me sa che me so’ rincojonita.

    • Franca che cavolo sono ste pezze calle? Intanto non posso fare un bel nulla in quanto sto scrivendo con sto iPhone del diavolo!!!! Potrei pure aggiustare , credo , ma sono limitata,non mi chiamo Zannino super hacker oltralpino,ormai….quando ritorno a casetta chiederò e ti faro’ sapere my darling! Smackette!

        • Pino se srivessi in ” lingua” tu dovresti attivare il traduttore automatico , altro che crisi( ma che diavolo sono ste pezze calle?)e gia’ che ci sono aggiungo che l’ unico punto che mi ha fatto dispiacere , di questo post, ovviamente e’ l’ultimo! Le prestazioni vanno pagate altrimenti tutti in Germania !

          • Lo so….. era una piccola vendetta, il veneto è molto più incomprensibile.
            Per quanto riguarda l’ultimo punto…ma ti rendi conto che poteva risolvere tutto con cento dollari (la cauzione gli è costata un milione), ma il problema non è di possibilità, ma di arroganza, lui è lui e non paga…. gli sta bene tutto sto casino

  3. osservazioni, sempre in ordine sparso
    1. DSK: l’importante era dimostrare che lei ci stesse e che ci fosse un complotto,e Mme SK passa oltre le corna
    2. Leghisti:oltre il “cervo pazzo”; certe idee non possono che derivare da qualche boccone avariato.
    3.Grillo e TAV: oltre l’offesa (ai 49 pubblici ufficiali rimasti feriti mentre svolgevano il loro dovere in una manìfestazione che sarebbe stata èacifica senza i black bloc).il minuscolo su black bloc non è casuale.
    4.Sant’oro:oltre ogni limite di decenza.non so dire se abbia sfondato un tetto o se stia raschiando il fondo del barile
    5.Finanziaria: non saprei se dire che si ignorano o se si fingono di ignorare i problemi che affliggono le persone nella vita reale e che chi vive nei Palazzi si ostina a non vedere…..

  4. chiedo scusa: “orso pazzo”. non avrò mica mangiato qualcosa di avariato anche io…..

  5. 3. La manovra economica salva i benestanti, ignora gli evasori, e raccoglie le briciole dei pensionati. Oltre il pudore.

    Il miglior riassunto di questa manovra economica. Perfetto direi…

  6. Beh sbaglierò ma rimango della mia idea riguardo a Straus Kahn: con dei buoni avvocati si resuscitano pure i morti. Ne sappiamo qualcosa!!!! Santoro mi ha rotto quindi vado oltre! Che dire degli altri punti ? Che se non fosse per i leghisti saremo alle solite noiosissime questioni’! Quelli sono uomini, non quattro fighetti animalisti! E visto che ci sta , per fortuna che Silvio c’e ‘.

  7. Boso è solo un pò meno plateale di Borghezio suo compare di merende. Forse solo perchè non è riuscito a salire un pò più in alto nella scala gerarchica. L’uso degli aggettivi sarebbe superfluo.

  8. O madonna. Ma sti leghisti son veramente fuori di testa. Ma oltretutto l’orso è un animale protetto.
    Peccato che il figlio di Bossi sia una trota e non un salmone……

  9. Mi correggo non è riuscito a rimanere più in alto nella scala gerarchica. Dopo due mandati da senatore è tornato nel’oblio.

  10. Il Boso è quello che aveva proposto che al treno regionale sulla tratta Bolzano-Verona fossero aggiunti dei vagoni speciali per gli immigrati. Una cosetta che ricordava tanto lo “stile Sud Africa”

  11. Bella coppia con Borghezio che usava l’alcol per pulire i divani dei treni.
    Francesco ti sfugge che quegli orsi sono (erano) sloveni, insomma stranieri…
    E che anche le trote si mangiano, dopo averle fritte.

  12. Chissà se avevano disinfettato anche l’orso con l’alcol? Ci sarebbe stato proprio da ridere se si fossero presi un bel mal di pancia

  13. Tu dici che li hanno uccisi per poi farne il banchetto perchè erano orsi sloveni ? Ma hanno fatto questo tipo di dichiarazioni ?
    Non mi dire che è questo il motivo, perchè vermante prendo il treno e me ne vado via oggi stesso dall’Italia…

  14. ‘.Trota fritta? Orso all’alcol? Ma allora ditelo che questo e’ un blog culinario che va tanto di moda…. pero’ , a parte gli scherzi, mica l’ ho capito perché volessero mangiare l’orso. Quale rito tribale li portasse a una cosi’ desolante scelta.. Il protagonismo di alcuni forse .

