La fine del mondo

Venticinque anni fa, oggi: Chernobyl. E’ passato tanto tempo, ma l’incubo del mondo resta là, dentro un sarcofago pieno di crepe, un mostro agonizzante che non vuol morire. E che continua a spaventarci, nonostante le nuove paure. Ne ho parlato tante volte, perchè quei viaggi (tre) mi sono rimasti dentro e mi hanno cambiato. Soprattutto il primo, a cinque anni dal disastro, quando non c’erano ancora le regole di oggi, nè le cerimonie, e me ne sono andato nell’inferno solo con Valerj, un operatore della Tv di Kiev che abitava a Pripyat, la città fantasma. Mi capiterà molte altre volte, nella mia carriera di cronista, di vedere cataste di cadaveri – per guerre o disastri – ma niente mi ha più colpito come quella fine del mondo che ho visto nelle campagne ucraine. O quei vecchi morti da vivi. O quei bambini nati a metà. Video   Foto

“Il silenzio di Chernobyl” di Erik Messori

Advertisements

105 thoughts on “La fine del mondo

  1. L’altro giorno per RAI STORIA ho visto un documentario su Chernobyl…ho pensato proprio a chi come te..doveva e deve abituare i propri occhi a tanto orrore per raccontare i fatti!Non è affatto vero che poichè siamo teconologicamente avanzati,il nucleare non comporta più rischi.Io dico tutte BALLE!

  2. Ieri sera ho visto, sulla televisione svizzera, un documentario “allucinante” su Cernobyl.
    E Veronesi aspetta l’atomo di “quarta generazione”.

  3. Io farei una legge in cui dice che tutte queste teste all’uranio impoverito che propongo in nucleare “sicuro” ogni vola che succede un incidente in una centrale devono partecipare obbligatoriamente alle operazioni di soccorso come fanno i vigili del fuoco , tecnici e volontari che si sacrificano per evitare il disastro. Vorrei vedere poi se dicono che il nucleare è sicuro. Mi piacerebbe vedere Chicco testa , Scaiola , Berlusconi , Bossi e la Prestigiacomo vicino ad un reattore che sta per esplodere.

  4. Premette: “Siamo assolutamente convinti che l’energia nucleare sia il futuro per tutto il mondo”. Poi ammette senza giri di parole: “Fare il referendum adesso avrebbe significato eliminare per sempre la scelta del nucleare”. Silvio Berlusconi, nella conferenza stampa seguita al vertice italo-francese a Villa Madama, puntualizza così il senso della “moratoria nucleare” del governo. Quello stop, a detta di Berlusconi momentaneo, seguito al disastro di Fukushima 1, che ha reso vano il referendum previsto per giugno 2. E che, con tutta probabilità, avrebbe visto la bocciatura della scelta nuclearista. “L’accadimento giapponese ha spaventato ulteriormente i nostri cittadini. Se fossimo andati oggi al referendum, non avremmo avuto il nucleare in Italia per tanti anni. Per questo abbiamo deciso di adottare la moratoria, per chiarire la situazione giapponese e tornare tra due anni a un’opinione pubblica conscia della necessità nucleare” dice il Cavaliere. “Siamo assolutamente convinti che nucleare sia il futuro per tutto il mondo – aggiunge Berlusconi – L’energia nucleare è sempre la più sicura”.

    repubblica.it

  5. Serve anche più risparmio nelle case, sarebbe un bel passo in avanti. Siamo anche noi responsabili. Ci siamo comprati anche lo spazzolino per lavare i denti elettico e non continuo la nota di quante cose abbiamo in casa che si possono eliminare.
    Altrimenti non lamentiamoci, sicuro che qualcuno alla fime pagherà il conto dei nostri sbagli.

