Biagio Agnes

Per dirvi cos’era per me Biagio Agnes vi basti sapere che è quello che mi ha assunto alla Rai. L’ultima volta l’ho visto ai funerali di Roberto Morrione, pochi giorni fa, stava in prima fila, e non sembrava che stesse male. Qualche mese prima l’avevo conosciuto di persona a Salerno, era la prima volta che mi presentavo, ma di me sapeva tutto, proprio tutto. “Caro Pino, la Rai di una volta non c’è più”. Lui è stato la Rai, dove ha passato tutta la vita, conosceva l’azienda come nessun altro: e la difendeva da ogni attacco. E’ stato quello della svolta, anzi delle mille svolte: ha inventato la prima rubrica di medicina, l’edizione del telegiornale di pranzo, inventò soprattutto la Terza Rete. Gli affibiano anche quella parolaccia che è la “lottizzazione”, ma che invece era la più alta espressione di democrazia dove tutti erano rappresentati. Così che dal dibattito infinito fra le varie anime usciva un prodotto realmente oggettivo. Sembra preistoria. Lo chiamavamo tutti “Biagione” per il suo fisico imponente, ma era grande soprattutto come persona e come dirigente. Peccato, certi uomini non dovrebbero morire mai.

Advertisements
Posted in rai

5 thoughts on “Biagio Agnes

  1. è triste scoprire ogni giorno che i tempi migliori sono tutti alle nostre spalle. Anche le persone che hanno rappresentato qualcosa vanno via una alla volta, in punta di piedi. E’ dura oggi sperare in un avvenire migliore, noi che lo abbiamo avuto.
    Claudia

  2. Un altro termine che trovo spesso associato al suo nome è “boiardo”. Oggi il “corriere” titola: “Biagio Agnes, la scomparsa del «boiardo di Stato»”. Sul suo dizionario alla voce “Boiardo” trovo: “In senso spreg., alto dirigente, spec. di ente economico pubblico”.
    Mah! Quello che so io è che ha lasciato una RAI complessivamente migliore di quella che ha trovato. Il resto… beh, è scritto in fondo alla pagina. :)

  3. Come se adesso negli enti pubblici ci fossero gli angioletti, che vanno da un posto all’altro come punta operativa della politica senza conoscere niente. Agnes era nato alla Rai e ha passato tutta la carriera alla Rai. Ce ne fossero ancora come lui. Soprattutto ci fosse ancora quel sistema. Oserei dire: ci fosse ancora quella politica.

  4. Ciao Biagio oggi è capitato a te. Si, capita anche ai giusti, alle brave persone e ai maestri di spegnere la luce. Quello che mi dispiace, credo che sulla terra, ci siano più cattivi che buoni. Basterebbe poco per migliorare, ci serve tanta buona volontà, ma purtoppo è quella che manca.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s