  15. Aho! me so’ appaluca e me ritrovo inzieme a ‘na trota, ‘n sarmone, ‘n cervo e a l’ orso yoghi, ma è ‘n inzogno oppuro so’ l’anni? Sirva’ mo le pezze calle me ce servono a me;))

  16. #Irisilvi – l’abbuffata a base di carne d’orso era fatta per “testimoniare” la loro contrarietà al progetto Life Ursus che stà tentando di reintrodurre l’orso nelle alpi trentine. Tra le altre cose questo progetto attira anche il turismo. Anche sul logo del Parco dell’Adamello-Brenta è rappresentato l’orso.

  17. @Francesco sei proprio un povero emigrante der sud,con le pezze calle sul lato b,se pensi di andartene in Germania in treno. Sperando di guadagnare 9 mila euri al mese
    @Franca ho capito cosa sono le pezze calle ma servono a France’ ora. Uno alla volta!

  18. Intanto, Francesco non ha ancora capito la differenza fra padani e leghisti. Sostanziale.
    Per i film ti suggerirei qualcosa del periodo nazista, roba forte: sai somigliano tanto ai leghisti, razza pura, eccetera
    Visto che sei calabrese ti consiglierei inoltre attenzione.

    • Mi lasci tutto il resto? Grazie , dormiro’ felice e serena sapendo di far trasparire una tendenza razzista ! Ma pure questa e’ data dalle mie ricche origini padane! Appena scendo dai monti ne parlero’ a casa , racconterò a mia mamma come attraverso un computer e poche righe si possa capire un mondo. E di quanto arricchente sia! A lei specialmente lo raccontero’ . Se lo merita!

  19. dici ricca come un’offesa ma se riesci a guadagnare 9000 euro al mese diventi ricco pure te…
    perche allora non ti accontenti di essere povero e resti in italia?
    oltretutto qui c’e’ solo qualche fascistello, niente di piu…

    • @ Roberto
      Allora facciamo così. Visto che tu ti sai accontentare dammi metà del tuo stipendio che io mi voglio comprare la casa , così ci pago il muto e resto in Italia. :)

  20. @ Pino
    Ma guarda che ci son stato già 3 volte a Berlino. E’ una città multietnica rivolta al futuro. Son passati tanti anni dalla guerra. Forse dovresti provare a leggerti qualcosa su Berlino o magari farti un giro. E poi male che va ci sono tanti amici calabresi che mi possono dare una mano. Magari quelli di Africo…. ahahaha !!!

    • La conosco Berlino. E conosco la Germania. E sugli amici di Africo è meglio non scherzare, specie con i tedeschi. Forse non ti sei reso conto che non sono affatto spiritosi come noi poveri italiani, padani compresi.

  21. Lo dice pure Lucio Dalla in “Disperato Erotico Stomp” a Berlino ci son stato con Bonetti , era un po’ triste molto grande….ma credo che Pino la conosca bene ed io, essendo ricca, l’ ho ben vista !

  22. Ah ecco appunto! Mica tutto possono concedersi il lusso sfrenato di starsene a letto domattina e pure sotto un piumone, altro che le calure padane! Ma le paghero’ tutte profumatamente! Buonanotte a tutti e pure al tedescocalabro ! Prima o poi ci confessera’ la sua vera posizione geografica…. Non che cambi qualcosa ma tanto per capire finalmente!

  23. Mah,,.. Forse! Chissa’ perché non mi ha convinto! Doveva venire alla fiera del libro allora c’avrei un po’ creduto . Pochino.

  24. Vabbè! dopo sta notata notturna a le terme, me so’ letta tuttoquanto, mo riposo serena quarche oretta, poi lavoro. Avete capito bbene devo lavora pur’io pe’ vive. bona giornata a tuttiquanti;))

  25. Una cosa a scanso di equivoci.
    Ero nei boschi della valle di susa.
    Non so chi siano i black bloc, non li so riconoscere, ma mio malgrado mi sono trovata in mezzo a persone che non conoscevo e che si coprivano il volto, con maschere, passamontagna e caschi, e che raccoglievano pietre. Non sono stata lì a verificarne l’uso ma lo posso immaginare perché i video e le immagini che vedo sono inequivocabii.
    Grillo, però, eroi lo ha detto ai valsusini, no ai black bloc.
    Ed ha condannato quegli atti dei poliziotti, dei giorni scorsi, non degni della loro difesa di legalità.
    Questo in un momento in cui per chi era lì ieri era ancora difficile comprendere la gravità e l’entità di cosa stava succedendo.