  6. Che giorno triste ho visto il servizio al tiggì e sembra che in Ucraina non hanno i tanti milioni di euro per rinforzare il vecchio sarcofago di cemento che non può reggere per molto…..dopo 25 anni Chernobyl fa ancora paura e non si è ancora riusciti a domare il mostro.Come si può pensare ad un nucleare sicuro? Non esiste il nucleare sicuro perchè il rischio è, come dici tu Pino, “la morte del mondo”. Allora che fare? Le fabbriche, gli edifici pubblici e privati, le macchine non possono andare a coca cola ma il Papa ha ragione quando parla di abbassare gli stili di vita riportarli ad una sobrietà più consona alle effettive risorse enegetiche che il nostro pianeta ci può offrire. Ma i grandi della terra che decidono le sorti dei popoli potranno mai pensare ad una graduale inversione di tendenza?

  7. In realta’ il terrore di un referendum ora,che significherebbe un plebiscito antinucleare,ha prodotto l’ennesimo inganno.Poi chi avrebbe potuto garantire che tutti i quesiti referendari,sotto la spinta di quello antinuclearista, non producessero un disastro?Spero che i promotori dei referendum, riescano a far si che non venga annullato attraverso la moratoria truffa.B è talmente arrogante da ammettere pubblicamente cio’ che si nasconde dietro a tutto questo.Possibile che possa svelare pure il bluff senza che i cittadini si sentano raggirati?

  8. A Berlusconi non gli frega niente del nucleare. Il quesito è stato tolto per depotenziare quello sul legittimo impedimento. Inoltre ,è per lo stesso motivo che hanno deciso di non accorpare il referendum insieme alle elezioni amministrative facendoci spendere inutilmente 300 milioni di euro.
    Mi sa che è ora di cominciare a pensare seriamente alla possibilità di andare a lavorare all’estero. Questo paese ormai è fallito. Qui rimarranno solo mafiosi , vecchi ricchi impasticcati di viagra e badanti rumene “tuttofare”.

  9. Io non lo sono Francesco.Senza arroganza ti dico che non sono mafiosa,nè rumena tuttofare(?),nè vecchia ricca impasticcata eppure continuo a pensare che qualcosa di buono,prima o poi,dovra’ emergere.Ho pure un’altra presunzione:penso che siamo in tanti.Io ,te facciamo due possiamo pensare che potremmo diventare quattro?

  10. Secondo me l’Italia è destinata al fallimento. Siamo indietro in tutto , il tessuto industriale , economico e sociale si sta gradualmente sgretolando. Non ci sono investimenti e gli imprenditori italiani viaggiano ancora con idee degli anni 70. Anche i più poveri paesei dell’est sono più avanti di noi dal punto di vista della mentalità e della capacità di creare lavoro ed attrarre nuovi investimenti. Noi siamo legati a vecchie lobbi industriali che pensano solo a spolparsi quel poco che è rimasto prima di vendere alla prima azienda straniera che ha i capitali per farlo. Vedi i francesi che stanno scalando la parmalat o la Fiat che sta per lasciare l’Italia. Se pensiamo di andare avanti con le piccole e medie imprese beh, preparatevi alla fame e alla miseria.
    Poi tieni conto che la popolazione italiana è la più vecchia del Mondo , siamo al secondo posto in questa graduatoria. Abbiamo il 50 % della popolazione che ha più di 55 anni e solo il 18% con meno di 25. Altro che fora dai ball , se non fanno entrare gli immigrati chi li fa i figli ? Io no di certo , se le cose non cambiano vado via dall’Italia come tanti ragazzi che conosco che lo hanno già fatto. Ti do una cifra : ogni anno dall’Italia vanno via 60.000 giovani di età compresa tra i 25 e 35 anni e quasi la maggior parte laureati o con una buona specializzazione. Prova a farti due conti e vedrai che qui rimarranno vecchi , immigrati e criminali. Quanto pensi che possa reggere un sistema del genere ? L’Italia sarà la nuova Colombia o il nuovo Messico in mano a bande di criminali e politici corrotti. Se a breve non ci sarà una svolta il futuro che ci aspetta è questo. Anzi che vi aspetta , io me ne vado a Berlino e tanti auguri :)

  11. Siamo coetanei allora!!!!!Scusa se faccio un po’ di conti,insieme ai complimenti! Quindi ,diploma a 18 anni poi 5 anni politecnico ,lavoro immediato immagino…insomma bravo(come hai fatto?)!Per onore del vero quella foto, la mia ha gia’ quattro anni credo….e con questo ho finito .Me ne staro’ almeno 10 gg senza intervenire.Chiedo scusa a tutta la Tribu’.

