Kassim libero, finalmente

E’ uscito dal carcere di Casablanca, in Marocco, Abou Elkassim Britel, il cittadino italiano originario del Marocco e residente a Bergamo detenuto dal 2002 perché vittima di una extraordinary rendition (la cattura, eseguita clandestinamente, di un “elemento ostile” sospettato di essere un terrorista). Il re del Marocco, Mohammed VI, gli ha concesso la grazia che più volte, nel corso degli anni, avevano sostenuto anche un centinaio di parlamentari italiani ed europei. Abou Elkassim Britel fu rapito illegalmente dalla Cia nel marzo del 2002 con l’accusa di associazione eversiva. Da un’inchiesta della magistratura italiana Elkassim risultò del tutto estraneo a qualsiasi ipotesi di reato. Tuttavia fu processato in Marocco e condannato a nove anni di carcere. Storia di un sopruso   La battaglia sul sito

Con gioia confermiamo che Abou Elkassim Britel è uscito dal carcere di Kenitra. Ci stiamo preparando a rientrare in Italia.  Grazie di cuore per il sostegno e un caro saluto. Kassim e Khadija

Advertisements

3 thoughts on “Kassim libero, finalmente

  1. Non appena oggi ho avuto la conferma della sua liberazione sono andata a leggere un po’ del suo rapimento: terribile! Ogni tanto una notizia positiva in questi giorni “bui” ci vuole!

  2. [OT USA] Mystery illnesses plague Louisiana oil spill crews

    Dopo quasi un anno dal disastro ambientale della BP, scoppiano i primi casi di rare malattie provocate presuribilmente dagli agenti chimici utilizzati per la bonifica delle spiaggie e delle coste inquinate dalla gigantesca chiazza di petrolio. Il più grande disastro ambientale americano coperto da un’altro grande imminente disastro sanitario… L’uomo odierno sta dimenticando di lasciare invecchiare i futuri nipoti, per il solo egoistico fine denaro accumulativo.

    MORE: http://huff.to/dWdN5x

  3. Il nome non lo ricordavo, appena letto il tuo post mi è venuto in mente il suo volto. Sono contenta per lui e per la sua famiglia. Finalmente tornerà a vedere la luce della libertà in anticipo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s