    • Quei black bloc non hanno aiutato i valsusini, ma hanno vanificato una giusta protesta popolare.
      E anche le esasperazioni verbali di grillo non hanno certo aiutato la battaglia civile dei cittadini.

      • Bandisco la violenza e sopratutto l’odio nei confronti delle forze dell’ordine che non mi appartiene e non comprendo.
        Credo che in virtù di una certa giustizia per chi si comporta regolarmente sia stato doveroso far presente ai tutori della legalità che magari sarebbe stato meglio non fare i propri bisogni corporali nelle tende. (per non parlare della “proposta” di violenza sessuale di cui sono a conoscenza). Mi sembra comunque qualcosa di circoscritto e, ribadisco, credo che la violenza accaduta ieri sia da condannare punto e basta.

  26. @Francesco – a proposito della Berlino multietnica forse più che leggere qualche cosa bisognerebbe viverci così come in tutte le città tedesche. Tutte rigorosamente multietniche visto che in germania ci sono milioni di stranieri. Io ti parlo di Monaco di Baviera e di Amburgo che conosco molto bene. Una considerazione per tutte. Potresti essere pure un genio, potresti essere uno che gli riempie le tasche di quattrini ma, in fondo, per loro tu sei solo un Gastarbeiter (lavoratore ospite), termine un pò dispregiativo con cui vengono definiti i lavoratori stranieri. Se poi sei italiano allora sei sicuramente un mafioso (indipendentemente dal fatto che tu sia di Canicattì o di Milano) e magari, tanto per aggiungere sei uno “spaghettifresser” . Fressen è il verbo che in tedesco indica l’azione di mangiare fatta da un animale. Essen – mangiare – è riservato agli uomini. Tutti molto formali, molto gentili, paternalistici, organizzati. Ma se chiedi a mio figlio, che ad Aburgo ha vissuto tre anni, alla lunga stufano un pò con la loro presunzione di superiorità e puntualità. La “deutsche puentlichkeit und praezision” sono ormai roba d’altri tempi. Insomma non è che si viva proprio male ma, per un immigrato, la crosta del loro pane è pittosto consistente.

    • Già. Un conto è fare il turista, un conto è vivere, lavorare in un posto.Mi è capitato soprattutto a New York. La prima volta , tanti anni fa, ne sono rimasto choccato. Senza rendermi conto di starci da vip senza essere vip (Ruggero Orlando diceva di noi giornalisti: “Siamo dei poveri che fanno una vita da ricchi”). Abitavo sulla Sesta, cioè: a sinistra la Quinta, a destra Broadway, davanti il Central Park. Stavo insomma al centro del centro di Manhattan. E te credo che mi piaceva New York. Poi ho scoperto che una mattonella da quelle parti (insomma monolocale da 20 mq) costava d’affitto 3000 dollari al mese, che il producer della Rai per arrivare al lavoro alle 9 partiva alle 5,30… insomma che per fare quella vita avrei dovuto guadagnare almeno 20 mila dollari al mese (minimo). Per non parlare degli americani che se non sei ricco, ma proprio ricco, ti guardano come …i tedeschi, che lo riconosci subito quello ricchissimo perchè quando vai al ristorante è quello che urla di più, e tutti gli altri a sentirlo. Insomma…ci siamo capiti. Con i soldi si sta bene dappertutto. Sono stato a Berlino in vacanza. E’ una città molto bella, ma nonostante quello che dice Francesco, è molto costosa. E i tedeschi sono insopportabili.