  12. Si diploma a 18 anni , e subito dopo la laurea triennale ho iniziato a lavorare. I successivi due anni di specializzazione li ho fatti lavorando e studiando. Si comunque ho fatto tutto nei tempi previsti anzi mi son laureato circa 3 mesi prima del previsto ( parlo della specializzazione ).
    Ma quanti anni hai , non l’ho mica capito. Sinceramente dalla foto non riesco a capire. So che non si chiede l’età di una donna ma lo sai che io non sono normale ahaha !!!

    1. francesco, io ne ho 50 di anni (e ben mi guardai dal fare figli, a suo tempo)
      vattene, che fai bene, dammi retta ;-)

      1. L’unica cosa che mi frena sono gli affetti. Comunque i figli li vorrei fare ( certo non adesso a 24 anni )ma se le cose in Italia non cambiano di certo non metterò qui le basi della mia futura famiglia. E non per vigliaccheria o menefreghismo, ma perchè c’è una parte consistente d’Italia e di italiani che mi fanno veramente schifo.

  13. non che mi interessi molto ma in genere uno l’anno di nascita lo mette nel link o nella mail: passando con il cursore sopra il tuo nome viene fuori 1973, se così fosse di anni ne avresti 38, altro che 24….mi sa che sei un furbacchione

    1. Dare del furbacchione ad uno che “dice” di fregare le identità degli altri su Internet e che si spaccia per anarchico, è come dire che Valpreda è innocente e Cicciolina è vergine.

  14. e che dice pure che vuole andare a berlino, e che paragona l’italia alla colombia: vado oltre, per me valpreda è vergine e cicciolina innocente ;)))

      1. io starei in campana con la polizia postale, con quello che talvolta scrivi ti potresti trovare nei guai sul serio

        comunque hai fatto la fine di ciancimino jr.: scoperta una bugia non sei piu credibile su niente, alle soglie dei quarant’anni giochi ancora al ragazzino rivoluzionario, roba da ridere

      1. Ma và! Avevi scritto Nuovo Messico.
        Comunque, tanto per chiarire per l’ennesima volta: io sono stato sia in Messico che in New Mexico. E anche in Colombia.

      2. Veramente gli Stati Uniti d’ America sono 50.
        Più qualche Distretto federale.
        Se vai a Berlino non confondere con la Papuasia, sta dall’ altra parte.

  15. e poi gia che ci siamo … insiste troppo con il viagra e le badanti… gioca troppo a fare il ragazzino… per esserlo

  16. Per restare nel tema del post: slitta (anzi cade) il Referendum sul nucleare. Questa è la furbata.
    Ma continuiamo a ricevere energia elettrica dalle Centrali francesi…Nucleari.

  17. Almeno oggi, a 25 anni dal disastro ambientale di Chernobyl, i due Premier francese ed italiano si potevano risparmiare l’ affermazione:
    – Il futuro è nel nucleare. –
    Manco a farlo apposta.

  18. Per carità, non costringermi a citare Bossi (mi morderei la lingua, cioè la penna) ma la definizione di “colonia francese” si avvicina sempre più alla nostra realtà (triste).

  19. Io insisto nel dire che la Società AREVA anche in Italia è la chiave di tutto.
    AREVA, Società di estrazione mineraria, al 90 per cento di proprietà del Governo francese.
    Entra dalla porta di servizio, anche nel conflitto civile libico.
    Supposizioni, ma mica tanto.

  20. Ora che hanno fatta prigioniera una squadra speciale dei Corpi d’ Elite francesi, nella periferia di Bengasi, i “cugini” d’ oltralpe possono giocare a carte scoperte.
    I francesi.

    Noi, non si è capito ancora il ruolo effettivo, nelle attività belliche in territorio libico.
    Ormai nel cassetto il Patto d’ Amicizia scellerato con Gheddafi è solo carta straccia.
    O forse è proprio questo il motivo della partecipazione italiana, farne un’ altro con il nuovo Governo libico. Boh?

  21. Stasera, a radio 24, sentivo la replica di La Russa alla domanda della giornalista, che gli chiedeva se ora avremmo bombardato la Libia.Il ministro ha replicato che l’uso del termine non era il piu’ idoneo perchè ricordava,a chi aveva piu’ di 40-50anni,le bombe a grappolo.Infatti lanciare un razzo oppure una bomba,singola,è bombardare diversamente.

  22. Caro Gabbiano, ho letto e riletto il tuo post, a me sembra ieri quel giorno lontano. La mia memoria ancora limpida è ancora piena di paura. Lo so, che oltre il nucleare abbiamo altri mostri più vicino, ci sono le guerre dei signori del petrolio, che fanno bisboccia con la vita altrui, i disastri ambientali, la corruzione, insomma lo sapete benissimo senza che faccio io l’elenco. Ma come possiamo difenderci ? Non credo di avere la risposta sicura. Il nostro secolo verrà ricordato sui libri di storia, per i grandi eventi disastrosi causati dall’uomo sul pianeta terra. La saccienza, spesso porta ad insistere anche quando la visione e le probabilità della non riuscita sono evidenti. E dove regna il guadagno, a questi signori avidi, non interessa di seminare il male. Forse credono che i loro figli, i loro nipoti verranno risparmiati al flagello solo perché hanno la cassaforte piena di lingotti d’oro? Cosa potranno mai comprare se tutto intorno è avvelenato e morto?
    Ho letto anche i commenti, vi prego non scriviamo le favole quelle ci penso io a scriverle per i bambini, abbiamo i pericoli reali e non sono più dietro l’angolo, ma stanno bussando alla nostra porta. Facciamo qualcosa di concreto nel nostro piccolo spazio, anche se resterà un semplice granello di sabbia o una goccia in un oceano, non importa, iniziamo ugualmente. Guardiamoci seriamente intorno e non voltiamo le spalle credendo che non è un nostro problema.
    La mia età 73 anni, (nata a Roma il 17 dicembre dell’anno 1938 all’ombra der Cuppolone) preciso che per varie vicissitudini non mi sono laureata, però ho sempre osservato molto attentamente ogni spostamento, anche il colore mutevole di una semplice foglia di ulivo mossa dal vento. Solo amando e difendendo la natura, possiamo iniziare a ripulire il nostro pianeta, ma questo non basta per arrivare alla salvezza della nostra bellissima terra. Rimbocchiamoci le maniche e partiamo! Amici le mie maniche sono perennemente rimboccate anche la notte! Scusate se trovate qualche virgola mancante, piano piano comprenderò e migliorerò, altrimenti come dichiarava il nostro grande Totò con Peppino: ”Punto, punto e virgola..punto e punto e virgola. Lascia fare… poi dicono che siamo provinciali siamo tirati… Salutandovi.” Un caro saluto,grazie per l’ospitalità. franca bassi

  23. Franca è una che interiorizza… (“per Goethe ogni realtà non è che un simbolo”;)) quanto Francesco riesce a vedere più in là del proprio naso… con o senza esplorazioni per il mondo.

    Comunque, ieri sera a Ballarò: ” Se uno vuole approfittare dell’emotività suscitata da un terremoto o da un nucleare, non è responsabile” (… Pdl).

    E io chiedo: non imparare dagli errori altrui, dalle tragedie Evidenti in atto, com’è definito invece?

    1. (dimenticavo: complimenti all’Onorevole Bocchino. Fa discorsi davvero pieni di logica, intelligenti, in una parola: di buon senso. Secondo me. Eh, quando ci vuole ci vuole! mica critico soltanto).