  27. @ Barba
    Ci son già stato 3 volte e per lavoro. Certo per brevi periodi , ma comunque mi sono reso conto di com’è la situazione.
    C’è qualche pirla tedesco che quando nota che piaci alle tedesche ( modestamente io sono un calabresotto che piace ;) ) fa l’invidioso un pò come fanno al sud quando il polentone fighetto ci prova con una ragazza. Per il resto mi son trovato benissimo. :)
    Male che vada avrò imparato una nuova lingua e fatto una buona esperienza professionale Poi tieni conto che nell’azienda per cui andrò a lavorare ci sono già due miei colleghi dell’ università e loro mi dicono che si trovano bene. Quindi io parto ottimista. Poi si vedrà……

  28. Non serve essere tedesco per essere insopportabile! Basta pensare di esserlo, con i soldi italiani della regione autonoma, non parlare nemmeno la lingua e fare finta di non capirti! Gentilissimi fino alla noia , con una perfezione che nulla lascia alla creativita’ e lo sguardo freddo come il clima …..venirci da turista , padano peraltro , e’ un conto, viverci non saprei , ma non credo ci riuscirei .
    Finalmente ho trovato un quotidiano italiano “il Giornale”. Non lo leggo mai quindi quale migliore occasione? Allora, articolone di Feltri su Santoro e Chicco Mentana e sulla certezza che in Rai si entra solo attraverso raccomandazione, poi nessuno ti può più licenziare il resto ,per me , assolutamente inutile e , udite udite, Anna Maria Bernardini de Pace che scrive sul caso Strauss -Kahn dicendo che Erica Jong ha perso l’ occasione di apprezzare l’ onesta’ del sistema americano e che il suo e’ un superatissimo garantismo sessista per il quale il maschio e’ sempre il carnefice ! Parola di ex femminista.

  29. Ero presente alla manifestazione di ieri in valsusa come ero presente al discorso di grillo nel parco vicino al campo sportivo di chiomonte. sento ancora nel naso l’odore dei lacrimogeni che sono stati lanciati indistintamente, ieri come lunedì notte della settimana scorsa. Cerco di ricapitolare per iscritto:
    1. io a differenza di Silvia non ero dalla parte del corteo di Giaglione (che sta a dall’altra parte dell’area sequestrata con ordinanza prefettizia) ma da Exilles e facevo parte del gruppo degli amministratori perchè con il mio compagno (consigliere comunale) abbiamo deciso di non separarci e di marciare insieme. Il corteo capeggiato dagli amministratori era ASSOLUTAMENTE pacifico, dietro a noi stavano famiglie con bambini e palloncini.
    2. Ho visto però all’opera “provocatori” che insultavano e raccoglievano pietre, ma sono stati isolati dagli stessi amministratori
    3. giunti al fondo della discesa di fronte alla barricata delle forze dell’ordine insieme ad altri esponenti del movimento cinque stelle ed amministratori ci è stato chiesto di metterci quali “cuscinetti umani” tra il corteo e la barricata onde eventuali provocatori non potessero lanciare nulla dall’altra parte. Io ho resistito un po’, poi la calca e il caldo mi hanno fatto spostare verso la salita di Chiomonte. Intanto si sentivano i lanci di lacrimogeni provenire dalla valletta della Maddalena, che stava di sopra a noi.
    4. In quel punto, cioè di fronte alla centrale elettrica, passa il fiume dora e c’è un ponte relativamente stretto, e il passaggio della gente era rallentato, formando un pericoloso “tappo umano”
    5. Il discorso di Grillo nel parco: Grillo ha dato degli eroi ai valsusini, non ai black block, anzi si è chiesto perchè questi black block non vengono mai catturati. Quando sono arrivati dei provocatori a urlare “cosa fate li? basta parlare! sotto stanno riconquistando il presidio, è già caduta la prima barricata, scendete tutti”, Grillo è stato il PRIMO a dire di mantenere la calma,di non cedere alle provocazioni, i provocatori continuavano e allora è stato Sandro Plano a dire che non bisognava mandare anziani e persone senza preparazione fisica (a resistere ai lacrimogeni e a scappare) allo sbaraglio.
    6. Dopo Grillo e Plano e alcuni amministratori sono riscesi alla centrale per vedere la situazione e cercare di trovare una mediazione.
    7. Io, asmatica, sono rimasta in zona e ho raggiunto un’area relativamente tranquilla dalla quale si poteva osservare la situazione del parco archeologico occupato, del museo della maddalena e delle vigne circostanti: fumogeni e idranti a tutto spiano
    8. Intanto l’autostrada e la strada statale di chiomonte erano bloccate.