  24. …ad uso discrezionale, sempre? Non ho capito se gli altri nominano politici vari, perchè non posso fare altrettanto. Comunque la mia opinione era assolutamente apolitica: a me piace ascoltare tutti in giro – per quel po’ che mi ci dedico che non è granchè – e di volta in volta condivido o meno in base a opinioni del tutto personali, senza condizionamenti di alcun tipo.

  25. Si stanno preparando all’attacco di terra. Prima o poi dovranno mandare le truppe. Le forze speciali già ci sono da parecchio tempo. Ci sono anche i Col Moschin ma non lo dite altrimenti il governo potrebbe indebolirsi ulteriormete ahahahaha !!!

    1. certo tu hai sempre notizie di prima mano, chi ti ha detto che ci sono i colmoschin (naturalmente parliamo della libia,te ne sei appena dimenticato)? ah gia naturalmente i black server dove c’è sempre tutto, se sono scritti da gente informata come te figurati che credibilita

  26. Che tristezza! Non ci sono piu’ gli uomini di una volta….come le femmine nascondono la vera eta’!!!! :)

      1. @ Francesco. Dall’alto della mia vecchiaia (dichiarata) ti regalo un consiglio: quando ti infili in un tunnel senza uscita, meglio star zitti e aspettare la luce. Nessuno qui, al di fuori di te, ha mai nascosto, anzi falsato, la propria età.

  27. peggio quando non ci si nasconde solo l’eta ma si gioca tutto il personaggio su qualcosa che non esiste, evidentemente c’e qualche grosso problema d’identita

      1. Sei ancora in tempo:il 14 maggio ,mi sembra,Pino sara’ a Torino,alla fiera del libro, per la presentazione del suo nuovo lavoro”Lettere dal Don”.Potresti portare la tua faccina e la carta d’identita’ con annessa certificazione d’identita’ ,timbrata dal comune di Torino.Non si accettano autocertificazioni.

  28. infatti abbiamo tutti fatto finta di niente da tanto tempo, non ci voleva molto a scoprire il bluff solo che magari ti mettevi in testa che eri il piu furbo di tutti e allora era meglio chiarire

    secondo me ti senti davvero berlusconi, parli troppo spesso di viagra

    a proposito si scrive schizofrenia, con una zeta sola; come “avvolte” è il participio passato di avvolgere, mentre talvolta si scrive “a volte”, non vorrei a a berlino facessi una brutta figura…

  29. Carissimi amici grazie. Alla mia età si è anziani e si diventa anche un po’ saggi, ma questo non mi salva dalla fine che possiamo fare e dalle cattiverie che riceviamo.
    Mi ricordo da bambina, quando mi nascondevo per colpa della guerra bastarda, con mia nonna e i miei fratelli, dentro la piccola casa di pietre e malta. Osservavo la natura e tutto l’universo che mi ruotava intorno, tutto profumava di buono. Avevo un buon rapporto con i piccoli abitanti del regno animale e con i profumi delle erbe selvatiche. Parlavo con le formiche, con le rane, e con gli alberi. La piccola casa era nascosta sotto un tetto di foglie, tanto era fitto il fogliame che ai miei occhi raramente vedevo alcuni spicchi di cielo azzurro. Ancora oggi ho nella memoria quel profumo di terra e foglie macerate. Come è grande la fantasia dei bambini, a me sembrava che nascondermi dentro gli alberi nascondevo la mia paura, come comprendo ancora oggi quel mondo fantastico. Sono passati tanti anni ancora riesco a vedere quella bambina dai riccioli d’oro correre e nascondersi dentro i tronchi scavati dal tempo. E grazie alla mia infanzia, oggi posso essere questa donna. Comunque amici io non mollo! La mia natura è positiva, allegra e mi porta a vedere il bicchiere pieno e nel mio piccolo, continuo a lottare con tutte le mie forze. Per esempio come le piccole formiche operose, ancora oggi anche se anziana devo tirare il mio carretto, e lo faccio molto volentieri, pensando a chi ha la mia età e non ha nulla per vivere. Grazie mio Dio per tutto quello che mi doni. franca bassi

    Vedo positivo

    Lascio scivolare
    il negativo dalla mia pelle.
    Vivo la vita con serenità.
    Quando è nuvoloso
    metto un paio di occhiali
    per colorare il mio cielo.
    Quando piove
    non porto mai l’ombrello
    così mi posso lavare
    con l’acqua scesa dal cielo.
    franca bassi

  30. oddio è peggio del grande fratello…
    … nel senso di Orwell!!
    ( io neanche ho mai detto la mia età, nemmeno su richiesta ).

      1. naturalmente il discorso sotto era rivolto a sissi
        francesco non continuare a barare: non l’hai confessato, sei stato scoperto (piu’ ci penso piu’ mi pare ridicolo che un tecnico informatico come dici di essere cada su una scemenza del genere, mettendo la propria data di nascita dappertutto)

    1. tu sei una persona, sia pure virtuale, pulita
      non hai mai detto la tua età, e non è importante, ma neppure ne hai finta una diversa, costruendoci sopra tutti ragionamenti da rivoluzionario di primo pelo
      attacchiamo francesco solo perche’ ha tentato di prendere in giro tutti (a cominciare da te che lo hai sempre considerato…pulito istintivo vero)

      1. @ Roberto

        Non ho pensato che era riferito a me… l’epoca delle manie di persecuzione non mi ha ancora contagiato del tutto :)))
        Ma un vago sentore di prese in giro da Francesco l’ho sempre avuto anche con me, a dir la verità:)) anche se non so perchè “a cominciare da me”, si vede che ispiro.
        Il fatto è che secondo me quando espone le sue panoramiche visioni sul futuro… disgraziatamente è lungimirante.

      2. ah scusa avevo letto “non era riferito a sissi”! sono pulita ma l’incarnazione del Caos :))) Grazie comunque, volevo dirti questo!

    1. anzi: “sono questioni personali”!
      “e questo blog non è una chat”!
      anzi… è addirittura un luogo pubblico!

      Io ascolto e imparo sempre tutto… come i bambini! :)))

  31. Allora visto che siamo in vena di confessioni e che ognuno si fa i fatti propri ,chi si è fatto i miei?

  32. Sinceramente… anch’io mi sento un po’ catastrofica. Ma come si fa a non sentircisi con una catastrofe appresso all’altra?!? Anzi io sono ancora più pessimista – ma a mio parere invece realista – di lui. Non stiamo tenendo conto nè dell’Europa, nè dell’America. E a me solo l’eventualità di un crollo europeo… messa in conto da tutti, dunque non lo sto inventando io, già basta a mettermi i brividi.

  33. Ce so ommini o donne che se nisconnon l’anni, a me nun me frega chi lo fa’ognuno su sta terra è libbero. Sta canzone l’ho scritta nell’anni settanta pe’ mi marito siconno, quanno ha arzàto er tacco co’ la sagrataria. Mo poraccio pe’ lo stress è ito a fa’ la terra pe’ li ceci.Pace a l’anima sua.

    ER PAJACCIO SUR COMMO’

    guarda er viso der pajaccio sur commò…
    lo sguardo triste
    poi te fa l’inchino
    te fa l’inchino e ride
    sembra che te vo’ di’
    “ancora te stai a specchia’?”

    guarda er viso der pajaccio sur commò…
    lo sguardo triste
    però te fa l’inchino
    e puro che è triste ride
    sembra che te vo’ di’
    “ancora te stai a specchia’?
    ma smettela un po’
    nun vedi, sei puro invecchiato
    e ci hai er capello brizzolato…
    stavorta la regazzetta te conviene de lassa’ ‘nna…
    stavorta la regazzetta te conviene de lassa’ ‘nna…”

    guarda er viso der pajaccio sur commò…
    lo sguardo triste
    però te fa l’inchino
    e puro che è triste ride
    sembra che te vo’ di’
    “guardete allo specchio
    guardete bbene
    e se a lo specchio nu je credi
    guarda la carta d’identità…
    stavorta la regazzetta te conviene de lassa’ ‘nna…
    stavorta la regazzetta te conviene de lassa’ ‘nna…”

    franca bassi

  34. che tribù ‘scarcassata’… continuo a immaginare le facce di chi ci legge! ahahahahah! :)))