    Questo in estrema sintesi è quanto ho vissuto io ieri e posso dire senza ombra di dubbio che la maggioranza di quanto ho letto sui giornali non corrisponde alla realtà perchè viene trascurata la presenza di decine di migliaia di persone che hanno manifestato in modo completamente pacifico contro uno scempio ambientale ed economico. La violenza viene sobillata e sobillata allo scopo di distrarre l’attenzione da questo problema. Nessuna fonte ufficiale parla dei lacrimogeni cs lanciati ad altezza d’uomo, ad esempio (e sarebbe solo un esempio)

    • La solita tecnica usata per screditare i movimenti pacifici non violenti. Dal G8 di Genova tutto questo è emerso con chiarezza, ma il popolo continua a credere agli sbirri e a chi li comanda ( i nostri cari politici delinquenti e corrotti ).
      L’informazione poi , come al solito , diffonde le balle di regime. Comunque questa volta non sono d’accordo con Grillo. La Tav è un’opportunità per il Piemonte , considerando anche il fatto che questa regione ha bisogno di tanti posti di lavoro e di trovare nuovi settori d’investimento. Non credo che possiamo andare avanti solo con il gianduiotto il barolo e la fiera del libro ( tutte cose buonissime , ma non basta :) )
      Chiamparino si era messo in testa di far diventare Torino la capitale della cultura. Una città che ha vissuto di pane e lamiera zincata. Ma che ha dentro quel testone ?

  30. Zannino, giusto per parlare di cose che si conoscono, si tratta di un trenO, non di una trenA, quindi si scrive “il TAV”… se tu pensi che questa grande opera sia un’opportunità inizia a realizzare che nei terreni requisiti dall’ordinanza prefettizia eseguita lunedì 27 giugno sono andati distrutti i raccolti dei viticultori che hanno i loro vigneti su quelle colline e che nessuno ha ancora nè pagato (trattandosi di una requisizione, e non di una espropriazione) nè risarciti nè per l’annata persa, per i vigneti intossicati nè per il vino presente nella cantina accanto al museo archeologico, ora divenuta sede della LTF e quartier generale della polizia… Ah, per quanto riguarda il sito archeologico, pure esso parrebbe essere stato danneggiato, si presume gravemente, visto quanto successo in questi giorni, ma nessuno, neppure l’assessore alla cultura di Chiomonte è stata autorizzata a fare un sopralluogo e per questo si è dimessa. Inizia bene la conta delle opportunità.
    Per quanto concerne il buon Chiampa, beh, ci lascia in eredità un debito enorme, parrebbe tre miliardi di euro, ma c’è chi dice cinque. Lui afferma che con questo debito ha fatto la metropolitana. Però caruccia e pure sottodimensionata… c’è invece chi afferma che si tratti di conseguenze dell’indebitamento da contratti derivati. Ecco, io non lo voglio sapere “che ha dentro quel testone”…

  31. Ma che bravo ragazzo…

    La scrittrice e giornalista francese Tristane Banon, che dice di aver subito un tentativo di stupro da Dominique Strauss-Kahn nel 2003, ha deciso di sporgere denuncia contro l’ex-direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi). Lo dice al sito internet del settimanale L’Express l’avvocato della scrittrice, David Koubbi. “La mia cliente Tristane Banon – afferma il legale – sporge denuncia per tentativo di stupro nei confronti di Dominique Strauss-Kahn. Domani depositerò la denuncia in tribunale, che la riceverà mercoledì mattina. Banon ha realmente subito ciò di cui accusa Strauss-Kahn, ciò significa che in qualità di vittima la legge le consente di esercitare i suoi diritti (…) chiedendo un risarcimento davanti alla giustizia francese. I fatti non riguardano un’aggressione sessuale ma di un tentativo di stupro, per il quale la prescrizione è di dieci anni”. La Banon, 32 anni, aveva già raccontato in una trasmissione televisiva, nel 2007, come Strauss-Kahn avesse tentato di aggredirla sessualmente durante un’intervista, cinque anni prima. In quell’occasione, però, il nome dell’uomo politico era stato coperto da un ‘bip’. Un resoconto a tratti violento, in cui la donna ricordava di “essersi battuta” con l’aggressore, di avergli “tirato dei calci” mentre lui “mi ha sganciato il reggiseno, e ha cercato di aprirmi i jeans”. L’Express pubblicherà domani sulla sua versione cartacea un’intervista esclusiva della donna.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s