    (domanda lecita quella di Silvi comunque è!… Mah. I folletti li chiamerebbe Franca…)

  35. Sì anch’io. Tanti anni fa dicevo che eravamo tipo fine impero romano. Ma ora mi pare molto peggio, sì, proprio “occidentale”. Dicono che nel 2016 la Cina sarà il Paese più ricco del mondo. Indovinate alle spalle di chi…

      1. Questo non lo so. Continuo a pensare che ci vorrebbe un incontro… tra culture. Appunto. Cioè sottolineo “culture”. Mentre certo è che con la Cina andremo per forza a perdere tanti diritti… faticosamente conquistati.

  36. Mi riferivo alla poesia di Franca… col pagliaccio che si specchia, mi ha fatto ridere! è tutto un mix qua. No, quelli non li guardo… nemmeno io.

  37. @Francesco:non è che a pensar male non si sbaglia mai? Il pensiero di essere controllati non piace mai….e non vorrei che cambiasse sigla da Cepu a?

  38. @ Pino
    “La cultura dominante sarà quelle mussulmana”

    Non per fare il lecchino, ma Pino è uno che capisce le cose veramente. Ed è per questo che io frequento il suo blog. Anche se non lo ammetterà mai la mia visione del mondo e la sua alla fine sono molto simili.

    1. Se fosse solo un problema italiano non mi preoccuperei. Il problema è globale. Ma ciò che mi preoccupa dell’Italia è che tutto rimane immobile e che addirittura c’è uno scontro istituzionale senza precedenti, mentre attorno a noi è tutto in rapida evoluzione. A me sembra che si navighi a vista sperando di non cozzare contro qualche scoglio che ci possa far affondare definitivamente. Al comando della nave abbiamo un pirata che non sa più qual’è la rotta da seguire ed è pronto a sacrificare tutti pur di salvarsi. Io dico solo che noi poveri e semplici marinai dovremmo prendere in mano la situazione prima che sia troppo tardi, perchè la crisi non finirà rapidamente e ci saranno altri problemi di varia natura che dovremo affrontare nel prossimo futuro. Forse la maggior parte della gente aspetta che la tempesta passi, credendo che omrai le onde più alte le abbiamo superate. Io invece credo che il peggio deve ancora arrivare.

  39. @ Pino
    “La cultura dominante sarà quelle mussulmana” Caro Gabbiano questo lo credo da molti anni, è da tempo che guardando intorno ho fatto un po’ di conti e ho tratto le mie conclusioni.
    In questi giorni parlando con un amico di grande cultura, le ho detto che da tempo nella mia testa ronzava questa idea: “che la nostra razza era in estinzione e la mussulmana a fine secolo dominerà buona parte della terra“ e lui mi ha confermato ci sono tutti i presupposti perché questo accada, basta osservare con quale rapidità si moltiplicano mentre invece noi ci siamo fermati. Il mio amico mi ha dato ragione e mi ha confermato che oltre alla nostra razza anche la razza ebraica ed altre si estingueranno, troppi giovani sono morti e ancora non si vede la fine di queste assurde guerre. In ogni casa palestinese e in ogni casa israeliana ci sono dei congiunti giovani morti. Se non si arresta presto questo conflitto, la loro estinzione sarà sicura. Sto scrivendo molto per questo problema, spero di toccare il cuore di qualcuno. Il filo spinato, i confini non servono per vivere liberi. franca bassi

    Profumo di resina

    Nel vecchia casa solo silenzio…
    fuori la campagna si è ammutolita
    anche i vento secco del deserto
    ha smesso di soffiare.

    Nella mia mente scorrono
    ricordi sbiaditi tristi e teneri
    di quando figlio mio ti dondolavi
    arrampicato sui rami del vecchio fico.

    Un pugno di lucciole silenziose
    si posano sui cespugli di Mirto.
    Intorno la macchia sparge
    i profumi delle sue resine.

    Solo il silenzio mi abbraccia.
    Serena mi abbandono
    osservo il cielo gremito di stelle
    ed entro in un sonno ristoratore.

    Vengo da te Liat figlio mio.
    La notte ti cerco nel cielo
    forse anche te mi stai cercando
    nella valle in fiore.

    Figlio domani camminerò verso est
    per stretti canaloni verrò
    nella valle di kadesh
    sicuro che un giorno ti troverò.

    Liat ti rammenti quando
    bambino vicino alla sorgente
    con un ramoscello giocavi nell’acqua?
    Dimmi Liat figlio mio dove sei?

    franca bassi

  40. @ Francesco

    Te l’ho detto che ragioni come mia madre, mia madre la pensa identicamente a te. E purtroppo pure io. Ieri sera le ho perfino letto quello che avevi scritto sopra sul futuro del Paese… e idem.
    Mi spieghi solo, di grazia, che intende Roberto sul “prendermi in giro” che non ho capito? Cioè io ho sempre pensato che giocavi… ma proprio la presa in giro non ho capito su che.

    @ Franca

    Il fatto è che bisognerebbe allargare gli orizzonti delle “razze”. Dalla preistoria esistono civiltà nascenti e civiltà morenti, senza che con questo si fermi tutta l’evoluzione umana, nè che alcune siano di meno o più importanti di altre – è una questione proprio di cicli storici e umani.
    E’ proprio la mente… che deve cambiare. Le diverse culture, se di cultura si parla, tra di loro non si scontrano mai…

    Vabbè, saluti a tutti.
    Ah un bacio a Roberto perchè mi ha detto una cosa bellissima! e quando mi sento capita… per me è tanto ;)))

    1. @ Sissi
      Prenderti in giro ? Non ho mai preso in giro nessuno. Io le cose le ho sempre dette chiaramente in faccia a tutti.
      Anzi ribadisco che mi sei molto simpatica. Al massimo scherzo, gisuto per farsi due risate. Non sono mica sempre catastrofista. :)
      Secondo me Roberto è uno di quelli che semina zizzania. Non gli sto simpatico. Lascialo parlare… ;)

  41. ;)))
    vabbè, io pure gioco, e pure tu mi sei sempre stato simpaticissimo, te l’ho detto pure troppe volte che poi pensano male… anzi non pansare male eh! neanche tu. Per il resto ci rinuncio che per me internet è troppo contorto! uff.
    (cmq mi siete simpatici tutti, sempre che possa interessare… e secondo me facciamo un gran casino ma alla fine.. la pensiamo tutti nella stessa maniera. Scusate la “parentesi”… in OT!) Ciao:)))

  42. La corpa è de la stracchezza, rettifica pe’ la povesia:”Profumo di resina” Er nome è “Shaul” er mirto con la “M” minuscola. Vabbè nun so’ quante paggine ho scritto e tra po’ crollo e co’ la capoccia spacco la tastiera.’N caro saluto a tuttiquanti.Felice notte;)

  43. [OT USA] Numerosi i Video di queste ultime su YouTube del terribile tornado che ha devastato una parte della città di Tuscaloosa, Alabama. I soccorsi continuano a scavare tra le macerie delle abitazioni e delle autovetture per recuperare corpi e sopravvissuti.

    MORE (Video Gallery inside): http://bit.ly/mw9tjs

  44. 28/04 – Fukushima: Previsione norvegese sulla presenza nell’atmosfera terrestre di alte concentrazioni dell’isotopo Xenon-133 (Dati teorici di calcolo preoccupanti)…

    MORE: http://bit.ly/kbd7rF

    … E se qualcuno (politico-imprenditore) insiste ancora nel costruire in Europa nuove centrali nucleari civili di terza generazione, vada a rileggersi il recente incidente nucleare bulgaro passato quasi inosservato dai media internazionali. Prima di pensare a qualcosa di veramente sicuro (aka fusione fredda, forse), gli stessi trovino il modo di dismettere l’attuali-fragili-pericolose centrali nucleari atomiche mondiali, vecchie di oltre 25 anni.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s